Luce ed Oscurità

Dove eravamo rimasti?

Chi sarà Marco? Vampiro (50%)

Il ragazzo del mistero

Marta appena finita la lezione va dall’amica “Come va? Ti sei ripresa?” chiede a Francesca sedendosi accanto a lei, poi rivolge uno sguardo a Marco e sorride vedendolo ancora la.“Si tranquilla tutto bene.” Dice Francesca tranquillizzando l’amica.Marta è un po’ scostante perchè sa che deve andare, si scusa saluta e si allontana.Francesca si volta verso Marco, vorre riprendere il discorso ma ha l’impressione che lui non voglia parlarne. Mentre pensa queste cose un brivido pervade la sua pelle,volta la testa verso destra e vede che Marco le ha poggiato una  mano sulla spalla.“Vedo con piacere che ti sei ripresa!” sorride, il volto di Marco si illumina, Francesca non aveva mai visto un ragazzo che con poche parole le trasmettesse un tal senso di tranquillità e protezione.E’ tutto così strano, uno sconosciuto con cui ha così tanta confidenza, intesa!“Io dovrei andare.” Quasi un sussurro esce dalla voce di Francesca, come se avesse timore a dire quelle parole,non ha il tempo di finire che avverte un malore e nello stesso tempo e sente le braccia di Marco che le cingono i fianchi e con voce tranquillizzante le sussurra “Non avere paura andrà tutto bene!”Appena Francesca apre gli occhi si ritrova in un luogo a lei sconosciuto, con persone che indossano indumenti antichi, diversi, l’unico volto  a lei familiare è quello di Marco.Si volta, lo guarda “mah dove siamo che succede?”.“Non avere paura, sapevo che sarebbe successo tutto oggi ma non immaginavo così velocemente!”.Le parole di Marco risuonano nella mente di Francesca, non capisce“Di che parli”? neanche il tempo di concludere il discorso che avverte un capogiro, sempre le braccia di Marco che la stringono e riaprendo gli occhi è nuovamente nel giardino della facoltà.“Credo tu abbia qualcosa da spiegarmi a questo punto …”Marco la interrompe …”non devi allarmarti” l’agitazione e lo sgomento sul volto di Francesca sono evidenti “tutto avrà un senso !”La ragazza è stordita, cammina nervosamente spostandosi da destra verso sinistra e tornando indietro, guarda Marco quasi a chiedere conforto, accadono cose che non si spiega, questo ragazzo spuntato dal nulla, lo osserva e incalza “Quindi? È giunto il momento che tu mi dia qualche spiegazione visto che a quanto pare tu centri qualcosa con ciò che sta accadendo!”.Marco osserva Francesca che giustamente è sgomenta, questa ragazza che avrebbe dovuto esser per lui una missione come altre, lo ha colpito molto e vuol far di tutto per rassicurarla “Capisco che ti sembri tutto strano, ma ora avrai tutto chiaro. Andiamo spostiamoci da qua che ti spiegherò tutto!”.Le porge la mano, anche se la ragazza sembra un pò titubante, ricambia il gesto e si accingono ad andare verso il cancello d’uscita.Giunti fuori percorrono qualche metro ed entrano in un Istituto, una costruzione in disuso da molto tempo ormai, ospitava un vecchio Istituto religioso. Marco sembra conoscere bene il posto, spinge il grande portone d’ingresso, si apre cigolante ed entrano. Appena varcato l’uscio il portone si chiude alle loro spalle , Francesca ha il tempo di voltarsi e seguire la scena, ma subito si volta sentendo Marco “Allora vuoi rimanere qua o andiamo avanti!?” il ragazzo la guarda sorridendo. I due si incamminano. Addentrandosi in uno stanzone che man mano agli occhi della ragazza assume un aspetto diverso, da vecchio e sporco inizia a intravedere tavoli con sedie nuove, pavimento pulito e tanti lampadari, sembra quasi una sala adibita a biblioteca, ma non c’è nessuno. Marco le strige la mano e la conduce verso uno dei tavoli “sediamoci qua, tranquilla!” sempre un sorriso sulle sue labbra accompagna le sue parole. “ Da dove inizio,…” un breve attimo di silenzio mentre Marco guarda Francesca , poi un sospiro e continua “hai mai sentito parlare di Viaggiatori del tempo?” La guarda come se sperasse in una reazione normale, ma teme che sia tutto troppo. “Viaggiatori di cosa?” Francesca aggrotta la fronte, guarda Marco “scusa? Che dici? Ma chi sei?”.“Ecco, sapevo che il tutto non sarebbe stato facile, ne tantomeno posso dirti di fidarti di me, non mi conosci neanche, ma ciò che hai visto oggi, quelle persone, gli abiti che indossavano sono una dimostrazione di ciò che dico!”

Marco si ferma, il silenzio diventa assordante e Francesca tenendosi la testa tra le mani e poggiando i gomiti sul tavolo “ Ma di cosa parliamo, ma oggi doveva esser un giorno normale come tanti altri e invece …”

Il ragazzo quasi a rassicurarla le poggia la mano destra sulla spalla sinistra “Capisco che per te sia strano tutto questo, ma avrà tutto senso …” Si sofferma a guardarla, poi Francesca alza la tesa mette le mani sul tavolo e si volta “dimmi, perfavore, spiegami!” “Io sono un Viaggiatore del tempo, lo sei anche tu! Inizialmente non riuscirai a controllare questi spostamenti temporali ecco perché sono stato mandato da te per aiutarti” fa una pausa la guarda quasi a chiedersi cosa stesse pensando “ sarò il tuo tutor!” sorride, le fa l’occhiolino quasi a voler sdrammatizzare.

La reazione di francesca quale sara?

  • Fiducia in Marco (0%)
    0
  • Paura (0%)
    0
  • Curiosità (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

  1. marko ha detto:

    Viaggiatore del Tempo. decisamente.

  2. Tikila ha detto:

    Vampiro tutta la vita!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi