La Fatina dei Denti

Dove eravamo rimasti?

Come continua la storia? Chris parla con Emma, ma lei mette in guardia Aurora (50%)

4.

Il giorno seguente, un Chris colmo d’eccitazione si presenta a casa di Emma per riferirle i dettagli del suo diabolico piano.

“Ciao. Cos’hai in quella sacca?” gli chiede curiosa allungando il collo oltre la spalla di lui. Si alza sulle punte dei piedi e barcolla in avanti, ma riesce a scorgere solo un’informe massa di tessuto di colore verde sotto il telo bianco. Chris la supera e per scherzo le da un buffetto sulla mano. Quando si volta a guardarla, sogghigna.

“Ti ho comprato un nuovo abito” le dice, e vede gli occhi di lei illuminarsi di gioia. Il verde è il suo colore preferito. Saltella goffamente come fanno i bambini quando sono gasati il giorno di Natale e si bagna le labbra più volte stringendole tra i denti.

“Oh, Chris.
A carnevale manca ancora molto” dice immediatamente dopo. E’ confusa. Con l’abito penzoloni, con le piume bianche che adornano gli orli, Chris la guarda con un sorriso ebete. “Dove dovrei andare con questo?”

“E’ il tuo abito” ribadisce.

“Ho capito, Chris. Smettila di fare il misterioso e dimmi cos è questa buffonata”

“Sei già arrabbiata senza che abbia detto o fatto nulla?” la stuzzica, ma quando lei incrocia le braccia al petto e lo guarda interrogativa ritorna serio. “D’accordo. Questo” lo indica con fare teatrale “ è il tuo vestito da fatina dei denti”. Gli viene da ridere, ma si sforza di mantenere un’espressione seria.

“Non ti seguo”

“Ho avuto una brillante idea, Emma, per risolvere il tuo problema” inizia.

“Quale problema?”

“Oh andiamo, QUEL problema” insiste. Si sente arrossire. Emma continua a guardarlo interrogativa. Lui si aspetta che lei dica qualcosa, ma non lo fa. Così, notando il suo silenzio, Chris continua. “Tu non .. noi non possiamo…insomma, non puoi avere figli, giusto?”. Pronuncia la domanda così a bassa voce che spera lei non l’abbia sentita, ma si sbaglia. L’espressione di Emma cambia immediatamente, fa diversi respiri profondi per riacquistare la calma. È il modo meno carino che esiste per affrontare  un argomento simile, vorrebbe prenderlo a schiaffi perché in meno di mezzo secondo si è fatto odiare come mai prima d’ora. Come fa ad avere così poco tatto? “Scusa, non volevo dirlo così”

“Ma l’hai fatto”. Si afferra le tempie con le dita e abbassa lo sguardo. Attende ancora qualche secondo in silenzio, poi lo esorta a continuare.

“Ho pensato…” Emma alza gli occhi al cielo. Quando pensa non sono mai bei propositi. “…che potresti…potremmo prenderci Cordelia”.

 “In che senso prendere Cordelia? Non è mica un giocattolo, Chris” lo rimprovera.

“Pensaci bene. Lei è così…così…carina” le sue labbra si curvano in un’espressione di disgusto. “Gli faccio già da padre, si tratterebbe solo..”

“..di cambiare madre?” Sembra assurdo dirlo ad alta voce. “Sei serio, Chris?”

“Perché?”

“Perché? Gesù, stai pensando di togliere la bambina ad Aurora”

“E allora?” sbotta. “Lei non se la merita. Tu invece si” sente la rabbia crescergli dentro. Stringe le dita in due pugni, le nocche gli diventano bianche, sente le unghie premergli contro i palmi.

“Tu sei impazzito.
E il vestito? La fatina dei denti, cos è quest’altra stronzata?”

Chris respira e rilassa le mani. “Vuoi ascoltare davvero il resto del piano?” le chiede, arrabbiato.

“Tu sei pazzo. Anche io odio quella donna, ma non le farei mai una cosa del genere” urla.

Chris sbuffa. Immaginava che lei l’avrebbe ascoltato in silenzio, gli avrebbe sorriso e dopo avergli gettato le braccia al collo gli avrebbe detto che era un’idea magnifica. A quanto pare si sbagliava.

“Devi…solo conquistare la sua fiducia. Con questo travestimento potresti, come dire, attirarla dalla tua parte. Farle fare quello che vuoi… I bambini ci cascano”.  Emma apre la bocca come a voler dire qualcosa, ma tace ancora una volta. “Una-una volta che imparerà a volerti bene, ti seguirà ovunque”.

Emma prende a camminare nervosamente. È un’idea folle, l’odio che prova per Aurora lo acceca. Cosa gli fa pensare che sarà una cosa facile? Lo sanno tutti che i bambini sono ingenui ma non stupidi. E lui odia quella bambina, perché gli ha rovinato la vita. E se lei, un giorno, subisse la stessa sorte? Se si svegliasse un giorno e decidesse di farla pagare anche a lei? E poi quella bambina non c’entra niente; non c’entra con lui ed Aurora, non c’entra con lei che non può avere figli. Piuttosto che avere quelli degli altri, preferirebbe non averne affatto.

“D’accordo. Come si procede adesso?”

“La faremo impazzire…poi il resto verrà da sé. Nessuna persona sana di mente lascerebbe una bambina con una madre fuori di testa. Ascoltami bene…”

[…]

“Chi è?”. Aurora si avvicina alla porta e resta in attesa, non aspettava nessuno.

“Sono Emma.
So che non vuoi vedermi” le dice sbrigativa quando si trovano faccia a faccia.

“Infatti” fa per chiudere la porta, ma Emma si getta in avanti e la blocca con un piede. Restano immobili come statue, nessuna delle due abbassa lo sguardo.

“So cosa provi nei miei confronti, mi odi e ti capisco. Ma devo parlarti, abbiamo un problema. Tua figlia potrebbe essere in pericolo”.

Cosa vuoi leggere nel prossimo episodio?

  • Emma fa il doppio gioco...ma con chi? (0%)
    0
  • Emma racconta di ogni dettaglio, ma Aurora non le crede e la caccia via (0%)
    0
  • Aurora va a parlare con Chris e lo lascia definitivamente dopo aver scoperto il suo piano (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

8 Commenti

  • Ciao, prosegue questa lotta di sentimenti contrastanti soprattutto in Chris molto ben descritti, brava.
    Vorrei segnalarti solo due piccole cose:
    “…Chris scoppia in un risolino. ..” Forse “scoppiare” per un risolino non è il verbo più adatto. E poi:

    “…Non si accorge che nel frattempo le si è avvicinata troppo… ” Chi si è avvicinato a chi? Se, come credo, è la piccola che si è avvicinata a lui allora ci vuole un “gli” al posto del “le”.
    In ultimo, vedo che spesso ometti il punto alla fine di una battuta di dialogo; capisco risparmiare caratteri ma il punto ci vuole.?
    Tutto qui, piccole cose e molte buone prospettive. Alla prossima!??
    Voto Emma che parla con Aurora.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi