FINALMENTE È ARRIVATA

FABIOLA

Tre…due…uno…Auguri!!! Scocca la mezzanotte e tutti i suoi amici si precipitano come falchi a fargli gli auguri.

Eccoli i 14 anni di Fabiola, ragazzina solo all’anagrafe, sì perche’ la carta d’identità del suo corpo dice completamente il contrario.

170 cm per 42 di taglia, la coppa del suo seno parla terza abbondante  e i suoi sbalzi di umore mensili sono arrivati già da un pezzo.

“Allora Faby, come ti senti? Quale sarà la prima cosa che farai da quattordicenne?”  

“Ma Alberto mi sembra chiaro, chiederò il motorino a mio padre, ma dubito che me lo compri” esclamo’ con un tono di voce dismesso.

Alberto si avvicino e la abbraccio’ forte, facendo sentire a Faby una vibrazione che ancora non aveva provato, il suo corpo percepiva un bisogno da lei fino a quel momento letto solamente nei giornalini del Cioè.

Con le guance tutte rosse Faby invita Alberto a staccarsi “dai Alby i miei genitori ci guardano, sai com’è fatto mio padre”.

Diligentemente il ragazzo molla la presa e si dirige verso il tavolo allestito da bar per dissetarsi.

La torta viene divorata in un batter d’occhio ponendo il problema che probabilmente qualche kg in più avrebbe fatto comodo.

I ragazzi sono scatenati nella pista e la musica procede a ritmo incalzante, Fabiola si sente libera, come se l’attesa per il raggiungimento di quella prima tappa della sua vita, l’avesse logorata.

Adesso il giorno è arrivato e la spensieratezza sembra si sia già impossessata del suo corpo. Quel vestitino nero cucito da sua madre scolpisce alla perfezione i suoi fianchi che risultano completamente armonizzati con il vestito. I suoi seni sembrano non sopportare tanta pressione data da quella piccola cerniera posta nel centro ed i suoi capelli biondi e lisci non sempre riescono a nascondere quei due capezzoli inturgiditi dall’euforia del momento.

Sono ormai l’una passata e la terrazza in campagna allestita per la festa va svuotandosi, Fabiola soddisfatta della riuscita della festa da l’ultimo saluto agli amici più stretti e poi si dirige verso Alberto.

Lo saluta appoggiando le sue labbra nella sua guancia, lui si allontana verso l’uscita sorridendo alla vista del volto di suo padre, scuro e perplesso. 

Sono le due quando Fabiola sposta le coperte per far posto al suo corpo che si adagia lentamente sul materasso..appoggia la testa nel cuscino perdendosi fra tutti i poster attaccati alla parete della stanza.

Cosa farà adesso Fabiola?

  • Inizierà a fantasticare e... (80%)
    80
  • Accenderà la tv per accompagnare il suo sonno (20%)
    20
  • Stanchissima per la serata si addormenterà subito (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

38 Commenti

  1. La vera natura di Fabiola pian piano sta venendo fuori anche se credo che ancora lei fara’ un po di resistenza nell’accettare la sua nuova “condizione”. Il romanzo sta prendendo una piega interessante, per il futuro un po’ di eros in più non guasterebbe😉. Aspetto il seguito

  2. Riguardo la scena iniziale la penso come Trix. Per il resto le descrizioni sono sempre chiare e precise. È diventato il tuo tratto distintivo. Visto l’età di Fabiola e un po’ di resistenza che ancora percepisco, ho votato per la confusione, probabilmente solo momentanea.
    Per l’uso delle caporali puoi cercare su google come farle, a secondo di quale sistema operativo usi. Per word con ALT0187 si aprono o chiudono, non ricordo.
    A questo punto aspetto di conoscere la direzione che prenderà Fabiola.

  3. Dony,
    alla fine Fabiola dovrà scendere a patti col fatto che le piacciono entrambi i sessi, nella scena finale del capitolo, con un passaggio erotico un pizzico più marcato, l’hai reso palese. Per quanto riguarda, invece, l’inizio del capitolo, avresti potuto gestire un po’ meglio il salto temporale, nel senso che il dialogo iniziale con Luna avresti potuto tranquillamente ometterlo, non aggiunge né toglie nulla alla storia.
    A presto!

  4. Ho votato per la distrazione.
    Mi sento di darti un consiglio riguardo la narrazione, perché vedo che a volte usi il presente e altre volte l’imperfetto. Ti suggerisco di scegliere un tempo verbale e non cambiarlo.
    Per quanto riguarda la storia, niente da dire. Mi piace e la trovo coerente. Ho apprezzato molto anche la parte conclusiva e ho visto che hai osato un pochettino di più con le scene erotiche.
    Attendo il nuovo episodio 🙂

  5. Mi associo al consiglio di Trix del show don’t tell, ormai essenziale e naturale nella scrittura (e nella lettura). Mi è piaciuta la descrizione della scenetta erotica tra le due e credo che in questo genere sia importante osare un po’ di più con le descrizioni (ma occhio a non esagerare!).
    Brava comunque, vedo netti miglioramenti. Attendo il seguito perché sono curioso 🙂
    A presto!

  6. Ciao, voto per assoluta normalità, a mio avviso molte ragazzine oggi o forse anche ieri, hanno approcci sessuali con amiche anche per gioco. Le ragazze si rivedranno come se non fosse successo nulla. Mi piace molto come descrivi le scene erotiche, chi legge entra nella storia. Per il resto come ti ho già detto in altri commenti, non sono un esperto di scrittura, giro la palla a Intro, Trix e Gra che se ho letto bene il suo profilo ha anche pubblicato un libro. Ciao non farci aspettare tanto per il seguito.

  7. Fabiola evita Luna per un po’.
    Niente da aggiungere per questo capitolo, è scritto bene e la scena erotica funziona. L’unico appunto riguarda le descrizioni delle persone, in questo caso di Luna ma lo hai fatto anche altre volte, l’hai descritta quasi come da carta d’identità (culo e tette a parte). Potresti lavorarci di più sopra, arrivare allo stesso punto senza dirlo esplicitamente, la regola dello show don’t tell che è sempre valida secondo me.
    A presto!

  8. Ciao. Voto per assoluta normalità per entrambe. Mi sembra chiaro che il rapporto fra le due amiche sia di totale confidenza, e una molto piu spigliata dell’altra.
    Attenta alle virgolette. Come fai a mettere in quel modo? Forse è un problema di spazi? Non ho idea, ma la prima dovrebbe essere così “
    A parte piccole ripetizioni, continua a mostrarci le scoperte di Fabiola.

  9. Dony, bella questa narrazione della scoperta del piacere di Fabiola. Mi fa piacere leggere di questo piccolo tabù, che io credo si debba sdoganare. Anche le donne si eccitano, anche le donne si toccano e tu l’hai fatto capire in modo semplice e immediato.
    Personalmente avrei eliminato l’invocazione finale, ma è un mio gusto.
    Anche io ho trovato questo secondo capitolo migliore del primo. Brava!

    • Grazie Trix, sono contenta che ti sia piaciuta. Le tue affermazioni fanno bene alla libertà. Cavolo se è vero che le donne si toccano, siamo fatte di carne e chi dice il contrario o è ipocrita oppure…be lasciamo stare. Dici che ci stava male l’invocazione finale? Credevo che anche l’apoteosi doveva essere descritta per dare un senso finale. Comunque accetto le tue critiche costruttive. Grazie per essere passata.

  10. Questo capitolo mi è piaciuto e mi ha convinto di più rispetto al primo.
    C’e’ una maggiore attenzione ai dettagli e alle sensazioni della protagonista, che riesci ad evocare molto bene nella mente del lettore.

    Ci sono delle imperfezioni, ma giustificabili (sono il primo a commettere errori!).
    Continua così, sono certo che con la lettura ed esercizio riuscirai ad avere ottimi risultati.
    Un saluto.

  11. Ciao. Riesci a descrivere evocando la scena nella mente di chi legge e non è per niente cosa facile. Brava.
    Ora però, visto che so che sei qui per migliorarti, Ti dico come avrei scritto io determinare cose, ma ricorda, ogni scrittore ha il suo stile, non sto dicendo che il tuo modo è sbagliato.
    “Gli occhi di Faby iniziano e proseguono concludendolo nella V.” Usare “lo stesso” appesantisce.
    “Un brivido le attraversa il corpo, la reazione percepita sul corpo di Alberto dopo l’abbraccio, la scuote…”

    “al contatto con la pelle, avverte un’altro sussulto” anche qui mettere “la stessa” non serve. Si capisce che parla della mano.
    Mi fermo, spero di non essere stata troppo pesante.
    Continua così

    • Ciao Gra, sono molto contenta di essere riuscita nel mio intento, poi vorrei chiederti alcune cose, il week end è terribile per me, poco tempo a disposizione tra figli e marito. Per quanto riguarda i tuoi consigli, si capisco cosa vuoi dire, ma credimi, quando scrivo sembro posseduta, a volte devo rileggermi per capire cosa ho scritto😜. Comunque cercherò di fare più attenzione. Credo comunque che leggendo anche tutti i vostri racconti, in automatico dovrei migliorare…spero almeno. Grazie per essere passata, attendo il proseguimento del tuo racconto, un bacio ciao.

  12. Ciao. Intanto commento qui il capitolo. Domani che sarò più libera dal lavoro vedrò di contattarti in privato.
    Mi piace come scrivi, si vede che hai la storia ben chiara nella mente. Sono d’accordo con i suggerimenti di Rossella, anche se poi ogni consiglio va preso con le dovute riserve. Come suggerimento immediato che mi viene da darti è di leggere a voce alta quello che scrivi. Le parole hanno un suono. Scegliere un vocabolo al posto di un altro cambia l’armonia, e con un po’ di esercizio imparerai a sentire le stonature.
    Ansiosa di scoprire il resto.

    • Ciao Gra e grazie per essere passata, sai che questa roba de “ le parole hanno un suono” me lo diceva sempre il mio professore ah ah ah . Ricordo “Donatella parla a voce alta” le parole hanno un suono. A distanza di 35 anni lo risento, che bella sensazione. Tornando a noi e al racconto grazie, seguirò anche i tuoi consigli come gli altri del resto, spero comunque di sentirti in privato se ti andrà. A presto.

  13. Ciao Dony,
    il tuo incipit ha diversi refusi, che già ti hanno segnalato gli altri, per cui non mi soffermerò su questo. Secondo me hai reso abbastanza bene Fabiola, mi ha fatto un po’ ricordare la stessa vicenda descritta in Baby -telefilm su netflix, non so se lo conosci- sulle baby squillo parioline.
    Mi hai incuriosito perché in un erotico una protagonista così giovane gestita bene può essere interessante.
    Se ti va passa a leggermi, su TheIncipit siamo pochi e ogni parere è importante! A presto!

  14. Ciao Dany, condivido anch’io ciò scritto da c-7 nel suo commento: l’incipt della storia risulta essere molto fluido e scorrevole, nonostante il personaggio di Fabiola non sia stato ancora del tutto definito (ma sono sicura quest’ultimo aspetto verrà ampliato nei capitoli a seguire).
    Ti faccio notare dei refusi:
    •Durante i discorsi diretti sarebbe meglio utilizzare <> o i trattini, servendoti delle virgolette alte (” “) solo nei per i pensieri (non è un errore, anzi è stata una cosa che hanno fatto notare anche a me durante i primi tempi)
    •”Lo saluta appoggiando…”; secondo me ci sarebbe stato meglio un “poggiando”, ma questo è solo un gusto personale
    •”Nella sua guancia” e “nel cuscino”; invece di “nella” e “nel” avrebbero dovuto esserci “sulla” e “sul”.
    Scusa per il commento lunghissimo comunque 😂
    Se ti va dai un’occhiata alla mia storia.
    A presto!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi