La ruota del tempo

Dove eravamo rimasti?

Cosa desiderate sapere? Come verrà festeggiato Samhain (50%)

Fermento

Quando arrivammo sulla spiaggia, una piccola dolce carezza bionda tra le scogliere, il delirio regnava sovrano. Era un giorno importante, di profonda comunione e di influssi particolari. Riuscivo a sentirlo dal vento inquieto che  spirava dall’acqua. Se lo aveste chiesto a qualunque di quelle donne impazzite però, vi avrebbero risposto solo che c’era tanto da fare e poco tempo per pensare.
Sorrisi, mi piaceva quel distacco ironico di quando si partecipa solo a metà.
“Viola, hai preso la salvia bianca?”
“Surfinia hai trovato qualche tagete?”
“Frassinetta, cerca di non bruciare tutto con quegli incensi!”
Lunghe trecce dai mille toni svolazzavano dappertutto, danzando passi veloci con le gonne ondeggianti. Il mare canticchiava tranquillo,  quasi incuriosito da tutto quel trambusto.
“Azalea!”
Dietro di me sentii due morbide mani stringermi i fianchi e il mio cuore saltò un battito prima di trovarmi di fronte  gli occhi blu della mia migliore amica.
“Alizé!” sussurrai abbracciandola.
“Sei di nuovo andata a Punta Sperduta non è vero?”
“Grazie per avermi coperta a proposito!” le dissi con un tono di rimprovero. Rise. Che risata  meravigliosa aveva! Era come sentire il canto di mille mareggiate nei giorni di pioggia.
“Non riuscivo a sopportare tua madre in pena un solo secondo di più”
Sorrisi anche io, le presi la mano e la portai in un angolino in disparte.
“Che ne dici se fuggiamo ancora un pochino?” le sussurrai all’orecchio. Si morse il labbro, tentata dalla mia proposta,
ma non riuscì a convincerla e scosse il capo.
“Az faremmo preoccupare di nuovo tua madre. E le mie. Fingono solo di essere distratte, ma in realtà ci tengono d’occhio”
Sospirai. Una vera figlia dell’Acqua.
La vera causa di tutta quella agitazione era l’eccezionalità di Samhain, non una festa minore, ma una delle otto feste
più importanti dell’anno, una notte di immenso potere. In particolare una notte dove il velo fra i mondi è così leggero,
che gli antenati avrebbero risposto facilmente al nostro canto. Era una cerimonia straordinaria. Non era tutto però. Samhain
infatti prevedeva l’unione di tutti i figli degli Elementi e dunque anche dei figli del Fuoco. Erano esseri strani, che ci
mettevano a disagio perché erano simili a noi eppure diversi, come se qualcuno ci avesse disegnato nel modo sbagliato. Erano
troppo grossi e troppo pelosi, troppo squadrati e troppo cavernosi. Ci lasciavano sempre un senso di alienazione e per
questo ci mettevano a disagio. Non so bene perché venissero, ma pare che non potesse essere altrimenti.
Seguii Alizè per un poco, sistemando e trasportando qualcosa qui e lì, finché, prima che potessi rendermene, conto riuscii a
sentire di nuovo le onde e il naso prese a pizzicare. La notte era scesa alla fine, fresca ma non ancora fredda, e l’inquietudine si
placata. Madre Luna svettava serena e la sua luce ci aveva calmate tutte. In lontananza i primi fiammeggianti bagliori iniziarono a stagliarsi all’orizzonte: i figli del Fuoco erano giunti.

Come sarà la celebrazione?

  • Particolare (0%)
    0
  • Di successo (100%)
    100
  • Rovinata (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

7 Commenti

  • Ciao! Storia interessante, la tua. Ha un buon mix di fantastico e di suspence.
    Ho votato l’opzione per cui la visione viene svelata e sono curioso di saperne di più.
    Il tuo stile di scrittura mi sembra buono, curato, quindi si legge con piacere.
    Alla prossima!

  • Ciao Fiordaliso! Hai uno stile interessante, che secondo me è evidente soprattutto nel primo capitolo, ricercato nelle immagini e nelle parole. Attenta solo a non esasperare questa caratteristica, perchè rischia con il tempo di diventare ridondante. Per ora però posso dirti che te la stai cavando molto bene e non vedo l’ora di vedere come proseguirai con la storia, che proprio per questo inizierò a seguire 😀
    Ho votato per qualcosa che non va, vediamo cosa ti inventi. A presto!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi