Now Living

Dove eravamo rimasti?

Che effetto avrà la strana scoperta? Indagherò se possibile sulle ultime volontà dello sconosciuto player, ne sono stranamente attratto. (100%)

All you need is Know

Pearl Harbor era una florida città portuale, niente a che fare con il mio piccolo villaggio di partenza.
Sebastian aveva chiarito la storia assurda della sua prima life. La battaglia era stata combattuta tra giubbe blu e giubbe rosse, il suo compagno di sventura profetico aveva fatto una richiesta, posto una domanda e indicato morente una bandiera con un giglio stilizzato. La richiesta consisteva nell’accettare l’invito alla sua esecuzione del giorno dopo a Pearl Harbor e la domanda se Sebastian conoscesse un certo Napoleone. Essendo entrambi alla nostra prima life non c’era la minima chance di conoscere nessuno, anche Lea confermò di essere in una situazione poco diversa. Inutile nascondere che lo sbarco a terra risultò provvidenziale per scoprire se una esecuzione fosse programmata in città. La risposta arrivò improvvisa e piuttosto evidente, uno dei tanti manifesti incollati più o meno dappertutto recitava: “Player di Pearl Harbor siete invitati a presenziare all’esecuzione di Game Over per cheating, avverrà oggi a mezzo giorno di fronte al municipio”. La nostra destinazione era fissata. Salimmo la cittadina costruita lungo il pendio scosceso che precipitava in mare, su fino alla piazza davanti al municipio. Dominava il centro dell’altopiano, creava una terrazza delimitata da un parapetto in pietra che ne costituiva i bordi eleganti. Da lì si godeva di una vista eccezionale su tutta la costa e con essa sul paese e sul porto. Il municipio in pietra bianca aveva delle finestre tonde, il vetro che le chiudeva era composto da un mosaico di cristalli di diversi colori, la campana in cima alla facciata dell’edificio stava suonando a raccolta. Lo spiazzo si era riempito di gente, circondava una strana ghigliottina con una lama verde fluorescente, emanava una forte luce visibile anche in pieno giorno, faceva accapponare la pelle per il suo essere fuori posto e contesto, il boia e le guardie intorno a essa rendevano il tutto ancora più spaventoso, avevano le stesse divise dei gendarmi della città, con un unica differenza, erano nere e argentate. Guanti, bottoni, spalline, pennacchio del cappello e rifiniture varie argentate, tutto il resto di un profondo nero. La scena ammutoliva la folla, in attesa di assistere alla condanna a morte. Il condannato fu spinto dalla porta del municipio fino alla ghigliottina, un uomo attempato e zoppicante, visibilmente mal ridotto, strapazzato senza dubbio durante la sua prigionia. Aveva capelli bianchi e una espressione del viso vitale e indomabile non piegata come il suo corpo, con il suo sguardo fisso verso Sebastian stava cantando :-Yesterday, all my troubles seemed so far away, Now it looks as though they’re here to stay, Oh believe in yesterday. Yesterday, Lily was such an easy game to play, Now you need a place to hide away, Oh believe in yesterday.- le guardie adesso lo tenevano fermo per metterlo in posizione per essere decapitato l’uomo continuando a fissare Sebastian senza paura iniziò a parlare -Mia cara Lily, quando non ci sarò più guarda verso il mare vedrai il mio ultimo fiore per te, se lo coglierai tra le acque un giorno ti riporterà da me- la lama incandescente era stata tirata su e l’uomo costretto a posizionare la testa, il boia in voce rauca disse -Per aver violato le condizioni di utilizzo dei sistemi Now Living sei condannato a essere terminato e bannato per sempre, chiunque apporti delle modifiche violando le nostre esistenze deve essere cancellato per preservare l’incolumità dei player e dei planet.- Si avvicinò a una leva e si preparò a tirarla, in quell’istante l’incatenato cantò a pieni polmoni le sue ultime parole:-All You Need is Know- la lama si precipitò sulla sua testa, la mozzò di netto e poi in pochi istanti tutto scomparve dissolvendosi, condannato, guardie, boia e ghigliottina. Un brusio si sollevò dalla folla, di spavento, formato da commenti malevoli e risatine nervose. Avevo appena assistito a un Game Over ed era stata una cosa folle. Parlai a mezza voce incantato -È pura pazzia!- Lea vicino a me disse confermando -È stato surreale- Sebastian dal suo canto, il più scosso, allontanatosi dal centro della piazza verso il parapetto, mentre fissava tremante il paesaggio disse -Aspettate, guardate questo per dirvi sbalorditi- avanzammo per raggiungerlo, ed ecco che fissato lo sguardo al mare davanti ai nostri occhi un galeone avanzava verso il porto a gonfie vele, al centro delle stesse c’era ricamato un immenso Giglio dorato, la nave portava fieramente dipinto su un fianco il suo nome non comune “Lily”, lo sbigottimento impose un silenzio religioso, lo frantumai esclamando -Sono sicuro che quell’uomo prima di morire in battaglia ti abbia indicato proprio quello stemma, il fiore da cogliere in mezzo al mare, un Giglio– Sebastian senza togliere lo sguardo dal simbolo disse mestamente -Già era proprio identico-.

Come influenzerà gli eventi l'arrivo del galeone Lily?

  • Lily può aspettare devo prima recuperare altre life. (0%)
    0
  • Lily è il pomo della discordia il trio di player si divide e si ostacola a vicenda. (50%)
    50
  • Lily catturerà la nostra l'attenzione e non soltanto a noi. (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

6 Commenti

  • Ciao! Solitamente non apprezzo i capitoli così corti, ma riconosco che in questo caso calza a pennello. Perciò sono curioso di vedere lo stile che adotterai con l’inizio vero e proprio della storia e voto per un universo vasto e pericoloso, una via di mezzo che credo sceglierebbero tutti. Alla prossima 😀

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi