Singolarità

Dove eravamo rimasti?

Cambiando un evento di mille anni prima, non facendo mai uscire un libro che poteva essere un'ispirazione nel futuro, tutto cambiò, ma come? Nel futuro non ci sarà la singolarità (100%)

Correzione elementi

…Massimo fece appena in tempo a mollare la presa sul guinzaglio del suo cane. La bestiola riuscì a spostarsi un attimo prima dell’impatto.
Buio.

Luce.
«Dove siamo?» domandò Kracus al campo energetico vicino a lui.
«Ora siamo con loro, con i Primi, figliolo» rispose Glomax, «quando vorremo potremo ritornare lì, in qualsiasi epoca vorremo, e con qualsiasi sistema materiale desidereremo, e tu potrai beneficiare di una bellissima vita in un’epoca migliore, tutto questo grazie agli infinitamente piccoli cambiamenti nelle infinite probabilità che hanno portato a questo risultato.»
Alcune delle spirali energetiche blu che popolavano lo spazio infinito in cui si trovavano Kracus e Glomax si avvicinarono a loro e all’istante, nel loro essere, nella loro memoria energetica, si palesò questa verità: Tentativo n. 160491110194987654432478478383 con soggetti n.20495758739202104, 273496584838399487303, 39585838291487485, andato a buon fine, uno degli elementi responsabili della singolarità: elemento n. 439586849, ( il concetto che una I.A. sotto forma di sinapsi neurali avvolgesse l’intero pianeta ), è stato modificato partendo dalla modifica del destino del soggetto 395858382914877485, scrittore che fu di ispirazione nel futuro. ( Livello importanza tale elemento: 2, Livello di cambiamento apportato: 4574 ).
Procedere con cambiamento elemento 68684939, ( I.A. sotto forma di cubi di infinite informazioni ) tentativo n. 160491110194987654432478478384, soggetti 5867693929284, 6584920210358,
568549302020455994.

Una spirale energetica si avvicinò a Kracus e Glomax. 
Lo spazio si riempì di questa consapevolezza: Esito tentativo personale: andato a buon fine. Il figlio dell’elemento 395858382914877485 ha visto e ha saputo, potrà tornare lì in un’epoca migliore e da leader, grazie al calcolo delle probabilità.

«Figlio mio» disse Glomax «sei sempre stato tu lo scopo principale della mia vita, ti voglio bene.»

***

All’alba del decimo giorno del quinto mese dell’anno 3000, tutti e quattro i membri di una famiglia in viaggio verso Metroide all’interno della loro navicella, ricevettero un impulso sinaptico nei loro pannelli di I.A. collegati alla loro mente. 
L’impulso portava la notizia di un’avaria nel cubo eterno: il satellite artificiale della Terra contenente infinite informazioni…

***

Sistema Kracus, svegliarsi, sistema Kracus, svegliarsi, limite ore consentite raggiunto, limite ore consentite raggiunto…
Le olografie dell’abitazione intelligente del sistema Kracus urlavano a squarciagola.
La capsula della realtà virtuale si aprì, facendo uscire il sistema Umano-Robot Kracus, che ”giocava al gioco di costruzione di una storia nella realtà virtuale: Singolarità” ormai da troppe ore, arrivando quasi al limite della sopportazione per i suoi circuiti.
Mattina del 16 Aprile dell’anno 3000, Benvenuti in Principia, tempo soleggiato fino alle 18.49 di questa sera, temperatura 18 gradi… i sistemi olografici della casa continuavano a cantilenare senza sosta. Kracus li spense con un impulso neurale che gli illuminò gli occhi di rosso. Dall’altra stanza arrivò la voce del suo amico Glomax: «È stato fantastico! Storia stupenda e contorta e io nella parte di tuo padre amorevole! Che dici, portiamo questo modello di realtà virtuale all’agenzia delle realtà virtuali? Magari con questo modello ci faranno una realtà giocabile da tutti, e noi diventeremo ricchi!»

Categorie

Lascia un commento

23 Commenti

    • Daje daje, mi fa molto piacere che sia stata apprezzata. Sinceramente, come dicevo pure a Red Dragon, sta piacendo e divertendo tanto anche me, nonostante siamo stati solo io e lui a giocarla ( ma di quello non mi importa e non mi è mai importato niente in generale, se una storia mi interessa e mi piace la scrivo e basta pure se nessuno la segue ). Comunque a giorni arriverà la conclusione.

  • Entrambe le precedenti, ma la singolarità parte da un mutamento della realtà. Mi sembra la pià fica 🙂

    Devo dire che te la sei cavata egregiamente: mi è piaciuto molto come sei riuscito a plasmare la Luna e la fuga di Kraus.

    >siamo nel 3340, signore, e lei è il primo dall’inizio della singolarità ad essere riuscito a scappare…
    E questa è una rivelazione decisamente interessante!

    Ciao 🙂

    • Sapevo che ti sarebbe piaciuta! Questa storia praticamente siamo solo io e te a giocarla ma ti giuro che mi sto divertendo un casino a scriverla! Comunque sì, il concetto di singolarità tecnologica trattando il tema dei cambi di realtà è troppo figo ed era alla base della storia fin dall’inizio. Comunque ne vedremo ancora delle belle andando avanti. Al prossimo!

  • Eccomi qui! Voto che scapperanno insieme!

    Sei stato in grado di dipingere un mondo con poche pennellate. Ed ora cosa succederà? L’I.A. Globale si riattiverà? Perché i “lunatici” hanno iniziato ad uccidere tutti? Domande a cui troveremo risposta 🙂 Ti seguo!

    Ciao 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi