Racconti di Zodiac : I Figli del Deserto

Dove eravamo rimasti?

Nel Prossimo capitolo avrà inizio una grande battaglia. Cosa faranno il Re e i suoi? Attaccare le colline per guadagnare una posizione favorevole. (77%)

Capitolo 5 - Una nuova battaglia

L’aiuto del Clan dello Scorpione fu una vera benedizione per Farasif e i suoi uomini: gli avevano fornito veleni di ogni tipo d’applicare sulle armi, istruivano i guerrieri su come piazzare le trappole e come sfruttare al meglio i vari punti strategici.

Eppure, nonostante il loro aiuto, il Clan del Leone Rosso non si arrendeva, anzi, sembrava essersi fatto sempre più aggressivo e determinato. Era chiaro a tutti che l’unico modo per continuare l’espansione era liberarsi una volta per tutte di quei barbari.

Le colline poco distanti dall’avamposto si sono rivelate perfette per tenere un’imboscata ai nomadi, persino Eltaril non poté sottrarsi alla battaglia e ora se la stava vedendo con un barbaro munito di una spada ben più grossa delle sue scimitarre. Il principe parava tutti i colpi ma nel momento in cui le spade s’incrociavano, il barbaro mostrava una forza ben superiore alla sua. Con rapidità, Eltaril prese delle bacche dalla tasca e le schiacciò sul volto del nomade che urlò per la sensazione di bruciore. Il Principe ne approfittò e con la sua scimitarra infilzò il Sekmir barbaro, ringraziando mentalmente il Clan dello Scorpione per avergli dato quelle bacche velenose. Mentre continuava a combattere, il suo sguardo ogni tanto si posava sul resto del campo di battaglia: i Leoni Rossi erano inarrestabili e sfruttavano con maestria i punti deboli degli avversari, ma era chiaro che non si sarebbero aspettati che i soldati di Neorea avessero appreso “il combattimento sporco”, come lo aveva definito Farasif.

Tra uno scontro è l’altro, Eltaril incrociò Mija, a cavallo del suo destriero nero. 

“Come stiamo procedendo, Generale?” chiese Eltaril.

“Meno perdite delle battaglie precedenti. Dov’è il re?” rispose Mija, scendendo dal cavallo.

“Come sarebbe a dire? Non era con te?!” chiese allarmato Eltaril.

“Si, ma era talmente preso dallo scontro che non ho potuto stargli dietro e l’ho perso!” spiego Mija altrettanto preoccupata. Eltaril si guardò intorno cercando d’intravedere il fratello. Conoscendolo sarà andato alla carica contro troppi avversari e senza alcun sostegno.

“Devo trovarlo! E subito!” disse il Principe. Mija annuì e porse le redini del suo cavallo a Eltaril.

“Siate cauto, Altezza.” Disse la Panunen porgendoli la balestra che teneva in spalla.

“Anche tu, Generale. Occupati dei nostri uomini” rispose Eltaril prendendo la balestra e scrollando le redini, cavalcando a tutta velocità e sparando frecce avvelenate a chiunque osasse ostacolarlo. Girò la testa a destra e a sinistra, sperando di vedere Farasif, ma le urla dei guerrieri e il suono metallico delle spade rendeva difficile la ricerca.

Fu un urlo ad aiutarlo. Era un urlo che Eltaril conosceva fin troppo bene. Lo seguì e alla fine trovò il fratello, in mezzo a cinque barbari, che muoveva le sue due spade con grazie a maestria, uccidendone due contemporaneamente. Farasif sorrise, ma il suo sorriso si trasformò in una smorfia di dolore quando uno dei restanti tre nomadi lo colpì alla schiena.

“Fratello!!” urlò Eltaril impugnando la balestra e osservando furibondo i nomadi che continuavano a colpire il Re. Eltaril colpì due di loro con le frecce e quando fu abbastanza vicino, scese dal cavallo e decapitò l’ultimo nomade.

Farasif gemeva dolorante, con il petto martoriato  e l’occhio destro ridotto ad un grumolo di sangue.

“Farasif! Fratello!” Eltaril si avvicinò allarmato, cercando di fermare l’emorragia. All’improvviso sentì dei passi, Eltaril impugnò la spada ma l’abbassò quando vide che erano i loro Soldati.

“Mio Principe! Come state?” chiese uno dei soldati.

“Io sto bene, ma mio fratello…” rispose Eltaril indicando col mento il Re che respirava appena. I Soldati sussultarono e con cura lo sollevarono da terra, aiutati da Eltaril. Farasif  sollevò la mano per afferrare il polso di Eltaril.

“Fratello…tu….” Tentò di dire il Re, prima di svenire. 

Il Re è gravemente ferito. Cosa accadrà nel prossimo capitolo?

  • Il Re si riprenderà da solo (sul serio?) (8%)
    8
  • Ryna cercherà di salvarlo con la sua magia (77%)
    77
  • Lo porteranno al Clan dello Scorpione per curarlo (15%)
    15
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

91 Commenti

  • Ciao Francesca. Sono contento di aver ripreso dopo tanto il tuo scritto. Hai una fantasia davvero invidiabile! Ora, lasciando stare il fatto che non sono amante del genere (mi sembra di leggere sempre degli spin-off di Avatar o del Signore degli anelli, e città e nomi mi paiono tutto uscire da una farmacia di Helsinki), la tua capacità di intelaiatura di personaggi e storia e invidiabile. Personalmente, per un racconto strutturato su dieci capitoli non avrei messo così tanti personaggi, in quanto rischia di essere dispersivo; ma se ne farai un romanzo sarà una bimba! Al prosiamo capitolo ?

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi