Anima gemella

Dove eravamo rimasti?

Cosa deciderà Paolo? lotta per il suo lavoro e la butta fuori "a calci" (100%)

Tutto può cambiare

TERESA

Io e Anna eravamo sconvolte dalle voci che sentivamo provenire dall’ufficio di Paolo e lo sconvolgimento raggiunse il massimo quando Paolo aprì la porta, uscì più furioso di come era entrata lei prima, e praticamente spingendola la accompagnò alla porta, imprecando. 

Così fuori di sè mi fece un pò paura, ma riuscii a incrociare il suo sguardo per un attivo e la paura lasciò il posto alla comprensione! Non sapevo perchè avessero litigato così, ma ero dalla sua parte!

Quando si chiuse nel suo ufficio, decisi di far passare dieci minuti per permettergli di sbollire un pò e poi lasciai il mio posto, sentivo lo sguardo di Anna accompagnarmi fino alla porta e mi dava sicurezza, poi aprii la porta senza bussare e lo trovai di spalle a guardare fuori dalla finestra, proprio dove mi aveva scorta la prima volta, adesso ero sola, di fronte a lui. 

Chiusi la porta, gli riempii un bicchiere d’acqua, le sue mani tremavano quando le sfiorai, e senza che gli chiedessi niente mi raccontò ogni cosa…

“porto ancora questo anello perchè per me il matrimonio contava più di ogni altra cosa, ma adesso penso di aver sbagliato tutto” nei suoi occhi leggevo la tristezza assoluta e allora mi avvicinai e gli e lo sfilai dal dito e gli dissi che tutto finisce nella vita e che bisogna ammetterlo per andare avanti. 

Questo gesto non me lo sarei mai aspettata da me, avrei dovuto aspettare che lo togliesse da solo, lui amava ancora lei era evidente.

Tutto accadde così velocemente da non rendermene conto, mi strinse le mani e avvicinò il suo viso al mio, mi colse alla sprovvista, era troppo vicino, sentivo il calore nascere dentro di me e accendermi il viso, ogni terminazione nervosa del mio corpo anche quella che credevo non avere era tesa e si sciolse quando le sue labbra si posarono sulle mie.  

Mi strinse il viso tra le sue mani e quel bacio delicato divenne violento e passionale, le nostre lingue timide si toccarono e si strinsero in un abbraccio, come i nostri corpi palpitanti di eccitazione. Chiusi gli occhi, mi sentivo in paradiso tra le sue braccia e ringraziai con il pensiero quella donna di aver liberato un uomo. 

Poi di colpo finì tutto com’era cominciato, lui mi guardava con aria colpevole, “scusami” mi disse staccandosi da me, mi sentivo persa, “scusami tu” risposi, non avrei dovuto lasciarmi andare, “tu sei evidentemente scosso e io mi sono approfittata di te”, lui rise e mi baciò ancora, sta volta un breve bacio a stampo e sorrise e mi bacio ancora e ancora, “da quando ti ho vista avrei voluto baciarti, ma sono uno che non si lascia trasportare dalle emozioni e ti sembrerà strano, ma da tanto tempo non mi sentivo così, da tanto qualcuno non mi faceva sentire così” 

Rimasi senza parole per un periodo di tempo indefinito, nella mia testa mi facevo interi discorsi, ma le parole non uscivano, da tanto tempo qualcuno non mi faceva sentire così… 

Passammo il resto del giorno insieme, chiusi lì dentro, a conoscerci meglio, in tutti i sensi…non avevo mai parlato così tanto in vita mia con un uomo. Non avevo mai conosciuto un uomo così, la sua storia mi colpì, il modo in cui aveva cercato di lottare per il suo matrimonio, desideravo qualcuno che lottasse così per me;

mi sentivo un pò in colpa perchè anch’io credevo nel matrimonio, due anime sposate davanti a Dio sarebbero state unite per sempre e nè io nè nessun’altro avrebbero potuto separarle e allora cosa stavo facendo io?

Non mi riconoscevo, non avrei creduto di ritrovarmi in una tale situazione neanche se me l’avessero detto, credo che lui si accorse della mia preoccupazione perché mi prese la mano e la avvicinò alle sue labbra per baciarla. Eravamo confusi e frastornati entrambi, ci serviva del tempo per metabolizzare tutto quello che era successo, tutto quello che c’eravamo detti. 

Mi alzai e mi avvicinai alla finestra per guardare quello che guardava lui tutti i giorni, si era fatto buio, il tempo era volato; sentii il suo fiato caldo sul collo, mi abbracciò da dietro, e mi strinse a sè, ogni singola parte del mio corpo vibrava e decisi inconsciamente di lasciarmi andare, una volta nella vita, a qualcosa di bello che mi capitava…

mi voltai e mi arresi al suo bacio dolce.

Cosa succede adesso?

  • Paolo rimane da Teresa (0%)
    0
  • Paolo accompagna Teresa a casa e decidono di vedersi l'indomani a lavoro (0%)
    0
  • Paolo e Teresa passano la notte insieme a casa di lui (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

16 Commenti

  1. Ciao! Devo ammettere che questo capitolo l’ho trovato un po’ difficile da seguire avendo i dialoghi e i pensieri molto intrecciati fra loro. Il mio consiglio (per quanto possa valere!) è quello di rileggere molto bene il testo prima di pubblicarlo in modo da metterlo a fuoco in un tempo successivo alla stesura “di getto” per migliorarlo e modificare quei piccoli particolari che lo rendono un testo maggiormente scorrevole.
    La storia mi piace: voto per la ex moglie con una cattiva notizia. Alla prossima 🙂

    • Grazie del consiglio hai sicuramente ragione avrei dovuto rileggerlo e probabilmente fare molta più pratica prima di scrivere una storia! È la mia prima volta e spesso mi viene difficile scrivere ciò che è chiaro nella mia mente, so che ci vorrà tanto esercizio e tanta lettura ancora. Questa è una prova in cui mi sto cimentando e mi sto divertendo tantissimo, faccio una cosa che mi piace e che mai avrei osato fare, sono entusiasta di leggere i vostri commenti e capire come migliorare! Grazie!

  2. Ma perché tutti gli uomini sono mori e con gli occhi verdi? Ancor prima di leggere del suo aspetto fisico me lo aspettavo proprio così XD
    Comunque ho optato per il lavoro, mi pare la cosa più logica.
    Attenzione ai tempi verbali, decidi se vuoi narrare al presente o al passato e poi attieniti a quella decisione. Ricorda anche che in un testo narrativo dovrebbe valere la regola dello “show, don’t tell”: non raccontare quello che accade facendone una sorta di riassunto, ma mostralo nel momento stesso in cui accade. Così facendo, la narrazione sarà molto più accattivante.

  3. Wow amico mio, scrivi veramente come un fulmine!!

    Non ti dirò che il capitolo è scritto bene perché già lo sai, però ti lascio un piccolo consiglio.

    Quando pubblichi, lascia passare qualche giorno prima di pubblicarne uno nuovo, così darai a tutti il tempo di poterlo leggere!
    Inoltre, se già non lo fai, prova a leggere e commentare altre storie, questo ti permetterà di costruire una rete anche con gli altri scrittori che ben volentieri passaranno da te a commentare e leggere la tua opera.

    Per il resto, bomba come sempre ^^

    • È una storia che conosco da tempo nei miei pensieri ed è emozionante scriverla e vedere che qualcuno commenta addirittura!
      So che devo migliorare e cercherò di aspettare prima di scrivere i prossimi episodi e di capire meglio come funziona il meccanismo!
      Grazie sempre dei consigli

  4. Parto col farti i complimenti, il capitolo si legge che è una meraviglia, la storia prende nel profondo, per cui non posso che seguirti, hai una penna ottima e sono certo che potrai scrivere veramente una storia di tutto rispetto.

    Forse l’unica cosa che posso consigliarti (ma è un parere totalmente personale) sarebbe quello di spezzare un po’le frasi con un punto, ma ciò non toglie che sei veramente bravo!

    Seguo seguo seguo!!

  5. giorgiab ha detto:

    Ciao! Devo ammettere che questo capitolo l’ho trovato un po’ difficile da seguire avendo i dialoghi e i pensieri molto intrecciati fra loro. Il mio consiglio (per quanto possa valere!) è quello di rileggere molto bene il testo prima di pubblicarlo in modo da metterlo a fuoco in un tempo successivo alla stesura “di getto” per migliorarlo e modificare quei piccoli particolari che lo rendono un testo maggiormente scorrevole.
    La storia mi piace: voto per la ex moglie con una cattiva notizia. Alla prossima 🙂

    • Robins ha detto:

      Grazie del consiglio hai sicuramente ragione avrei dovuto rileggerlo e probabilmente fare molta più pratica prima di scrivere una storia! È la mia prima volta e spesso mi viene difficile scrivere ciò che è chiaro nella mia mente, so che ci vorrà tanto esercizio e tanta lettura ancora. Questa è una prova in cui mi sto cimentando e mi sto divertendo tantissimo, faccio una cosa che mi piace e che mai avrei osato fare, sono entusiasta di leggere i vostri commenti e capire come migliorare! Grazie!

  6. LittleRedOwl ha detto:

    Ma perché tutti gli uomini sono mori e con gli occhi verdi? Ancor prima di leggere del suo aspetto fisico me lo aspettavo proprio così XD
    Comunque ho optato per il lavoro, mi pare la cosa più logica.
    Attenzione ai tempi verbali, decidi se vuoi narrare al presente o al passato e poi attieniti a quella decisione. Ricorda anche che in un testo narrativo dovrebbe valere la regola dello “show, don’t tell”: non raccontare quello che accade facendone una sorta di riassunto, ma mostralo nel momento stesso in cui accade. Così facendo, la narrazione sarà molto più accattivante.

  7. giorgiab ha detto:

    Scelgo l’opzione più ovvia: Paolo offre un lavoro a Teresa… vediamo cosa succede tra i due, destinati ad incontrarsi 🙂

  8. Intro.verso ha detto:

    Vediamo in dettaglio come sono i due.
    Sei bravo, il racconto scorre bene e sono curioso di saperne di più 🙂

  9. Oca Loca ha detto:

    Wow amico mio, scrivi veramente come un fulmine!!

    Non ti dirò che il capitolo è scritto bene perché già lo sai, però ti lascio un piccolo consiglio.

    Quando pubblichi, lascia passare qualche giorno prima di pubblicarne uno nuovo, così darai a tutti il tempo di poterlo leggere!
    Inoltre, se già non lo fai, prova a leggere e commentare altre storie, questo ti permetterà di costruire una rete anche con gli altri scrittori che ben volentieri passaranno da te a commentare e leggere la tua opera.

    Per il resto, bomba come sempre ^^

    • Robins ha detto:

      È una storia che conosco da tempo nei miei pensieri ed è emozionante scriverla e vedere che qualcuno commenta addirittura!
      So che devo migliorare e cercherò di aspettare prima di scrivere i prossimi episodi e di capire meglio come funziona il meccanismo!
      Grazie sempre dei consigli

  10. giorgiab ha detto:

    Scorrevolissimo! Seguo 😀

  11. Oca Loca ha detto:

    Parto col farti i complimenti, il capitolo si legge che è una meraviglia, la storia prende nel profondo, per cui non posso che seguirti, hai una penna ottima e sono certo che potrai scrivere veramente una storia di tutto rispetto.

    Forse l’unica cosa che posso consigliarti (ma è un parere totalmente personale) sarebbe quello di spezzare un po’le frasi con un punto, ma ciò non toglie che sei veramente bravo!

    Seguo seguo seguo!!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi