training tale

Dove eravamo rimasti?

prossimo allenamento azione (100%)

Una normale battaglia contro dei banditi

Stavamo percorrendo la highmoor way procedendo verso nord in direzione di Silverymoon dopo esserci lasciati alle spalle quattro giorni prima Yartar e i suoi venditori di orologi a Cucù. Uniti ad una carovana di mercanti che si stava dirigendo verso Everlund ci godevamo oziosamente il lungo tragitto. Il druido Idris era ansioso, costeggiavamo la Grande Foresta dove aveva svolto l’apprendistato presso il circolo druidico, intanto io e White il dragonide parlavamo della sua specie e dei suoi ricordi. Mi piace prendere nota delle storie degli altri. Su un altro carro Red leggeva un libro sui giganti che aveva trovato in una piccola libreria a Calling Horns mentre la rozza Anna stava invece russando rumorosamente. 

Giunti ad un bivacco il capo carovana si rivolse a noi chiedendo di andare in avanscoperta dato che diverse carovane erano state attaccate e distrutte in queste zone negli ultimi mesi. Accettammo felici di sgranchirci un pò le gambe e di poter ripagare così il passaggio. partimmo e dopo esserci inoltrati lungo un sentiero nella foresta a breve distanza dalla strada principale venimmo fermati un uomo di mezz’età e con un’armatura malridotta, almeno in confronto a quelle dei miei compagni che scese da un’altura di circa 2 metri sopra il sentiero. 

Vi risparmierò la contrattazione con la sua richiesta di un pedaggio per passare dopo che alla nostra decisione di tornare indietro e discuterne con la carovana decise di andarsene aggirando e risalendo il dosso. La barbara decise di inseguirlo ed il druido dietro per riprenderla, mentre io e i due paladini rimanemmo all’inizio dell’altura. 

Fu così che Anna vide nascosti dietro agli alberi una gran quantità di banditi.

scoccare! fuoco! le parole del capo bandito annunziarono una pioggia di frecce verso la nostra barbara, molte andarono a segno, mentre lei urlando si preparò ad andare in ira e caricare. Sentendo il suo urlo di dolore e rabbia Idris salì la piccola altura andando a darle man forte. Red e white si gettarono subito dopo nella mischia caricando con le loro lance. io rimasi verso il declivio e vedendone 5 vicini tra cui il capo dalla mia mano scaturì una sfera di fuoco che colpì in pieno molti dei 5banditi. Il capo spaventato corse verso Anna, forse sperando di riuscire a ucciderla con le lame che aveva in mano, il primo colpo andò  a segno procurandolun profondo taglio, mentre il secondo venne parato. grande fu l’ira della nostra compagna che con due colpi ben assestati lo mandò a terra privo di vita. gli altri banditi continuarono a combattere aggredendo i miei compagni, più pericolosi e vicini al momento. Molti colpi andarono a segno, White e Red combattevano  fianco a fianco e respingevano con le loro lance gli assalti uccidendo vari nemici, mentre Idris comandò alle piante di intrappolare i nostri nemici. 

Iniziai ad insultare i nemici, per indebolirli  e nel frattempo dar supporto in modo che i colpi dei miei compagni fosserò più accurati, più potenti, rimanendo lì notai due cose, la prima che sull’altro versante altri 5 banditi erano apparsi e puntavano verso di me, mentre sul lato opposto dove ne rimanevano almeno 6 dove aveva colpito la mia palla di fuoco saliva un lieve fumo, presto si sarebbe accesso un incendio. Dovevo pensare in fretta, una palla di fuoco contro quei 5 era l’ideale essendo armati di arco, ma poi dovevo sopravvivere… Non ci pensai troppo, ne lanciai un’altra proprio in mezzo. lo scoppio fu forte e li segnalò agli altri che intanto stavano riducendo velocemente le file nemiche. Ripresi dal colpo i nemici mi bersagliarono, tre frecce mi colpirono mentre altre due rimbalzarono sul cuoio della mia armatura. Anna intanto ormai era lanciata, nulla la poteva più fermare mentre macinava colpi su colpi e con l’aiuto dei paladini finirono i nemici sul primo versante. 

La minaccia del fuoco venne spenta dal druido che dopo avermi lanciato un occhiataccia si rivolse verso gli arceri sul lato opposto. dei fulmini piovverò dal cielo, invocati da lui e iniziarono a colpirli, mentre i combattenti in mischia li raggiungero. 

Poco dopo tutto era finito i corpi di almeno 10 banditi erano a terra, uno catturato. Decidemmo di portarlo alla carovana ed interrogarlo sperando ci desse informazioni se c’erano altri della banda o altre bande pronte a tenderci un agguato. 

prossimo allenamento

  • una morte (0%)
    0
  • scena d'amore (0%)
    0
  • Dialogo (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

7 Commenti

  • . era ancora lì a fissare sgomento la beffa subita che le luci si accesero di colpo ed una voce trionfante non urlasse. Ciao io ti segnalo questa frase, potresti riscriverla i modo diverso così non è comprensibile. per il resto stai allenando bene la fantasia e il tuo scassinatore ne sa qualcosa! al prossimo ciaoooo

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi