NEL VAPORE SI NASCONDE LA PAURA DELLE PERSONE

Dove eravamo rimasti?

Arthur invita Kuro nel suo ufficio,cosa succederà? Kuro non si presenterà nell'ufficio di Arthur (100%)

IL LATO STRANO DELLA MEDAGLIA

Arthur ne era certo,Kuro non era umano. Aveva questa idea da quando l’aveva visto la prima volta e questa teoria si affermò mentre stava viaggiando verso casa di Heidi per interrogarlo.

“Lo sapevo…”sussurrò Arthur mentre era concentrato nel guidare la macchina nera.

“Che cosa,Arthur?”chiese il suo giovane assistente,Alfred.

“Honda… Non è umano!”esclamò l’investigatore. “Per quello ti ho chiamato,Alfie”disse Arthur sorridendo calorosamente ad Alfred.

Arthur,segiuto a ruota da Alfred,si avviò verso la porta e poi  bussò alla porta scura. 

“Signorina Klammer,sono Arthur le volevo parlare…”disse Arthur. 

Una figura scura si diresse verso la porta per poi aprirla,era Kuro.

“Heidi non c’è,è andata a trovare suo zio…”spiegò Kuro mentre la maggior parte del suo corpo era nel buio più assoluto. 

“Credo che la fortuna sia dalla mia parte,volevo parlare proprio con lei…”rispose beffardo Arthur,sul volto di Kuro comaprì una smorfia. 

“Accomodatevi pure…”disse Kuro facendo passare i due.

Alfred guardò per un attimo Kuro e rabbrividì. Notò che gli occhi del giapponesi erano molto profondi e le sue pupille li sembravano due fessure ,guardò meglio e le vide tornare normali.

Erano da dieci minuti che Arthur e Kuro continuavano a parlare.

“E lei da dove viene?”li chiese Arthur,il tono della sua voce era piatto.

“Kyoto… E’ uan città molto bella…”li rispose Kuro ghignando. “Non per niente è l’ex-capitale”concluse.

L’aria della stanza iniziò a scendere,si poteva vedere il respiro uscire dalle bocche di Arthur e Alfred,invece,Kuro non sembrava respirare. 

“Scusi,signor Honda ma sta respirando?”chiese Alfred mentre si guardava intorno. 

“Certo,scusatemi se non sembra così… Ma ho preso l’abitudine,Heidi odia chi respira forte…”spiegò Kuro. 

“Capisco…”disse Alfred.

Mentre i tre continuavano a parlare,nella testa di Alfred si stava creando l’idea che Kuro non era umano,aveva ragione Arthur. Ogni volta che incrociava lo sguardo con Kuro,le pupille del nipponico diventavano  fessure per poi ritornare normali. Alfred notò,anche,che i canini di Kuro erano più affilati di quelli umani;il giovane iniziò ad avere i sudori freddi appena incrociava lo sguardo con Kuro,

“Arthur,non è umano!”esclamò Alfred mentre i due tornavano alla macchina.

“C’ero arrivato anche io,idiota,aspetta a te dire che creatura abominevole è… Dopotutto sei tu il demoniologo…”.

Nel frattempo,Heidi si addentrava nel quartiere peggiore di Londra,Soho.

Cosa ci fa Heidi nel quartiere peggiore di Londra?

  • Deve incontrare una persona che ritiene abbia visto il 'fantasma' (0%)
    0
  • Stava cercando una pista e si è persa (0%)
    0
  • Ha trovato una pista abbastanza interessante (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

12 Commenti

  1. Il prossimo è il capitolo 6: Ha trovato una pista abbastanza interessante!

    Uhm… interessante la cosa: davanti ad Alfred Kuro non riesce a mascarare completamente il suo lato umano. Sembra un vampiro dalla descrizione ma gli occhi a fessura mi danno ad intendere qualcos’altro 🙂

    Ciao 🙂

  2. Sì, sembrano in buoni rapporti.

    L’inizio è interessante ma ci sono dei punti che risultano difficili da leggere. In particolare, spesse volte, non si capisce chi parla. Il primo consiglio è quello di mandare a capo ogni volta che cambia il soggetto che parla in modo da far individuare al volto il cambio di soggetto. Il secondo luogo attento agli spazi: spesse volte sono troppo pochi e non si riesce a notare lo stacco.

    Ciao 🙂

  3. Mi piacciono le storie ambientate a Londra, perché questa città si presta molto bene a qualsiasi tipologia di racconto ma senza dubbio ha sempre qualche mistero da nascondere. Sei stato bravo/a a fare in modo che il lettore si chieda fin da subito: “che succederà”
    Alla prossima 👋

  4. Red Dragon ha detto:

    Io dico che dirà tutto perché ormai manca poco alla fine, però non è che va lì a dirgli vita, morte e miracoli “al primo pinco che passa”: lei voleva stare sul vago ma Arthur riesce a convincerla/indurla a parlare.

    Ciao 🙂

  5. Red Dragon ha detto:

    Secondo me Cerca di trovare un altro modo che non implichi la magia o riti.

    Dalla descrizione fatta, sembra che Klaus si fingesse ubriaco 😉

    Ciao 🙂

  6. Red Dragon ha detto:

    Il prossimo è il capitolo 6: Ha trovato una pista abbastanza interessante!

    Uhm… interessante la cosa: davanti ad Alfred Kuro non riesce a mascarare completamente il suo lato umano. Sembra un vampiro dalla descrizione ma gli occhi a fessura mi danno ad intendere qualcos’altro 🙂

    Ciao 🙂

  7. Red Dragon ha detto:

    Ovviamente Kuro non si presenta!
    Devo ancora farmi un’opinione su Arthur prima di decidere se è “buono” o “malvagio” 😉

    Ciao 🙂

  8. Basilissa ha detto:

    Anche secondo me è ancora scioccata per la morte di Tim 🙂

  9. Red Dragon ha detto:

    È ancora scioccata per la morte di Tim.

    Ciao 🙂

  10. Red Dragon ha detto:

    Sì, sembrano in buoni rapporti.

    L’inizio è interessante ma ci sono dei punti che risultano difficili da leggere. In particolare, spesse volte, non si capisce chi parla. Il primo consiglio è quello di mandare a capo ogni volta che cambia il soggetto che parla in modo da far individuare al volto il cambio di soggetto. Il secondo luogo attento agli spazi: spesse volte sono troppo pochi e non si riesce a notare lo stacco.

    Ciao 🙂

  11. ilGallo ha detto:

    Steampunk??!?!?!?
    Non vedo l’ora di leggere i prossimi episodi

  12. Aomame ha detto:

    Mi piacciono le storie ambientate a Londra, perché questa città si presta molto bene a qualsiasi tipologia di racconto ma senza dubbio ha sempre qualche mistero da nascondere. Sei stato bravo/a a fare in modo che il lettore si chieda fin da subito: “che succederà”
    Alla prossima 👋

  13. Basilissa ha detto:

    Inizio interessante! Io dico che troverà un altro psicologo. 🙂
    Se hai tempo vienimi a trovare sulla mia pagina e dimmi cosa pensi della mia storia.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi