Il futuro è delle donne

Dove eravamo rimasti?

Credi anche tu che le persone più infelici sono quelle che più temono il cambiamento? si (100%)

Spero che tutti possano diventare ricchi e famosi ed avere tutto quello che hanno sempre sognato, così scopriranno che quella non è la risposta che stavano cercando. (Jim Carrey)

«Ero scivolato in un limbo di grigia apatia con un continuo malessere indefinibile e sconosciuto per essere imprigionato in una avara, miserabile e solitaria appariscente vita divenuta nauseante. Ho avuto modo di riflettere profondamente solo quando ho passato un mese all’ospedale per curarmi da un esaurimento nervoso che si manifestò con l’insonnia, attacchi di panico, ansia, fobie e paura delle responsabilità.»

«Sei stato in ospedale per un esaurimento?» mi interrompe con il tono di un bambino spaventato.

«Si, in quel luogo dolente ho capito di essere incatenato da quel modello di vita impostomi dalla società alla continua ricerca di cose sbagliate in un percorso sbagliato. Così si svegliò il desiderio di vivere un nuova vita slegato da tutto e tutti ed ho iniziato a sorridere senza saperlo pur trovandomi fra malati. Ho sentito per la prima volta un’emozione nuova, prepotente come un indomabile cavallo selvaggio, non descrivibile a parole, capace di trasformare le tenebre in luce e l’apatia in movimento. Qualcosa mi esplose dentro, credo fosse speranza. Li ho iniziato ad intuire che la felicità non si raggiunge con la ricchezza.»

«E come si raggiunge?» mi chiede trepidante.

«Io credo che la felicità sia vera solo se condivisa con gli altri e non si raggiunge con tanti soldi che anzi fanno male alla salute.»

«I soldi fanno male alla salute?» mi ripete sorpreso.

«Vedi, caro Bill, io credo che la malattia sia il campanello d’allarme che l’anima suona quando si è colpevoli di azioni egoistiche e distruttive oppure di emozioni come il rancore, l’invidia, la rabbia, l’odio e anche desideri sfrenati di ricchezza. Basta rimuoverli per guarire.»

«Incredibile.»

«Le malattie nascono dallo squilibrio dell’armonica sintonia tra corpo e anima. Infatti, anch’io sono guarito non per le medicine ma ripulendo l’anima.»

«Spiegati meglio.»

«Il nostro benessere dipende dalla nostra capacità di portare alla luce le nostre ombre. Così, in ospedale, ho iniziato un coraggioso lavoro di purificazione dell’anima che il riposo e il digiuno hanno agevolato. Poi, l’incantesimo della meditazione mi ha trascinato sul vento del cambiamento alla ricerca di un nuovo stile di vita fondato sull’armonia con gli altri, la pace e la quiete interiore. Quando decisi che non era tardi per un virtuoso futuro sparirono dolori e sofferenze tanto che i medici sorpresi della mia inaspettata guarigione mi dimisero dall’ospedale.»

«Vuoi dire che il benessere fisico dipende da quello spirituale?»

Credi anche tu che il benessere fisico dipende da quello spirituale?

  • forse (0%)
    0
  • no (0%)
    0
  • si (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

  1. Bello! Mi ha spinto a leggere questo incipit la trama che hai scritto; e poi devi sapere che Imagine è la mia canzone preferita! Solo che non capisco perché la prima parte del racconto è scritta in grassetto, mentre l’ultimo pezzo no… sono un po’ perplessa… Comunque sono felice di averti letto! Se vuoi, passa a leggermi anche tu! Vorrei sapere che cosa ne pensi della mia storia… ciao!

  2. c-7 ha detto:

    Bello! Mi ha spinto a leggere questo incipit la trama che hai scritto; e poi devi sapere che Imagine è la mia canzone preferita! Solo che non capisco perché la prima parte del racconto è scritta in grassetto, mentre l’ultimo pezzo no… sono un po’ perplessa… Comunque sono felice di averti letto! Se vuoi, passa a leggermi anche tu! Vorrei sapere che cosa ne pensi della mia storia… ciao!

    • Sergio Mazzetti ha detto:

      Buongiorno, il grassetto è questione del software, io copio e incollo. Se vuoi leggere tutto il manoscritto gratuito “Il futuro è delle donne” , ma è di 400 pagine lo puoi scaricare da qui bit.ly/35dybMc . Certo che leggerò La fine del gioco, poi spero potremo scambiarci consigli. Ciao Sergio

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi