Il futuro è delle donne 3

Dove eravamo rimasti?

la domanda alla fine della seconda parte quale pensi sia il risvolto della domanda (100%)

continuo Dietro l’apparente governo siede un governo invisibile che non ha alcuna fedeltà e non riconosce alcuna responsabilità verso il popolo. (Theodore Roosevelt)

«Quando il boom economico è al culmine la mano invisibile ordina alle banche centrali di restringere i crediti e ritirare denaro dalla circolazione obbligando a pagare interessi più alti sui debiti contratti dalle famiglie e dalle imprese.»

«Che stronzi.» mormora Adrian pieno d’indignazione percependo il proseguo che Alain spiega «Così si inverte lo sviluppo delle imprese che licenziano i dipendenti e spesso falliscono.»

«I disoccupati non riescono più a pagare il mutuo della casa e le rate dei prestiti ma anche chi ha un lavoro non riesce a pagare gli interessi più alti.»

«Inizia così un periodo di crisi e la mano invisibile ne approfitta per diventare proprietaria delle case e delle aziende che aveva finanziato.»

Alain dice «Questo è proprio il maledetto ciclo naturale dell’economia?»

Prendo fiato e gli rispondo «Non c’è niente di naturale ma solamente una colossale truffa manipolata da quella mano invisibile che da tempo lontano depreda quelli che loro considerano gregge umano scagionandosi con la storia delle sette vacche grasse e sette vacche magre.»

Bill, stuzzicato da questo ragionamento mi chiede «Vorresti dire che alcuni potenti sconosciuti decidono della nostra vita? come dire che il mio amico macellaio ha cessato l’attività come altri centinaia di artigiani e commercianti non per colpa loro ma della mano invisibile?»

«Queste forze impersonali ed incontrollabili, divenute irragionevoli per accesso di potere e ricchezza hanno coperto questo mondo di tenebrosa sofferenza dove solo loro ci vedono chiaro.» gli rispondo.

«Dove si trova questa mano invisibile che andiamo a cercarla.» chiede Adrian.

«Non si sa, infatti è invisibile e nessuno si può alzare in volo verso di loro.»

«Speriamo che qualcuno la trovi,» e continua ridendo a squarciagola «noi non siano delle scimmie.»

«Alcuni presumono che la centrale sia in Svizzera essendo l’unico Stato che non è mai stato coinvolto nelle guerre rimanendo sempre neutrale. Altri suppongono nella Città del Vaticano, altri che sia sparsa nei paradisi fiscali del mondo, ma non ci sono prove.»

«Ma come è possibile che ci abbiano così rincretiniti?» chiede il nonno con gli occhi spalancarsi di meraviglia.

«Ignoranza. Per controllare l’umanità bisogna fare in modo che la gente non pensi con la propria testa altrimenti capirebbero la beffa. Hanno perfezionato nuove tecniche per manipolare i pensieri e i sentimenti delle masse. Ci ipnotizzano con il consumismo e le religioni imprigionandoci in una schiavitù psichica. Si dice persino che hanno pianificato di far morire milioni di persone non potendo il pianeta supportare la crescita continua del gregge umano.»

«Come a fatto Hitler con gli ebrei?»

«Peggio, quello fu soltanto una parte del piano.»

«Bisogna fare qualcosa per impedire questo sterminio.»

«L’uomo, ipnotizzato e schiavizzato, è come un automa che si limita a fare ciò che gli vien detto di fare. Senza pensare non riesce a ribellarsi.»

Credi anche tu che senza pensare non si riesce a ribellarsi?

  • per pensare ci vuole cervello (0%)
    0
  • ci si ribella anche senza pensarci (0%)
    0
  • si (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

5 Commenti

      • No guardi, governo delle donne proprio no. NON SONO MASCHILISTA, assolutamente, SONO PER LA PARITÀ DEI SESSI, e proprio in virtù di questo, penso che un governo incentrato sul potere femminile accentui in maniera esacerbata il potere delle femministe, spostando così l’ago della bilancia completamente sulla donna. E questo, appunto, sarebbe sbagliato al pari di un ago spostato completamente sull’uomo. Il mio motto è: PARITÀ DEI SESSI, e quindi, come ogni cosa dovrebbe essere: EQUILIBRIO.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi