L’era Leonardica

I. LA FUGA

A distanza di anni da oggi,dopo una grande guerra che devastò il mondo intero l’umanità ha ricominciato tutto da capo e dopo 1500 anni si vive come il nostro rinascimento . Quest’epoca viene definito dagli storici con lo stesso nome del suo protagonista quindi : l’era leonardica.

Era un giorno come tanti  a New Florencia e io mi ero appena svegliato; ora che ci penso non era proprio un giorno qualunque: era il mio diciassettesimo compleanno! Non feci in tempo a rendermene conto che mio fratello (sgarbatamente come al solito) aprì la porta della mia stanza e disse: “Linor! (è il mio nome, Linor Vincis) sbrigati! La colazione non si fa da sola”. Non capivo perché da quando erano morti i miei io dovevo fare colazione, pranzo e cena a mio fratello e lui in cambio che faceva…niente! A parte addestrarsi a combattere, perché secondo lui un esercito verrà a conquistarci un giorno. Io non mi interessavo tanto di quello che succedeva fuori dalla città anche perché erano in pochi a saperlo, ma se avessi saputo quello che sarebbe successo avrei voluto essere tra quelli. Verso mezzogiorno ci fu una grande confusione: urla, spari, botti tremendi. Io non sapevo cosa stava succedendo finché il mio amico Morriss non piombò in casa mia e disse “Linor corri! Scappa!” Io feci come disse Morriss e menomale che mi aveva avvertito altrimenti sarei morto schiacciato sotto casa mia. Seguii Morriss fino al riparo più vicino e lì tovai Don (mio fratello) e Michael un’amico di Morriss; Quest’ultimo essendo un militare ci disse che c’era un passaggio segreto in una torre di guardia. Ci incamminammo verso le mura dove c’era la torre. In quel momento ci fu una pioggia di frecce e Michael fu colpito alla gamba, ci fermammo a vedere come stava. Guardai la ferita: non perdeva molto sangue ma si capiva che era messo male (non ce l’avrebbe mai fatta a raggiungere la torre); mio fratello disse che dovevamo andarcene e lasciarlo lì ma Morriss non sembrava dargli ascolto: voleva salvare il suo amico. Io non sapevo a chi dare ragione quindi mi misi a riflettere.

Cosa deciderà Linor?

  • Portarlo via ferito, pensando di occuparsene dopo (50%)
    50
  • Salvare Michael (50%)
    50
  • Lasciare lì Michael (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

23 Commenti

  1. Carro armato!

    I problemi che io ho notato in questa scrittura sono principalmente due:
    Quasi nessun a-capo anche quando cambia il contesto. Sarebbe stato meglio spezzettare un po’ le righe. Dovresti andare a capo quando cambia il soggetto che parla e quando passa il tempo per far capire che qualcosa è cambiato.
    Diverse ripetizioni qua e là: le faccio anch’io e le fanno tanti, ma rileggere aiuta a rimuovere le cose ridondanti.

    Ciao 🙂

  2. Ciao The Kigann, A me piace questo incipit forse “un po’ di corsa”, ma dalla prossima, come dice anche Blank potresti scrivere un po’ di più anche sul mondo circostante, per esempio intanto potresti dire se New Florentia ha a che fare con la “vecchia” Firenze, quindi potresti dire cosa ne è rimasto della “vecchia” Firenze, tanto per dire la prima cosa che mi salta in mente, certo poi se il protagonista se ne va da New Florentia non ci sarebbe motivazione di stare a descriverla… Magari in qualche flashback che affiora nella mente di Linor… Ma anche no, poi decidi tu…

    “Arciere” anche per me…
    spero di leggere presto il seguito questa storia…
    Ciao!

  3. Ciao The Kigann,
    Allora, diciamo che l’idea dietro questa storia è molto interessante. Sull’esecuzione qualche piccolo appunto: mi piace questo modo di scrivere giovanile, come se fosse proprio Linor a parlare e pensare, ma occhio a non andare troppo di fretta, concentrati un po’ anche sul mondo, non solo sulla trama, tanto di caratteri da riempire ne hai in abbondanza.

    Comunque ho votato “arciere scappato”, e non vedo l’ora di leggere come continuerà questa storia.
    Ciao!

    [ ]

  4. Inizio un po’ affrettato, ti consigli di dire meno e suggerire di più, l’idea del nuovo rinascimento è molto interessante, ma sarebbe stato molto bello farla venir fuori dopo. Avresti potuto raccontare un rinascimento con alcuni dettagli fuori posto e tenerti la rivelazione del ritorno della storia per il 3° o il 4° capitolo.

    In ogni caso sono curioso di sapere come continua. Spero di leggere presto il secondo capitolo

  5. The Kigann ha detto:

    Grazie, sono contento che vi sia piaciuto il finale. Non so se si era capito ma non ho intenzione di fare un sequel

  6. Red Dragon ha detto:

    Finale affrettato come quasi tutti quelli qui su The Incipit (anch’io ci casco) ma comunque piacevole. Complimenti!

    Ci leggiamo alla prossima storia 🙂

    Ciao 🙂

  7. Red Dragon ha detto:

    Il prossimo è l’ultimo capitolo; voto a caso: Salva Linor e Morriss dalle grinfie di Magnus 🙂

    E vediamo come pensi di concludere… o hai intenzione di fare un seguito?

    Ciao 🙂

  8. Red Dragon ha detto:

    Fanno evadere Don da Alcatraz: mi sembrano un po’ troppo male in arnese per fermare un esercito, mentre ben agguerriti per escogitare un’evasione! 🙂

    Ciao 🙂

  9. The Kigann ha detto:

    Si lo so però pensavo che non si sarebbe capito comunque grazie del consiglio
    ?€&@!

  10. Red Dragon ha detto:

    Una Galea Reale! 😀

    Ti consiglio di andare a-capo quando cambia il soggetto che parla: ne aumenta la leggibilità.

    Ciao 🙂

  11. The Kigann ha detto:

    Se qualcuno jon vota entro poco metto il prossimo episodio

  12. The Kigann ha detto:

    Scusate se l’ ho scritto 2 volte ma non mi era entrata la firma

  13. The Kigann ha detto:

    Si ero a 4881 e avevo paura che se la tiravo per le lunghe non ce la facevo
    ?€&@!

  14. The Kigann ha detto:

    Si ero a 4881 e avevo paura che se la tiravo per le lunghe non ce la facevo

  15. Red Dragon ha detto:

    Mongolfiera!

    Questo capitolo è stato più sbrigativo rispetto agli altri: problemi di caratteri? 😉

    Ciao 🙂

  16. The Kigann ha detto:

    Mi dispiace forse vi aspettavate il manicomio ma mi sembrava più interessante così spero vi piaccia comunque
    ?€&@!

  17. Manhattan68 ha detto:

    Bene così, mi sta piacendo questa storia. Ho votato manicomio, perché infondo, penso che fuggire da un manicomio, non sia poi così difficile, se ci sono degli amici che vengono a trovarti dall’esterno…

  18. Blank ha detto:

    E andiamo in america! Perché no?
    Sta prendendo una piega interessante: mi piace.
    Ciao!

    [ ]

  19. Red Dragon ha detto:

    Rinchiuderlo in manicomio!

    Ciao 🙂

  20. Manhattan68 ha detto:

    Salva Lise, perché se va dal fratello, rischia di non fare in tempo, e così non riuscirebbe a salvarlo, a quel punto anche a tornare a salvare Lise non farebbe in tempo, quindi decide di restare lì e salvare Lise, forse per il fratello arriverà uno gli altri in tempo…

  21. The Kigann ha detto:

    Grazie dei commenti, mi sono serviti, comunque non pensavo che qualcuno avrebbe votato così velocemente e mi è piaciuto cosa hai votato (io ho votato la stessa cosa) Red, posso chiamarti Red vero? Comunque aspettati un episodio al più presto

  22. Red Dragon ha detto:

    Cavolo! Odio queste situazioni! Sicuramente andrà ad aiutare uno dei due… ma quale?
    Non vorrei essere nei suoi panni…

    Ciao 🙂

  23. Red Dragon ha detto:

    Carro armato!

    I problemi che io ho notato in questa scrittura sono principalmente due:
    Quasi nessun a-capo anche quando cambia il contesto. Sarebbe stato meglio spezzettare un po’ le righe. Dovresti andare a capo quando cambia il soggetto che parla e quando passa il tempo per far capire che qualcosa è cambiato.
    Diverse ripetizioni qua e là: le faccio anch’io e le fanno tanti, ma rileggere aiuta a rimuovere le cose ridondanti.

    Ciao 🙂

  24. Manhattan68 ha detto:

    Per restare in tema avrei votato “carro a falci” Invece ho votato “carro armato” perché penso sia un elemento anacronistico, però non del passato ma del futuro, e magari sarebbe anche interessante sapere dove e come l’hanno trovato.Ma questo sta all’Autore… 😉

  25. Manhattan68 ha detto:

    Ciao The Kigann, A me piace questo incipit forse “un po’ di corsa”, ma dalla prossima, come dice anche Blank potresti scrivere un po’ di più anche sul mondo circostante, per esempio intanto potresti dire se New Florentia ha a che fare con la “vecchia” Firenze, quindi potresti dire cosa ne è rimasto della “vecchia” Firenze, tanto per dire la prima cosa che mi salta in mente, certo poi se il protagonista se ne va da New Florentia non ci sarebbe motivazione di stare a descriverla… Magari in qualche flashback che affiora nella mente di Linor… Ma anche no, poi decidi tu…

    “Arciere” anche per me…
    spero di leggere presto il seguito questa storia…
    Ciao!

  26. Blank ha detto:

    Ciao The Kigann,
    Allora, diciamo che l’idea dietro questa storia è molto interessante. Sull’esecuzione qualche piccolo appunto: mi piace questo modo di scrivere giovanile, come se fosse proprio Linor a parlare e pensare, ma occhio a non andare troppo di fretta, concentrati un po’ anche sul mondo, non solo sulla trama, tanto di caratteri da riempire ne hai in abbondanza.

    Comunque ho votato “arciere scappato”, e non vedo l’ora di leggere come continuerà questa storia.
    Ciao!

    [ ]

  27. ilGallo ha detto:

    Inizio un po’ affrettato, ti consigli di dire meno e suggerire di più, l’idea del nuovo rinascimento è molto interessante, ma sarebbe stato molto bello farla venir fuori dopo. Avresti potuto raccontare un rinascimento con alcuni dettagli fuori posto e tenerti la rivelazione del ritorno della storia per il 3° o il 4° capitolo.

    In ogni caso sono curioso di sapere come continua. Spero di leggere presto il secondo capitolo

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi