Il profumo dei papaveri

Dove eravamo rimasti?

Cosa dirà ora il generale? "Girati" (50%)

Nel torrente

-Girati Tao- ordinò Wang facendosi più vicino al ragazzo. Dal canto suo il servo non era estasiato all’idea di voltargli le spalle, soprattutto con le mani ancora legate e senza più uno straccio di indumento a proteggerlo, ma obbedì e si voltò. 

Wang percorse con lo sguardo la schiena gracile che si trovava di fronte: le cicatrici che ne ricoprivano la superficie erano davvero tante ed arrossate, sintomo di qualche infezione in atto. Senza dire una parola afferrò alla vita i mutandoni di Ram,tirandoli verso il basso. 

-No no vi prego no!!- 

Tao si sentì mancare il fiato, non avrebbe potuto minimamente tentare di difendersi. Il generale fece scendere l’indumento fino alle caviglie.

-Sta zitto Tao! Per una volta cerca di comprendere in quale posizione ti trovi!- 

Il ragazzo non capì il senso di quelle parole ma rimase a tacere.Il generale osservò le gambe secche piene di escoriazioni pulsanti e striate di terra, probabilmente con qualche infezione in atto, dato il loro colore vermiglio. Allungò la mano affusolata a toccare il glutei magri del ragazzo, che si tirasse in avanti di scatto a quel contatto. Il generale gli assestò subito uno schiaffo secco su quello sinistro, mettendolo di nuovo in posizione. – Ti ho detto di stare fermo, riesci a capire almeno questo semplice ordine?! Stai fermo!!- Glielo urlò a due respiri dell’orecchio, urlò così forte che si avvertì persino l’eco nelle montagne. Tao non rispose, tremava e alcune lacrime iniziarno a scendere sule guance scarne. 

Il generale allungò di nuovo la mano, stavolta testando più duramente i glutei di Tao proprio in corrispondenza di alcuni grossi ematomi. Il ragazzo sussultò. Girandogli intorno, Wang andò a piazzarglisi davanti, sospirando pesantemente  vedendolo piangere. Si passò due dita sulle tempie prima di schiaffeggiarlo due volte con il dorso della mano. 

– Non sopporto quando piangi, sei un uomo, non una ragazzina!- 

In un primo momento Tao tentò di calmarsi, strinse le labbra a tal punto che divennero bianche nel tentativo di bloccare i singhiozzi e le lacrime. La morsa allo stomaco si fece sentire molto più dura di prima. Wang sorrise divertito, afferrò i polsi di Tao e con un unico movimento di pugnale recise di netto la corda che gli legava i polsi. 

-Facciamo così- disse, riponendo il pugnale nel fodero della cintura – ora tu metti le mani dietro la schiena-, Tao non se lo fece ripetere, -Vedo che cominci a capire, bene- il solito tono canzonatorio che il ragazzo conosceva bene. 

Il generale fece passare lo sguardo anche sul ventre di Tao, constatando le numerose escoriazioni pulsanti e rossastre.

– Non stavi mentendo, ti fanno davvero male si vede- sfiorò con le dita quella sul ventre e Tao si costrinse a restare fermo, – se sono infette con tutta probabilità ti verrà anche la febbre, e a quel punto saresti inutilizzabile più ancora di quanto lo sei ora- sorrise al ragazzo. 

– Ti darò il permesso di entrare nel torrente, però prima devi smettere di piangere…per cui faremo un gioco-

La mente di Tao si annebbiò per qualche secondo e le sue gambe vacillarono instabili. Il generale lo afferrò per una spalle -Aspetta, non ti ho ancora detto di cosa si tratta- chinandosi gli sfilò del tutto i mutandoni di lana, ancora impigliati nelle caviglie, lanciandoli in un cespuglio. 

-Vedo che cerchi di trattenere le lacrime e credimi se ti dico che apprezzo lo sforzo- di nuovo lo trattenne per la spalla – ma vedi ragazzino, io ti ho ordinato di non piangere e non di trattenere le lacrime, c’è una bella differenza- provò a lasciare la presa sulla spalla. Tao tremava visibilmente. 

-Quindi, potrai entrare nel torrente solo quando smetterai di piangere. Fino a quel momento, per incentivarti a farlo, io continuerò a prenderti a sberle. Oh, non ti preoccupare non mi accanirò su una sola parte del tuo corpo, dove capita…capita-

Il colorito di Tao iniziò a divenire grigiastro passando poi al verde acido. 

-Vuoi dire qualcosa ragazzino?- Tao ne era sicuro, Wang era l’essere più spregevole che avesse mai conosciuto. Annuì alla sua domanda – Si signore- rispose, con voce strozzata

– Ti ascolto- 

-Devo vomitare-

Wang lo afferrò prontamente piegandogli la schiena verso il basso e sorreggendogli la testa con una mano sulla fronte. Tao vomitò all’istante. Riversò per terra il poco contenuto dello stomaco. 

Wang lo raddrizzò subito dopo. Tao si pulì la bocca con il dorso della mano. Il generale lo soppesò per qualche istante – Vedi? Hai smesso di piangere- prese una corda che portava legata alla cintura e agguantò un polso di Tao iniziando a legarlo. Il ragazzo avvertì mancargli il fiato. Strattonò leggermente all’indietro il polso. Uno secco schiaffo di Wang gli arrivò dritto sul dorso della mano -Fermo!- 

– ma…mi avevate detto che avrei potuto andare al torrente-

– Si Tao- sbuffò Wang – è proprio quello per cui ti sto preparando, hai dato un’occhiata alla corrente di quel torrente? Hai visto quanto è forte? Se entrassi in queste condizioni senza nulla a reggerti affogheresti subito

Dopo essere stato nel torrente, Wang cosa deciderà per Tao?

  • Lo lascerà dormire fuori ma gli darà dei vestiti da indossare (20%)
    20
  • Ha visto qualcosa nel ragazzino e deciderà di addestrarlo come un soldato (60%)
    60
  • Lo farà dormire nella tenda e gli darà del cibo (20%)
    20
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

18 Commenti

  1. Ciao ragazzi.
    Scrivo per informarvi che non intendo più proseguire il racconto.
    Mi sono appena collegata ed ho notato che mi sono stati tolti alcuni incipoints (ieri sera ero a 21 e questa mattina a 17). Non ne capisco il motivo, visto che le persone che seguono la mia storia non sono diminuite ma anzi sono aumentate, così come i commenti. Quindi non capisco proprio il fatto di togliere incipoints.
    In più, se date un’occhiata alla mia pagina personale, vedrete che ho pubblicato altri racconti in questo sito. È capitato in alcuni casi che altri utenti mi facessero notare che venivano assegnate copertine a racconti con meno incipoints del mio, oppure che venissero assegnate a racconti scritti molto male.
    Quindi, alla luce di questo, mi sono stancata. Non tanto per le copertine assegnate, (per carità, il sito le assegnerà a persone molto più brave di me non lo metto in dubbio, anche se una minima soddisfazione non sarebbe male), quanto per il fatto che senza motivo mi vengono tolti incipoints da questo racconto, così a caso. Ho anche pensato che fosse perché non pubblico con regolarità, ma era capitato anche negli altri racconti che i miei capitoli slittassero di due settimane o tre e non era mai successo niente del genere. Per di più i commenti sono aumentati e le persone che seguono il racconto pure.
    Mi dispiace molto perché mi piaceva mettermi alla prova e ricevere pareri costruttivi e correttivi, come la maggior parte di voi mi consigliava. Mi piaceva anche l’idea che altre persone leggessero i miei racconti e mi dicessero che cosa riuscissi a trasmettere con delle semplici videate di scritto.
    Non so se la questione degli incipoint sia collegata a qualche problema tecnico, come quello che ho riscontrato ieri nella pubblicazione, ma veramente…alla luce di tutto questo la mia voglia di farmi leggere si è spenta.
    Ciao a tutti.

    • Ciao Elena, mi permetto di risponderti anche se non sono l’avvocato di nessuno.
      Come tutti possono notare, TheIncipit è un sito in piena decadenza: i racconti in evidenza non vengono aggiornati da un pezzo, non si vede una copertina da tempo immemore, il traffico di utenti sul sito è ridotto al minimo, i problemi tecnici diventano sempre più evidenti ogni giorno che passa.
      Quello che posso dirti, però, è che non ho mai visto assegnata una copertina a racconti che non lo meritassero, o a racconti scritti male, come dici, quindi su questo mi permetto di dissentire. È un po’ come la volpe che non arriva all’uva e dice che è acerba ed è anche offensivo nei riguardi di chi la copertina l’ha ottenuta, stai praticamente dicendo che gliel’hanno assegnata ingiustamente.
      I problemi con gli incipoints ci sono, ho notato anch’io che nonostante i voti e i commenti a volte gli incipoints non vengono aggiunti ma personalmente non mi interessa granché. Il bello di questo sito secondo me è il mettersi alla prova e il fatto che, a differenza di molti altri siti di scrittura, i pareri che arrivano sono sempre costruttivi e onesti. Tutti gli utenti sono sempre pronti tanto a mettersi alla prova loro stessi, quanto a mettersi a disposizione degli altri. Il calo degli incipoints può essere dovuto al fatto che qualcuno ha smesso di seguire la tua storia, o a dei problemi tecnici ma alla fine il tuo pubblico ce l’hai comunque. Per averne di più -sia di incipoints che di pubblico- non basta essere costanti nel pubblicare, è un dare e avere con gli altri utenti, dovresti passare anche tu a leggere storie di altre persone e lasciare il tuo parere, eppure non ti ho vista particolarmente presente sotto le storie degli altri!
      In ogni caso se questa fosse la tua decisione mi dispiacerebbe non leggere più di Tao.

      • Ciao Trix.
        Io non ho detto che alcune copertine sono state assegnate ingiustamente, ho solo riferito ciò che mi è stato detto da alcuni altri utenti nei commenti ai miei racconti, commenti pubblici e che si possono ancora tranquillamente vedere. Non sono stata offensiva con nessuno, uva o fichi che si vogliano citare.
        E no, il pubblico che segue la storia è aumentato e non diminuito. Probabilmente è come dici tu, il sito è in decadenza. Ti ringrazio per l’interessamento, ma questa rimane la mia decisione.

  2. Ciao 🙂
    Capisco benissimo i piccoli errori, perché ho lo stesso problema con le riletture. Avere una seconda persona che legga prima di pubblicare potrebbe essere molto utile. Comunque, se ti ricapita, puoi provare ad inviare al sito una richiesta per caricare nuovamente il capitolo. Credo sia possibile 🙂
    A parte questo, i capitoli scorrono bene e la lettura incuriosisce molto. Ho votato per addestrare il ragazzo come soldato!
    Ti seguo, a presto! 🙂

  3. Ciao a tutti.
    Volevo scusarmi per gli errori di scrittura e frasi ripetute che ci sono in questo capitolo. Purtroppo ho avuto problemi a collegarmi al sito e al momento di rileggere il capitolo avevo corretto tali errori, ma una volta pubblicato mi sono accorta che erano stati mantenuti (nonostante li avessi cancellati ed in fase di rilettura non ci fossero). Spero vi piaccia ugualmente.
    Elena:)

  4. Ciao Elena 🙂 sarò un po’ schematico, spero ti sia d’aiuto:
    – mi piace molto il ritmo veloce, l’ambientazione e l’introduzione dei due personaggi principali attraverso descrizioni, dialoghi e simboli;
    – se proprio devo essere puntiglioso, devi solo correggere un po’ la grammatica qui e lì; la cosa che secondo me puoi migliorare è l’esposizione di pensieri e stati d’animo attraverso la narrazione ed il dialogo (non dire troppo quello che i personaggi pensano: faglielo fare o dire in prosa!);
    Ti seguo con piacere, perchè si vede che hai tante potenzialità, e non vedo l’ora di vedere il seguito!
    Se vuoi, l’episodio 7 del mio racconto è appena uscito e mi piacerebbe gli dessi un’occhiata. Grazie e a presto 🙂 !!!

  5. Ciao Elena,
    l’ambientazione del tuo incipit mi ha ricordato molto quella di un libro che ho letto tempo fa. Mi ha incuriosito molto perché ha tutti i presupposti per diventare una storia interessante.
    La prossima frase che dirà il generale per me sarà “girati”, l’ho scelta perché le altre due non mi intrigavano particolarmente.
    A presto!

  6. Ciao, come promesso sono passato a leggere il tuo racconto.
    Lo trovo decisamente interessante.
    Ho scelto “non penserai di prendermi in giro, vero.
    In realtà mi piacerebbe sapere qualche cosa di più sul passato di questo ragazzo, come e perchè si trova in questa brutta situazione e se ha degli obiettivi o progetti.
    Aspetto la continuazione.
    Ciao.

  7. Ciao, Elena.
    Eccomi, ti dico già che sono un po’ rompiscatole, quindi non prendertela, ma credo che per crescere si debba anche ricevere qualche critica, sapessi quante ne hanno fatte a me. 😉

    “…con tutto il coraggio che gli era rimasto barricato nel fegato” Il coraggio che si barrica, non è di per sé un errore, ma mi suona strano.
    “…ad un masso con una sottile ma spessa catena di ferro” se la catena è sottile come può essere anche spessa? Forse intendevi resistente, robusta, solida?
    Mancano gli accenti sulle i di sì (in quanto affermazione) e così. E manca anche l’accento su sé, inteso come pronome riflessivo: “… guardando davanti a se.”

    Ho finito, perdonami, ma ritengo davvero che possa esserti utile. Io non sono un genio della grammatica: uso male la punteggiatura e commetto una marea di errori, davvero tanti, ma grazie all’aiuto di molti lettori qui, sono migliorata parecchio. Spero non me ne vorrai e farai tesoro dei miei e di eventuali altri consigli che riceverai. 🙂
    Detto questo, la storia promette bene, hai molta fantasia e hai ricreato un ambiente ostile per il protagonista, brava.
    immagino che il povero Tao si ritroverà a fare i conti con il perfido generale.
    Se posso darti un consiglio: cerca di diversificare di più le opzioni, per dare modo a chi vota di cambiare davvero il corso della storia. Le opzioni che hai proposto portano pressoché tutte allo stesso esito 🙂

    Alla prossima!
    p.s. se vuoi ottenere visibilità e vuoi essere letta, ti consiglio di leggere anche gli altri racconti e commentarli spiegando, come viene richiesto, quello che ti è piaciuto o non ti è piaciuto, in questo modo potrai aiutare gli altri a migliorare.

    • Ciao Kaziarika!!
      Figurati, non me la prendo assolutamente, anzi ti ringrazio.
      A mia discolpa, se così si può dire, sto usando un pc portatile a cui mancano 6 tasti 😂😂😂 (causa cagnoline).
      Nel prossimo capitolo cercherò di non ripetere più gli stessi errori.
      Grazie ancora.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi