The Cage

Prologo

In piena notte un uomo incappucciato sta trascinando il corpo di una persona tramite una corda legata al collo di quest’ultima. L’uomo molla la corda soltanto per raccogliere un sasso da terra e colpire spesso al volto la donna. Volano schizzi di sangue e l’uomo prova ad allargare la ferita infilandoci le dita e prova a togliere più pelle possibile, ma poi rinuncia e si allontana facendo rotolare il corpo della donna tra i cespugli. Il corpo si ferma sulla riva del fiume Weser.

La detective Melissa Keller è in pigiama sul divano e sta guardando la TV.
La detective sbadiglia e spegne la televisione, è stanca dopo un’altra giornata di lavoro. Si alza dal divano, va in bagno e prende lo spazzolino dal bicchiere che ha sul lavandino. Melissa prende il tubetto del dentifricio e lo apre, ne mette un po’ sullo spazzolino e poi va per lavarsi i denti, quando però rimane fissa a guardare lo specchio. La detective riceve però una telefonata e posa lo spazzolino per andare a rispondere: “Numero Sconosciuto”. Melissa risponde e dopo qualche secondo fa un’espressione sconvolta.

Chi c'è al telefono?

  • Il suo ex (0%)
    0
  • La sua migliore amica (14%)
    14
  • Una voce registrata (86%)
    86
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

10 Commenti

    • Un film?
      Hai centrato il “problema” principale: aggiungere dettagli è un qualcosa che “condiziona” la mia scrittura, merito/colpa dell’aver frequentato un corso di scrittura cinematografica dove i dettagli sono fondamentali.
      Il prossimo capitolo è quasi completo…

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi