CRONACHE Di ERYA

Dove eravamo rimasti?

Prossimo capitolo quello che vedranno nell'oltre-mondo (100%)

VERSO L’OLTRE-MONDO

I cinque cavalieri incaricati partirono per l’oltre-mondo.
I loro Jorm-tuk spiegarono le lunghe ali e spiccarono il volo.
La formazione vedeva Ray Darick in testa, in sella al suo imponente Distruzione. Dietro di lui volavano i Jorm-tuk dei fratelli Arklash, Tormento e Grazia, in maestosi battiti di ali.
La luce del globo rosso, alto nel cielo, si rifletteva in frammenti lucenti sulle corazze, sugli elmi, sulle loro placche argentate.
Dietro, Myrash e Bilanch chiudevano la fila.
Le ali dei Jorm-tuk si alzavano, si abbassavano, spostavano enormi quantità d’aria permettendo alle creature e ai loro cavalieri di raggiungere una discreta velocità.
Gli altri già sapevano cosa si provasse a cavalcare un Jorm-tuk nel cielo, tutti avevano almeno una missione alle spalle, eccetto Darick che ne aveva ben cinque. Ma Bilanch non lo sapeva, quello per lui era il primo volo, ed era assolutamente fantastico.
Ancora fresco di sbronza, con lo stomaco in fiamme e in bocca il sapore acre del vino, Bilanch sentiva la testa scoppiare, tuttavia provava un sentimento di pura libertà. Davanti a lui gli altri cavalieri urlavano parole incomprensibili che si perdevano nel cielo. I Jorm-tuk acquisivano sempre maggiore velocità, le loro ali battevano incessantemente producendo boati assordanti. Lunghe pagaie fatte di ossa, tessuti e cartilagine che vogavano nell’aria, attraversandola, aggredendola.
Le creature avevano intonato un’orchestra di versi acuti e striduli; producevano echi fantastici, liberatori, che andavano poi a disperdersi anch’essi nel cielo insieme alle urla dei cavalieri in costante comunicazione tra di loro nelle due file davanti.
Avanzavano sempre più velocemente. Davanti a loro adesso c’era un soffitto bianco di nuvole, superate queste, avrebbero avuto l’oltre-mondo in vista.
« Com’è!? » urlò Maysha, la voce che si confondeva con il violento stridere del vento. Il cavaliere era di fianco a Bilanch, aggrappata con forza alle maniglie che sporgevano in alto dalla sella del suo Jorm-Tuk. Assolutamente fantastica in quell’armatura, era un tutt’uno con la sua creatura bardata d’oro e d’argento. Il vento era spietato, aggressivo, riusciva a fischiare nelle orecchie anche con l’elmo sopra; si infiltrava nelle cavità oculari dell’elmo, si infrangeva sulla spessa corazza producendo suoni di violente carezze metalliche.
« E’ bellissimo!» urlò di rimando Bilanch. Lei tornò a guardare davanti. ” Incredibile ”, pensò il cavaliere ” avrò vent’anni in più di questa ragazza ed è lei a chiedere a me cosa si prova, quando dovrebbe essere il contrario. Ma cosa mi è successo? Come sono arrivato a questo punto? ”
Scacciò via quei pensieri. Non era il momento. Il cuore gli martellava nel petto talmente forte che sentiva una strana tremarella a gambe e braccia. Sentiva un grosso grumo indefinito di paura e di concreta meraviglia, alla bocca dello stomaco.
Superarono la fitta nebbia di nuvole ad una velocità stratosferica, Bilanch stringeva i pomelli delle maniglie sulla sella talmente forte da sentire le dita che perdevano sensibilità. Tremava, non sapeva se ce l’avrebbe fatta.
« Ci siamoooo! » urlò Myrash. Gli altri la seguirono con urli di gioia ed esultanze. I versi dei Jorm-tum e il boato delle loro ali in movimento erano ormai un’orchestra celestiale parossistica in espansione continua. I Jorm-tuk accelerarono sempre di più, i loro corpi, sulla terra giganteschi e pesanti, lì nel cielo non rispondevano a nessuna legge fisica: erano leggeri come piume e tagliavano l’aria sfrecciando a una velocità in costante progressione.
« Miuuuhhh Miuuuhhh » le loro voci si accavallavano l’una sopra l’altra come note impazzite in uno spartito senza fine. Bilanch pensò distrattamente a che formidabili creature fossero, retaggio di epoche passate in cui erano proprio loro a regnare su Erya.
« Ci siamoooo! » urlò qualcuno. Fu impossibile distinguere di chi fosse quella voce.
Di fianco al globo rosso, come un timido fratello più piccolo, l’oltre-mondo cominciava a delinearsi nel cielo chiaro e limpido. I jorm-tuk accelerarono ulteriormente, l’astro era adesso bene in vista, e…

Avanzando ulteriormente vedranno l'oltre mondo in fiamme, e...?

  • verranno decimate kai e cavalieri. Quelli che sopravviveranno, dieci anni dopo saranno tra i protagonisti della grande storia di Jonas (50%)
    50
  • le creature dell'oltre mondo non riescono ad annientare le kai, grazie all'azione dei cavalieri, che però verranno decimati, tranne due (50%)
    50
  • le creature del distruttore hanno annientato le sacre kai. Sopravviverà solo una di loro, che si incarnerà sul piano terreno... (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

42 Commenti

  • Se mi posso permettere ho notato, da quando ti seguo, una forte “crescita” nella tua scrittura. Ci sono scene così ben descritte che arrivano ad entusiasmare il lettore, al punto di farlo applaudire.
    Ora, mi chiedo e TI chiedo: perché non provi a cambiare genere, mettiti alla prova, stupiscici perché hai tutte le carte.
    Bravo, ciao

    • Non sai quanto mi faccia piacere questo commento! E’ vero, sento di aver acquisito maggiore tecnica. Scrivo qui prevalentemente per migliorare, per ricevere consigli e critiche, e sicuramente non per gli incpoints, che qui su questa piattaforma vengono bramati come il pane. No, scrivo per commenti come il tuo, che mi aiutano a crescere e migliorare. Grazie di cuore 😀
      Certo, mi cimento anche negli Horror, che credo peraltro siano il mio genere preferito da sempre, da quando ero un bambino. Ma questa storia Fantasy la sento mia, non so, sento come se mi venisse da dentro, come se mi appartenesse, perciò ora mi sono come ” fermato ” su questa. 😀

  • Vi dispiace che vengano decimati i cavalieri perché li abbiamo appena conosciuti e mi sarebbe piaciuto saperne un po’ di più, ma la cosa più logica è proprio: verranno decimate kai e cavalieri. Quelli che sopravviveranno, dieci anni dopo saranno tra i protagonisti della grande storia di Jonas.

    Ciao 🙂

    • Sì sì, ma infatti sono indeciso su quanti farne sopravvivere. Beh credo sia logico far sopravvivere almeno Bilanch, e una delle kai, che poi… Magari… Dieci anni dopo, nei panni di una splendida strega di nome Skarlatta addestrerà jonas in un villaggio che in realtà è una illusione magica? Ops.. Spoiler… Mal’ idea mi è venuta così, al volo, su due piedi, e mi piace! 😁😆
      Ciao 😊

  • Voto per l’ombra: ho pensato potesse riferirsi a Lilith… Lilith e Glenda sono i due personaggi principali, e uno scontro tra loro potrebbe essere interessante per il lettore per conoscerle meglio.
    Mi intriga molto il fatto che la scrittura in questo mondo abbia un rolo importante, anche se non ho ancora ben capito quale, e non vedo l’ora di capirne di più.
    Devo dire che il testo centrato mi ha messo un po’ in difficoltà.
    A presto! 🙂

    • Ciao, sì, una spiegazione del tomo della vita già c’è, è scritta e pronta ma per ovvi motivi di spazio, e per non fare uno ” Spiegone ” La metterò nei capitoli successivi. D’altra parte se avessi spiegato tutto in un capitolo poi che gusto c’era per chi leggeva?😃 al prossimo e grazie per esser passato

  • Voto che Glenda vede qualcosa, ma ancora non succede nulla. Preferisco che la tensione cresca ancora un po’…
    Un inizio comico-grottesco assolutamente non banale! Mi hai catturata fin dalla prima riga. Hai messo molto in palio, e non vedo l’ora di scoprire di più su questo mondo, la sua struttura e la sua mitologia. A presto! 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi