Sisters

Dove eravamo rimasti?

quale sarà il piano di Marghe? Ti è piaciuto? (100%)

L’impresa da favola...Letteralmente.

-Ho un’idea- presi Falchi dalla sua felpa nera (che detestavo e che detesto tutt’ora, ma perché se la mette?).

-Calmati però…-

-Falchi, e se cambiamo la F…- feci una smorfia decennale -Con una A!- sorrisi come se avessi ricevuto il vestito che indossava una celebrità.

-E come?-mi chiese Falchi.

-Beh, non lo so… Mark sa del voto?-

-Non ancora, sta facendo il corso di calcio, glielo farò vedere tra 1 ora-.

-Tutorial!- esultai.

-Ma dici sul serio? Tutorial? Dove? Su youtube? Ma scordatelo!-

-No, imbecille. Faremo una fotocopia poi con uno scotch di carta cambieremo il voto!-

-Marghe, tu pensi che la vita sia così facile ma…- 

-Ma piantala con queste lezioni di vita!- la interruppi.

-Forse hai ragione, potrebbe funzionare.- ammise la mia cara sorella gemella ma che non ci assomigliamo per niente, poi mi sono pure tinta i capelli per non assomigliarle, prima li avevo castani, come lei, ma poi me li sono tinti di nero, facile, no?

Suggerii a Falconi di seguirmi, lei mi seguì. Dopo circa 5 minuti eravamo alla segreteria, dove c’erano le stampanti. Il nostro obbiettivo era solamente di prendere il test di Falchi, fare la fotocopia e infine cambiare il voto, tutto qui. Un’impresa abbastanza rischiosa ma nello stesso tempo facile. Poi se ci saremmo riuscite Falchi sarebbe stata in debito con me ( la parte super positiva).

Falchi prese il test dallo zaino, io controllavo alla porta.

Dopo circa 2 minuti vidi Jason, un ragazzo di 17 anni, bellissimo, stupendo e una cosa, non è l’assassino di Venerdì 13, già me lo immaginavo con la maschera e un’ascia, divertente. 

Jason il fantastico si avvicino alla porta dove io stavo verificando che non arrivasse nessuno.

-Scusa, posso passare?- mi chiese Jason che mi guardava con i suoi splendidi occhi azzurri. Mi chiedevo come sarebbero stati i nostri figli. Forse con gli occhi azzurri? 

-Io?- balbettai.

-Si te, posso?- mi chiese Jason. Mi aspettavo che fosse più gentile ma OK…E’ lo stesso.

-Ehm…QUINDI VUOI ENTRARE?- urlai per far sentire a Falchi.

-Perché urli?- mi chiese Il splendido, guardandomi negli occhi ma intanto si tappava le orecchie.

-Bella felpa, dove l’hai presa?- gli chiesi, per farlo distrare, cambiando argomento, cosa che facevo sempre e non tutti ci cascavano, circa il 80% non ci cascava, speravo che almeno Jason potrebbe essere uno di quel 20%.

-Senti, posso entrare?- mi chiese toccandomi la mano, perché stavo sbarrando la porta, come il gioco che facevamo io e Falchi quando eravamo piccole.

A quel punto speravo soltanto che Falchi facesse il più veloce possibile…

Come potrebbe andare avanti?

  • Viene il segretario (0%)
    0
  • Falconi fa veloce e finge di essere una segretaria (67%)
    67
  • Jason spinge Marghe e scopre Falconi. (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

11 Commenti

  • Ciao, Illy. Scrivi bene, di fatto quello che ho letto mi è piaciuto, ma occhio ai tempi verbali!
    …sulla festa che si TERRA’ (dovevi scrivere SAREBBE TENUTA)
    …chissà come SARA’ (dovevi scrivere SAREBBE STATA)
    …che vestito INDOSSERA’ (dovevi scrivere AVREBBE INDOSSATO)
    Detto questo, ti auguro una buona giornata e ti saluto

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi