La danzatrice

Dove eravamo rimasti?

Ma era davvero quello il momento, infondo non conosceva nemmeno il suo nome? Non, è ancora in momento, uscite, scappate ancora. (100%)

Sta succedendo davvero

“ Aiuto” un uomo, dal apparente età di quasi cinquanta anni, apri violentemente la porta, spaventandoli.
Lei reagi d’istinto e urlo. Urlo anche lui ad essere sinceri, “ Non ucciderci ti prego” disse al uomo che li guardava.
L’uomo entro dentro a forza, in preda sicuramente ad un irrazionale attacco di panico. Fu inaspettatamente violento; i due ragazzi vennero colpiti da una raffica di calci e pugni, quanto lei cerco di reagire, l’uomo la morse.
“ Hai” grido lei.
Li spinse fuori, richiudendo velocemente la porta.
“ No, no, apri bastardo” urlo il ragazzo cercando di aprire la porta.

“ Apri figlio di puttana” grido anche lei.

L’uomo non rispondeva, si era barricato dentro, non avrebbe aperto a nessuno, nemmeno ad un bambino.

“ Andiamocene “ disse lui “ Spero ti ammazzino stronzo” grido dando un calcio alla porta.

“ Di qua” disse lei avanzando lentamente in avanti, cosi almeno credeva.
“ Sei sicura?”
“ Si, pulisco questa zona da un po’ ” ripose sicura.
Lui la segui, poso una mano sulla sua spalla, per non perderla.
“ Questa e polvere.” disse rasserenato “ avranno fatto esplodere qualche palazzo.”
Si vergogno di quel tono usato, potevano esserci persone sotto eventuali macerie, come poteva essere felice?
Lei si fermo, lo guardo seria “ venivano da nord?” chiese.
“ Si , dalla via principale… ” ripose guardandola, si interruppe, un brivido di paura gli percorse la schiena e la sua pelle divento d’oca.
“ …c’è il ministero del interno …” disse lei, non aggiunse altro.

L’aria divenne fredda, quelle parole schiette e dirette li misero di fronte alla cruda verità.
Ora il rumore metallico era più chiaro, più forte, e le urla diventavano più chiare.
“ Onore ho morte “ si udi gridare una voce maschile, sovrastava quella del metallico suono dei cingolati.
“ Cazzo, sono le Armate Diamante” disse lui.
“ Gli squadroni del Generale Kehino” rispose lei iniziando a correre.

Lui la perse di vista un attimo, nella sua mente pensieri sparsi, li accantono subito, iniziando a correre dietro a lei.
Nessuno dei due sapeva dove andare, l’istinto li stava portando verso ovest, dove il fumo si diradava, diventando una leggera e pallida nebbia mattutina.
“ Aspetta” lui la afferro per un braccio.
“ Lasciami, devo andare dalla mia famiglia” grido lei con maleducazione.
“ E io dalla mia” ripose lui stringendo il suo braccio forte per non farla scappare “ ma dobbiamo stare attenti, se ci beccano, non voglio finire al muro, ho peggio …”
Lei cerco inutilmente di divincolarsi, “ non so nemmeno come ti chiami, ne chi sei”.
Lui non mollo la presa, la guardo capendo il suo disagio, l’ultima cosa che voleva, era vederla finire in pasto alle armate Diamante.
“ Mi chiamano Tc. Solo mia nonna mi chiama per nome, e nove volte su dodici lo sbaglia pure.” ripose sorridendo.
“ Serma.” Ripose lei
“ Piacere di conoscerti Serma, io sono Tc” sorrise lui sperando di tranquillizzarla, per poter decidere con logica, cosa fare da quel momento in poi.

Era chiaro quello che stava succedendo, non erano studenti, non erano black bloc ne sportivi, quelli erano spari, non petardi e quel rumore metallico era di un carro armato.

Cosa fare ora?

  • Separatevi. (0%)
    0
  • Cerca di raggiungere la famiglia di lui. (40%)
    40
  • Cerca di raggiungere la famiglia di lei. (60%)
    60
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

17 Commenti

  1. Grazie di avermi seguito fino a qua.
    Questa e la mia prima volta. Mi sono divertito.
    Mi sono dimenticato del limite di 500 parole, e il finale purtroppo sono stato costretto a tagliarlo. Continuerò volentieri questa avventura su Incipit. Ora che ho capito come funziona, spero di fare meglio nella mia prossima storia.
    La versione integrale e senza censura, la pubblicherò al più presto sul mio Blog.

  2. Devo ammettere che questo capitolo mi ha lasciato un po’ perplesso. L’imprevisto esterno c’è (anche se non ho ben capito che sta succedendo), però non viene raccontata la conoscenza tra i due, se non con un accenno fugace, e visto che avevi ancora molto spazio avresti potuto approfondire questo aspetto. In ogni caso continuo a essere interessato alla storia, voto per la versione di entrambi!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi