L’ultimo secondo

Dove eravamo rimasti?

L'espressione di Diego cambia nell'ascoltare le parole della signora Noon. La scelta più logica per il prossimo nastro da ascoltare è...? "Willbur" (100%)

Monologo di Willbur Paddler

[click]

“Spero che questo suo metodo sia efficace, dottor Stoppman. È fortunato che questo scroscione di temporale mi tenga intrappolato qui in macchina, stasera, altrimenti non avrei registrato proprio nulla… E lei mi dirà che ovviamente ‘lo devo fare per me stesso!’, che ‘è per il mio bene!’, che blah blah, insomma, d’accordo, sì. Lo faccio. Ci siamo capiti. Uhm…

Davvero non so che dire. Lei mi direbbe ‘la prima cosa che mi viene in mente’, ed io l’ho fatto: non lo so. Proprio non ho alcuna idea di cosa dire! …Non ho mai visto piovere così fitto. Sono parcheggiato di fronte al cancello di casa, c’è il marciapiede e pochissimi metri da percorrere, potrei fare una corsa e raggiungere la tettoia, ma è da pazzi, mi inzupperei: non con questo vestito e queste scarpe! Nossignore. Farei prima a tuffarmi direttamente in piscina.

Mi annoio da impazzire. Mi faccio noia da solo tamburellando sul cruscotto con le dita! Lo sente anche lei nel nastro, no? È fastidioso, vero? Forse con la pioggia non si sente… Ci si vede a malapena, dal parabrezza! Fa anche freddo… L’unica cosa che riesco a vedere, ecco, è la luce del salotto della mia vicina di casa, dritto di fronte a me. È una signora di quelle fatte con lo stampino, non so come spiegarle: ci parlo spesso, o meglio mi faccio assillare, l’aiuto con la spesa, ha una bella casa…

…È rimasta vedova da poco. Ha un figliolo, certamente, ma dottore, non mi si offenda se le dico che è matto, da legare. E poi è troppo fragile; la signora Prisme… Si chiama così, la vicina- insomma, avrebbe bisogno di un uomo in casa, qualcuno a cui aggrapparsi negli ultimi anni della sua vita. Una proprietà troppo grande, un figlio con esigenze particolari, il peso di una grossa eredità finanziaria…

[BOOM]

Un tuono! Era un tuono. Che colpo! Spero non si sia assordato, dottore! S’è spenta anche la luce alla finestra, deve essere saltata la corrente. Povera signora… Al buio, tutta sola. Sento che devo andare a darle una mano! Mi inzupperò ma, hey, tutto si asciuga prima o poi, no?

…S’è riaccesa la luce. Posso aspettare ancora qua. Heh, mi viene da ridere, perché… perché ha presente quella cosa che ‘tutto si asciuga’? La diceva sempre la mia ex-moglie, con quella vocetta languida. Un altro caso irrecuperabile, non serve essere psicanalisti per capirlo. Sempre senza offesa, eh! Ovviamente, ci mancherebbe, tutta una mia opinione.

Thea era piacevole, un investimento a lungo termine: avevo qualche spicciolo, le ho fatto dei regali, un bel matrimonio… E poi ho messo piede in quella bella, stupenda villa e solo allora ho capito che mi avrebbe ammazzato lei prima che io avessi avuto anche solo la possibilità di ucciderla! Hahahahah! Era semplicemente quel tipo di donna deviata. Mi capirà di sicuro, lei: mi ha accennato alla sua vecchia fiamma, mi pare.

Ma mi senta! Qua da solo, chiuso in macchina, che sghignazzo tra me e me mentre parlo in quest’arnese. Va bene, la chiudo qui e mi saprà dire lei col suo metodo cosa ne pensa: io, dalla mia, una bella risata me la sono fatta! E ora che spiove, vediamo come sta la signora…”

E qui si interrompe il nastro.

Diego ricorda un'intuizione avuta in passato riascoltando le parole dell'uomo! La sua mano si tende verso il prossimo nastro, chiedendosi...

  • "...Ma sarò davvero sulla strada giusta?" (25%)
    25
  • "Non ho già sentito di questo 'figlio pazzo'?" (25%)
    25
  • "Il dottore aveva una fiamma?" (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

7 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi