Il futuro è delle donne

Dove eravamo rimasti?

Credi anche tu che il benessere fisico dipende da quello spirituale? si (100%)

La felicità è desiderare quello che si ha. (Sant’Agostino)

«Molte malattie nascono dalla mancanza della gioia di vivere che i ricchi non possono assaporare essendo odiati da tutti compreso i finti amici.»

«Vuoi dire che i ricchi sono infelici anche perché sono odiati?»

«Certo, anche se loro non se ne rendono conto. Credi si possa essere felici quando non sai se le persone che ti circondano lo fanno per interesse o invidia? Ai ricchi manca la cosa più importante della vita, la vera amicizia.»

«Sarà, comunque i soldi aiutano molto.»

«Vero, ma tu sei stato esaurito o depresso durante la tua vita?» gli chiedo immaginando la risposta.

«No, mai. Pensandoci, non mi ricordo di essere stato neppure malato.»

«Proprio perché hai sempre avuto l’anima limpida e serena. Invece, a chi venera la brutale religione del dio denaro succede di ammalarsi e quando toccati dalla sofferenza fisica, allora, e solo allora iniziano ad accorgersi che la ricchezza non è sinonimo di felicità.»

Dopo una breve riflessioni aggiunge «Noi in casa non abbiamo neppure una medicina.»

«Fate bene, anch’io non uso più farmaci. Si dice che guariscono al momento con pochi effetti collaterali nel breve ma nessuno conosce gli effetti collaterali nel lungo periodo.» continuo ironico.

«Comunque neanche la povertà rende felici.» dice volendo riprendere il filo del dialogo sulla felicità.

«D’accordo, ma i poveri hanno il vantaggio del desiderio di diventare ricchi e ciò li aiuta a vivere lottando, pur inconsapevoli della delusione che offrirà loro la ricchezza. Vi è un proverbio che dice I problemi iniziano quando è finito il tetto della casa.»

Lui, increspa le sopracciglia per intensificare la riflessione sul proverbio e quando sembra averlo compreso mi chiede titubante «Vuoi dire che bisogna avere sempre un motivo per cui lottare?»

«Forse la soluzione sta nel mezzo, in una vita dignitosa con un sogno da realizzare nella tranquillità e serenità, senza essere ne troppo ricco ne troppo povero. Accontentarsi è sicuramente una fonte di felicità.»

Credi anche che accontentarsi è sicuramente una fonte di felicità?

  • accontentarsi di tanti soldi (0%)
    0
  • no (0%)
    0
  • si (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

  • Bello! Mi ha spinto a leggere questo incipit la trama che hai scritto; e poi devi sapere che Imagine è la mia canzone preferita! Solo che non capisco perché la prima parte del racconto è scritta in grassetto, mentre l’ultimo pezzo no… sono un po’ perplessa… Comunque sono felice di averti letto! Se vuoi, passa a leggermi anche tu! Vorrei sapere che cosa ne pensi della mia storia… ciao!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi