Il Nostro Mondo

Dove eravamo rimasti?

Finalmente Arstor rivela il suo scopo. Che dite, proseguiamo con lui oppure altro stacco? Proseguimento con Arstor (75%)

Un Tuffo Nel Passato e Un Aiuto Prezioso

Eloise sa bene che l’uomo, di cui si innamorò Lilith, fu proprio della dinastia dei Joung ma perché avrebbe dovuto affidargli un incarico tanto pericoloso e soprattutto così importante. Secoli orsono la famiglia di Eloise e Lilith facevano entrambe parte dell’ultramondo e si consideravano tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare, fino a quando il nonno di Eloise, una persona molto buona e di grande genio, creò la formula per il siero della gioventù. Egli sapeva bene che avrebbe potuto aiutare gli umani, così chiese, alla riunione dei re dell’ultramondo, di approvare la questione, ma per il marito di Lilith, Satanachia (grande amico di Lucifero), ciò era da escludersi poiché secondo lui e altri, l’umanità non si meritava tale privilegio. Allora il nonno di Eloise, Efrem, decise di sua spontanea volontà di fare del bene e provò a creare un estratto meno potente da portare sulla terra. Ma nel tantativo venne scoperto e così venne trucidato e la sua famiglia dichiarata traditrice come lui. In realtà i genitori di Eloise, e altre famiglie che li sostenevano, riuscirono a scappare per rifugiarsi proprio tra gli esseri umani e diventare un tutt’uno con loro. Fu così che nacquero le prime streghe e i primi stregoni, la loro natura non era certo umana e per le loro origini nemmeno più del tutto immortali e altrettanto potenti. Il legame tra Eloise e Lilith era paragonabile a quello tra due sorelle. Perciò quando Lilith seppe della riuscita fuga di Eloise, non dichiarò nulla al suo re, nel tentativo di proteggerla e di quando in quando si recava a farle visita. Quello che seppe in cambio Lilith da Eloise, per la sua fedeltà, fu che il siero della giovinezza non andò del tutto perduto, ma questa è tutta un’altra storia.

***

Eloise ha passato gli ultimi due giorni cercando di dilungarsi nella creazione di un intruglio che possa aprire il medaglione, quando le sarebbe bastata una semplicissima formula, che le comunicò Lilith in caso di bisogno;  ha pensato varie volte di avvisare la confraternita di streghe e stregoni ma da tempo crede che, in segreto, siano seguaci di Arstor. Quest’ultimo, nel frattempo ha passato le giornate in città sotto false sembianze e in attesa di un risvolto, ma la sua pazienza inizia a scemare. La vera Lilith lo sta scrutando dal suo regno di tenebre e demoni; non può farnulla se non osservare, è confinata lì dall’incantesimo lanciato dalla congrega, i Coven, da circa cento anni. Venne bandita dalla terra per aver cercato di procreare con un essere umano al fine di dominare anche questo pianeta. Intanto, Eloise creando l’ennesima mistura sente qualcuno che bussa alla porta.

*Toc toc*

“Zia Eloise, sei in casa? Sono Fabian”, domanda una giovane voce maschile.

“Entra pure caro”, lo invita Eloise.

La porta si apre e rivela un ragazzo alto e forte, di circa vent’anni con gli occhi verdi e i capelli castani.

“Ti ho portato le erbe che mi avevi richiesto settimana scorsa.”

“Grazie mille, per fortuna sei qui. Ho da chiederti un altro favore, ma tra non molto dovrai andartene, sei in pericolo qui.”

“Sarebbe comodo un cellulare zia”, ironizza. Ella gli porge un sorriso parziale con lo sguardo perso nel vuoto. Lo abbraccia e gli sussurra: “Ho bisogno che porti un messaggio a un tuo amico.”

“Oh, non preoccuparti. Dimmi tutto.”

Non molto dopo si rifà vivo Arstor, Fabian è uscito per tempo, e chiede alla strega come stia procedendo. Ella cerca nuovamente di temporeggiare trovando altre buone scuse e mandando Arstor a prendere delle erbe che si trovano solamente in Alaska e quest’ultimo credendo che in sua assenza l’avrebbe pugnalato alle spalle, la sbatte con violenza contro una mensola e poi obbliga un altro stregone giovane e mingherlino di tenerla addormentata fino al suo ritorno, oltre a creare uno scudo intorno al faro al quale nessuno si sarebbe potuto avvicinare tranne lui stesso.

***

Fabian è in sella alla sua Ducati e sfreccia verso Clallam Bay, più precisamente verso casa di Stan. Una volta arrivato, trova Robert, il padre, che conoscendolo lo invita ad entrare.

“È tanto tempo che non ti vedevo Fabian, tu e la tua famiglia vi siete trasferiti qualche anno fa giusto?”

“Sì, a Neah Bay. Mia nonna aveva bisogno di cure”

“Capisco. I tuoi stanno bene?”

“Sì, hanno trovato un locale dismesso e ci hanno costruito un hotel di lusso. Signor Joung, saprebbe quando torna Stan? Avrei bisogno di parlargli”

“Chiamami Robert, mi fai sentire vecchio altrimenti”, dice iniziando a ridere.

“Oh mi scusi…Robert”, si corregge intimidendosi e diventando rosso.

“Comunque non ho la minima idea di dove sia, ultimamente è spesso fuori casa, aspetta che te lo chiamo così vi parlate”

“Oh non si preoccupi, non voglio recarle disturbo”

“Sciocchezze. Non preoccuparti. Ecco, vedi? Squilla”, dice sorridendo.

Dall’altro capo del cellulare, Stan risponde al padre preoccupato di sentire di nuovo brutte notizie. Si risolleva quando scopre che in realtà è solo Fabian che lo sta cercando. Stan lo invita a raggiungerli.

In questo capitolo compare un nuovo personaggio (Fabian), chi sarà mai? Ma soprattutto cosa succederà la prossima volta?

  • Clara torna in sè e finalmente tutti insieme trovano una soluzione per eliminare Arstor (0%)
    0
  • Fabian in realtà è Arstor travestito e li vuole ingannare nuovamente (33%)
    33
  • Lilith trova un modo per tornare sulla terra e aiutare i ragazzi (67%)
    67
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

24 Commenti

  • Ciao a tutti! Mi rendo conto sia passato un po’ di tempo dall’ultimo capitolo ma vedete ho proprio il cosiddetto blocco dello scrittore. Vorrei elaborare bene i vari concetti per tutti i personaggi ma non riesco a caratterizzare a pieno le gemelle e Lilith stessa. Mi scuso vivamente per i vari ritardi, sono davvero sempre o super impegnata o malata quindi non ho molto tempo ora come ora per scrivere. Quando poi mi trovo davanti al pc e cerco di creare il prossimo capitolo non mi viene in mente nulla di bello…perdonatemi ancora se ci metterò un po’ e ad ogni modo, scriverò un riassunto di tutti e 6 gli episodi per aiutarvi nella lettura. Alla prossima lettori e lettrici! 🙂

  • Capitolo su Clara: a me piace il ping pong.

    Ci sono due cose che non tornano: la prima, ovviamente, è cosa impedirebbe ad Alastor di uccidere tutte le streghe per primo, anche se lei libera il medaglione? La seconda: se “qualcuno” ha avuto la forza di togliere i poteri ad Alastor possibile che abbia fatto una così “blanda” protezione e non abbia un “piano B”, motivo di intervenire od altro?
    Domanda a cui non bisogna dare risposta in questo frangente, ma che conviene appuntarsi 😉

    Ciao 🙂

    • Ciao! Se dovessi farlo lo scopo del sito TheIncipit non avrebbe un senso. Ho iniziato la mia storia qui proprio per vedere ogni volta come cambia la piega, il divertimento consiste in questo. La prossima volta considererò di scrivere un racconto su wattpas ahaha 😉
      Alla prossima 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi