FINALMENTE È ARRIVATA

Dove eravamo rimasti?

Il giorno dopo? Fabiola racconta ad Alberto della visione avuta (50%)

La Rivelazione

I raggi del sole entrano prepotenti dalle fessure delle tapparelle e si poggiano sul viso di Fabiola che, dolcemente infastidita, si nasconde sotto il torace di Alberto.<<Tesoro sono le 10, non credi sia arrivato il momento di alzarci?>> sussurra la neo sposa mentre con precisione chirurgica stuzzica il capezzolo del marito con la lingua. Alberto non rimane impassibile a quella stimolazione e in men che non si dica avvolge Fabiola con le braccia facendo sentire tutto il suo calore.<<Si buongiorno, camera 245, potete portarci perfavore la colazione in camera?>>. <<Certo Signore, provvediamo subito>> ribatte dall’altro lato del telefono la reception.<< Allora Amore, che ne pensi di questa nostra prima notte? Sei stata bene?>>. <<Si Alby, sono stata benissimo e….credo che anche i vicini si siano divertiti>>ribatte Fabiola con una risatina famelica.<<Cosa vuoi dire Fabiola? Credi ci abbiano sentito?>>. <<Non solo ci hanno sentito, ma ci hanno anche visto.>>. Alberto si alza di scatto mettendosi seduto sul letto e fissa con aria incredula Fabiola. << Che cosa hai detto? E tu li avevi visti? Mi prendi in giro? Ma perché non hai detto nulla?>>. Fabiola attende che il marito finisca il terzo grado per rispondere. <<Tesoro si, mentre facevamo l’amore li ho visti con la coda dell’occhio e devo confessarti che stavo per dirtelo e volevo rientrare in camera, ma all’improvviso quegli sguardi mi hanno fatto salire un calore nella testa e nel corpo che non riesco nemmeno a descriverti bene. Più li guardavo e più provavo eccitazione, sai speravo che anche loro si spogliassero per ammirarli e rendere la mia eccitazione completa. Purtroppo si sono limitati a guardare e a toccarsi, ma Alberto devo veramente confessarti che mi è piaciuto tantissimo.>> Alberto poggia nuovamente la schiena sul letto e fissa il soffitto in silenzio. <<Tesoro credi che io sia una pervertita? Ti prego non rimanere in silenzio>>. <<Si Fabiola, sinceramente mi stai lasciando senza parole>> ribatte l’uomo girando il viso per nascondere un lieve sorriso. Fabiola, rammaricata per la reazione del marito, si avvicina per abbracciarlo e senza volerlo urta la mano con il pene di Alberto. Il contatto le lascia una piacevole e inaspettata sorpresa, un’erezione forte e possente che le fa esclamare << cazzo Alberto, ma ti ecciti sempre quando sei contrariato?>>. L’uomo si gira e si lascia andare ad una risata liberatoria che solleva lo spirito di Fabiola <<stronzo ci ero rimasta malissimo>>. <<Quindi non sono malata?>> bisbiglia la donna avvicinandosi minacciosa verso il marito. <<Si che lo sei amore mio, ma io ho la cura, vieni qui tesoro>>. La bocca di Alberto inizia ad esplorare quella di Fabiola, la lingua entra con prepotenza nella cavità orale della donna quasi a soffocarla dall’impeto. Lei si difende cercando di farsi strada muovendo la sua lingua con simile impeto. I due corpi aumentano le rispettive temperature costringendoli a liberarsi delle leggere lenzuola.Non è momento di dolcezze, l’eccitazione è massima e Fabiola vuole che sia immediata e intensa. Si siede immediatamente sul pene rigido di Alberto muovendo il bacino in maniera vigorosa. Ansima, respira affannosamente, poggia le unghia sul petto di Alberto provocandogli una lieve ferita. Tocca a lui adesso prendere le redini del gioco, si divincola e con fare deciso, quasi aggressivo, fa girare Fabiola. Adesso è Alberto a dominare la situazione, la vista di quel culetto rotondo e sodo che forma un angolo retto, fa tornare l’uomo alle origini. Con fare quasi animalesco, indirizza il suo pene verso quella fonte di piacere completamente rasata. Colpi decisi, veloci, le mani sui due fianchi di Fabiola ad accompagnare quel movimento armonioso e costante. L’eccitazione e’ massima, i due dopo pochi secondi si lasciano andare ad un urlo liberatorio, il punto d’impatto dei due corpi, che si lasciano cadere sul letto e completamente fradicio di umori .<<Tesoro, ma cosa?>>.<<Non so Faby, ma la proiezione di noi due che facciamo l’amore sotto lo sguardo interessato ed eccitato di una coppia mi ha fatto andare fuori di testa>>. <<Be amore, ben venga se viene condito da prestazioni del genere, che fame mi e’ venuta>>. Fabiola non fa in tempo a finire la frase che bussano alla porta, la colazione e’ arrivata.

Dicembre 2007, Alberto esce dalla sala parto, maschio esclama verso i suoi genitori, è un maschio. Arriva il secondo figlio per Fabiola e Alberto, dopo la prima di tre anni. Il loro sogno d’amore si è concretizzato, sognavano due figli, ne parlavano fin da ragazzi quando giocavano a “come ti vedresti da grande” e finalmente i giochi sono diventati realtà.

La Famiglia adesso è al completo, che futuro li aspetta?

  • Il loro matrimonio conoscerà nuove frontiere (67%)
    67
  • Il loro amore diventa sempre più saldo (0%)
    0
  • Fabiola e Alberto inizieranno ad avere problemi (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

67 Commenti

  • Che dire Dony, finale strepitoso con colpo di scena. Non pensavo che Alberto potesse rientrare nelle fantasie di Fabiola. Ero convinto di un consolidamento bisex per lei ma a quanto pare il threesome ha prevalso. Beato lui😁. Brava Dony, questo racconto mi ha preso molto e le tue descrizioni sono davvero realistiche ed intriganti. Leggo che qualcuno ti ha invitata ad un seguito. Perché no.

  • Ciao Dony. Davvero un’esperienza unica 🙂
    Finale coerente con tutta la storia e con i personaggi, con Fabiola che pare aver trovato finalmente la sua dimensione e il suo equilibrio (Alberto sembra essere la persona perfetta per lei).
    Devo ammettere che il ritmo è stato sempre alto e le scene erotiche raccontate con facilità e maestria.
    Ben fatto!

    • Si sono d’accordo con te, ma mi è rimasto l’ultimo capitolo, le 5000 parole sono finite e ancora ho tanto da raccontare. Mi sa che devo tagliare qualcosa. Purtroppo credo di essermi dilungata prima, oppure probabilmente avrei potuto scrivere un romanzo😁. Grazie per essere passata.

  • Ero indeciso fra la luna di miele e raccontare la visione, ho votato per la seconda perché penso che possa riservare sorprese molto più piacevoli ed interessanti. Ti confermo che il tuo modo di descrivere le scene è molto delicato e piacevole. Riesci a rendere anche le scene più hot molto ma molto uniche. Continua così.

  • Hai una padronanza del linguaggio erotico veramente sublime. Mentre leggo in quei momenti mi sembra di essere in mezzo a loro. Complimenti continua così, spero che il racconto ci riservi qualche colpo di scena. Secondo me si mettono insieme.

  • Ciao!
    Ho recuperato gli ultimi due capitoli e devo dire non male. Mi piace come stai gestendo la crescita della protagonista, sembra di vederla davanti ai miei occhi.
    Sono curioso di vedere come affronterai il prossimo episodio, perché potrebbe essere decisivo.
    Se ti va, passa da me. Ho iniziato una nuova storia dopo aver portato a termine la precedente 🙂

  • Ciao dony. I dialoghi non mi hanno entusiasmato. Meglio non metterli se non sono necessari. La parte finale molto meglio, viva e chiara. Attenta, però, a non passare dal pensiero di un personaggio a quello di un altro nello stesso paragrafo.
    Fabiola prende l’iniziativa. Ormai sembra aver raggiunto un punto di non ritorno.

    • Ciao Gra e grazie per essere passata. Si anche a me stonano tutti questi dialoghi ma sai cosa è successo? Avevo iniziato a scrivere ed ero un fiume in piena ma all’atto di aggiungere nel sito mi segnava ben 8000 parole. Ho avuto difficoltà a gestire il restringimento di tutto il capitolo. Devo usare uno di quei programmi con il conta lettere. Spero di fare meglio la prossima volta. Tu dici che entrerà??? Vedremo!!!!

  • La vera natura di Fabiola pian piano sta venendo fuori anche se credo che ancora lei fara’ un po di resistenza nell’accettare la sua nuova “condizione”. Il romanzo sta prendendo una piega interessante, per il futuro un po’ di eros in più non guasterebbe😉. Aspetto il seguito

  • Riguardo la scena iniziale la penso come Trix. Per il resto le descrizioni sono sempre chiare e precise. È diventato il tuo tratto distintivo. Visto l’età di Fabiola e un po’ di resistenza che ancora percepisco, ho votato per la confusione, probabilmente solo momentanea.
    Per l’uso delle caporali puoi cercare su google come farle, a secondo di quale sistema operativo usi. Per word con ALT0187 si aprono o chiudono, non ricordo.
    A questo punto aspetto di conoscere la direzione che prenderà Fabiola.

  • Dony,
    alla fine Fabiola dovrà scendere a patti col fatto che le piacciono entrambi i sessi, nella scena finale del capitolo, con un passaggio erotico un pizzico più marcato, l’hai reso palese. Per quanto riguarda, invece, l’inizio del capitolo, avresti potuto gestire un po’ meglio il salto temporale, nel senso che il dialogo iniziale con Luna avresti potuto tranquillamente ometterlo, non aggiunge né toglie nulla alla storia.
    A presto!

  • Ho votato per la distrazione.
    Mi sento di darti un consiglio riguardo la narrazione, perché vedo che a volte usi il presente e altre volte l’imperfetto. Ti suggerisco di scegliere un tempo verbale e non cambiarlo.
    Per quanto riguarda la storia, niente da dire. Mi piace e la trovo coerente. Ho apprezzato molto anche la parte conclusiva e ho visto che hai osato un pochettino di più con le scene erotiche.
    Attendo il nuovo episodio 🙂

  • Mi associo al consiglio di Trix del show don’t tell, ormai essenziale e naturale nella scrittura (e nella lettura). Mi è piaciuta la descrizione della scenetta erotica tra le due e credo che in questo genere sia importante osare un po’ di più con le descrizioni (ma occhio a non esagerare!).
    Brava comunque, vedo netti miglioramenti. Attendo il seguito perché sono curioso 🙂
    A presto!

  • Ciao, voto per assoluta normalità, a mio avviso molte ragazzine oggi o forse anche ieri, hanno approcci sessuali con amiche anche per gioco. Le ragazze si rivedranno come se non fosse successo nulla. Mi piace molto come descrivi le scene erotiche, chi legge entra nella storia. Per il resto come ti ho già detto in altri commenti, non sono un esperto di scrittura, giro la palla a Intro, Trix e Gra che se ho letto bene il suo profilo ha anche pubblicato un libro. Ciao non farci aspettare tanto per il seguito.

  • Fabiola evita Luna per un po’.
    Niente da aggiungere per questo capitolo, è scritto bene e la scena erotica funziona. L’unico appunto riguarda le descrizioni delle persone, in questo caso di Luna ma lo hai fatto anche altre volte, l’hai descritta quasi come da carta d’identità (culo e tette a parte). Potresti lavorarci di più sopra, arrivare allo stesso punto senza dirlo esplicitamente, la regola dello show don’t tell che è sempre valida secondo me.
    A presto!

  • Ciao. Voto per assoluta normalità per entrambe. Mi sembra chiaro che il rapporto fra le due amiche sia di totale confidenza, e una molto piu spigliata dell’altra.
    Attenta alle virgolette. Come fai a mettere in quel modo? Forse è un problema di spazi? Non ho idea, ma la prima dovrebbe essere così “
    A parte piccole ripetizioni, continua a mostrarci le scoperte di Fabiola.

  • Dony, bella questa narrazione della scoperta del piacere di Fabiola. Mi fa piacere leggere di questo piccolo tabù, che io credo si debba sdoganare. Anche le donne si eccitano, anche le donne si toccano e tu l’hai fatto capire in modo semplice e immediato.
    Personalmente avrei eliminato l’invocazione finale, ma è un mio gusto.
    Anche io ho trovato questo secondo capitolo migliore del primo. Brava!

    • Grazie Trix, sono contenta che ti sia piaciuta. Le tue affermazioni fanno bene alla libertà. Cavolo se è vero che le donne si toccano, siamo fatte di carne e chi dice il contrario o è ipocrita oppure…be lasciamo stare. Dici che ci stava male l’invocazione finale? Credevo che anche l’apoteosi doveva essere descritta per dare un senso finale. Comunque accetto le tue critiche costruttive. Grazie per essere passata.

  • Questo capitolo mi è piaciuto e mi ha convinto di più rispetto al primo.
    C’e’ una maggiore attenzione ai dettagli e alle sensazioni della protagonista, che riesci ad evocare molto bene nella mente del lettore.

    Ci sono delle imperfezioni, ma giustificabili (sono il primo a commettere errori!).
    Continua così, sono certo che con la lettura ed esercizio riuscirai ad avere ottimi risultati.
    Un saluto.

  • Ciao. Riesci a descrivere evocando la scena nella mente di chi legge e non è per niente cosa facile. Brava.
    Ora però, visto che so che sei qui per migliorarti, Ti dico come avrei scritto io determinare cose, ma ricorda, ogni scrittore ha il suo stile, non sto dicendo che il tuo modo è sbagliato.
    “Gli occhi di Faby iniziano e proseguono concludendolo nella V.” Usare “lo stesso” appesantisce.
    “Un brivido le attraversa il corpo, la reazione percepita sul corpo di Alberto dopo l’abbraccio, la scuote…”

    “al contatto con la pelle, avverte un’altro sussulto” anche qui mettere “la stessa” non serve. Si capisce che parla della mano.
    Mi fermo, spero di non essere stata troppo pesante.
    Continua così

    • Ciao Gra, sono molto contenta di essere riuscita nel mio intento, poi vorrei chiederti alcune cose, il week end è terribile per me, poco tempo a disposizione tra figli e marito. Per quanto riguarda i tuoi consigli, si capisco cosa vuoi dire, ma credimi, quando scrivo sembro posseduta, a volte devo rileggermi per capire cosa ho scritto😜. Comunque cercherò di fare più attenzione. Credo comunque che leggendo anche tutti i vostri racconti, in automatico dovrei migliorare…spero almeno. Grazie per essere passata, attendo il proseguimento del tuo racconto, un bacio ciao.

  • Ciao. Intanto commento qui il capitolo. Domani che sarò più libera dal lavoro vedrò di contattarti in privato.
    Mi piace come scrivi, si vede che hai la storia ben chiara nella mente. Sono d’accordo con i suggerimenti di Rossella, anche se poi ogni consiglio va preso con le dovute riserve. Come suggerimento immediato che mi viene da darti è di leggere a voce alta quello che scrivi. Le parole hanno un suono. Scegliere un vocabolo al posto di un altro cambia l’armonia, e con un po’ di esercizio imparerai a sentire le stonature.
    Ansiosa di scoprire il resto.

    • Ciao Gra e grazie per essere passata, sai che questa roba de “ le parole hanno un suono” me lo diceva sempre il mio professore ah ah ah . Ricordo “Donatella parla a voce alta” le parole hanno un suono. A distanza di 35 anni lo risento, che bella sensazione. Tornando a noi e al racconto grazie, seguirò anche i tuoi consigli come gli altri del resto, spero comunque di sentirti in privato se ti andrà. A presto.

  • Ciao Dony,
    il tuo incipit ha diversi refusi, che già ti hanno segnalato gli altri, per cui non mi soffermerò su questo. Secondo me hai reso abbastanza bene Fabiola, mi ha fatto un po’ ricordare la stessa vicenda descritta in Baby -telefilm su netflix, non so se lo conosci- sulle baby squillo parioline.
    Mi hai incuriosito perché in un erotico una protagonista così giovane gestita bene può essere interessante.
    Se ti va passa a leggermi, su TheIncipit siamo pochi e ogni parere è importante! A presto!

  • Ciao Dany, condivido anch’io ciò scritto da c-7 nel suo commento: l’incipt della storia risulta essere molto fluido e scorrevole, nonostante il personaggio di Fabiola non sia stato ancora del tutto definito (ma sono sicura quest’ultimo aspetto verrà ampliato nei capitoli a seguire).
    Ti faccio notare dei refusi:
    •Durante i discorsi diretti sarebbe meglio utilizzare <> o i trattini, servendoti delle virgolette alte (” “) solo nei per i pensieri (non è un errore, anzi è stata una cosa che hanno fatto notare anche a me durante i primi tempi)
    •”Lo saluta appoggiando…”; secondo me ci sarebbe stato meglio un “poggiando”, ma questo è solo un gusto personale
    •”Nella sua guancia” e “nel cuscino”; invece di “nella” e “nel” avrebbero dovuto esserci “sulla” e “sul”.
    Scusa per il commento lunghissimo comunque 😂
    Se ti va dai un’occhiata alla mia storia.
    A presto!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi