Cassandra parlava alla luna

Dove eravamo rimasti?

Cosa avverrà ora? Cassandra e Raffaele usciranno, ma Dina si unirà a loro (56%)

Fai la brava, bambina.

“Ok Cassandra, mi sembra davvero un’ottima idea! potremmo andare a comprarlo domani alle tre, trovandoci alla fermata dove sei salita tu e facendoci due passi a piedi, può andare?”

Ho accettato.

E adesso sono in panico totale! Dopo quaranta minuti di telefonata con Dina – più esaltata di me, per la cronaca- ho cercato di distrarmi leggendo, poi mangiando ed infine cercando di dormire.

Ora mancano venti minuti al mio appuntamento, ed io sto guardando il mio look con aria critica: ho messo una salopette abbastanza larga, anfibi marroni e una maglia a maniche tre quarti con un motivo azteco.

Non so se sto bene o se sembro appena tornata dall’aver portato fuori il cane e la spazzatura.

Fanculo. Va bene così. Prendo la borsa ed esco.

Arrivo in anticipo di due minuti e Raffaele c’è già. 

“Ehi, è tanto che aspetti?”

“Sono arrivato adesso anche io, tranquilla! Forte la salopette, ti fa sembrare una bambina al primo giorno di scuola…una brava bambina”

*Credo di aver appena fatto chiarezza sul significato della parola avvampare*

“Beh, mi sembrava un abbigliamento adatto per andare alla ricerca del bals… Dina?”

*Una Dina falsamente stupita ed esageratamente in tiro si avvicina a noi con fare, altrettanto falsamente, incerto*

“Caz, tesoro ciao! Che ci fai qui?”

*Cazzate! Cazzate cazzate cazzate! Perchè lo sta facendo?”

“Sto andando con Raffaele a fare acquisti”

Raffaele si presenta educatamente a Dina, allungandole una mano, che lei prende con fin troppo slancio.

“Oddio ragazzi anche io!Facciamo il tragitto insieme?”

Per tutta la durata della camminata verso il centro Dina tiene banco, io spiccico si e no tre parole e Raffaele risponde educatamente alle sue domande e nulla di più.

Alle sei del pomeriggio, dopo tre ore di fila di chiacchiere di Dina, decido di congedarmi ed andare a casa.

“Ti accompagno!”

*Oddio Raf, per favore si!*

Liquido Dina con un due parole veloci e scappiamo a passo svelto dalla sua intrusione senza senso, volta a rovinarmi il primo appuntamento della mia vita.

“Oddio Cassy la tua amica è logorroica! Ti giuro, non riuscivo a starle dietro!”

“Lo so, hai ragione, lei è così…”

“…Così egocentrica?”

“Ecco, magari un po’”

Siamo arrivati sotto casa mia, entrambi divertiti dagli ultimi venti minuti di chiacchiere da soli, entrambi un po’ accaldati dalla camminata, mi sembra davvero più carino che mai ora come ora.

“Mi piaci Cassy”

Raffaele mi prende per le bretelle della salopette e mi tira a se, tiro indietro il viso e lui abbassa il suo, trovandoci così faccia a faccia.

Sento il suo respiro sulla pelle, vedo il suo sorriso e le sue labbra che si avvicinano.

“Se non ti dispiace vorrei dare un finale che meriti a questo appuntamento”

SBAM.

Le sue labbra sono sulle mie e si muovono lente, cerco di prendere un ritmo. Sento la sua lingua calda che si insinua nella mia bocca e mi perdo.

Perdo il senso del tempo, perdo le mani nei suoi capelli disordinati, perdo i pensieri a cui resto sempre aggrappata, perdo Cassandra.

 

Il prossimo capitolo racconterà:

  • La storia di Raffaele (50%)
    50
  • L'eventuale proseguimento, dopo il bacio, tra Cassandra e Raffaele (50%)
    50
  • La reazione di Cassandra nei confronti di Dina (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

10 Commenti

  1. Direi che continuano a sentirsi , vedendosi però solo in autobus: dovrebbe aumentare la tensione erotica tra i due 🙂
    Bella la parte dialogata, bello il climax finale. Forse questo capitolo ha avuto la partenza lenta, però si è ripreso nella seconda metà.
    PS: lei ha parlato con la tipa del tipo suona un po’… strano! 🙂
    Brava, comunque, aspetto il prossimo!

    • Ehi 🙂
      Sì, “la tipa del tipo” era una ripetizione voluta, per riaffermare quanto poco fosse a conoscenza Cassandra dei personaggi facenti parte delle tresche continue dell’amica.
      Magari non ho scelto il modo migliore per esprimerlo.

      Grazie 🙂
      A presto, che sia con Emma o con Cassandra!

  2. Ciao!
    Ho votato la sessualità di Cassandra, diamo un po’ di spessore alla protagonista principale 🙂
    Piccolo appunto: è meglio scrivere “quattro mesi” usando la forma letterale del numero!
    Hai uno stile abbastanza secco e diretto, quasi da diario personale, mi piace, al momento calza a pennello al capitolo (però, secondo me, forse andando avanti con la storia, trattandosi di romanzo erotico, sarà opportuno allungare un po’ le frasi e le descrizioni!)
    Per adesso, complimenti!!

    • Ciao Luca,
      Sì, hai decisamente ragione: il fattore numerico mi frega sempre, perchè solitamente scrivo di getto e spesso quando ricontrollo non ci faccio caso!

      Questo romanzo è il secondo che scrivo su questa piattaforma, ho quindi cercato di provare uno stile descrittivo completamente differente dal primo e per me è un po’ una sfida! Spero comunque che tu possa continuare a darmi consigli e a leggermi man mano che il personaggio di Cassandra prende forma e colore!

      Grazie 🙂
      Vale

    • Ehi ciao!
      Grazie per aver letto il capitolo, a breve arriverà anche il prossimo!
      Comunque questo è il mio secondo racconto, se ti fa piacere dai un’occhiata anche a “L’Altro Fratello”, le due protagoniste, rispettivamente Lara e Cassandra, sono completamente differenti.
      Mi sto mettendo alla prova 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi