RESPIRA

Dove eravamo rimasti?

cosa capita a Safira ora? sogna un luogo e un animale (quale?) scrivi tu! (50%)

LA PREMONIZIONE

Do-dove mi trovo? sento odore di…pino…ed erba bagnata. C’è un silenzio qui, interrotto solo dal bubolare dei  gufi e da un ululato lontano. E’ una sensazione…bella, mi sento…in pace, col mondo, con me stessa, come se il passato non esistesse.

[apre gli occhi]

Che meraviglia! Da quassù si vede il mio villaggio illuminato! la luna è stupenda questa sera. non sapevo che vicino a noi ci fosse una collina. Che strano, eppure dovrei conoscere questi boschi visto che è da ormai 7 anni che ci caccio dentro.

7 anni. 7 anni da quando ho lasciato la mia casa e la mia famiglia per cercarne un’altra. chissà come stanno…e se si ricordano di me. come potranno mai dimenticarsi della ragazza che sognava ad occhi aperti l’arrivo del principe azzurro. come potranno dimenticarsi della ragazza che a pochi giorni dalle proprie nozze, è stata mollata all’altare perchè il suo “principe azzurro” aveva messo gli occhi su un’altra fanciulla in difficoltà ed è scappato INSIEME A LEI.

Basta, non voglio pensarci, posso godermi in santa pace questa bellissima nottata, per favore?….aspetta un secondo. Come ci sono finita quassù?

[ululati sempre più vicini]

Cosa sta succedendo? non può un intero branco essere arrivato così vicino al villaggio. dove sono le sentinelle?…un momento, non sta andando verso il villaggio, si dirigono verso…DI ME!

cazzo Safira…corri…corri come se ne andasse della tua vita, perchè è letteralmente così…corri e non voltarti indietro….non voltarti! Ma perchè non mi ascolto mai quando parlo! AHIA! 

[inciampa su un tronco di legno]

No…no….nonononono….tra tutti i momenti in cui potevo slogarmi la caviglia, questo è il peggiore! Forza, rialzati, altrimenti verrai mangiata.

Cazzo! Sono circondata, non posso muovermi, e figurati se ho preso con me i Gemelli…ottimo, sono fottuta. A sto punto, spero non ci mettano una vita a uccidermi…..

cheeeee sta succedendo? perchè si ritirano tutti? E perchè hanno le orecchie abbassate e la coda tra le gambe? Non è un buon segno.

che silenzio…troppo silenzio…neanche gli uccelli provano a cin…

[viene atterrata]

“No, no, lasciami andare…lasciami….andare”. e’ troppo forte, non riesco a liberarmi! Aiuto, ho bisogno di aiuto…

STAI FERMA

Eh? Chi diavolo ha parlato? qui ci sono solo io e…il…LUPO…aspetta un secondo…io quegli occhi li ho già visti da qualche parte….ma che succede? la presa si sta allentando, non di tanto ma si sta allentando…il pelo sta scomparendo…ma gli occhi…quelli sono sempre gli stessi…ROSSI…come il fuoco…come se…emanassero…un tepore…heiheihei, riprenditi Safira, stai per morire, non è il momento di incantarsi…in questa…bellissima…creatura…

“no! non avvicinarti, altrimenti…” altrimenti COSA?…”io…io ti…” io ti?… “…TI MORDO” ok, confermo…sei impazzita.

[l’uomo lupo si avvicina all’orecchio di Safira]

“SVEGLIATI, E RAGGIUNGIMI”

svegliarmi? eeehh?

UUFF UFF GRRRRHHH UUUFF

Gasp…Aria, ho bisogno di aria….cos…cos’è tutto sto casino! Bastardo? Bastardo che c’è? Che succede!”

aaah, maledizione, mi sono addormentata nella vasca. Quindi, tutto quello che è successo era solo un sogno? no, era troppo vero per esserlo…Non è il momento per pensarci, devo andare a vedere cosa succede fuori di qui!…magari prima mi vesto.

[qualche minuto più tardi]

“hei, qualcuno può dirmi cosa succede? perchè tutto sto viavai di gente?”

“Saf, abbiamo un problema”

“Fai grazie al cielo, almeno tu saprai qualcosa. Dimmi cos’è successo”

“storia breve o storia lunga”

uff, ci risiamo…”tu che dici?”

“ok, storia breve: il ragazzo che abbiamo catturato questa mattina…beh…non lo troviamo più”

“COSA?”

“è…è scappato, non so da quanto tempo, ma abbiamo trovato la cella distrutta, come se un qualcosa di enorme l’avesse sfondata.”

no…non può essere…non può…

saf…tutto bene?”

“si” NO! “va tutto bene…avete trovato qualcosa che appartenesse al ragazzo?”

“nella cella no…ma io mi porto sempre a casa un ricordo delle prede catturate”

“buono a sapersi…allora ce l’hai con te?”

“direi di sì visto che devo ancora passare per casa….perchè?”

“Perchè è il momento per Bastardo di tornare all’opera”

“non vorrai…”

“oh sì…andiamo a caccia”

Corri bello, corri…dai che lo riprendiamo….una cosa non doveva fare quello stupido…ed era scappare

…E RAGGIUNGIMI” ….continuo a sentire la sua voce nella mia testa, come se mi attirasse a sé…ed è sempre più forte.

“Bastardo fermati! Ho già visto questo posto, è la radora dove ho incontrato il lupo…ma…era un sogno”

Finalmente sei arrivata”

E adesso? Che mi succede?

  • Bastardo cerca di difendermi (cosa gli succede?) (0%)
    0
  • mi scontro con la cosa sconosciuta (cosa accade prima durante o dopo lo scontro?) (100%)
    100
  • faccio domande alla creatura (cosa vorreste donmandargli?) (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

5 Commenti

  • Ciao Safira. Mi associo al parere di Red Dragon (lui è uno bravo davvero!) E mi assumo il ruolo del critico scomodo.
    Il consiglio che ti do è di accostare un po’ di più il tuo scritto alla forma che la “regola” pretende. Non si tratta di un’imposizione senza senso: la “forma”, è il frutto del lavoro di secoli di letterati autorevoli, che permette al lettore di entrare facilmente nella storia, leggere senza fatica, capire che succede.
    Allora, il corsivo; le maiuscole; i (tanti, troppi) puntini, le parentesi: non metterle secondo quello che ti suggerisce l’istinto. A meno che tu non voglia (liberissimo/a di farlo) fare una letteratura “rivoluzionaria”. Segui la forma e molti di più ti seguiranno. Auguri di buon lavoro! Ciao?

    • ciao Ottaviano, ti ringarzio per i consigli che mi stai dando, è la prima volta che scrivo in questo modo originale quindi tutto l’aiuto che posso ricevere è il benvenuto.
      diciamo che mi sono mezza messa il piede nella fossa volendo raccontare la storia tramite la mente della protagonista, prendendo come punto di riferimento la trilogia fantasy “NEVERNIGHT” di J. Kristoff (un pò ambiziosa 😉 ). Ammetto che alcune componenti della “forma” le ho sbagliate involontariamente, mentre altre, come le parentesi, sono volute (aiutano me forse erroneamente a portare il racconto nell’ambiente esterno alla protagonista).
      Detto ciò, utilizzo questo commento per ringraziare sia te Ottaviano, che Red Dragon dei vostri consigli, ne terrò conto per i prossimi capitoli.
      Stay tuned
      Saf

  • Le domande sarebbero interessanti ma voto lo scontro perché l’adrenalina è alle stelle! Esattamente cosa succeda prima non lo so. Durante lo scontro, beh sembra che la cosa misteriosa giochi con lei, che non abbia davvero intenzione di farle del male, anche se ovviamente graffi e lividi abbonderanno. Infine sembrerà fuggire. “Alla prossima volta”. Poi fugge, letteralmente, come se qualcosa lo inseguisse. Si risveglia soccorsa da Fai. Quanto c’era vero in quello che è accaduto? A te la scelta 🙂

    Mi è piaciuto molto come sei riuscita a rendere il sogno ed il risveglio. Ottimo lo spirito di iniziativa 🙂
    Al prossimo capitolo, sempre più emozionato 🙂

    Ciao 🙂

  • Sogna di trovarsi su una collina e di essere cacciata a sua volta. Il cacciatore però non è un uomo, sembra più un lupo… no, un uomo lupo! Le salta addosso! “Raggiungimi!”
    Si sveglia di soprassalto: Bastardo ringhia, abbaia ed ulula! C’è qualcuno nei pareggi, forse dentro! A te il resto ^_^

    Ciao! Incipit curioso. Mi lascia molto perplesso questa “caccia ai principi” e mi chiedo esattamente cosa hanno intenzione di fare. Ma lo scoprirò nel resto della storia. Ti seguo ^_^

    Ciao 🙂

    • Ciao Red Dragon! Grazie per il tuo suggerimento, sto scrivendo ora il seguito tenendo conto anche del tuo suggerimento.
      Per quanto riguarda il fatto di non aver spiegato subito alcuni passaggi citati nel primo capitolo, è stato fatto volutamente, ma tranquill*, verrà chiarito tutto a tempo debito.
      Sono molto felice ti abbia incuriosito questo capitolo e cercherò di non delidere coi prossimi. FARÒ DEL MIO MEGLIO!
      Grazie di ❤
      Saf

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi