Il Passato che Ritorna (2° Storia)

Dove eravamo rimasti?

Gl'Inferi troveranno CJ e riusciranno a catturarlo? Lo trovano e lo catturano... ma era quello che CJ voleva! (67%)

Il Serraglio

«Ora dimmi quello che voglio sapere – continua Alex – oppure ti porto al Serraglio: credo che i “Cari Compagnetti” siano desiderosi di averti tra le zampe!»

«Non oserai» ribatte il mago.

«Mettimi alla prova!»

Segue un lungo momento di silenzio dove i due si guardano.

«Hai vinto – si rassegna il mago – Quando Lissar ha spezzato l’incanto che teneva il castello e liberato tutte le magie, tutto ciò che teneva quei bambini ancora umani ha cessato di esistere e loro sono tutti divenuti “altro”. Credo che molti di loro non abbiamo neppure la mente umana. Credo che siano fortemente cambiati. La trasformazione è molto più profonda di quanto credi. Se lasciati liberi, potrebbero combinare danni o finir solo vittime di un qualche Liberatore. Li ho tenuti con me per dargli una speranza. Quando CJ sarà portato qui, farò in modo che non fuggirà più»

«Ma tu sei un…» dice Alex prima di gettarlo a terra.

Si allontana a grandi passi.

«Dove vai?» chiede Lissar.

«A fare una pazzia!» risponde.

«Ti accompagno e ti aiuto!» dice lei tutta contenta, trottandole dietro.

Anche Tabit e Phix lo seguono.

«Vai Tomas – dice il mago – Se vogliono liberare il Serraglio, impedisciglielo a qualsiasi costo!»

«Sì Maestro Gandifuoco!» risponde Tom prima di correre via.

Rimasto solo il mago inizia a prendere a pugni il pavimento.

«Ma perché i miei incanti non funzionano con quel malnato ragazzo?» si lamenta.

***

Alex ha raggiunto il centro del Serraglio. Traccia sul pavimento alcuni simboli e vi si pone al centro per invocare le sue Arti. Tom li raggiunge.

«Non farlo! Non posso permetterti di liberare il Serraglio!» dice.

«Sta zitto, per piacere!» ribatte Alex.

Solleva le mani e si concentra. L’aria inizia a muoversi ed una leggera brezza si forma da Alex verso tutte le gabbie. Tutte le creature smettono di guardare Lissar per guardare Alex. Passano interminabili secondi, poi Alex abbassa le braccia e sospira. Chiama a sé Lissar e le parla a bassa voce. La ragazzina annuisce due volte, scuota la testa una ed annuisce un’altra. Poi prende per mano Tabit e Phix e tutti si allontanano, lasciando Tom perplesso.

***

«Branco di incapaci! Ho scelto un branco di incapaci! – si sta lamentando CJ con la sua immagine riflessa – Non si aspettavano il drago umanoide, non si aspettano la potenza del draghetto, non si aspettavano… troppe cose! Dovevo aspettarmelo, visto che non hanno riconosciuto me! Si riorganizzeranno e torneranno all’attacco ma potrebbe essere troppo tardi: il mio tempo sta scadendo! – segue un momento di silenzio – Va bene: passiamo al piano B!»

Distrugge la sua immagine riflessa, si mette a quattro zampe e corre fuori dalla grotta. Corre a lungo nella foresta, fin quando non incontra un Infero. Scarta e corre via. Ne incontra un altro, poi un altro ed un altro ancora. In breve gli sono addosso e, dopo una breve colluttazione, lo legano come un salame e lo portano via. Un’ora dopo sono dal mago.

«Portatelo al Serraglio: vengo subito a sigillarlo» dice.

Prende una pergamena e si prepara ad uscire quando uno degli Inferi torna.

«Maestro, il Serraglio è vuoto! Gli incantesimi sono attivi ma il Serraglio è vuoto!»

***

Un grosso gatto fatto di ombra e luce sta cercando di infilarsi nel pigiamino di Lissar.

«Fermo. Non sono una gatta d’ombra» si lamenta lei cercando di levarlo senza farsi male.

Non appena riesce a toglierlo di dosso, il gatto sembra calmarsi e si mette fermo e buono. Lissar aiuta le varie creature a prendere posto. Phix passa una pozione ad Alex ed una boccetta a Lissar. La ragazzina stappa la boccetta e ne aspira col naso l’essenza. Dopo un attimo la lascia cadere ed inizia a danzare (senza spogliarsi). Alex beve la pozione ed invoca le sue arti. Fili di luce avvolgono Lissar e lei, danzando avvolge le varie creature.

***

«Quel maledetto ragazzo! – dice il mago – Questa volta gliela faccio pagare! Rinchiudete CJ, lo sigillo e poi vado a dirgliene quattro!»

Ma quando gl’Inferi si avvicinano a CJ:

«Dormius in Profondi Sonno» mormora.

Gl’Inferi cadono a terra. CJ si libera facilmente dei legamenti e prima che il mago si riprenda dallo stupore, gli strappa di mano pergamena e bastone e lo getta a terra.

«Da terra in gabbia» dice CJ toccando in terra col bastone.

Il mago e gl’Inferi vengono tutti risucchiati all’interno della sua  gabbia e la porta viene chiusa. CJ legge la pergamena, intrappolandoli tutti.

«Allora – dice ghignando – Ho rubato bene i tuoi incantesimi, papino?»

«Che cos’hai intenzione di fare?»

«Trasformare la tua cavia preferita in una schiava del sesso. Userò i tuoi incantesimi per trasformare tutti in un branco di mostri desiderosi di farsela. E mentre lei si accoppierà per l’eternità…»

«Te lo impedirò CJ. Mi libererò da questa gabbia e per te saranno guai!»

«Possibile. Ma quando lo farai, sarai di fronte al fatto compiuto. Inoltre rimuoverò i vincoli imposti: chissà se gl’Inferi saranno ancora accondiscenti con te. Comunque vada, avrai perso. E poi magari vinco io e ti trasformo in un animaletto innocuo con cui giocare»

Ridendo CJ si allontana.

La domanda vi sembrerà strana ma mi permette di decidere le sorti di tutti, lasciandomi spazio per una sorpresa. Chi rimane al villaggio?

  • Nessuno (0%)
    0
  • Tutti gl'Inferi (0%)
    0
  • Tom (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

66 Commenti

  1. Io dico Tom.
    Ah, Red, mannaggia ai tagli! Di nuovo molti, moltissimi tagli che un po’ si avvertono sul capitolo, ti devo dire. Non è una mancanza eccessiva ma si nota che hai tralasciato qualcosa di troppo nel testo. In ogni caso, hai detto che alla fine riuscirai a far quadrare tutto e mi fido.
    Ci si vede per la fine!

  2. Ma hai tagliato un capitolo intero XD Peccato, ma forse un po’ del materiale rimosso lo puoi in qualche modo reintegrare nella terza storia… comunque di cose in questo capitolo ne succedono, quindi ci sta che tu abbia avuto qualche problema di spazio. CJ anche avrebbe meritato un po’ più di spazio, è un personaggio con potenzialità ma un po’ sacrificato. Comunque per il finale voto per Tom!

  3. Uffi. Eccomi di nuovo con i tagli:
    1) una scena dove si vede Lissar e Phix che parlano di un preparato di Petalo Blu da dare alle creature del serraglio per permettere ad Alex di farle uscire uno alla volta
    2) una frase dove Phix dice che la boccetta data a Lissar è fatta con un preparato modificato di Rosa d’Amore. Se qualcosa dovesse andare storto… ma lei ribatte che ne hanno già parlato e quello è l’unico modo per chiudere la questione
    3) ovviamente quello che deve fare Alex è sciogliere i vincoli imposti dal mago e ridare loro libero pensiero… e poi vedere cosa succede (l’aveva detto: farà una pazzia 🙂 ).
    4) commenti vari del mago e di CJ
    5) una scenetta finale che fa capire cosa sta per succedere: l’odore della Rosa d’Amore e del Petalo Blu aumenta (ma solo Phix se ne accorge). Tutte le creature guardano Lissar e lei inizia a spogliarsi. Alex crolla a terra e… il seguito nell’ultimo capitolo!

    Nei miei piani l’ultimo capito chiude tutte le questioni con CJ ed il mago; il come dipenderà dalle risposte 🙂
    Tutto ciò che rimarrà aperto, verrà ripreso nella terza storia 🙂

    Ciao 🙂

    • C’è una terza storia collegata a questa, il cui punto di vista sarà su Phixiliris (detta Phix) e sul suo passato. Come ho fatto con questa, alcuni elementi rimasti in sospeso torneranno ma non tutti. I Liberatori torneranno nella terza storia mentre il mago e CJ vorrei concluderla in questi due capitoli. Ci riuscirò? Spero ^_^

      Ciao 🙂

  4. L’idea del serraglio è molto carina, peccato sia stata relegata nei commenti ma spero potrai reintegrarla in una versione più lunga della storia. Per il prossimo capitolo mi sembra un po’ scontato che CJ vada a cercare Lissar (anche se sarebbe sensato) quindi voto perchè se la prenda con il mago, contro il quale sicuramente cova del risentimento ed è in effetti il più pericoloso dei suoi avversari.
    A presto!

  5. I Liberatori torneranno nella 3° Storia perché mi è venuta un’idea fica. Come metterò nel prossimo capitolo, spero, hanno ricevuto una bella batosta e si stanno riorganizzando.

    Ho dovuto tagliare la descrizione del serraglio. La riporto qui per chi è interessato:
    All’interno delle gabbie vi sono quelli che sembrano animali: alcuni sono canidi, altri felini, altri equini, alcuni hanno ali, altri code da scorpioni, altri hanno il corpo di un animale e la testa di un altro, come leoni con teste di aquila, altri assomigliano più a centauri, anche se il loro corpo umanoide è più simile ad un animale; Alex ne vede uno col corpo di lupo ed al posto della testa un corpo di lupo umanoide; un altro invece ha un corpo di gatto, al posto della testa un corpo umanoide coperto da un manto scuro e la testa di falco. E così molti altri. Tutti hanno gli occhi o privi della sclera o privi di pupille. Tutti sono decisamente grandi; alcuni quanto un cavallo, alcuni di più. Tutti puntano lo sguardo sugli altri, in particolare su Lissar. Lei si sente a disagio: se ne sente ancora attratta; l’effetto della Rosa d’Amore non deve essere del tutto passato.
    «Ma erano tutti bambini?» chiede Alex.

    C’è anche un altro taglio che ho fatto, ma riguardano i commenti del mago sulla capacità di CJ di riuscire a spezzare i suoi incantesimi. Non credo siano importanti e penso di poterli mettere eventualmente nel prossimo capitolo, quando ci sarà il confronto con lui.

    Se vi serve altro, chiedete ^_^

    Ciao 🙂

  6. Dal momento che c’è stato qualche problema di spazio che hai notato anche tu voto per restare su Lissar evitando di allargare ulteriormente il campo.
    Il problema dello spazio lo capisco e lo vivo spesso anche io, quello che posso consigliarti è di farti sempre, se non lo fai già, una scaletta di tutta la storia con tanto di potenziali bivi ed elementi che possono essere soppressi, creandoti delle scappatoie in modo da poter portare avanti un racconto in modo coerente senza sacrificare troppo, e ovviamente di asciugare la narrazione il più possibile (tu tendi ad eccedere un po’ troppo nelle descrizioni, per dire).

    • >tu tendi ad eccedere un po’ troppo nelle descrizioni, per dire
      Prima mi si diceva che ne mettevo troppo poche… evidentemente devo ancora trovare la giusta via di mezzo ^_^

      La scaletta è solo generica, perché io preferisco lasciarmi guidare dalle scelte dei lettori e dai loro commenti: ho trovato spesse volte spunti estremamente interessanti. Ovviamente questo ha anche i suoi contro, specie come spazio. Ci sono dei racconti in cui riesco a gestire la cosa pur facendo così, altri…

      Ciao 🙂

  7. Io vorrei sapere che è successo a Lissar.
    Red, purtroppo lo spazio è quello che è ma tu scrivi su TheIncipit da diversi anni ormai e dovresti saperlo gestire meglio. So che se ti fossi soffermato a spiegare tutte quelle cose ti ci sarebbe voluto un capitolo intero, però in effetti è come se mancasse una parte del racconto, quella che hai scritto nel commento. Ho votato Lissar proprio per dare un quadro più completo dell’accaduto all’intera storia.
    Al prossimo capitolo!

    • Il fatto è che mi faccio sempre prendere la mano: offro diverse scelte, quelle aggiungono elementi, situazioni o possibilità che colgo al volo, rendendo la storia più interessante (la maggior parte delle volte) e poi mi accorgo che non riesco a stare nei limiti imposti. Qualche volta recupero in corner, qualche volta procedo ai tagli ed alla accelerazioni ed altre vado ad un seguito. In questo caso, visto che ci sarà una terza storia, sto cercando di evitare la quarta 😀

      Ciao 🙂

  8. L’accelerazione mi ha colta di sorpresa, ma è ben concertata e ben scritta. È brutto quando si devono fare tagli considerevoli anche per noi lettori che rimaniamo a bocca asciutta.
    Quindi sono d’accordo se spieghi un po’ di più nei commenti.

    Voto che non me ne frega niente!!!

    • Danze fatte da Lissar (scusate le scarne descrizioni ma sono pessimo a descrivere le danze):
      Sono fondamentalmente tre: la prima la fa danzando in piedi e spogliandosi se non è già nuda; una serie di movimenti circolari mentre liscia il suo corpo od allarga le braccia; la danza l’ha letta in un libro mentre era dal mago ed era una danza dedicata alla fertilità; a lei piaceva quella danza e l’ha fatta sua. Inconsciamente la utilizza per “prepararsi” all’accoppiamento. La seconda è una danza acquatica ed è una variazione della precedente; Lissar si sente terribilmente attratta dall’acqua quando è “in calore” (leggi “sotto gli effetti della Rosa d’Amore”). La danza la fa nuotando, bagnandosi o tuffandosi, a seconda. La terza la fa rotolandosi per terra ed è (una parte) di una danza fatta dai Goblin nei loro rituali di accoppiamento. Lissar sembra più una gatta che si rotola al sole quando cerca di farla… Se poi il suo cervello non è andato in tilt a causa del forte innalzamente dei feromoni prodotti dalla “giusta” combinazione di Rosa d’Amore e Polvere Gialla, quando Lissar sceglie i suoi “bersagli” non cerca di violentarli, ma si avvicina, si strofina su di loro e li invita a danzare con lei, fino all’accoppiamento (che avviene solo in presenza del Petalo Blu). Quest’ultima danza non ha influenza sul funzionamento della Polvere Gialla ma alla ragazzina, a livello inconscio, è il modo giusto per fare l’amore (da dove l’ha presa non lo saprebbe dire).
      Come dirò nei prossimi capitoli, se la Polvere Gialla viene usata durante la “preparazione” (cioè le danze), l’effetto della Rosa d’Amore aumenta in modo esponenziale e, se usato troppo, farà sì che Lissar cerchi di violentare qualsiasi cosa respiri (va in tilt); se usato nella “giusta quantità”, Lissar farà sesso mooolto a lungo ma inviterà all’accoppiamento, invece che assalire. Tuttavia se la Polvere Gialla viene usata dopo le danze, ha l’effetto opposto, facendo regredire la “voglia di accoppiamento” della ragazzina, anche se non riesce ad annullarla del tutto. Per quello ci vuole solo il tempo necessario al corpo per “espellere” la Rosa d’Amore.
      Il Petalo Blu interagisce con l’odore di Lissar, rendendo la ragazzina “appetibile” per qualsiasi essere maschile: umani, draghi, animali… Il fatto che il Petalo Blu fosse nella stalla e Lissar fosse sotto gli effetti della Rosa d’Amore, fa sì che Phix tema che la ragazzina si sia accoppiata con un cavallo…
      Il perché divenga sonnabula e venga attratta in certi luoghi, è ancora un mistero.

      Ciao 🙂

  9. Tagli che ho effettuato e che spero di mettere nel prossimo capitolo ma che anticipo qui per una miglior comprensione: la presenza di Tom. E’ l’unico che non è stato visto trasformarsi, pur avendolo fatto. Tabit stava parlando con lui quando Phix è arrivata.
    C’era il Petalo Blu nella stalla e Phix è dannatamente preoccupata su cosa possa essere successo alla ragazzina prima che lei la “scansasse” per correre via. Al fiume ha visto qualcuno che le è saltata addosso ed è corsa in suo soccorso, quando è stata a sua volta aggredita. I vestiti sono a brandelli perché lei ha assunto la sua vera forma. Poi Fur ha scatenato l’inferno.
    Il resto al prossimo capitolo. Anticipo che il mago è vivo.

    Le danze fatte da Lissar sono state tagliate perché non servono ai fini della storia, se non per il poco che metterò nei prossimi capitoli, ma se qualcuno è curioso di sapere che danze ha fatto me lo dica che le metto nei commenti.

    Il vero motivo per cui CJ ce l’ha con Lissar, spero di metterlo nel prossimo capitolo. Di certo non è stata lei a trasformarlo in quella specie di lupo mannaro.

    Se c’è qualcosa di poco chiaro o che volete approfondito fatemelo sapere 🙂

    Ciao 🙂

  10. Risolvo l’impasse votando l’artiglio rapace, se non altro perchè è lo stesso nome che ho usato io nella mia storia 😀
    CJ non mi sembra un nome molto indicato per un personaggio che vive in quest’ambientazione, ma magari è solo un caso e non c’è niente di strano dietro. Vediamo!

  11. E la storia si ripete, col mio voto hai di nuovo le risposte in pareggio.
    Scusami, Red, per averti scombinato i piani per quest’episodio. Però, alla fine, è venuto fuori un gran bel capitolo. CJ promette bene. Vediamo se a entrare nel villaggio sarà la compagnia dell’artiglio rapace.
    Alla prossima!

  12. Ero troppo curiosa di sapere cosa fosse successo a Lissar nel dettaglio e invece…nada…mi lasci ancora in sospeso.
    Da come si sono presentati questi liberatori credo che vogliano aiutare. Poi ci sarà CJ a mettere casino a quanto pare.

    In questo capitolo ho riscontrato vari errori che non sto qui a segnalarti, ma dovresti rileggere.

    • Oh porca miseria: ho riletto prima di pubblicare e non li ho visti…

      I dettagli li ho lasciati indietro apposta perché sono poco importanti ai fini della storia. Come sia, visto che sei curiosa:
      Lissar è arrivata sonnambula alla fontana, lì si è spogliata, è entrata in acqua e ha danzato. Quando è uscita si è tuffata su un letto di fiori, di Rose d’Amore come lei ha scoperto. I fiori sono appassiti mentre lei ne ha assorbito tutta la sostanza. Completamente inebriata si è alzata, ha visto Tom e gli è saltato addosso. Gli ha strappato i vestiti di dosso e ha cercato di farselo quando Alex è intervenuto. Lei lo ha buttato a terra e ha cercato di togliergli i vestiti ma Alex ha usato la sua Arte per distrarre la mente di Lissar. Lei ha iniziato a cercare intorno l’immagine che Alex le ha fatto percepire. Lui e Tom ne hanno approfittato per gettarla in acqua (suggerimento di Tom per calmarle i bollenti spiriti). Lei si è sbarazzata di loro, è saltata di nuovo addosso a Tom… e si è addormentata tra le sue braccia. Tom ha accennato qualcosa sull’acqua e sulla sostanza che ci era stata sciolta, ma non si è sbottonato troppo e l’unica cosa che ha capito Alex è che potenzia o mitiga gli effetti della Rosa d’Amore. Lissar ha chiesto qualche spiegazione sulla danza acquatica che ha fatto, ma Alex non ricorda bene: insomma lei era nuda e lui non gli semnrava il caso di stare a guardarla. Pensava ad un qualche rituale che lei stava facendo ed è intervenuto solo quando ha sentito Tom chiedere aiuto. Nessuno di loro ha la minima idea di perché fosse sonnambula, anche se il fiore trovato da Tom forse c’entra qualcosa.
      In verità Lissar ha anche chiesto dettagli sul modo in cui ha cercato di farsi Tom e lui ma Alex ha preferito soprassedere…

      Spero di non aver dimenticato niente 🙂

      Ciao 🙂

  13. Io dico che ricompariranno, carne, ossa e quello che vuoi.
    Caro Red, ultimamente ho riscoperto il mio amore per i fantasy. Ne ho letto sei di fila negli ultimi due mesi, qualcuno mi fermi! Dovrò anche recuperare la prima parte di questa storia per completezza, aspettati la mia visita anche lì.

  14. Azz ti ho mandato in pari votando per il ritorno dei compagnetti in carne ed ossa, mi sembrava l’opzione più valida visto che avevi reintrodotto la questione. Per il resto apprezzo che tu stia mostrando come le violenze subite da Lissar abbiano avuto un’impatto più profondo sulla sua psiche rispetto a quanto mostrato nel primo capitolo. Bello anche il finale, in effetti mi aspettavo che la domanda sarebbe stata sul ricordo sostituito, ma meglio così.

  15. Direi meglio concentrarsi sul Magoe i liberatori, introdurre tante cose insieme senza concluderne prima una può creare solo confusione.

    Piccola domanda: il mago spunta dal nulla già al corrente di quello che è successo a Lissar, mi ha stranito un po’.

  16. Questa volta l’ho scritto stamattina perché stasera sarò impegnato 🙂

    Ho dovuto tagliare diverse cose che, spero, di mettere nei capitoli successivi. La questione del fiore è poco chiara: praticamente qualcuno, Lissar non riesce a ricordare assolutamente chi, le ha regalato o messo un fiore sul cuscino. Questo fiore ha effetti afrodisiaci su di lei e… beh, la rende “disponibile”. Lissar pensa che siano stati i Liberatori e ciò l’ha fatta andare su tutte le furie. Il mago è riuscito a calmare le sue emozioni usando la magia ma lei è in piena crisi. Avendo mostrato a tutti, Liberatori compresi, di essere una mezza goblin (oltre che una mezzelfa), il mago ha lanciato un incantesimo di oblio sui presenti per far dimenticare. Su chi e come avrà avuto effetto, lo scopriremo nel prossimo capitolo 🙂

    Inoltre rimane un dubbio: perché Lissar è diventata sonnambula e ha raggiunto la fontana dove si è spogliata? Il sogno c’entra forse qualcosa? Vi lascio il dubbio ma se volete potete fare le vostre ipotesi 🙂

    Ciao 🙂
    PS: non riesco a trovare un buon momento per far parlare Alex ed il mago…

  17. Abbiamo introdotto il mago e i salvatori, ma credo sarebbe un po’ scontato se la svolta venisse causata proprio da loro, credo sia più interessante che succeda qualcosa per via di Lissar.
    I Liberatori mi sembrano una bella aggiunta di worldbuilding, sono descritti in maniera credibile con il fatto che ci siano diverse compagnie e non tutte siano ugualmente raccomandabili.
    Continuo a pensare che questa seconda parte sia molto migliore rispetto alla prima, continua così!

  18. Ti ho mandato in parità con i Salvatori, che mi sembrano un gruppo interessante di cui fare la conoscenza. Bel nome Gandifuoco, e anche il personaggio è impostato in maniera intrigante, un po’ Varys un po’ scienziato pazzo. Per ora trovo che l’intreccio tra le due storie stia funzionando, sono curioso di vedere come prosegue 🙂

  19. Questo capitolo, mi ha fatto capire tante cose, ma allo stesso tempo mi ha sta facendo porre tante domande. Aspetto di vedere il seguito, per ora penso che gli inferi combinano qualche guaio e si fanno rivelare per ciò che sono realmente mettendo in allerta tutti, contro il mago e le sue reali intenzioni.

  20. Se volete potete suggerire percorsi di azione ^_^

    Per chi è interessato, ecco la scheda del mago Gandifuoco:
    Gandifuoco. Arcimago. Possessore del Terzo Occhio. Capo Inferi. Gentile, educato, piacente, con un forte ascendente sui bambini ed i ragazzini. Gandifuoco non è veramente cattivo, ma è più uno scienziato della magia e gli interessano poco gli effetti collaterali. Aveva un intero castello dove allevava bambini senza nessuno e faceva loro esperimenti magici che, a volte, creavano cose strane. Un intero serraglio di mostri è il risultato di alcune trasformazioni involontarie delle sue piccole cavie. La sua mente scientifica lo spinge fin troppo in là, cosa che lo ha portato a torturare Lissar per sapere fino a che punto era invulnerabile, senza rendersi conto della sofferenza provocata. Non odia Lissar per quello che ha fatto ma non è di certo un tipo con cui andresti d’amore e d’accordo.
    Aspetto: alto, piacente, né giovane, né anziano. Capelli scuri portati lunghi. Occhi neri.
    Vestiario: una tunica da mago, un cappello a punta
    Armi: bastone dei sortilegi, pugnale di ossidiana, bacchetta magica, verga annullatrice di magie.
    Armature: un incantesimo di protezione perennemente attivo. Un Evoca Inferi contingentato.
    Altro: tomo degli incantesimi, sfera di cristallo, anello.

  21. Per la vita che conduce il mago non mi sembra un grande fan di interazioni amichevoli con altri esseri, quindi voto per l’entrata in guida al carro e senza guardare in faccia nessuno. Mi sorprende che Lissar sia pronta ad aiutare il mago così facilmente… Forse lo sta facendo non per lui, ma per Tom?
    Non vedo l’ora di vedere in che modo i passati sono intrecciati, visto che non penso sarà un semplice stesso luogo/stessi personaggi…
    A presto! 🙂

  22. Il mago non vuol far sapere a tutti di essere un mago, quindi per ora niente tappeti volanti, scope volanti o teletrasporti 😉

    Eccovi invece, per chi è interessato, la scheda di Tom… Tomas Rocciafuoco!
    Tomas Rocciafuoco. Infero. Praticante delle Arti Magiche. Apprendista Mago. Duellante esperto. In genere si presenta con l’aspetto di un ragazzino totalmente innocuo ma egli è un tipo che chiunque direbbe straordinariamente pericoloso. In realtà Tom, come si fa chiamare dagli amici, non è cattivo d’animo e tende ad affezionarsi alla gente che deve seguire. Come Infero è legato al mago che lo ha preso come suo apprendista e deve a lui obbedienza assoluta. Nonostante questo, cerca sempre di lavorare sugli spazi che gli vengono lasciati per far qualcosa di diverso da tutti gli altri Inferi: aiutare chi gli è simpatico! Si è legato a Lissar prima perché gli ha fatto pena la condizione in cui era e poi perché l’ha trovata simpatica, carina, gentile e combattiva al punto giusto. È stato il suo “distributore di abbraccioni”.
    Aspetto: un bambino di circa 11 anni, coi capelli neri corti e gli occhi grigi. Fisico nella media. Come infero è sempre piccolo ma più scattante e robusto, occhi grigi, pelle nera, coda a frusta, mani con quattro dita e piedi più simili a zoccoli. La forma “maggiore” non si sa quale sia.
    Vestiario: come bimbo una tunica maschile color terra, dei pantaloni neri e degli scarponcini marroni. Come Infero, nessuno.
    Armi: Da bambino nessuno. Da Infero pugnale da battaglia. Ha un alito venefico ma non si sa di che tipo.
    Armature: nessuna, ma da Infero la sua pelle è un’armatura.
    Altro: un fiore di vetro (dono di Lissar)

    • Dopo questa tua spiegazione capisco la frase che dicono quando spunta fuori il draghetto. Fur li vede per ciò che sono in realtà inferi e non bambini. Giusto?
      Personalmente non avrei messo questo pezzo: “Chissà cosa starà facendo Tom” si ritrova a pensare., mi sembra un po’ troppo scontato. avrei fatto arrivare direttamente Tom e la sorpresa sarebbe stata più forte, credo.
      Una cosa non riesco a capire, quando Tom porta le sue scuse da parte del mago a Lissar e come se si aspettasse di trovarla lì no?
      Non vedo l’ora di assistere all’incontro tra Lissar e il mago che arriverà a piedi

  23. Un linguaggio estremamente leggero per descrivere eventi estremamente dolorosi e violenti… Forse c’entra il mago, che l’ha resa super-forte non solo a livello fisico ma anche emotivo?
    Lo stupro come arma da guerra – sia in questo mondo che, soprattutto, nel nostro – non è da sottovalutare.
    Non vedo l’ora di scoprire di più! Voto per Tom e il mago. Mi piace molto questo stile interlocutorio, spero che alla fine-fine scopriremo sia lei che Alex con chi stavano parlando! 🙂
    A presto!

  24. Eccomi qua! Come già ti hanno fatto notare forse il passato di Lissar è raccontato in maniera un po’ troppo leggera considerando quello che ha passato, anche se la cosa è sicuramente intenzionale. Penso che avrebbe aiutato intervallare il racconto con qualche reazione sconcertata del suo interlocutore, per far capire meglio che la visione delle cose di Lissar non è proprio normale. A parte questo comunque i suoi trascorsi sono decisamente più interessanti di quelli di Alex, quindi al netto di qualche perplessità, dovuta anche al fatto che l’intero capitolo è sostanzialmente uno spiegone, per me questa seconda storia parte già molto meglio della prima.

    Infine, per il passato ritornante voto per il mago e Tom. A presto!

    • I 5000 caratteri mi impediscono di mettere la parte interlocutrice. Come per la prima storia, nel primo capitolo metto tutto il necessario per raccontare il “Passato che ritorna” perché è la parte che mi interessa. Tutto il resto: come mai Lissar è tranquilla nonostante quanto le è accaduto, cosa è successo esattamente e tutto il resto, verranno inseriti nei prossimi capitoli. Vediamo come va 🙂

      Ciao 🙂

  25. Ma Lissar con tutte le violenze subite dovrebbe essere un po’ più traumatizzata, da portarla ad essere o molto fragile emotivamente o molto molto incazzata con il mondo. È veramente pacata rispetto al suo passato. Ti parlo da donna.
    Il passato che ritorna secondo me dovrebbe essere Tom.
    Come per l’altra storia ti seguo, mi piacciono tanto i personaggi e la trama

  26. Questa è la seconda di tre storie. Non credo di aver lo spazio per mettere le descrizioni fisiche dei personaggi già presentati nella prima storia, quindi vi metto il link caso mai vogliate andarli a vedere:

    https://theincipit.com/2020/03/il-passato-che-ritorna-red-dragon

    Per quanto riguarda invece gli avvenimenti accaduti, ne farò apposita menzione quando sarà necessario.

    Per chi è interessato, eccovi la scheda di Lissar:

    Lissar Grom. Mezza-elfa, Mezza-Goblin. Invulnerabile. Super forte. Si presenta sempre a tutti con un grazioso sorriso, sa essere gentile e delicata, molto buona d’animo ma non tirate troppo la corda o la sua natura Goblin prende il sopravvento e diventa cattiva. Le piacciono moltissimo le piante e gli animali, meno gli umani ma non gli sono antipatici a priori. Nonostante questo stringe facilmente amicizia con chiunque sia gentile con lei. Non lo ammetterebbe mai, perché la gente di solito fraintende, ma a lei piace ricevere abbraccioni. È fortemente legata a Tom perché in tutta la vita è stato l’unico a volerle realmente bene. Lo considera più un fratello che un amico.
    Completamente invulnerabile: non esiste nulla che sia in grado di danneggiarla davvero, eppure lei sente dolore come tutti.
    Super forte: è in grado di sollevare tonnellate come fossero pesi piuma! Controllo totale della sua forza.
    Aspetto: ragazzina di 13-14 anni, dal viso tanto grazioso quanto gioioso, con occhi azzurri e capelli color dell’oro da cui spuntano due orecchie a punta. Pelle dorata come se si fosse appena abbronzata. Benché di solito non si nota, lei può spalancare il suo sorriso fino alle orecchie e mostrare una bocca irta di denti, mostrando la sua natura goblin.
    Vestiario: Una tunica bianco sporco, di taglia sbagliata che la copre a malapena. Nessuna calzatura.
    Armi: Sanguinaria
    Armature: nessuna

    Ciao 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi