Alla ricerca della Regina Pagnotta

Dove eravamo rimasti?

I due sono in evidente difficoltà, Samoht è una pentola di fagioli, e Frizionr non sa più che pesci pigliare. Scappano rimandendo in incognito, con fare stiloso e anche un po' artistico (50%)

Scoperte Sconvenienti

“Ci provo S, ma non è facile correre qui con te in spalle” Ne giro di poco si ritrovarono circondati dalle guardie, che gli intimarono:

“Fremi cazoz, aviete distruttot tutottyt, ora pagatte oppure diventete proptreitotty delal ragienamentazione pagontyt!” Mentre Samoht continuava ad esalare l’acre effluvio, Frizione non ebbe altra idea se non quella di girarlo e di usare quel po’ che era rimasto della stessa scintilla che aveva infuocato l’ostello di Gid, posizionandola proprio dietro al deretano dell’amico. Ciò provocò una deflagrazione tale, seguita da una propulsione che Apollo 11 levate proprio, e in men che non si dica su ritrovarono a volare sopra i tetti della città. Tuttavia buona parte del carburante di Samoht era ormai stata consumata, e Frizione dovette eseguire un atterraggio d’emergenza in un edificio abbandonato poco fuori dalle mura cittadine. 

“Finché non ti sarai ripreso staremo qui”.

 “Buona idea, adesso cerco di raffreddarmi il culo che TUUUU! mi hai disintegrato”. 

Dopo una fragorosa risata di autocompiacimento, Frizione propose di riposare per un po’ li per far calmare le acque. 

Prima di assopirsi Samoht chiese all’amico 

– F ma com’è che te non hai mal di pancia per il glutine?

– Eh mio caro S, devi sapere che sono nato con 12 cromosomi in più. 11 sono andati a generare la mia straordinaria coda, 1 mi ha reso tollerante al glutine

– Ah certo certo, i cromosomi. Vai a dormire vah

– Ok, ma tra diverse ore secondo me ci sveglieremo per via di una voce squillante

 – Cosa? Tu come… va be con te ho capito che non bisogna più farsi domande 

E così si addormentarono.

Dopo diverse ore di sonno furono svegliati da una voce squillante che gridava i loro nomi.

Ormai era calata la notte, e non si vedeva molto se non ciò che permettesse la luna. 

“S ! F !” insisteva la voce. (Ora usiamo le iniziali dei nomi per guadagnare lettere ciao U.U) 

“Chi è che rompe a quest’ora” esordì Frizione.

“F, non è possibile”

“Cosa dimmi!”

“Ora ti dico fammi parlare”

Frizione fu preso da una suspense tale che afferò l’amico e lo sbattè fortissimo contro il muro

“Dimmelo cazoz!”

“Ok calmina però. Te lo sto proprio per dire”

“Sbrigatiii!” e iniziò a prenderlo a calci

“E’ la voce di Gid!”

“E cosa diavolo vuole dirci? ” 

” Come faccio a saperlo?? ” 

” Giusto! “

” Samoht, Frizione, siete lì? ”

I due si affacciarono dal piano superiore della casa diroccata dove erano aterrati, e videro Gyd e Penryko tutti arruffati.

“Si, ma che ci fate qui? Come avete fatto a trovarci?” 

“Vi cercavamo da un po’ quando poi abbiamo visto due scemi volare sopra la città e non potevate che essere voi.”

“ Comunque”, Continuò Gid,

”Vi devo dire purtroppo che ho fatto una scoperta terribile. Appena tornata a casa sono passato da casa di S per andare a parlare a mia sorella Ross. Ma non c’era!” 

Samoht fu come colto da un fulmine, quella visione che aveva avuto al mercato, aveva dei baffi e degli occhi troppo familiari per essere quelli di uno sconosciuto. Ma no non è possibile, pensò, e  per evitare che gli altri congetturassero più del dovuto si limitò a sviarli urlando tipo fortissimo:”No no, non l’ho vista al mercato la mattina, assolutamente, mai mai mai MAIIII. LO GIURO!!” 

“Ok S, ma chi è Ross” 

“Sua moglie brutta montagna di merda di scimmia” disse Gid

“Ehi ehi Gid, chetati. F caro, lei sta parlando di Ziaross” intervenne Samoht 

“AAAh e dillo prima noo” disse infine Frizione sentendosi meno stupido.

“Comuqnue ora fai salire anche me o solo Penryko può venire su con voi Homo?” interruppe Gid bruscamente.

“Che palle, sali…” 

Una volta sistemati tutti i due ospiti cominciarono a spiegare quanto successo. 

Spiegarono che quando bussarono alla porta non vi fu alcuna risposta. Insospettiti decisero di sfondare la porta con una bomba atomica ed una volta  dentro trovarono solo i resti di Sifone. Preoccupati andarono da Ge Fonte per chiedere se sapesse qualcosa, lui rispose che non si vedeva da giorni, e allora hanno optato di correre da loro due per raccontare tutto.

Samoht allora si fece serio e rispose in modo secco:

“Bene. Purtroppo a Ziaross dovremo pensare dopo. Ora dobbiamo entrare nel castello della 

regina Pagnotta.”

Gid e Penryko capita l’antifona, si fecero subito operativi.

“E come faremo?”

“Avevamo un piano. Ci eravamo per entrare nel castello accordati con un certo Quaglionskì che ci ha detto di lavorare lì. Abbiamo capito però che è super cattivone. Ma almeno siamo riusciti a rubargli la piantina”

“Avete detto Quaglionskì” squitti Gid irrigidendosi 

“Si perchè lo conosci?”

“No no certo che no” rispose lei facendo l’innocente “So solo che è super fucking bastard”

“Eh l’abbiamo notato”

“(E anche molto secsy)” sussurrò Gid troppo forte

“Hai detto qualcosa?” le chiesero

“Io? Nah, vi è parso tranquilli”.

I tre la guardarono un po’ straniti, ma passarono subito oltre 

“Avete detto che vi aspettano per domani notte, Giusto?” esordì Penryko con sguardo furbesco

“Si esatto”

“Allora io propongo di anticiparli. Perchè non entriamo stanotte?”

pongo di anticiparli. Perchè non entriamo stanotte?”

Penryko vuole andare subito a fare il culetto alla regina pagnotta. Decideranno di entrare nel castello proprio stanotte?

  • Decidono invece di controingannare Quaglionskì andando la sera dopo (50%)
    50
  • Si , ma comunque con qualche difficoltà (13%)
    13
  • Si, e va tutto fin TROPPO liscio (38%)
    38
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

30 Commenti

  1. Sempre più affascinante e surreale..il volo a propulsione è un’idea eccentrica e intrigante..ora l’azione finale lascia con il fiato sospeso..S e F ci sorprenderanno con le loro bizzarre fantasie e imprevisti fin Troppo…..cosa?

  2. Ciao,
    la tua storia ha qualcosa in comune con la mia: la FARINA. Ma non ho precisato il tipo 😂
    Hai molta fantasia. Da come ho capito, stai trascinando i tuoi amici nel tuo mondo immaginario, associandoli ad animali (o simili) perché li conosci bene . Un consiglio se mi posso permettere: rileggi il capitolo prima di pubblicarlo. Perché ho notato che ci sono delle parti della storia che andavano “limate. Comunque bella storia. Ti seguo
    Alla prossima, ciao

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi