Tartaruga Marina

Dove eravamo rimasti?

Che cosa organizzano i 2? E cosa deve fare Oceania??? Complottano un piano per prendere campioni di tartarughe e trasformarle così com'erano alla preistotria. Ocenaia deve fermarli!!!!!!!!!!!!!! (100%)

Una piccolina indifesa

Finisco di sputare sul tovagliolino rigido di plastica l’ultimi pezzetti di ghiaccio ( la granita faceva schifo, era fatta di fragola e limone) quindi già avevo il sapore di ghiaccio in bocca e inoltre mi immaginavo la faccia di Emma in bagno, come starà? Male sicuro… poi ritorno alla realtà; mi rifaccio il percorso di quello che è successo dentro alla mia testa:

Ho avuto un incubo, La nonna di Emma è morta, Io e le mie amiche siamo andate al mare, abbiamo visto una tartaruga, ho seguito un tizio che vuole insieme a un’ altro fare qualcosa alle tartarughe, e ho sputato una granita… aspetta, se sono andata in spiaggia con le mie amiche e poi me ne sono andata dove… DOVE SONO!!!! Lascio cadere il bicchiere per terra chiedo scusa e esco correndo, l’aria afosa mi avvolge, i piedi bruciano nella sabbia rovente, i capelli si muovono a destra e a sinistra, non  una persona ride, alcuni mi guardano stupiti e vanno via, gli altri mi ignorano e vanno via dalla spiaggia, mi fermo bruscamente, che  successo? Perché tutti se ne vanno via dalla spiaggia tristi e perché se ne vanno? Guardo avanti e vedo centinaia di persone che se ne vanno, mi viene un colpo, sembra un esercito di zombi con secchielli e palette, i bambini scontenti,  sembrano robot. Inizio a camminare sempre più veloce, inizio a correre, chiedo alle persone se hanno visto delle ragazze solo alcuni si girano e mi fanno no con la testa.  Mi giro e rigiro continuamente  ma non le vedo, il battito aumenta,  che *** stava succedendo!   Il mio cervello frigge, non capisco cosa sta succedendo, per poco non svengo, non un minimo di aria, migliaia di  persone camminano verso di me e mi superano , come se non ci fossi,  Forse è solo un sogno come l’altra volta, l’aria diventa della densità del fuoco, tutto gira, mi fa male la testa, svengo. Una decina di persone sono radunate intorno a me, tra cui ci sono anche le mie amiche “Ragazze” mi sforzo di sussurrare facendo un sorriso più simile a una smorfia stropicciata. Haoua mi abbraccia e Giuli e Bea mi aiutano ad alzarmi  “ Sto bene, davvero… ma perché tutti…”  Bea mi interrompe, “presente la tartarughina”? annuisco con la testa “ Bè è morta o almeno sta ferma in un angolo e non si muove”  “ se non è morta ora sarà morta presto” aggiunge  Giulia, “Ma e nessuno l’ha aiutata”? “è che è coperta di sangue perché si è ferita il ventre quando il tizio l’ha lanciata sulle rocce e…”   “ Il bagnino ha detto che la ferita potrebbe essere velenosa  ed è troppo lunga per provarla a prendere, quindi tutti sono andati via” Urla con il fiatone Viki mentre torna con 2 paia di guanti   “VIKI SEI TORNATA CON I GUANTI” Gridano tutte “Dov’è la tartaruga” “vieni, segui noi” e mi fa il gesto di seguirla. Arriviamo vicino a uno scatolone aperta, mi affaccio e il cuore mi si ferma, gli occhi si annebbiano e tutto il mondo si ferma, grido cado sulla sabbia rovente mi copro gli occhi con le mani gli occhi e piango, un pianto di spavento, di una bambina che ha appena fatto l’incubo dove IT mangiava un bambino e lei li ad assistere. Una tartarughina indifesa con un taglio enorme sul ventre, che aveva lacerato la pelle e usciva della sostanza rossa, dai suoi occhi chiusi e dal muso sembrava che soffrisse molto quando in verità stava tipo morendo malissimo altro che soffrire molto, orripilata mi tiro su in piedi, “ Come hanno fatto”? come  hanno fatto ha lasciarla così? Guardo dentro alla scatola, infilo i guanti mollicci difficili da mettere, sbaglio dito 3 volte, guardando bene  nella pelle lacerata c’era una pietrina conficcata. “Iniziamo ad estrarre questa” dico indicando la piccola pietra   “Stiamo scherzando”? urla Giulia a cui avevano appena dato in mano i guanti “ Mi spiace ma Haoua ha la fobia, Bea le strapperebbe tutto il ventre invece della pietrina, Lixi è quasi svenuta e Viki sta prendendo le salviette,  e visto che non vuoi parlare con i tizi che li danno ti tocca fare questo!

“Mi verrà un infarto”!  “ Anche a me” le dico di rimando. Procedo con delle pinzette che mi ha appena lanciato e Giulia deve tenere,  “Ti prego posso chiudere gli occhi” mi supplica giulia “Meglio di  no” le dico

Giulia apre il ventre leggermente per non farle male, la tartarughina emette un sibilo sottilissimo, sembriamo dei chirurgici in cerca di operare qualcosa d molto complicato, impugno le pinzette di metallo spingo e le apro leggermente, lo incastro nel ventre, attorno alla pietrina e tiro, strizzo gli occhi “Oddio ce l’abbiamo fatta” sospiro ansante, quanto in quietante quello che avevo fatto entro 1/5 secondo penso. Viki corre con delle cose bianche quadrate nelle mani, si avvicina e ce ne da 2 a testa, stavolta interveniremo tutte a parte Haoua e Bea che tengono lo scatolone dritto e umidificano le salviette con l’acqua salata che fa bene alla ferita. Con cura la puliamo tutta, Viki ci passa una fascia pulita da avvolgere attorno alla tartarughina poi Bea chiama  un centro per gli animali  ci dicono di portarla al centro.. VICINO A CASA NOSTRAAAA

Al centro che nome danno alla tartarughina? e soprattutto l'aiutano?

  • Si la aiutano e la chiamano Baby, Ballerina, Nikita o Olga (25%)
    25
  • Si la aiutano e la chiamano Abù, Bobo, Bubu o Melinda (50%)
    50
  • No, non la aiutano e le ragazze la chiamano Alfredina o Pagnotta/ pagnottina (25%)
    25
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

46 Commenti

    • 😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿😿

  • è phellissimissimo sei una super scrittrice .
    Cmq io prima avevo pensato di mettere Tutte le tartarughe hanno un laccio che quando una muore muoiono tutte ne fanno saltare una in aria e le altre muoiono Oce nn ci può fare nt , ma alla fine ho messo Complottano un piano per prendere campioni di tartarughe e trasformarle così com’erano alla preistotria. Ocenaia deve fermarli!!!!!!!!!!!!!!

  • Ciao, Cucciola.
    Che brutto incubo! Però, lo hai descritto molto bene.
    Alla povera Emma non ne va dritta una, io direi che è mancato uno dei nonni, per quanto doloroso è più naturale degli altri casi proposti nelle opzioni.
    Ma quando arrivano le tartarughe? 😉

    Alla prossima!

  • Meno male che la mia pizza è la più buona..!!!
    Scherzi a parte, mi piacciono queste amiche e sono curiosa di sapere perché Emma è così silenziosa.
    Un piccolo consiglio per aiutarti a migliorare: rileggi quello che scrivi, a volte alcune frasi potrebbero essere di troppo, comunque bravissima cucciola

  • Ciao, Cucciola.
    Lasciamo un po’ di spazio alla piccola Emma, probabilmente ha solo bisogno di tempo 🙂
    Chissà che belli i bar con i gatti e le mongolfiere accese nel cielo della Cina, mi è parso di vederli, Brava.
    Ci rivediamo al prossimo episodio, vedremo se appariranno le tartarughe. 😉

    Ciao, alla prossima!

  • ciao, Cucciola.
    Davvero hai solo dieci anni, se è così: complimenti, hai una buona penna.
    Direi che una ragazzina porterebbe con sé molte cose, giocattoli, vestitini, tutta la stanza magari, ma, dovendo scegliere, sceglierebbe il telefonino. Oggi, ahimè, è cosi.
    Occhio alla formattazione del testo, ci sono delle virgolette inverse prima della frase detta dalla mamma e non occorre il maiuscolo.
    Attenzione anche ai commenti, sono felice che tu sia entusiasta del tuo scritto ma, forse, non è il caso di commentarti da sola 😉
    Brava, comunque. Aspetto il nuovo episodio pieno di tartarughe.

    Alla prossima!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi