La rocca degli spiriti

Dove eravamo rimasti?

Preso dal panico, il Capitano rimase sullo stipite della porta. Si concesse un sorriso e rimase lì, appoggiato al muro ad osservarla. Presto se ne sarebbe andato... presto... ma non subito... (75%)

Sahe

   Pensando di essersi soffermato sulla porta solo per studiare quel esotico volto, il Capitano si rese conto troppo tardi che ormai era immobile tra le scale e la stanza da un tempo smisurato. Forse un tempo formato da una manciata di secondi, ma sproporzionato secondo quanto si concedeva normalmente nell’osservare un mortale. Si schiarì la voce, abbassò gli occhi e con fare colpevole fece un passo indietro.
– La tomba… devo vegliare… – Tentò di dire afferrando la prima scusa che gli era venuta in mente, ma si rese subito conto che in quelle condizioni non poteva andare da nessuna parte. Dannato corpo umano. Pensò percependo il rossore sulle guance e la prepotente pressione sotto la cintura.
– Che cosa mio signore? – Chiese Sahe dolcemente, ma più che quelle parole il Capitano percepì quel morbido corpo che strusciava sensualmente tra le lenzuola. Non posso andarmene, lei non può restare. Pensò afferrando la maniglia della porta con decisione. Come delle mani più sottili avrebbero potuto afferrare…
– Il sergente Orkhan… – Disse il Capitano, ma forse quasi lo urlò per silenziare la galoppante fantasia. – È bene che si fidi di voi naga, quindi… – Tentò di dire e la guardò, un errore fatale. Sahe lo ascoltava, o fingeva di farlo, mentre appoggiata alla testiera del letto premeva il fiorente seno contro il pomolo di legno.
– Quindi? – Sussurrò la donna e avvicinando le labbra a quel ornamento, l’appannò. Una forza primordiale spinse il Capitano ad avvicinarsi a quella bocca, ma con l’ultimo briciolo di padronanza lo spirito riuscì a deviare quel passo verso lo scrittoio. Con innaturale violenza si sedette e pensando d’essere al sicuro prese pergamena e piuma.
– Cosa devo fare con quell’umano? – Insistette Sahe trattenendo un sorriso.
– Fatti trovare nel suo… – Letto, scrisse e sbarrò subito la parola comparsa in quella sbrigativa lista di approvvigionamenti.
Nel “suo” … – Chiese la naga dolcemente. Il Capitano tentò di non ascoltarla. Cos’altro manca? Si chiese mentre la mente gli faceva vedere il corpo di Sahe sotto una pioggia di granaglie.
– E poi, mio signore? – Chiese dolcemente la schiava mentre osservava con divertimento quella grossa schiena piegata sul misero foglio di carta.
   E poi… E mentre tentava di scrivere quanta carne serviva per la nuova stagione, la mente gli faceva vedere Sahe trattenere tra le labbra una grossa salsiccia. Se la lasciava scorrere lentamente sulla bocca inumidendola. Tentò di ricomporsi, si grattò il capo sperando di scuotersi via quei pensieri e cercò di trovare una posizione più comoda. Un grosso errore perché a stento riuscì a camuffare il mugugno che quel movimento gli provocò.
– Con quell’umano… su quel letto… cosa desiderate che io faccia? – Chiese la donna naga divertita. Vino dei colli, birra della valle, latte… Stava scrivendo il Capitano. Latte… Bianco liquido che straripa dalle labbra di Sahe. Non resistette, il cavallo gli era troppo scomodo e sistemandoselo il fiato gli mancò. Dannazione! Imprecò tremando ed iniziando a sudare. Per l’Altrove! Sei una spietata forza della natura. Sei vento, sei tempesta! Non ti piegherai così facilmente! Piegarsi… come Sahe avrebbe potuto piegarsi davanti a lui, appoggiando le morbide natiche su di sé, lasciandosi docilmente… Sussultò, la donna aveva raggiunto il suo fianco. Il profumo del suo corpo eccitato raggiunse i sensi del Capitano e per una frazione di secondo lo spiritò desiderò assaporare con la sua bocca quell’essenza. Cercò tuttavia di dirle qualcosa per allontanarla, ma sia occhi che mente erano ormai in balia di quei morbidi seni. Sahe aveva un sorriso accogliente e allo stesso tempo colmo di furbizia. Con un semplice gesto la schiava fece cadere a terra la lista e si sedette sullo scrittoio, ghermendo con le sue cosce le spalle del Capitano.
– Fatemi vedere mio signore, cosa dovrò fare con quell’umano. – Disse dolcemente la naga.

Quasi senza accorgersene, le mani del Capitano vennero attirate da quelle morbide gambe ma prima che potesse toccarle, qualcuno entrò.

  • Un guerriero naga che mostrando un orecchio d'orco reciso chiese: “Ricrescerà?” (40%)
    40
  • L’orco Grhom lanciando a terra la treccia bionda del guerriero Sarkhan. "Non ricrescere!" Ordinò.. (0%)
    0
  • Nemsess, mentre lambiva una coda di naga tra le fauci. "Ricrescerà." Disse. (60%)
    60
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

75 Commenti

  • Artemis, un finale con un racconto nel racconto…bella trovata, Alla fine Xharo è sempre li….come si dice dalle mie parti, “sta sempre in mezzo come il prezzemolo”. Scherzi a parte, una storia molto bella e ben strutturata. Un altra nota piacevole, riguarda i nomi dei luoghi che hai scelto per svolgere la storia, uno più bello e evocativo dell’altro.
    Aspetto la prossima storia
    ePP

  • Ciao Artemis!
    E così la storia compie il giro su sé stessa, e ritorna da Xharo. Bella, affascinante come la tua prosa ipnotica; è tutto come immerso nel cloroformio, o in un intruglio oppiaceo che si fuma uno di stanza alla Rocca. Potresti pensare di farne una antologia. Brava, il tuo stile si è progressivamente delineato.
    Grazie del grazie finale, allora alla prossima avventura!
    Ciao!!

    • Ciaoo Red!
      Hahaha si, Xharo e Ikrhim saranno sempre un po’ presenti a modo loro. Ikrhim non sappiamo ancora chi sia realmente, ma appare sempre alla fine e anche egli è una sorta di lettore, per ora.?
      Ma dai che stella se ti ha emozionato!!!! Mi fa super piacere! È sempre molto difficile tenere un buon ritmo e una buona armonia, ma se ti è piaciuta dai, bene ?
      Un abbraccio e ancora grazieee! ?

  • Ciao Artemis!
    Uhmm, ho scelto di lasciarlo solo a guardare le stelle: ci ho pensato un attimo, era in ballottaggio con la l’opzione dei figli: quest’ultima mi sembrava la più umana, ma il capitano è altro…
    Che bello questo viaggio nell’etere, nelle varie miserie di chi vive nella Rocca. L’orco e la sacerdotessa poi ?
    Chissà che finale…
    Brava ancora, a presto!

  • Ciao Artemis….è ora che il “Capitano ” sveli i suoi veri obbiettivi….e siccome mi sembra molto intraprendente o votato per la richiesta di potere a Nemses e per il regno in dono.
    Mi è piaciuto questo volo etereo tra le vite che si svolgono nella rocca, svelando segreti inconfessabili di buona parte dei protagonisti che sono passati davanti al Capitano.
    Aspetto la conclusione
    ePP

    • Ciaooo ePP!
      Hahaha ? mi fa un po’ ridere perchè è interessante come chi legge può interpretare in modo ben diverso rispetto all’idea dello scrittore. E questo è bellissimo, mi piace ? a me il Capitano mi è sempre parso come la persona meno intraprendente di questo mondo. Se il vostro voto vincerà, ci sarà da divertirsi (e da lavorare) nel trovare una formula che faccia coincidere queste due facce tanto opposte. Ganzo!!! (ok è evidente che mi esalto con poco ??)
      Dai mi fa piacere che ti è piaciuto, poteva essere molto più scabroso ma per questo racconto ho cercato di contenermi al massimo.
      Grazie ancora ?

  • Ciao,
    Questo episodio è tutto un piano sequenza, il volo di un drone spia che osserva inosservato, una bella carrellata di personaggi e situazioni preludio al finale.
    Voto ti darò il mio potere…
    Aspetto la conclusione e ti rinnovo i complimenti, per la tua visione oggi particolarmente registica di una realtà immaginaria. Ciaooo 🙂

    • Ciaooo, che bello che sei rimasto! Grazie ?
      Hahaha siiii ?, il fantasy è una lama a doppio taglio: puoi mettere tutte le leggi fisiche e metafisiche che vuoi, ma poi devi anche annotarle e rimanerci fedele ?
      Che stella, sai che non pensavo che qualcuno avrebbe votato per quello? In questo modo la storia avrebbe un finale drammatico, con un personaggio che a dispetto di tutto non si evolve e che decide di rimanere solo per sempre… ? woahhhhh … ma spero di no perchè mi ci sono affezionata troppo, sarebbe troppo straziante ? però mi piace la tua audacia! ?? … per non parlare di cosa potrebbe fare Nemsess con quel potere e quei guerrieri ? che forte!!!! ????

    • Lasci tutto nelle mani del d6? ?
      Hahaha ho paura ora ? dai, fa che siano (i commenti) super onesti! ? sarò alta solo 1m e 50 ma sò incassare bene ?
      Mi fa super piacere che sei riuscito ad arrivare fino a qua, sebbene la storia all’inizio non ti aveva super interessato. Perciò già ti ringrazio ?

      Caspita però ora il tuo dado mi ha messo nei casini ? e io che speravo di chiuderla qui. Però interessante, la tua scelta rende obbligatoria una continuazione fedele. Spero di esserne all’altezza!

      Grazie ancora, come sempre ?

  • Ciao Artemis!
    Ho votato “ricrescerà?”, mi fa sorridere il dubbio che si pone dopo averlo staccato (se è stato lui), e sorridendo provo a spezzare l’incanto dei sensi del capitano, sul punto di scoppiare. Metafore ardite, eros e sorriso con gli impacci del cavallo imbizzarrito…
    Beh, te la sei cavata bene bene, leggera leggera. Ottimo, allora avanti con la nona.
    Ciao a presto!

  • Ciao AT, scena di seduzione magistrale anche per via della vena ironica e l’atmosfera surreale di avere un essere sorpreso da un’eccitazione dalla quale dovrebbe (e non so se vorrebbe come tenta di farci credere) essere esonerato…
    Condivido il tuo innamoramento per i personaggi, succede anche a me, e allora vai, continua se ti va. Non ti faccio gli auguri per la befana per non essere frainteso ma per l’anno nuovo sì, di tutto cuore. Ciao??

  • Ho scelto Nemsess ma praticamente a caso…

    Povero Capitano, ormai in preda al basso istinto umano. Mi è piaciuto molto come hai scritto questo capitolo: si nota sia la bramosia che la sofferenza del Capitano rispetto alla naga che, dovrebbe, essere schiava (e mi dà tanto l’impressione che non lo sia…).

    -2 alla fine. Mi chiedo cosa hai intenzione di portare per il finale 🙂

    Ciao 🙂
    PS: Buona Epifania

    • Ciaooo Red!
      Dai mi fa super piacere che ti è piaciuta! Per fortuna perchè non è stato per niente facile farlo ? divertente assolutamente, ma non facile ? non sono adatta per i libri erotici ?
      Sahe piace anche a me, dev’essere in realtà una tipa tostissima, di quelle che hanno capito sia qual’è il loro posto ma anche il loro più grande potere ?

      Hahaha il finale mi è piombato addosso questa sera mentre cucinavo, sperèm! ?

      Siiii grazie anche a te! ????

  • Ciao Artemis!
    Ho votato con la maggioranza; sono curioso di vedere cosa succede in quel “non subito”. Mi piace come tutte le tue storie siano legate tra di loro; atmosfere, nomi (va’ là che sto migliorando ???), e come in tutti gli episodi ci sia un che di ipnotico, qualcosa che sfugge, di misterioso.
    Mi sono spiegato bene? Secondo me no ?. La tua scrittura “attira”, brava ad usare la parola “palco”, sta benissimo in quel contesto.
    Ottimo direi, buona giornata allora. Ciao!

    • Ciaooo Minollo ?
      Hahaha! Grande! Si va tutti per di là allora! ?
      Hahaha siiii piace molto anche a me questa idea di tener tutto nello stesso ambiente. Poi va beh, se piace piace, se non piace pazienza ? si grandissimo!
      Ipnotico? Che stella ? speriamo di non complicarci però troppo la vita
      Sempre troppo gentile e paziente ? gracias!
      Buona serata! ???

  • Ciao Artemis,
    intrigante questo passaggio tra un corpo all’altro e il problema di come come gestire i rapporti con “alleati” che in realtà sono perfetti sconosciuti….apre a molte possibili storie.
    Ho votato per la curiosità del capitano verso la schiava…chissà potrebbe scoprire nuovi piaceri e si scatenare la gelosia di Nemsess
    Aspetto il prossimo.
    ePP

    • Ciaooo Epp!
      Grazieee! Mi fa super piacere che ti ha stuzzicato! Bene ? si di fatti penso che continuo con questa storia anche finiti i dieci capitoli, perdonatemi ??? il grande dilemma di quando un autore s’innamora dei propri personaggi ?
      Grande che hai votato quell’opzione! ? Vamos allora!
      Huhuhu io non scatenerei una pantera con manie di onnipotenza… però caspita… che idea!!!
      Dai allora, vediamo di sconvolgere questo spirito!
      Alla prossima e grazie ?

  • Si concesse un sorriso e rimase lì, appoggiato al muro ad osservarla.

    Io farei che vorrebbe dargli un ordine ma che non vi riesce: sarebbe una sorpresa anche per se stesso ed un buon punto di svolta per andare verso il finale, almeno credo.
    Questo suo separarsi da tutti per rimanere solo perché non sopporta la morte degli altri mortali, è un buon punto da cui partire per costringerlo a demorirlo 😉
    E vediamo dove ci vuoi portare negli ultimi tre capitoli 🙂

    Ciao 🙂

    • Ehi Red Dragoooon!!! Ciao ?
      Ma sei mega na stela ad essere sempre puntuale nella lettura! Mi vizi! ?
      Yeah! Mi fa super piacere che hai votato per quello! Mettiamo un po’ di pepe!
      Hahaha… davvero manca così poco alla fine? ? 10 capitoli non bastano… ? che ingorda ?
      Quindi: un super grazie per il consiglio! ? non ci avevo minimamente pensato…
      Una cosa bella di theincipit è che a volte i lettori si scoprono a conoscere meglio i personaggi degli stessi autori! È fantastico! ? come nell’era delle speculazioni di GOT (ma io non so se Red Dragon ha guardato GOT ?)

      Alla prossimaaaa ?

  • Ciao Artemis!
    Che magia questo episodio! La morte da un senso alla vita, e solo chi muore coglie la poesia di un cielo stellato, gioia negata a chi potrà vederlo (ma non ammirarlo) per l’eternità. Pagina bellissima, hai messo per iscritto una verità assoluta.
    Caspita! Emozionante! Non ricordo nemmeno cosa ho votato!
    Credo la sacerdotessa; sia come sia, bravissima!
    Stammi assai bene, alla prossima!

  • Ciao Artemis,
    Ho votato per i Naga…un bel grattacapo gestire una razza che manipola la magia…ma allo stesso tempo in preda agli allucinogeni.
    La scena iniziale dell’inseguimento è spettacolare, così come l’ingresso del nuovo cacciatore, una descrizione perfetta.
    Mi rattrista la fine di Yari…ma sperò ci darai un po di spiegazioni.
    Aspetto il prossimo.
    ePP

  • Ciao Artemis!
    Ho votato per il Naga, che mi riallaccia alla tua storia precedente. Il bimbo è vivace e curioso anziché no, e cambia aspetto alla velocità della luce. Ma cosa è successo a Yari? Per me assai inatteso questo invecchiamento! Porello, vediamo di capirne di più nei prossimi 5000.
    Gli aggettivi nelle tue storie sono spesso ispirati, e le descrizioni sempre piene di colori, bene bene. Avanti così allora.
    Buona domenica e a presto!

  • Non so per quale motivo, ma il fatto che abbiano legato il muso della pantera, mi fa pensare ai Licao!

    Mi è piaciuto molto la descrizione del bimbo che gioca, della comparsa del guerriero Orkhan e della relative reazioni. Non mi aspettavo Yari vecchio ed il finale mi da ad intendere che succederà altro e sarà qualcosa che, probabilmente, non mi aspetterò.
    Poi, oh, a me la pantera, finora, sta simpatica!

    Ciao 🙂

    • Ciao Red dragon!
      Mi spiace per l’attesa! L’anno scorso era più facile stare al passo ?
      Ma che bello, mi fa piacere che continua a piacerti il racconto ?
      Hahaha, i licao sono interessanti perchè la loro fedeltà non vacillerebbe mai, e sono abituati alle condizioni più difficili. Però i parassiti portano malattie e le malattie hanno saputo piegare gli eserciti più temibili… chissà… ?

      Si caspita, purtroppo i caratteri sono sempre troppo pochi (ma forse è meglio così). E vorrei dare più spazio a tutti ? ma mi fa super piacere se ti sono piaciuti i personaggi sebbene hanno saputo esprimersi così poco ?

      Siii poro Yari! Magari nel prossimo capitolo si rivela bene chi è ?

      Grazie ancora ?

  • Ciao Artemis!
    Curioso questo personaggio che porge le asce a Yari, bello il suo atteggiamento improntato a cavalleria. Anche le riflessioni del capitano sul comportamento degli umani sono sintetiche e precise. Ho votato per vivace e curioso, in attesa di capire che ruolo avrà il neonato.
    Ciao ciao alla prossima!

  • Ciao Artemis, mi piace l’idea della pattuglia rissosa…un bel problema da gestire per il nostro capitano.
    Molto bello il racconto dell’orco a inizio capitolo, mi piacciono questi intermezzi…arricchiscono la scena, i personaggi e l’atmosfra del racconto.
    Vediamo cosa succederà a questi festeggiamenti….specie se ci si porta appresso una scorta di guerrieri rissosi.
    Al prossimo,
    ePP

  • Ciao Artemis!
    E’ sempre un problema scegliere, c’è sempre un ma … Comunque opto per i guerrieri, ci sono meno rischi secondo me.
    “Ma assetata di potere, o come alcuni osano sussurrare, terrorizzata da un’ombra” che bella frase, come anche “Come se la percezione dello scorrere del tempo gli fosse completamente estranea, ed avvenimenti lontani e recenti si amalgamassero in un grigiore indefinito”. Trovo non di rado accostamenti simpatici nei tuoi scritti, quando pare che le parole vibrino insieme, brava! Non è facile spiegare cosa io intenda, non senza che io sembri un po’ matto ?.
    Cmq la storia va avanti a ritmi molto lenti e gradevoli, bene!
    Alla prossima dunque, ciao!

    • Ciaooo Minollo! ?
      Ma certo! Deve esserci un “ma”, altrimenti non sarebbe una Scelta ?
      Hahaha, ottima scelta ?
      Ma che stella! Grazie!!! Hahaha, ci stà essere un po’ matti a volte ?
      Siii io ci provo ad andare più veloce, ma ci sono così tante cose da dire e così poca esperienza nel poterle esprimerle in poche parole, che alla fine tutto viene rallentato… ma se può piacere meglio così ?
      È sempre un super piacere, alla prossima ?

  • Questa volta le scelte sono tutte e tre molto interessanti, tanto interessanti che, non sapendo scegliere, ho deciso di tirare a caso… roll… roll… 6: Dhom e Grhom!

    Ho trovato l’orco molto dolce con Kyhanna (a proposito: mi manca il suo aspetto) ma l’avvertimento dello spirito dà da pensare. Chi avrà ragione? Magari entrambi ^_^
    Mi piacerebbe saperne di più su questa sacerdotessa 🙂

    Ciao 🙂

    • Ciaooo! Dai che bello!!! Mi fa molto piacere che ti sta conquistando ?
      Siiii, a me gli orchi docili piacciono tantissimo! In termini D&D, un orco o mezz’orco caotico buono sarebbe un perfetto chierico con la sindrome della crocerossina ? gli orchi sono sprecati se li si dipingono solo in modo brutale… che ci stà a volte, giusto per creare un buon contrasto, ma senza abusarne ? evviva gli orchi!
      Hahaha, si il suo aspetto l’ho tralasciato perchè all’inizio non doveva essere un personaggio importante, ma questo è il bello di The Incipit, non sai mai come si evolverà la storia ?
      Hahaha, è un saggio avvertimento… e molto spesso le cose che dovrebbero far paura le accogliamo pensando che possiamo gestirle… speriamo in bene ?
      Hahaha, sei un romanticone ?
      Chissà chissà…

      Siii anche io non saprei cosa scegliere tra le tre proposte! ???

      Grazie per l’entusiasmo sempre contagioso ?

  • Ciao Artemis!
    Stavo leggendo alle 22, ma mi sono addormentato, così Riprendo ora ?
    L’episodio mi riporta ai tuoi contenuti “storici”, gli orchi nelle tue storie sono simpatici, anche questo come Barghur. Yari fa di necessità virtù, non sembra avere molte armi, se on la sua sagacia. Il dialogo con la pantera è molto bello e esalta la dote di Yari.
    Ottimo! Allora voto per le scelte più apprezzate e ti auguro una buona alba ??!

    • Ciaooo!
      Dai mi fa mega piacere se ti è piaciuto!!! ?
      Hahaha! Alcune personalità non possono che avere una entrata in scena stilosa ?
      Si dai, anche a me sembra che Yari sia tutto mente e tattica, ci sta!
      Aspettavo il tuo commento dato che l’inizio non ti aveva preso, quindi… dai che forte! Sono contenta di averti scosso ?
      Alla prossima e grazie per averlo letto ?

  • Ciao Artemisia Terracielo, prima di tutto complimenti per il Nick name, lo trovo bellissimo. Ho letto la tua nuova storia anche se non vado pazzo per il genere, troppo complicato da personaggi e situazioni fuori dalla vita reale. Mi è piaciuto, vorrei leggere il seguito. Ho notato anche io dei refusi qua e là, e i verbi un po’ da rivedere. Ti segnalo la frase: “Uno spirito del fuoco, i più irrequieti, stava convertendo i paesani di Astrocorno al suo credo” Forse “i più irrequieti” andava dopo “i paesani di A.” Così come è scritta non la capisco. Ti faccio i miei auguri e complimenti . Buona giornata.??

    • Ciaooo fenderman! ?
      Ma grazieee!
      Ma dai?! Ma sai che ero super convinta che il fantasy piacesse a tutti! ? ma sto scoprendo che non è così… pazzesco! Io invece se dovessi scrivere qualcosa di realistico andrei in panico ?
      Haha grazie per le correzioni ?
      I “più irrequieti” era riferito agli spiriti del fuoco ?
      Dai che bello, grazie di tutto ?

  • Ciao Artemis!
    Hai descritto un bel tipo, un po’ in disarmo, ma con ingegno e coraggio, e non ultima, grande fiducia in sé. Scelgo la soluzione più semplice. Molto bene, si comincia!
    C’è qualche verbo da rivedere: scomparse per esempio. Ma concentriamoci su quello che succede.
    Ben rientrata, a presto!

  • ciao Artemis,
    ho votato per l’azione diretta, ma non sono sicura sia la migliore. Ti segnalo una frase del capitolo che a mio parere andrebbe rivista nelle forme verbali (Niente di troppo serio, ma che sarebbe potuto trasformarsi in un vero problema se altri spiriti e spiriti maggiori avrebbero iniziato a fare lo stesso.)
    Una buona giornata e alla prossima. ti seguo

  • Ciao Artemis,
    mi piace molto il Capitano Yari, il sup anticonformismo e la totale noncuranza dei “titoli” di chi gli sta davanti. Con poche righe sei riuscita a dare un quadro perfetto della situazione della rocca e di quello che sta succedendo nella valle.
    Ho votato per la soluzione “ingegnosa”, mi piace la diplomazia e costringendo Yari a parlare con lo spirito, sicuramente conosceremo meglio queste “creature” e le loro intenzioni.

    Bell’inizio, complimenti.
    ePP

  • Io scelgo la più ingegnosa. Magari mettiamo un cecchino per sicurezza…

    Primo! Ciao! Benritrovata! L’inizio è grandioso ed in poche parole hai dipinto il posto, messo misteri e fatto venire curiosità. Le opzioni sono tutte interessanti quindi è quasi tutto perfetto. Quasi perché la trama riportata e un po’ povera e, se non ti conoscesi dagli altri racconti, forse non ti avrei seguito (a meno che uno dei miei lettori non mi avesse segnalato la tua storia, come è successo qualche volta).

    A parte ciò, direi che possiamo cominciare 🙂

    Alla via così 🙂

    Ciao 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi