Epistolare 2.0

Dove eravamo rimasti?

Cosa farà Giulia? Si metterà in contatto con Stefania per riferirle di non avere alcuna intenzione di mollare Riccardo, dando vita a una sorta di sfida (75%)

Che la sfida abbia inizio

Appena rientrata dal viaggio di ritorno da Genova, Stefania prende il pc e si accomoda sul divano.

Apre Tinder e inserisce la password di Riccardo per accertarsi che Giulia abbia capito la lezione. 

 “Visto che la tua ragazza mi ha vietato di scriverti, ho pensato di mandarti questa” recita la didascalia della foto che Giulia ha inviato a Riccardo sette ore fa, ovvero subito dopo l’irruzione di Stefania.

L’immagine ritrae Giulia seminuda, distesa sul letto con un asciugamano tra le gambe e le mani sul seno.

“??” è la risposta di Riccardo.

“Perché davvero non ne sai nulla? La tua Stefania è venuta fin qui per minacciarmi”.

“Dai, finiscila”.

“Guarda che è vero. Mi sa che sei stato beccato, amico mio”.

“Quindi tu mi stai dicendo che stamattina Stefania sarebbe venuta da te a Genova?”

“Mi sembrava di averlo già scritto in italiano”.

“Oddio, questa è pazza. Ma poi cos’è successo?”

“Niente. Lei mi ha detto che avrei dovuto smetterla di scriverti. Io le ho risposto che poi tu non ce l’avresti fatta a stare senza di me. Però se mi sbaglio, possiamo anche chiuderla qui. Ti prometto che sparirò per sempre dalla tua vita”.

“Cazzo, non ci credo. Non può essere!”

“Eh, già. Avresti fatto meglio a venire tu qui. A quest’ora ti assicuro che saresti stato più tranquillo e rilassato”.

“Verrei di corsa. È che Stefania sta attraversando un brutto periodo, altrimenti col cavolo che le avrei concesso di comportarsi in questo modo”.

“Quindi, se ho capito bene, intendi andare avanti così finché i suoi non avranno fatto la pace?”

“Dai, ti prego. Non ti ci mettere pure tu”.

“No che non mi ci metto. Al massimo mi levo di torno. Non ti contatterò più, se non per inviarti qualche foto di quelle che ti piacciono tanto. Ma solo perché mi fai pena. Già ti tocca sopportare quella, almeno provo a farti distrarre per qualche secondo. Richieste per la prossima foto? Che ne dici di una sotto la doccia? O preferisci vedere le mie nuove mutandine di pizzo?”

“Doccia. Fai presto però. Devo andare da Stefania”.

Il suono del citofono impedisce a Stefania di proseguire la lettura della conversazione. Chiude in fretta il portatile, lo nasconde dentro l’armadio e va ad aprire a Riccardo.

Cosa farà Stefania?

  • Entrerà su Tinder fingendosi Riccardo e instaurerà lei stessa una conversazione con Giulia (40%)
    40
  • Non gli dirà nulla per continuare a leggere le conversazioni tra lui e Giulia (40%)
    40
  • Dirà a Riccardo di essere in possesso delle sue password e di aver letto la conversazione (20%)
    20
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

22 Commenti

  • Capitolo 4:

    Trovo che l’impostazione funzioni perfettamente 😉 Altro piccolo consiglio in merito, giusto per effetto visivo, non potendo formattare il testo con il “giustificato”, la prima frase di chi parla, quando impegnato in un discorso lungo, spezzala subito con un punto e vai a capo, per dare subito l’impostazione di chi parla, rimandando sempre il lettore all’idea della messaggistica 😉
    (Ha più effetto sul file di testo. Qui rimane sempre un po’ incasinata :P)

    Abbiamo messo Riccardo in una di quelle posizioni in cui ci sente “colpevoli” pur non avendo colpe, e per ora non conosciamo del tutto i suoi trascorsi con Stefania. Quindi punto tutto su di lei, questa volta! 😀

    Trovi la lettura del capitolo sempre su Youtube:
    https://youtu.be/WQcAD_JoKQc

    Alla prossima!

  • Capitolo 3)

    Credo proprio che Riccardo sia troppo pavido per affrontare la questione, quindi cercherà di nascondere la cosa, almeno all’inizio. Brutte situazioni… ma che capitano, direi. Gente che rimane incastrata per “fare del bene” o per mancanza di coraggio.
    Vediamo come si evolverà la situazione: di certo, può solo peggiorare. Magari, poi, Stefania mente.

    Trovi al lettura sempre su Youtube:
    https://youtu.be/YVVsa15bNns

    Alla prossima!

  • Che strano, la volta scorsa dovevamo dire se lui lascia Stefania per Giulia, stavolta se lascia Giulia per Stefania. Il tuo amico ha qualche problema d’orientamento… Io dico che lascia la decisioe a Giulia e non chiamerà. Ciao 🙂

  • Prosegue il botta e risposta, anche se stiamo ancora cercando di ambientarci nelle vite di questi personaggi. Ci spostiamo del tutto da qualche altra parte, per altre emozioni e/o dei possibili problemi.
    Voglio vedere che taglio darai al prossimo capitolo.
    Consiglio per l’impostazione dei messaggi, perché proprio in questo caso potrebbe contribuire alla buona immersione del lettore.
    Essendo una Chat, potresti seguire le dinamiche da chat, con l’allineamento del testo, senza essere costretto e scrivere ogni volta (G: / R:) Anche se continuare a farlo sarebbe ulteriormente efficace. Una scritta allineata a destra, una a sinistra.
    Di sicuro è un po’ uno sbattimento, ma secondo me contribuisce a dare movimento al testo, riportando il lettore indietro alle sue chat 🙂

    Spero possa esserti utile!

    Trovi la lettura su Youtube:
    https://youtu.be/zWeRmj0JJWM

    Alla prossima!

  • A vagare per luoghi oscuri, si finisce sempre per trovare un po’ di luce.
    Ed ecco che sono capitato sulla tua storia.
    Ho deciso di leggerla su Youtube, insieme ad altre storie degli autori di The Incipit.
    La trama mi ha convinto della mia scelta, perché ritengo ci sia qualcosa di davvero intrigante nel modo in cui hai scelto di rappresentare la storia.
    Inizialmente ho pensato di dare un tono neutro ai messaggi dei protagonisti, perché dei messaggi scritti alle volte sono, appunto, “scritti”, ed è difficile comprendere l’emozione nascosta dietro.
    Ma poi mi sono deciso a dargli il tono che avrei immaginato, scrivendoli io stesso, immedesimandomi nei personaggi. Spero di non averti fatto un torto!

    Trovi la lettura del capitolo su Youtube:
    https://youtu.be/oK-Mrv9LFxw

    Alla prossima!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi