La ruota del tempo

Ottobre Burlone

Amavo i libri perché sono in grado di portarti lontano, perché ti trascinano insolenti in mercati colorati pieni di voci dai suoni esotici, perché ti fanno sentire la paura  sulla pelle e il tormento nel cuore, perché succede sempre qualcosa. Li amavo di più però perché potevo chiuderli. Si spengono le voci,  scompaiono i drammi e svaniscono gli intrighi. Allora il sole accarezza la pelle,
il cielo brilla fulgido e il silenzio nella mente si schiude al concerto del mondo. Quanta dolcezza in quell’armonia perfetta e semplice, misteriosa ma quieta. Chi nasconde un segreto muore in silenzio e si svela solo negli sguardi accesi di bambini impolverati, che cercano perduti arcani in soffitta. Chi nasconde il segreto del mondo passa sempre inosservato. In ottobre poi l’aria è così sfuggente e melliflua che sembra impegnarsi più del solito a occultare il suo mistero. La luce si ritira eppure splende con un’intensità inaudita. Le guance iniziano a pizzicare dal freddo eppure i raggi tiepidi del mezzogiorno ti invitano a non pensarci troppo, a chiudere gli occhi e pisolare un poco sotto quel teporino effimero. I grilli continuano a cantare, ma sono più  sfocati e lontani, quasi volessero accompagnarti con dolcezza all’autunno, per non lasciarti soffrire il distacco dai giorni lunghi, caldi e pigri d’estate. 
Un passerotto volò sui semini che avevo lanciato, per offrirli alla Terra, scuotendomi dai miei pensieri. 
“Scommetto che tu lo sai cosa nascondono questi venti” gli mormorai divertita, mentre una grande nuvola bianca
trotterellava allegra nel cielo. Di tutta risposta piegò la testa di lato e volò via.
“Non pensarci nemmeno Azalea, per questa volta non puoi seguirlo”
Mia mamma, Violaciocca, svettava minacciosa giusto dietro di me, con gli occhi verdi lampeggianti e le mani sui fianchi.
“Mi hai fatto venire di nuovo fino a Punta Sperduta, quando sai benissimo quanto c’è da fare per questa sera!”
“Perdonami mamma” le dissi dolcemente, mentre recuperavo il libro e mi alzavo dal prato. ” Sai che non resisto alle grandi
nuvole…”
Il suo sguardo si ammorbidì subito, non le riusciva arrabbiarsi troppo a lungo, lei che era un vero cuoredoro.
“Hai ragione bambina, ma sai che oggi è un giorno importante”
Eccome se lo era, era proprio l’ultimo giorno d’Ottobre. Caro vecchio Ottobre, mi sarebbe proprio mancato, era stato
così amichevole e chiacchierone quell’anno.
“Non siamo neanche andati a prendere le castagne…” mormorai sovrappensiero pensando a come fosse volato il tempo, mentre ci incamminavamo su per il pendio.
“Tesoro ci potrai andare anche domani, ma ora dobbiamo proprio pensare a Samhain”.

Cosa desiderate sapere?

  • Dove siamo (0%)
    0
  • Chi sono i personaggi (50%)
    50
  • Come verrà festeggiato Samhain (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

6 Commenti

  1. Ciao Fiordaliso! Hai uno stile interessante, che secondo me è evidente soprattutto nel primo capitolo, ricercato nelle immagini e nelle parole. Attenta solo a non esasperare questa caratteristica, perchè rischia con il tempo di diventare ridondante. Per ora però posso dirti che te la stai cavando molto bene e non vedo l’ora di vedere come proseguirai con la storia, che proprio per questo inizierò a seguire 😀
    Ho votato per qualcosa che non va, vediamo cosa ti inventi. A presto!

  2. andrea_trb ha detto:

    Ciao Fiordaliso! Hai uno stile interessante, che secondo me è evidente soprattutto nel primo capitolo, ricercato nelle immagini e nelle parole. Attenta solo a non esasperare questa caratteristica, perchè rischia con il tempo di diventare ridondante. Per ora però posso dirti che te la stai cavando molto bene e non vedo l’ora di vedere come proseguirai con la storia, che proprio per questo inizierò a seguire 😀
    Ho votato per qualcosa che non va, vediamo cosa ti inventi. A presto!

  3. Alexeiandras ha detto:

    Curiosa di leggere lo sviluppo.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi