La Gatta ed i Gattini

Dove eravamo rimasti?

Qual'è l'evento principale del prossimo capitolo? Uno di essi porterà ad un seguito! Angela viene scambiata per il mostro! (63%)

Angela... non è possibile!

Il piano di Pallino era semplice: far arrabbiare Demonia. Così Angela si intrufolò nella camera ed iniziò a passeggiare prima intorno e poi sopra la sorella. Quando le abbracciò la faccia, facendole finire i peli in naso e bocca, lei esplose e cercò di acciuffarla mentre Angela saltava da tutte le parti.

A far accorgere che qualcosa non andava alla madre fu il rumore del lampadario che, cadendo, fece un fracasso terribile! La madre corse alla porta, la sfiorò e quella venne giù!

«Demonia – disse più sgomenta che arrabbiata – Cosa hai fatto… Come giustifico questo disastro?»

«Basterà cambiare i mobili?» Demonia evitava di guardare la madre.

«Cambiare… i… mobili? Come lo giustifico il lampadario, la porta, la finestra… PERSINO I MURI!»

Difatti grossi pezzi di intonaco continuavano a staccarsi.

«Ehm… Il Mostro?» provò a dire Demonia.

«Ma perché l’intelligenza è andata solo da tua sorella. Ti rendi conto che diverebbe da un pericolo potenziale, un pericolo reale! Non si darebbe pace fin quando non lo avrebbe catturato! Un mostro inesistente! Fammi il favore: stai zitta e sparisci mentre penso ad un modo per sistemare questo casino, sempre che esista!»

***

Compiuto il misfatto, dopo aver ringraziato Pallino, Angela tornò nel Profondo Bosco: doveva attendere che il Principe ritornasse.

Appena entrata, crebbe di dimensioni, divenendo una sorta di gatto gigante grande quanto un uomo; 10 minuti dopo fu scossa da brividi ed il suo corpo mutò in umano, ancora coperto dal manto, con ancora la coda; le zampe posteriori rimasero zampe ma le permettevano di camminare in piedi mentre le braccia erano un incrocio tra mani umane e zampe feline; la testa era rimasta da gatto ma lunghi capelli biondi le contornavano il viso. Trasse un respiro: altri 10 minuti e sarebbe tornata umana. Fu in quel momento che sentì un rumore.

«C’è qualcuno?» chiese.

La sua voce era un incrocio tra un miagolio e delle parole. Non udì risposta.

***

Uno dei battitori correva per raggiungere il Principe; era andato nel Profondo Bosco e lì lo aveva visto; stavano seguendo lucciole per lanterne: ecco perché non c’erano tracce!

«Principe! – chiamò prima ancora di raggiungerlo – L’ho visto! È nel Profondo Bosco! Un incrocio tra un uomo ed un… non lo so! Temo che sia intelligente e che ci abbia portato apposta fuori pista. La direzione da cui proveniva… Principe, temo che…»

«Angela!» urlò il Principe partendo al galoppo.

Se il mostro era davvero intelligente e li aveva ingannati era proprio per farlo allontanare: per avere campo libero per colpire sua moglie! Quando giunse al palazzo e vide la finestra distrutta, smontò senza nemmeno far fermare il cavallo e raggiunse la stanza. Dentro vi era solo la madre: sembrava che c’era stata battaglia lì dentro.

«Come state? Dov’è Angela?»

«Principe! Cosa ci fate qui? Angela… ecco…»

«È stato il mostro, vero? Non si preoccupi: la salverò»

Senza aspettar risposta, corse di nuovo via.

«ASPETTI! – provò a richiamarlo la madre inutilmente – DANNAZIONE!» prese a pugni la parete.

«Non si preoccupi, madre – disse Demonia uscendo allo scoperto – Questo volta ho io un piano»

***

Alcune ore dopo, Angela si trovava nel Profondo Bosco, ignara degli eventi, quando vide arrivare sua sorella.

«Demonia!» fece quasi un salto.

«Dovevo immaginarlo che eri tu il gatto – rispose lei – Mia madre mi ha spiegato un po’ di cose sulla tua condizione. Sono venuta a restituirti pan per focaccia. Lo sai che il Principe sta venendo qui? Vieni ad incontrarlo!» le saltò addosso!

***

Il Principe si muoveva circospetto nella foresta. Sentì dei passi. Si nascose. Vide passare Demonia ma… c’era qualcosa di strano in lei. Poi vide Angela: era a terra ma sembra stare bene. Alla sua vista il suo cuore fece una capriola. Stava per chiamarla quando la vide colta da brividi e mutare nel mostro! Comprese. Tornò dai suoi.

«Preparate reti e trappole: dobbiamo prendere il mostro vivo!»

Dieci minuti dopo Angela, ancora in forma di mostro, cercava di capire dove si era nascosta sua sorella e si chiedeva come mai non si era ancora trasformata. Non si rese conto di mettere un piedi in una trappola ed in un attimo fu rinchiusa nella rete e poi calata nella gabbia. Azure ed i suoi uomini si avvicinarono.

«Azure» disse Angela.

«Stai tranquilla, Angela – cercò di rassicurarla Azure – troverò il modo di toglierti la maledizione. Portiamola via!»

***

«Ma che bel gatto gigante – disse Demonia entrando dove avevano lasciato la gabbia – Non sei stata contenta di rivedere il Principe? Ah, già, è vero non puoi parlare. Beh, ti racconterò una storia interessante: mia madre non voleva che tu venissi uccisa dal Principe, questioni di sangue, roba che non mi interessa, e così ti ho fatto catturare. Ma cosa più interessante ancora è che, la nostra cara mamma, mi ha rivelato una cosa particolare della maledizione che ti ha lanciato: se tu rimani incinta, rimani per sempre nella forma in cui ti trovi. Che ne dici se ti facessi fare figli da un innumerevole numero di gatti?» i suoi occhi lampaggiarono di cattiveria.

Ha vinto l'opzione che porta ad un seguito! Su chi ci concentriamo nell'ultimo episodio della prima parte?

  • Sul Principe: cos'ha intenzione di fare per salvare Angela? Che piani ha Demonia per lui? Si accorgerà di quanto sta succedendo? (43%)
    43
  • Sulla Gatta ed i Gattini: è da un po' che non si vedono. Cos'è successo? Hanno incontrato Demonia? Salveranno Angela? (57%)
    57
  • Su Angela: ha qualche modo di salvarsi? Qualcuno viene in suo aiuto? Cosa pensa di fare? (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

134 Commenti

  • Ciao Red!
    Ho recuperato ora la fine della storia, spero ora di riprendere il ritmo delle letture. La tua fiaba anomala finisce almeno per ora (poi leggo la seconda parte), con sfoggio di notevole fantasia da parte tua; i sortilegi sono buffi e i cattivi della storia in fondo non sono così cattivi. La Gatta si sacrifica per evitare guai peggiori a Angela ?, e anche la mamma…
    Bene, siamo pronti per il prosieguo, bravo come sempre a inventare, complimenti!.
    A presto, ciao!

  • Ciao Red!
    Tu parli, no sei tu che mi capisci! La fiaba prosegue con motti di spirito davvero felici, come quando il gatto lascia intendere che è meglio non approfondire l’approccio dei gatti alle gatte… Voto perchè lei sia scambiata per il mostro, mi piace questa trasformazione che attraversa stadi terribili, altro che uomo lupo.
    Complimenti, il tutto continua ad essere divertente!
    Ciao Red, buona domenica!

  • Andiamo nel Profondo Bosco!!
    Siamo quasi alla fine e si spera finirà bene. Comunque, per quanto non nego sarebbe fuori luogo, mi piacerebbe se il finale tutti cantano e ballano in puro stile “Tutti quanti voglion fare Jazz!” XDXD
    Scusa, ma quando leggo di catti mi torna sempre in mente quel film XD

  • Ciao, Red.
    Voto per Angela che viene scambiata per il mostro, voglio vedere come la salvi e sono certa che la salverai. Anche in questo capitolo c’è un messaggio, almeno io lo vedo, ogni azione ha una conseguenza. Demonia ha messo in mezzo la storia del mostro e ora si ritrova rinchiusa e chissà che non possa più uscire. 😉
    Bravo, Red, bell’episodio.

    Alla prossima!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi