il principe jafar

il principe jafar

IL PRINCIPE JAFAR

C’era una volta una donna che, rimasta vedova, viveva con il suo unico figlio, un fanciullo dolce e grazioso.

Un giorno si risposò con un uomo che aveva un figlio, Artù.

Il nuovo marito, era perfido e superbo, detestava tutti gli animali ed trattò male il fanciullo.

Il fanciullo non osava lamentarsi, perché la madre non aveva il coraggio di contraddire il marito.

Un giorno la madre morì; ed da quel momento, il poverino fu costretto a svolgere i lavori più umili.

Non aveva più la sua stanza, poiché lo facevano dormire nella taverna.

Eppure, anche se sporco e vestito di stracci, era sempre il più affascinante del fratellastro.

Un giorno bussò alla porta la regina con un invito al castello: la principessa da un ballo a cui dovevano partecipare tutti i fanciulli.

Il fratellastro chiamò subito Jafar:

<< Voglio indossare il mio vestito preferito>> esclamò Artù.

Venne il giorno del gran ballo, il fratellastro disse a Jafar:

<< Ti piacerebbe venire?>> e lui rispose, piangendo:

<< Come potrei? Non ho neanche un vestito elegante da mettermi…>>.

Era così infelice che fuggì via.

Il fratellastro uscì per andare al castello e il ragazzo rimase solo.

All’improvviso, le apparve il suo padrino, che era un mago molto buono, e le chiese:

<< Perché piangi, caro?>>.

<< Io… vorrei…>> singhiozzò e non riuscì a parlare.

<< Vorresti andare al ballo, vero?>>. Chiese il mago.

<< Oh, sì!>> esclamò.

<< Bene: diamoci da fare.

<<Portami una delle mele che trovi nel giardino>> disse il mago.

Jafar prese la più bella e il mago la trasformò in una magnifica moto dorata.

Infine gli fece un abito oro e bianco e gli fece indossare scarpe in pelle.

L’incantesimo, però, sarebbe durato fino a mezzanotte. Jafar andò al castello, dove la principessa gli corse incontro e iniziarono a danzare insieme.

Tutti gli invitati li ammiravano; lui fu gentile con tutti, perfino con il fratellastro, che non lo riconobbe.

Poco prima di mezzanotte se ne andò.

Quando il fratellastro ritornò a casa, jafar finse di essersi appena svegliato.

<< C’era un bellissimo principe>> raccontò lui.

<< Ha danzato per tutta la sera con la principessa!>>

La sera successiva ci sarebbe stato un altro ballo.

Jafar si presentò al castello, ancora più elegante della volta precedente. Iniziò a danzare con la principessa, ma quando si accorse che era mezzanotte dovette andare via e, nella fretta, perse una scarpa.

La principessa lo rincorse, ma non riuscì a raggiungerlo; Raccoglie la scarpa e la conservò. Intanto Jafar si ritrovò soltanto con l’altra scarpa.

La principessa, disperata, dichiarò che si sarebbe sposata solo con il principe che avrebbe potuto indossare la scarpa; tutti i principi del regno la provarono senza risultati.

Anche Artù tentò di indossare la scarpa, invano.

Allora Jafar esclamò:

<< Posso provarla anch’io?>>.

Tutti rimasero stupiti, il suo piedone entrò nella scarpa senza fatica! Jafar disse:

<< Ho anche l’altra scarpa>>.

Era lui il misterioso principe che aveva danzato con la principessa! Il fratellastro lo riconobbe immediatamente.

Si gettò ai suoi piedi, chiedendogli scusa e Jafar, che era buono, lo perdonò.

Infine, lo accompagnarono al castello della principessa che, non appena lo vide, gli corse incontro e le dichiarò il suo amore.

il frattelastro dove andrà?

  • il fratellastro scompare (50%)
    50
  • il fretellastro muore (50%)
    50
  • Il fratellastro andò a vivere a palazzo e si sposarono con due importanti signori della corte. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi