Cronache del prato

Dove eravamo rimasti?

Cosa succede adesso? Ernie lo scarafaggio viene arruolato a Quercia. Alle truppe viene spiegato il piano contro il Grande Nemico. (50%)

Il patto e il piano

Ernie lo scarafaggio giunse a Quercia mentre nell’aere risuonavano le grida di scandalo per il primo sovrano coccinella e i lutti per il defunto re Camillo. Un corvo, si diceva. Quanti re, quanti principi i corvi avevano sulla coscienza? Seguì il flusso delle armate che convogliavano verso il centro della città, situato sui rami a metà del gigantesco albero. Una babele di lingue, fumi di bivacchi, grida di risse e bestemmie saturavano l’aria. Mercenari ubriachi occupavano i tavoli delle taverne reggendo sulle zampe prostitute e brindando rumorosamente. Un maggiolino avvicinò Ernie e gli diede un contratto che illustrava i termini per i mercenari:

“Ill.mo e dev.mo Combattente,

Re Camillo Re Vito I vi ringrazia per essere accorso contro il Grande Nemico. Questa battaglia decisiva porterà benefici e prosperità a tutto il regno di Prato, e in particolare ai suoi fidi soldati. Il re desidera accogliervi nelle sue schiere in cambio delle sfavillanti ricompense qui elencate:

– un podere nel monte “Cascina” appena liberato;

– titoli nobiliari come piovesse;

– cose belle;

– molte femmine;

– numerosi schiavi;

– soldi in quantità,

– fama e notorietà;

– esenzione fiscale del 30%, 50%, 70% vita natural durante;

– abolizione totale della tassa sulle zampe;

– biglietti omaggio per la stagione teatrale di Quercia;

– Vip pass per il palazzo reale;

– ammortizzatori sociali consistenti in caso di prole;

– pensionamento precoce;

– incremento consistente della virilità;

– generoso lassismo del sistema giudiziario in caso di controversie legali;

– oroscopo favorevole;

– mangiare senza ingrassare.

Re Camillo Re Vito I giura sulla propria vita e sulla testa dei propri figli che tali promesse saranno realizzate subito dopo la vittoria. Firma e consegna questo contratto a uno degli addetti allegando documento di identità. Il Grande Nemico sarà sconfitto!

Ti stringo la zampa,

Re Camillo Re Vito I”

Una cimice pezzente che elemosinava in un angolo della strada lo imbeccò:

“Non crederai mica a quella roba?” Ernie sorrise:

“L’offerta è ottima.”

“Sono a Quercia da molto tempo e ho visto passare interi eserciti. Il Grande Nemico è invincibile . Vattene da qui!” Ernie si incupì:

“Tu…Tu l’hai visto?” La cimice guardò il cielo come in cerca di un conforto:

“È immenso: ogni suo passo scatena un terremoto e la sua testa si perde tra le nubi. Ha un becco sputa-veleno che può uccidere in un attimo tutti gli insetti che vedi qui. La sua pelle è imperforabile cambia colore: a volte è a quadrettoni, a volte a righe, altre volte ancora rosa e molliccia. Si dice che il suo ventre enorme sia gonfio di insetti sconfitti. Il suo volto è irto di peli duri come lame e ogni suo dente è grande quanto un maggiolino. Può schiacciare mille mosche con un colpo di zampa e divorarne diecimila in un sol boccone.” Ernie fu quasi tentato di andarsene, non fosse stato per l’intervento di un soldato mantide, che scacciò la cimice pezzente col manico di una picca intimandole di non raccontare fesserie. Il soldato disse a Ernie:

“Sai quante leggende sento ogni giorno? Rapisce i bambini, ruba le uova alle madri ragno, cavalca carri trainati da mosche, si adorna con collane fatte di scarafaggi, ipnotizza le mantidi…Baggianate! Firma e basta. Vinceremo!” Ernie firmò il contratto e lo consegnò, quindi attese la spiegazione del piano di guerra presso la piazza principale.

Su tutti i rami di Quercia erano stati appesi dei fiori campanella, che come altoparlanti in filodiffusione portavano ovunque la voce del comando. Al balcone della casa reale si affacciò il generale cimice con Lady Anna Vespa e Enzo DCCCXXXI, re dei calabroni. Il generale cimice così parlò:

“Valoroso popolo di Prato, soldati di Quercia.

Io sono Saion il Fetente, terrore pestifero del Nemico. Re Vito I mi manda ad illustrarvi il piano di guerra elaborato dai generali. Le nostre spie hanno studiato per lungo tempo il Mostro e hanno pagato con la vita le preziose informazioni sulle sue abitudini. L’orrenda Bestia ogni giorno esce dal Monte Cascina e si reca presso l’ingresso degli inferi, che molti di voi conoscono come “il Pozzo”: una enorme voragine che si perde negli abissi. Da tale luogo immondo estrae un liquido non noto, che porta in grandi recipienti presso il Monte Stalla per scopi imprecisati. Colpiremo tutti insieme, tutti!, quando il Leviatano si affaccerà all’ingresso del pozzo. Morsi di formiche e scarafaggi lo piegheranno; le punture di api, vespe, calabroni lo devasteranno; il veleno di ragno lo consumerà. I moscerini lo accecheranno e il volo delle mosche e delle mantidi gli darà il tormento. Il gas delle cimici lo asfissierà! E infine la sua enormità disorientata da milioni di veleni e punture cadrà negli abissi del pozzo per sempre! Chi è con me?”

Come il grido di un sol uomo, il boato degli eserciti fece sussultare le foglie di tutta Quercia.

“Il dado è tratto” concluse Saion il Fetente. “Ora festeggiate, divertitevi, che può essere questa la vostra ultima notte!” Detto ciò, si ritirò nel palazzo con gli altri comandanti.

Cosa succede prima della guerra?

  • La notte di festa dei soldati e le vicende amorali di Ernie lo scarafaggio (0%)
    0
  • Presentazione del Grande Nemico e le operazioni di spionaggio che lo riguardano (80%)
    80
  • Lente sulla vita di corte: re Vito I è inebriato dall'ebbrezza del potere e altre vicende. (20%)
    20
Loading ... Loading ...
Categorie

25 Commenti

  • Che bello questo episodio, sembra quasi il trono di spade. Io che mi aspettavo una quotidianità più tranquilla, sono stato piacevolmente sorpreso.
    L’esercito separatista guidato dallo scarafaggio è allettante, anche se, sotto sotto, io tifo per Lady Vespa.

  • Ma sai che l’idea dell’esercito separatista mi intriga? 🙂

    Hanno creato un mostro: pensavo di avere una marionetta e hanno creato un mostro. Ma sarà davvero così idiota da farsi uccidere dalla Vespa e dalla Cimice o ha piani (folli) per tutti? Lo scopriremo 🙂

    Ciao 🙂

  • Anche io ero indeciso tra vita di corte e puntura della vespa. Mi sembra però un po’ presto per aprire le ostilità, vorrei godermi un po’ la quotidianità di re Vito.

    Molto bello questo episodio, secondo me ci sarebbe potuta essere ancora più confusione linguistica, ma probabilmente il limite di 5000 battute ha influito.

  • Missione Top Secret o vita di Re Vito? Tirando a caso, ho scelto Missione Top Secret.

    Assolutamente fantastico il soldato semplice che capisce il linguaggio umano mentre i due linguisti non capiscono un ca… 😀

    Ciao 🙂

  • “Ora festeggiate, divertitevi, che può essere questa la vostra ultima notte!” A questo saluto di congedo chissà quanti si saranno aggrappati ai propri ovopositori… Che vitaccia poveri insettini… Voto la vita di corte, chissà che non ci sia da imparare qualcosa.?Ciao, viva la campagna.

  • Grande Nemico! Vediamo il Grande Nemico.
    Voglio che Re Vito se li “inchiappetti” tutti quando tornano (probabilmente sconfitti) e quindi per ora lasciamolo dietro le quinte. I festeggiamenti pre battaglia non mi interessano.

    Ciao 🙂

  • Re Vito, secondo me, alla fine li fregherà tutto come (quasi) sempre succede in queste cose. Ma per ora torniamo ad Ernie. L’idea del colpo di stato è carina ma troppo presto in questo momento! Di certo la Regina ha piani più a lungo termine 🙂

    Ciao 🙂
    PS: non me l’aspettavo la morte del re per becco del corvo!

    • Re Vito può diventare figura ambigua, vediamo come va la guerra che porterà molti cambiamenti…
      Per la morte del re ho studiato un po’ i maggiolini e la loro vitaccia, e ho scoperto che i corvi ne vanno ghiotti!

  • Molto, molto carino. “le guerre insetticide” poi…
    In quanto a Vito mi ricorda l’investimento mai cercato di Claudio alla morte di Caligola. Spero li sorprenda tutti proprio come fece lui.
    Questo racconto è una fiaba e quelle funzionano sempre.
    Comp!imenti! Ciao?

  • Questa volta prima di buttarli nella mischia, voglio saperne qualcosa di più: quindi Ernie arriva alla capitale per decidere se valga o meno la pena arruolarsi 🙂

    Interessante spaccato. Ti seguo 🙂

    Ciao 🙂

  • Ciao. 🙂 Dico che Re Camillo è morto. Chissà magari c’è dietro un intrigo. Trama interessante. I protagonisti sono insoliti. E’ una specie mondo degli insetti. Ti seguo. vediamo come prosegue il racconto.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi