Da un messaggio provocatorio

Dove eravamo rimasti?

Cosa farà Sandrà? Ci saranno ragazzi che le faranno i complimenti per il coraggio e la inviteranno ad uscire (67%)

Effetto domino

Da ogni azione consegue sempre una reazione. E’ sempre stato così. E le leggi dell’universo non possono cambiare in vista del mio stato attuale. 

Di certo, scrivendo quel messaggio provocatorio, non mi aspettavo un effetto di questa portata. Il cellulare continuava a vibrare senza smettere un secondo. 

Ecco saranno le classiche proposte indecenti, ne sono sicura.

Avevo suscitato l’interesse anche degli zombie, che ovviamente avrei potuto catalogare nelle tre categorie.

Prima di leggere le risposte, ci vuole quella bottiglia di vino!

Trovai le forze per vestirmi e scendere al supermercato. Nulla di tutto ciò poteva essere affrontato senza una bottiglia di vino a farmi compagnia. Decisi di lasciare il cellulare a casa, nella speranza che prima o poi il cellulare avrebbe smesso di vibrare. 

Erano le tre del pomeriggio di un sabato di agosto milanese. In tutto il supermercato c’eravamo io e la cassiera Nunzia, ragazza napoletana sui 35 anni che conoscevo ormai da anni con la quale scambiavo sempre qualche chiacchiera. Si riteneva un’esperta di vita e di uomini e non si sprecava a darmi consigli ogni qual volta entrassi al super. 

Per stasera mi ci vuole un bel Pinot Grigio! 

Arrivata alla cassa, trovai Nunzia sorridente come al solito. 

– Ciao Sandra! Stasera seratona eh?- 

– Guarda Nunzia, oggi non è proprio giornata!- 

– Dai non fare così! Che ti succede?-

– Che c’è dici? Lo sai benissimo! Mi ritrovo anche questo sabato sola perchè tutte le mie amiche sono impegnate o in vacanza. E l’idea di trovare una persona interessante con cui uscire in questa città è di certo un’utopia! –

– Beh, non è vero! Milano è piena di opportunità. Certo, sai benissimo come la penso. Puoi andare agli eventi da sola e conoscere persone fighissime piene di interessi. Ovvio che andare in compagnia è un plus. Ma perchè non provi con le app tipo TInder? – 

– Ecco! Quell’app è il male assoluto! Ho beccato solo casi umani!-

– Esagerata! Certo, i casi umani sono ovunque, ma fidati che si trovano anche ragazzi carini e interessanti! Per dire stasera esco con un banchiere niente male!- 

Ecco! Anche Nunzia trova ragazzi interessanti con cui uscire! Solo io non riesco ad avere un misero appuntamento!

– Beata Nunzia! Fammi sapere come va! Ti saluto, Il Pinot mi aspetta!”

Non appena entrai in casa, il cellulare non vibrava più. 

Lo presi. 

Cavoli! Ben 150 Notifiche!

Decisi di aprire l’app, preparandomi al peggio. 

Vediamo il primo che mi ha risposto. 

Alessandro, 29 anni. Distanza 8 km. Alto 180, moro, psicologo amante dei viaggi (tutte info evidenti nella descrizione)

Ciao Sandra! Intanto complimenti per lo spirito di iniziativa e mi scuso per la maleducazione. Posso scusarmi offrendoti qualcosa da bere stasera?

Caspita! Non me l’aspettavo! Il primo che mi chiedeva un appuntamento!

Magari è l’unico educato in mezzo ad una mandria di disagiati. Passiamo al secondo

Fabio, 30 anni. Distanza 10 km. Biondo, non proprio in forma, ma con degli occhi azzurri pazzeschi. Dalla descrizione si presentava come un “Consult IT”

Ciao Sandra! Che dire, sono delle domande interessanti che credo meritino il giusto approfondimento davanti ad calice di vino, che ne pensi? Saresti libera stasera?

WOW! Forse non sono tutti casi umani!

Un’altra notifica, da un certo Claudio, 30 anni. Distanza 16 km. Nessuna descrizione, solo tre foto, di cui due con amici e l’altra con un sorriso mozzafiato. 

Ciao 🙁 Beh, chi ha imposto l’obbligo che sia proprio l’uomo a dover scrivere per primo? Di certo, con questo messaggio hai rotto uno schema che sta suscitando in me un certo interesse. Che ne pensi di vederci stasera per un aperitivo?

Poggiai il telefono sul tavolo. Avevo aperto solo tre chat e avevo già ricevuto tre appuntamenti da tre ragazzi che trovavo attraenti. 

Cavoli! E adesso che faccio? Esco? Ma soprattutto, con chi?

Con chi uscirà Sandra?

  • Claudio, l'indefinito (100%)
    100
  • Fabio, il Consultant IT (0%)
    0
  • Alessandro lo psicologo (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

3 Commenti

  • Capitolo 2)

    Ciao Mericci!

    Il capitolo è abbastanza scorrevole, tolto qualche dimenticanza di punteggiature, specie nei dialoghi. Le pause sono fondamentali nel parlato! 😉 Prova sempre a interpretarli a voce alta, vedrai che noterai la differenza, oppure falli leggere a un dispositivo vocale, tipo Google!
    Per il resto mi pare che vada bene, tolto il passaggio del ritorno a casa: avresti potuto semplificare, parlando del silenzio del telefono. 😉
    In video lascio qualche riflessione in più.

    Trovi la lettura sempre su Youtube:
    https://youtu.be/jxAbUIr8zOM
    Se ti va di partecipare, AngelaCStevenson ci ha regalato un invito per un sito che regala Ebook. L’autore che sceglierete, a fine luglio, sarà il vincitore! 😉 Puoi farmelo sapere nei commenti al video.

    Ciao!

  • Capitolo 1)

    Ehi! Benvenuta su The incipit!

    Trovo l’idea interessante e scritta bene, nonostante qualche refuso che avresti potuto evitare con un pelo di revisione in più! Io consiglio sempre di leggere a voce alta: aiuta molto!
    Quindi devi giusto curare un po’ di più il testo. I miei complimenti per questo inizio. Bisogna sempre mettersi in gioco!
    Se la cosa può farti piacere, ho letto la tua storia su Youtube, insieme a quelle di altri autori e autrici. Se vorrai, continuerò anche con i prossimi!

    Trovi la lettura sempre su Youtube:
    https://youtu.be/RyUsVKjvXmU
    Se ti va di partecipare, AngelaCStevenson ci ha regalato un invito per un sito che regala Ebook. L’autore che sceglierete, a fine luglio, sarà il vincitore! 😉 Puoi farmelo sapere nei commenti al video.

    Ciao!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi