pensieri–>poesie

Dove eravamo rimasti?

o o (100%)

MEMORIE DI UN BAMBINO SOLDATO

Apro il libro per  cercare di distrarmi. Si chiama “Memorie di un bambino soldato”. Parla di un bambino costretto a combattere in guerra. E’ molto triste e cruento. Le lacrime scorrono veloci sulle guance. Le sento muoversi sul viso, come gocce di pioggia sul finestrino, in un giorno d’estate. Cerco di convincermi che sto piangendo a causa del libro, ma so che non è così. Le nocche fanno ancora male per i pugni che prima ho tirato al muro, pensando a Desy.  Continuo a leggere, ma le lacrime offuscano la vista. E’ tutto così confuso.. Le parole si intrecciano fra di loro, fino a formarne di nuove. Nella testa galoppano pensieri, che so che un giorno mi uccideranno.

f

  • f (0%)
    0
  • f (0%)
    0
  • f (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

1 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi