Il Nostro Mondo

Dove eravamo rimasti?

Ciao a tutti! Rieccoci a dover decidere per i nostri personaggi. Dunque scegli saggiamente, la loro sorte dipende da te :) Thomas non è un mostro e tutto quello che ha vissuto è stato un inganno di Arstor. (57%)

Gioco Svelato

Thomas si sente come osservato al solo pensare, ma è anche felice di avere i suoi amici intorno. Perciò senza rimuginare grida: “Ragazzi! Io sono un demone!”. Clara smette di sorridergli e Stan lo guarda con aria confusa.

“Ma che dici Thom?”, domanda Clara.

“Ve lo giuro! Ora devo raccontarvi ciò che mi è successo…”, riprendendo fiato la voce nella sua testa inizia a urlargli: «Non ci provare nemmeno babbeo, non ti permettere di surclassarmi!», Thomas cerca di ignorarla e continua: “Quando stavamo cercando ciò che avevamo investito, una sorta di voce mi ha attirato a sé e poi mi sono ritrovato due occhi rossi e spaventosi nell’ombra e dopo ho smesso di ricordare cosa successe. Ricordo di essermi trovato in un posto orribile e pieno di torture; a quanto pare stavo sognando e al mio risveglio mi ritrovai in una casa in legno in mezzo ad un bosco. La cosa peggiore è che vedendo il mio riflesso in uno stagno ero diventato il diavolo e poi si fece vivo Arstor…”

“Aspetta, hai detto Arstor?”, Stan guarda Clara preoccupato e lei ricambia a sua volta.

“Sì, Arstor…perché? Lo avete conosciuto?”, e la voce nella testa di Thom riprende: «Brutto zotico me la pagherai amaramente», per poi sparire e Thomas riacquista un senso di sollievo; si sentiva la mente schiacciata e pesante ma ora sta benissimo.

“È sparita!”, grida Thomas improvvisamente.

“Chi?”, chiedono in coro gli altri due.

“La voce nella mia testa…non guardatemi male, credo che Arstor fino a poco fa abbia sentito la nostra conversazione ma ora è sparito”.

Clara, inizia a ricordare la scena in ospedale con Stan e ciò che raccontò del demone che si finse Veronica. «Quindi potrebbe benissimo essere Arstor stesso quello che abbiamo qui davanti, devo parlarne a Stan e sembrare il meno possibile sospetta», pensa.

Clara fa un cenno a Stan per uscire ma Thomas li ferma ribadendo la sua domanda: “Comunque stavo dicendo, avete avuto modo di conoscere quel demone?”

“Sì Thommy”, risponde velocemente Clara.

“Voglio sapere come ma prima devo finire…dopo aver incontrato il demone mi disse chi fosse e cosa mi successe, io ero diventato un suo discendente e il primo ad essere umano. Rimasi completamente scioccato e perciò mi nascosi da voi ma vi ho visti quando eravate scappati dall’ospedale. Non potevo farmi vedere nello stato in cui ero…ero orribile. Infine Arstor mi disse che c’era un modo per tornare umano ma provai per giorni e non ci riuscii, fino a quando mi son ritrovato mezzo carbonizzato davanti alla chiesa di Rolando. Non ho idea di come io sia tornato in me e sia finito lì”, concluse perdendo nuovamente i sensi.

“È ancora molto debole, forse è meglio lasciarlo riposare”, propone Stan prendendo Clara per mano e uscendo. Una volta fuori, Clara inizia a parlare:

“Stan e se non fosse Thomas quello sul lettino?”

“Perché non dovrebbe?”

“Ricordi quando Arstor prese le sembianze di Veronica?”

Stan impallidisce: “Oh cavolo…è vero.”

“Come facciamo a capire chi sia, potrebbe averci preso in giro per tutto il tempo e poi perchè vuole così tanto il medaglione?”

“Non saprei Clara ma di sicuro se lo riavesse non succederebbe nulla di bello. E se facessimo delle domande a cui solo Thomas potrebbe rispondere…”

“E se avesse accesso alla sua mente e ai suoi ricordi?”

“Hai ragione, è rischioso forse”, Stan spreme le sue meningi appoggiando le dita su di esse e strizzando gli occhi, “fammi pensare…Ci sono! Ricordi cosa disse tuo zio su Arstor?”

“Che è figlio di Lilith e che…per qualche strano motivo è allergico all’oro ma non a tal punto da ucciderlo, solo indebolirlo.”

“Esatto!”, grida Stan guardandola con fierezza. Continua: “Thomas non ha oggetti d’oro addosso, pertanto dobbiamo provare con i tuoi orecchini.”

“Va bene, proviamo.”

Dopo qualche ora Thomas rinviene e chiede all’infermiera di far rientrare i suoi amici. Clara si è tolta gli orecchini e li tiene in mano, entrando avrebbe stretto Thomas toccandolo con gli orecchini e così fece. “Thommy!”, gridò Clara quasi soffocandolo di nuovo. Nulla successe.

“Dovresti smetterla di provare ad uccidermi Clara”, dice mettendosi a ridere. Clara e Stan si rilassano e ridono con lui. “Tra quanto uscirò da qui? Ho paura ad essere così esposto”, riprende Thomas.

“Oggi ti fanno gli utlimi controlli ma sei molto debole, una volta a casa devi dormire”, dice Clara.

“Sì mamma”, risponde Thomas imitandola e ridendo.

“Molto divertente…”, ribatte Clara.

“Io vado un secondo al bagno”, dice Stan per poi chiamare Clara a squarciagola. “Clara! Ti prego vieni qui!”

Sullo specchio c’è una scritta a grandi caratteri che cita: 

LA TUA ORA È GIUNTA STANLEY

In quell’esatto momento Clara riceve un messaggio da suo zio. *Drin*

Cos’è successo Clara?›

‹Siamo da Thomas e abbiamo appena trovato una scritta sullo specchio! Ma come fai a sapere che è successo qualcosa?›

‹Chiamala intuizione, dovete uscire subito tutti dall’ospedale! Ora!›

Clara, non ha tempo per spiegare, fa scattare l’antincendio e fuggono tutti. Dopo un quarto d’ora il posto salta in aria e tutto si immobilizza.

Nel prossimo capitolo: Arstor si presenta a tutti e tre e...

  • Clara attiva i suoi poteri insieme a quelli di Stan e immobilizzano Arstor (33%)
    33
  • Arstor riesce a prendere il medaglione e scappa (67%)
    67
  • Thomas muore nella vicenda per salvare Stan (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

24 Commenti

  • Ciao a tutti! Mi rendo conto sia passato un po’ di tempo dall’ultimo capitolo ma vedete ho proprio il cosiddetto blocco dello scrittore. Vorrei elaborare bene i vari concetti per tutti i personaggi ma non riesco a caratterizzare a pieno le gemelle e Lilith stessa. Mi scuso vivamente per i vari ritardi, sono davvero sempre o super impegnata o malata quindi non ho molto tempo ora come ora per scrivere. Quando poi mi trovo davanti al pc e cerco di creare il prossimo capitolo non mi viene in mente nulla di bello…perdonatemi ancora se ci metterò un po’ e ad ogni modo, scriverò un riassunto di tutti e 6 gli episodi per aiutarvi nella lettura. Alla prossima lettori e lettrici! 🙂

  • Capitolo su Clara: a me piace il ping pong.

    Ci sono due cose che non tornano: la prima, ovviamente, è cosa impedirebbe ad Alastor di uccidere tutte le streghe per primo, anche se lei libera il medaglione? La seconda: se “qualcuno” ha avuto la forza di togliere i poteri ad Alastor possibile che abbia fatto una così “blanda” protezione e non abbia un “piano B”, motivo di intervenire od altro?
    Domanda a cui non bisogna dare risposta in questo frangente, ma che conviene appuntarsi 😉

    Ciao 🙂

    • Ciao! Se dovessi farlo lo scopo del sito TheIncipit non avrebbe un senso. Ho iniziato la mia storia qui proprio per vedere ogni volta come cambia la piega, il divertimento consiste in questo. La prossima volta considererò di scrivere un racconto su wattpas ahaha 😉
      Alla prossima 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi