La fuggitiva

Dove eravamo rimasti?

Prima di andare avanti: Scopriamo qualcos’altro riguardante Claudia e la diabolica vita (67%)

Si puó solo andare avanti.

Quanto tempo era trascorso dalla separazione di Claudia da quel piccolo cuoricino che avrebbe dovuto proteggerla in eterno?

Un’ora, forse meno, ma lei sentiva ancora la sua presenza, come se una qualche entità dispettosa si stesse divertendo a prendersi gioco di lei, di una ragazza che avrebbe solo voluto ricominciare una nuova vita il più lontano possibile da quell’inferno all’interno del quale -ne era ben a conoscenza- aveva volontariamente scelto di tuffarsi (sapeva che ne avrebbe pagato le conseguenze, ma il suo orgoglio -e sicuramente l’amore che le stava offuscando la mente- le aveva impedito di essere del tutto razionale, la stessa razionalità con la quale stava tendando di mettere a fuoco tutto ciò che le stava accadendo e che no, non aveva ancora compreso del tutto), esattamente come faceva da piccola Quando veniva portata dal padre sugli scogli affinché capisse che non ci fosse nulla di cui avere paura, neanche di quell’altezza che le faceva tramare le gambe e le interrompeva momentaneamente il respiro, la stessa sensazione che aveva provato quella notte dalla quale aveva preso avvio la sua fuga.

Da un po’ di tempo i suoi genitori avevano iniziato terribilmente a mancarle: tra poche settimane avrebbero festeggiato il loro ventesimo anno di matrimonio, ma lei non avrebbe preso parte a quella festa che stava organizzando nei minimi dettagli da tempo: doveva proteggerli, doveva star il più lontano possibile dalle persone che amava per salvarle; non avrebbe permesso che fossero loro a pagare al suo posto, non era giusto.

Provava la stessa paura di quei giorni al mare, ma all’epoca sapeva di poter contare sulle robuste braccia di suo padre, sempre pronte ad afferrarla prima di ogni caduta.

Anche quelle braccia erano possenti, ma si erano sempre comportate nel modo opposto: da terra non l’avevano mai aiutata a risollevarsi, e forse allora avrebbe dovuto capire tutto; ad essere sinceri non era stato sempre così, all’inizio le sembrava di vivere all’interno di sogno, ma quei giorni erano ormai tramontato da un pezzo e non sarebbero più tornati, non poteva commettere più volte lo stesso errore.

Scacciò dalla mente quei pensieri entrati a forza nella mente mente senza prima chiedere il permesso e continuò a camminare sperando di non perdersi: non era mai stata in una città così grande, aveva poche informazioni e conosceva solo una persona che, forse, non si sarebbe neanche ricordata di lei.

“Perfetto Claudia, non potevi trovarti in una situazione migliore” pensò, ma sapeva che, arrivata a quel punto, non poteva permettersi il lusso di abbattersi.

Intanto quel suo vagabondaggio senza meta l’aveva condotta fino alla vetrina di una pasticceria dalla quale proveniva il dolce suono di un carillon; le fu impossibile non rispecchiarvisi, e il suo riflesso le provocò un senso di nausea che fece fatica a reprimere: solo pochi anni addietro era una normale ragazza con il sogno della danza, adesso le sue scelte l’avevano portata ad essere una fuggitiva.

Tutti l’avevano messa in guardia, le avevano profetizzato cosa sarebbe successo se avesse proseguito lungo quella strada, ma lei era stata troppo testarda per dar retta a tutto ciò.

Delle gocce di pioggia cadute sul volto la riportarono alla realtà: non poteva piu sprecare neanche un minuto del suo tempo, doveva trovare Samuel prima che continuasse a calare la notte.

Abbiamo introdotto Samuel, ma che rapporto ha con Claudia?

  • Samuel era stato il primo fidanzato di una vecchia amica di Claudia (33%)
    33
  • Si sono conosciuti anni prima tramite un sito online (33%)
    33
  • Sono stati, seppur per poco tempo, compagni di scuola (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

11 Commenti

  • Ciao, bentornata.
    Inutile star qui a ripetere quello che ho già scritto precedentemente.
    Ero indecisa tra l’ex fidanzato di un’amica e un ragazzo conosciuto online ma, visto che probabilmente non si ricorderà di lei, crede sia più indicato optare per una conoscenza online.
    Al prossimo capitolo!

  • Ho votato vecchio fidanzato. Mi domando che sarà di Claudia e mi vengono in mente i tanti che iniziano così il loro viaggio esistenziale e poi continuano fino a morire un giorno a morire abbracciati a una bottiglia su un marciapiede o sotto un ponte. Spero che il destino che stai disegnando per Giulia non sia quello e che possa trasformare il viaggio in una bella avventura. Brava, ben scritto, alla prossima!🌻🙏

  • Ciao Rossella,
    Eccomi a restituire ben volentieri il favore. 🙂
    Mi permetto di lasciarti alcuni veloci appunti, di cose che mi sono servite nella narrazione;
    per meglio editare:
    – utilizza la funzione “ricerca” (nella mia tastiera è ctrl-f) per evitare ripetizioni a stretto giro;
    – armati di un vocabolario di sinonimi/contrari;
    – prova a scrivere periodi più brevi;
    – per evitare refusi, leggi più volte il capitolo (non avere fretta, a volte ripetute letture fanno emergere aspetti e idee che non avresti tirato fuori senza l’approfondimento);
    – la punteggiatura detta il ritmo della lettura. Generalmente per evitare intoppi io rileggo ad alta voce il capitolo per “sentirmi” fluire; lo so, il flusso di pensieri e la scrittura definitiva fanno fatica a collimare. Alcuni miei amici mi hanno consigliato di registrare dei vocali di ciò che voglio narrare e poi riscriverlo come fosse sotto dettatura; ovviamente consiglio che non ho ancora seguito :D.
    In definitiva capitolo godibile e abbastanza fluido; ho votato per un evento imprevisto, per dare più pepe alla storia.
    Facci sognare! 😉
    Alla prossima e buona domenica

    • Ciao, grazie per essere passata.
      Per quanto riguarda le opzioni: solitamente ne inserisco tre più o meno diverse da loro, in modo da poter “spaziare” il più possibile nella trama.
      Scusa se non mi sono spiegata benissimo, ma esco da una sessione di studio di greco e devo ancora riprendermi mentalmente😂
      Grazie ancora per la visita.
      -Rossella✨-

    • Ciao, grazie mille per la lettura e il commento.
      Capisco che -come l’atmosfera milanese- il personaggio di Claudia possa intrigare ma, a dirti la verità, non so neanche io dove la narrazione della sua storia/fuga potrà andare a parare, dunque lascerò che le vostre scelte mi accompagnino.
      Grazie ancora per essere passato, ricambierò presto la visita.
      -Rossella✨-

  • Bentornata su The Incipit!
    Intanto auguri per la pubblicazione del tuo libro, andrò subito ad acquistarlo!
    Per quanto riguarda questa storia : interessante l’incipit , la trama sembra coinvolgente . Continua così ❤️❤️ . Dalla tua fan numero 1 ❤️❤️❤️

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi