Il Nostro Mondo

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo capitolo: Arstor si presenta a tutti e tre e... Arstor riesce a prendere il medaglione e scappa (67%)

Una Battaglia Persa

“Bene bene! Ci rincontriamo mostriciattoli!”, Arstor si presenta arrogantemente e nei panni di un umano di mezza età, “Se vi state chiedendo perché solo noi possiamo muoverci beh ho preso tutto da mamma ah-ah!”. I ragazzi impallidiscono nel rivederlo e nella dimostrazione di superiorità che dimostra. Ma Stan si fa forza e gli grida con fare cattivo: “Non lo avrai mai!”

“Oh stupido moccioso ci pavoneggiamo davanti all’amata?, risponde spostando gli occhi su Clara, Stan ci si posiziona davanti da scudo, “Eh si, deve piacerti parecchio…ad ogni modo stai tranquillo che appena mi impossesserò di quell’oggetto prenderò ciò che ti rimane della tua famiglia e poi mi supplicherai per risparmiare la vita ai tuoi amichetti insulsi ma invece morirete tutti. Ah-Ah!”, inizia a ridersela di gusto immaginando le torture più crudeli che esistano e continua: “E tu caro Thomas soffrirai più di tutti per la tua insolenza!”

Stan e Clara si guardano negli occhi in cerca di una soluzione. Clara avverte un calore provenirle dai polpastrelli delle dita ma non accade nulla.  Ad un tratto Arstor si incammina verso Stan e cerca di strappargli il medaglione dal collo ma il braccialetto che possiede lo salva ancora una volta. Arstor prende fuoco ad una mano e comprende che Stan e protetto dall’amuleto al polso, così si rivolge a Thomas e lo guarda dritto negli occhi senza fiatare e quest’ultimo si gira in direzione del suo amico: “Stan scappa!”, gli grida ma e tutto inutile, riesce a prendergli in un batter d’occhio il medaglione e Arstor inizia ad esultare per poi strapparglielo dalle mani. 

“Finalmente sei mio!”, esclama il demone e dalla radura retrostante appare lo zio di Clara. 

“No!’, grida Rolando iniziando a farfugliare parole che sembrano simili a quelle che pronuncia solitamente Clara. 

“Ma quindi anche tuo zio e un Nix?”, chiede Stan.

“No…non mi ha mai detto di esserlo. E se fosse uno stregone?”, Clara sgrana gli occhi, “Spiegherebbe l’sms di prima”.

Nel frattempo Arstor combatte in un duello magico con Rolando, ogni colpo infertogli non gli provoca il minimo dolore.

“Hai finito di agitare le mani e muovere la bocca per nulla vecchio?”, gli domanda con ironia e infine con un gesto della mano lo ribalta a terra facendogli perdere i sensi. “Dove eravamo rimasti? Ah si!”, prende il medaglione in una mano e prova a frantumarlo ma quest’ultimo non si leviga nemmeno. “Che cosa hai fatto vecchio?!”, esclama con frustrazione sapendo che non può rispondergli. Il suo corpo inizia a cambiare, le ossa si rompono e diventa sempre più grande e grosso, fino ad ottenere una forma da vero e proprio demone con le ali. 

“Mio Dio!”, esclama Thomas e gli altri guardano quella cosa con ripudio, “Io ero simile a questo ragazzi”, rivela portandosi le mani sulla bocca. Loro lo guardano stupefatti, senza riuscire ad immaginare che Thomas possa avere quelle sembianze ma Arstor li riporta alla realtà:

“Sei davvero cosi stupido. Ero io che ti facevo vedere quello che volevo!”, confessa con tono furioso, “Non avrò ancora il pieno controllo dei miei poteri ma presto ci riuscirò e intanto porterò a termine la mia promessa!”, esclama fissando Stan. Infine apre le ali e sparisce. 

“Oh no mio padre!”, Stan inizia ad agitarsi facendo cenno di andare ma Clara lo guarda rattristata. Si è accasciata vicina a suo zio. La vede posizionare una mano sulla sua fronte e una luce sotto di essa inizia a brillare. Rolando riprende i sensi ma per pochi secondi, Clara si sente risollevata nel constatare che suo zio respiri ancora e decide di portarlo nell’unico posto che ritiene sicuro, la sua biblioteca nella chiesa, ma è lontana.

“In uno dei libri dello zio ho letto un incantesimo di teletrasporto ma io non posso farcela adesso…”

“Stai bene?”, chiede Stan.

“Sei un po’ pallida”, continua Thomas.

“Sto bene, sono solo un pochino debole. Stan devi aiutarmi, ripeti dopo di me la formula.”

“Cosa? Io?! Non ho mai provato Clara”

“Confido nei tuoi poteri, li sento e sei più forte di quanto tu non creda”

“Va bene ci provo, infondo c’e di mezzo la vita di tuo zio…”, risponde Stan per poi ripetere l’incantesimo di Clara.

Un bagliore debole circonda l’intera figura di Stan, imita correttamente tutte le parole che gli suggerisce e vicino ad un albero spunta dal nulla una porta bianca che però dopo poco sparisce così come è arrivata.

“Mi dispiace”, continua a ribadire deluso.

“Prova a svuotare la mente.”, suggerisce Thomas. Stan lo guarda con sorpresa, “Magari funziona…”

“Va bene, riproviamo”. Cerca di incoraggiare sé stesso. Al terzo tentativo finalmente la porta rimane stabile. 

“Presto, aiutatemi”, li implora Clara. Tutti insieme riescono a sollevare Rolando e a trarlo in salvo. 

Come prosegue?

  • I ragazzi escogitano un piano per riprendere il medaglione (33%)
    33
  • Rolando infine perde la vita e Clara si trasforma nella vera e propria creatura Nix ma malefica (50%)
    50
  • Arstor uccide il padre di Stan, per la perdita quest'ultimo attiva un potere inimmaginabile (17%)
    17
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

24 Commenti

  • Ciao a tutti! Mi rendo conto sia passato un po’ di tempo dall’ultimo capitolo ma vedete ho proprio il cosiddetto blocco dello scrittore. Vorrei elaborare bene i vari concetti per tutti i personaggi ma non riesco a caratterizzare a pieno le gemelle e Lilith stessa. Mi scuso vivamente per i vari ritardi, sono davvero sempre o super impegnata o malata quindi non ho molto tempo ora come ora per scrivere. Quando poi mi trovo davanti al pc e cerco di creare il prossimo capitolo non mi viene in mente nulla di bello…perdonatemi ancora se ci metterò un po’ e ad ogni modo, scriverò un riassunto di tutti e 6 gli episodi per aiutarvi nella lettura. Alla prossima lettori e lettrici! 🙂

  • Capitolo su Clara: a me piace il ping pong.

    Ci sono due cose che non tornano: la prima, ovviamente, è cosa impedirebbe ad Alastor di uccidere tutte le streghe per primo, anche se lei libera il medaglione? La seconda: se “qualcuno” ha avuto la forza di togliere i poteri ad Alastor possibile che abbia fatto una così “blanda” protezione e non abbia un “piano B”, motivo di intervenire od altro?
    Domanda a cui non bisogna dare risposta in questo frangente, ma che conviene appuntarsi 😉

    Ciao 🙂

    • Ciao! Se dovessi farlo lo scopo del sito TheIncipit non avrebbe un senso. Ho iniziato la mia storia qui proprio per vedere ogni volta come cambia la piega, il divertimento consiste in questo. La prossima volta considererò di scrivere un racconto su wattpas ahaha 😉
      Alla prossima 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi