Il drago e la ragazza

Dove eravamo rimasti?

Cosa faranno Arkon e Ayla? Cercano la città perduta (50%)

Un nuovo viaggio

Ayla e Arkon seguivano il sentiero nella foresta. Dovevano trovare la Veggente.

Dopo la vittoria nella battaglia sotto il mare, Arkon era tornato e con Ayla erano partiti per tornare di nascosto nel regno usurpato della ragazza. Mentre gli altri draghi continuavano a combattere gli orchi e le forze distruttrici che da qualche tempo erano tornate dai luoghi in cui erano state confinate, loro dovevano scoprire qualcosa di più su chi li aveva evocati e perché. Ayla sapeva che tutto ciò era collegato ai misteri che la riguardavano, compreso l’esistenza del Talismano e di come era arrivato a lei, per questo ora stavano cercando la Veggente. Lei forse aveva la risposta.

Gli abitanti del posto le avevano detto che il suo antro era nascosto da qualche parte nella valle coperta di boschi, cosa che rendeva difficile seguire il cammino. Non potevano arrivare in volo, perché dall’alto non avrebbero potuto trovare nulla a causa degli alti alberi che coprivano la visuale.

Da tempo si erano addentrati nella selva  il sentiero, ma ancora non si vedeva nient’altro che la fitta vegetazione.

“So che nella foresta sono nascosti molti pericoli, ma dobbiamo continuare perché non abbiamo scelta, bisogna trovare la Veggente” disse Ayla. “La troveremo, dovessimo esplorare tutte le foreste di queste montagne” rispose Arkon.

Quando si fece notte e calarono le tenebre l’atmosfera diventò ancora più minacciosa e inquietante. Sembrava che la natura si preparasse ad un pericolo imminente.

E poi improvvisamente apparvero decine di fiammelle nel buio che si spostavano tremolando a mezz’aria intorno a loro. Danzarono in cerchio per un po’, poi una di loro si staccò dalle altre e si fermò davanti a loro.

Da essa si sprigionò una voce: “Chi siete voi che avete il coraggio di attraversare queste foreste? Nessuno lo fa più da molto tempo, esse sono infestate da una moltitudine di pericoli per i viventi”.

“Cerchiamo la Veggente, dobbiamo trovarla, il mondo intero corre un grave pericolo” rispose Ayla. “E voi chi siete?”

“Siamo gli spiriti dei draghi morti in battaglia, vaghiamo nel mondo finché non troviamo un luogo dove ricominciare una nuova vita che ci faccia progredire verso nobili obiettivi”.

“Ti riconosco! Sei Fyennor! Quando siamo partiti eri ancora vivo e stavi preparando la battaglia vicino al vulcano! Cosa è successo?” esclamò Arkon.

“È stata una battaglia epica, molti di noi sono caduti, tra cui io, ma alla fine abbiamo sconfitto gli orchi. Ma non crediate che il nemico sia definitivamente scomparso, gli umani che l’hanno evocato sono ancora in attività e presto evocheranno altri pericoli”.

“Amico mio, sono addolorato per la tua sorte, ma so che ci ritroveremo da qualche altra parte per un’altra avventura” disse Arkon mentre una lacrima gli scendeva dagli occhi.

“Aspetterò di rivederti per fare insieme un altro tratto del nostro cammino”, rispose la fiamma, “Nel frattempo ti aiuterò a trovare la Veggente: seguite il Fiume Scuro fino a quando esso non confluirà in un lago contornato da alti alberi, lì troverete chi cercate”.

Parlarono ancora per lungo tempo e poi si salutarono prima di riprendere il cammino. Seguirono il sentiero per molte ore, ma era quasi l’alba quando sentirono rumori inquietanti provenire da un punto non lontano. “Sento un pericolo”  disse Arkon “dobbiamo nasconderci”. Si nascosero nel folto degli alberi mentre sul sentiero passavano degli individui vestiti di nero, di cui non si intravedevano i volti, che proseguirono senza accorgersi della loro presenza.

“I nostri nemici hanno evocato nuove entità” disse Arkon quando si furono allontanati “dobbiamo fare in fretta”. Ripresero il cammino silenziosamente e dopo qualche tempo trovarono il lago di cui gli aveva parlato Fyennor.

Ma intorno non c’era nessuna traccia di presenza umana e tutto appariva silenzioso.

Ayla guardò il Talismano che aveva con sé: ora dentro di esso sembrava esserci un liquido blu scuro come le acque del lago davanti a loro, che ondeggiava lievemente. Ebbe un’ispirazione improvvisa e intonò un’invocazione alle acque che aveva imparato tanto tempo prima. Immediatamente dalle profondità del lago videro emergere una creatura misteriosa, sembrava una ragazza dalla pelle trasparente e i capelli blu che pareva essere composta di acqua.

“Chi siete?” disse. “Sei tu la Veggente?” rispose Ayla. “Sono io”. “Stiamo cercando la risposta ai dubbi sul mio passato, su cosa abbiano evocato i sacerdoti corrotti e come sconfiggerli”.

“Molte risposte dovrai trovarle dentro te stessa. Per ricordare dovrete trovare la città perduta che si trova nel deserto in direzione del tramonto. Se volete sconfiggere i vostri nemici dovrete trovare il loro Oracolo e distruggerlo” disse la Veggente prima di inabissarsi.

Arkon e Ayla si guardarono: cosa fare?

Cercare la città perduta per chiarire alla fine i loro dubbi? O cercare l’Oracolo per sconfiggere i loro nemici definitivamente? O tornare dagli altri draghi e consultarsi con loro sul da farsi?

Cosa faranno Arkon e Ayla?

  • Tornano dai draghi (0%)
    0
  • Cercano l'Oracolo (50%)
    50
  • Cercano la città perduta (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

49 Commenti

  • Ed eccoci al finale!
    Hai già ricevuto tutti i pareri adeguati per quanto riguarda il perfezionamento dell’opera, quindi mi limiterò a dare solo delle brevi considerazioni.
    Voto positivo, perché hai dimostrato di saper gestire in modo efficace i consigli forniti dai lettori. Temo la restrizione dei caratteri abbia notevolmente influenzato l’atmosfera della storia; purtroppo, specie in questo finale, si è avvertito spesso il tuo bisogno di dovere “andare veloce” per riuscire a mettere la parola fine alla vicenda.
    Il mio ultimo consiglio per questa storia?
    Ora che hai finito, devi tornare indietro.
    Non subito, però. Dedicati prima a qualche altro progetto, ma ritorna presto o tardi su questo scritto, poiché può essere perfezionato, e credo lo meriti 😉

    Sperando di esserti stato utile con i miei consigli, ti auguro buona scrittura!
    Come al solito, ho concluso la lettura della tua storia su Twitch. La trovi anche qui, su Youtube:
    https://www.youtube.com/watch?v=H9qDJeuOkgw

  • Io voto sì perché sei andato migliorando strada facendo 🙂
    I primi capitolo davano l’impressione di qualcosa di più profondo ma la narrazione era “sterile”: trasparivano poco cosa provavano i personaggi e le situazioni che si creavano; segue poi una risalita della tensione, dove i personaggi divengono più “vivi” e l’atmosfera si fa più “reale”. Permane, purtroppo, il problema che gli eventi si susseguono troppo in fretta e gli ostacoli vengono superati in breve tempo (se non troppo facilmente), ma questo è un problema che hanno quasi tutti quando iniziano a narrare con The Incipit e si ritrovano a corto di caratteri e con il decimo capitolo che arriva prima del previsto. Io, anche se è da tempo che ormai pubblico qui, continuo a cascarci diverse volte (e tutte le volte me lo fanno notare).

    Per il resto, attendo l’undicesimo capitolo per i saluti ^_^

    Ciao 🙂

  • Ciao Drago Viola!
    Mi sono perso un paio di puntate, che ho ripreso adesso. Ho trovato una storia con più dialoghi e più movimentata; stai facendo un bel lavoro con i personaggi che hanno acquistato spessore. Complimenti!
    Ho votato per le risposte sul passato, in cui forse troveremo il mistero del loro legame.
    Ciao!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi