Sisters

Mi presento

Mi stavo stancando di aspettare tutte quelle ore. Davvero. Un’inferno assoluto. Li sul mio banco a fare niente. La professoressa parlava e parlava ma io ero concentrata sulla festa che si terrà il pomeriggio. Chissà come sarà? Che vestito indosserà Brittany? Non che fossi gelosa, ma dovevo assolutamente essere più bella di lei!

Non come la figuraccia che ho fatto durante il ballo della scuola: ero orribile in confronto a Brittany…

Giuro che la odio. Ma ora basta pensare a lei.

Uscita dalla classe mi scontrai con Falconi ( mia sorella e la mia migliore amica, nome strano eh? 

– Ciao Falchi- lei mi fissò innervosita, mi chiesi il perché era così.

– Tutto ok?- le chiesi. 

Falchi mi guardò ancora e incominciò a parlare: – Marghe, stai attenta!-

– Non cambiare argomento, dimmi il perché sei così…nervosa- mi guardò ancora con i suoi bellissimi occhi e mi mostro un test, sopra c’era scritto F, guardai Falchi, la mia povera Falchi e misi il muso – Falchi…- balbettai, lei si girò, mi diede le spalle e si sentì un pianto.

– Falchi, è solo un brutto voto…- lei si girò: – Cosa? No! E’ troppo importante questo test, Marghe, tu non puoi capirmi!-

– Ma Falchi, mamma e papà non sanno che voti prendiamo…- 

-Ma non è quello!-

-Allora cosa?-

-Ho fatto una scommessa con Mark, un mio compagno di classe, ha detto che se non prendevo un bel voto allora dovevo fargli i compiti per un mese!- 

-Perché hai accettato?-

-Se non accettavo mi considerava una debole…-

-Quindi devi fare i suoi compiti…-

-Si!-

Si girò d nuovo e si diresse verso gli armadietti, lo aprì e ci mise il libro che aveva il test dentro, all’improvviso mi venne un’idea, di cambiare il voto con una A- perché una A è troppo esagerato, persino io non ci cascherei. 

-Falchi, ho un piano- Falchi, si girò e mi fisso come se avesse visto la prof di matematica.

-Marghe, basta con i tuoi stupidi piani!-

– Perché? Funzionano sempre!-

-No, questa F me la merito e basta- chiuse l’armadietto con forza

– Ascoltami-

quale sarà il piano di Marghe?

  • Ti è piaciuto? (100%)
    100
  • E la festa? Come andrà? (0%)
    0
  • Falconi riuscirà a non fare i compiti? (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

17 Commenti

  • Certo, se sarebbe venuta da me allora è come se fosse dalla mia parte, infatti in un certo senso lo è,
    Ciao, in questa frase vedrai i verbi che non vanno. Potevi scrivere per esempio:
    Certo, se fosse venuta da me sarebbe stato come essere dalla mia parte…. oppure scrivere in altro modo, attenta ai verbi e a molte piccole cose. Non so da quanto tempo scrivi, sono certo che da The iNCIPIT imparerai molto come è successo a tutti noi e ogni volta impariamo qualcosa.
    Per esempio oggi ho imparato che una ragazzina mezza matta che conta i milligrammi dello zucchero eccetera è una bella idea e l’hai avuta tu. Brava. (o bravo) ti chiami come il caffè non so se sei femminuccia o maschietto…. Ciao 🙂

  • Ciao, Illy. Scrivi bene, di fatto quello che ho letto mi è piaciuto, ma occhio ai tempi verbali!
    …sulla festa che si TERRA’ (dovevi scrivere SAREBBE TENUTA)
    …chissà come SARA’ (dovevi scrivere SAREBBE STATA)
    …che vestito INDOSSERA’ (dovevi scrivere AVREBBE INDOSSATO)
    Detto questo, ti auguro una buona giornata e ti saluto

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi