Un gioco molto reale

Dove eravamo rimasti?

Chi è il traditore? Né l'uno né l'altro e tutte e due allo stesso tempo: è il loro io terrestre ad averti tradito! (100%)

Una gelosia insensata

Rimani concentrato. I tuoi amici stanno combattendo per te e ti difenderanno dalle piante e dai mostri che stanno giungendo. Tu devi porre tutta la tua attenzione ad un nemico ben più insidioso. Un lampo scuro attraversa l’area ma tu sei pronto: schivi agilmente l’attacco e pari il secondo proveniente da dietro.

«Ciao Ircen, Bentrovato» esclami.

«Ciao … mi fa piacere vedere che stai bene – ti risponde – Scusa, ma ti devo uccidere»

L’artiglio nero scatta in avanti ma tu pari con grazia; eviti il secondo attacco e cerchi l’affondo ma Ircen devia la tua lama.

«Ti credevo un amico» dici.

«Ti sto facendo un favore» risponde lui.

«Sì, certo, come no» rispondi saltando per evitare le punte che escono dal terreno.

Ti scagli su Ircen, lui alza l’artiglio per parare, ma tu devi la caduta e, rotolando a terra, lo colpisci alle gambe. Purtroppo i suoi schinieri fermano il colpo. Ircen si allontana con un salto. In un attimo sei in piedi.

«E Feya? – continui – Mi ha detto di essere stata torturata da te»

«Non mi sono mai piaciuti gli animali» risponde lui con nonchalance mentre corre verso di te.

Sai che è una finta: ruoti di lato e blocchi l’attacco che proviene da destra, mentre Ircen ti oltrepassa.

«Conosco le tue tattiche, Ircen» dici.

«Ed io le tue – risponde lui – Mi ero sempre chiesto come fosse affrontare la Spada di Adamantio, ma ti pensavo più bravo»

«Sì, lo pensano tutti» rispondi facendo un altro passo di lato.

Ircen evoca una lama fatta di ombra e ti assale ma ti abbassi ed in un lampo sei da lui; ti muovi rapidissimo: le tue gambe ti spostano rapidamente da un posto all’altro mentre la tua spada vortica, scansando tutte le ombre che porteggono Ircen e lo colpisci. La lama trapassa facilmente la sua carne.

«Ed è in quel momento che abbassano le difese» ghigni.

Non esce una goccia di sangue. Questo ti preoccupa. Con un salto ti allontani da Ircen mentre lui manda a vuoto il colpo con l’artiglio.

«Io non sottovaluto mai gli avversari» ti dice.

«Lo hai appena fatto!» gli rispondi.

La corazza di Ircen cade al suolo: quando sei saltato indietro, hai reciso i suoi legamenti. Ti posizioni di nuovo. Sei preoccupato dal fatto che Ircen non abbia perso sangue ma non lo dai a vedere. In quel momento qualcosa blocca tutti i tuoi muscoli!

«Spiacente – ti dice Mark divenendo visibile – ma, credimi, non è una questione personale»

***

Ricordi…

Quanti anni sono passati? Non lo ricordi nemmeno. Massimo e Roberto facevano una corte ferrata ad Adele, la quale si divertiva a fare un po’ il tiramolla. Durante una gara ti classificasti per primo. Fu un puro caso, eppure Adele da quel momento si è avvicinata a te e divestaste amici. Non c’era niente, oltre all’amicizia. Non poteva esserci niente, eppure Massimo e Roberto se legarono al dito.
Passarono anni e la questione fu infine dimenticata. O così credevi.

***

«Se scompare nel mondo di gioco, le cose cambieranno – è Reign a parlare? – immaginate di poter riavvolgere il tempo che lui non ci sia più e che Adele sia solo vostra…»

***

«MA PER PIACERE! – urli improvvisamente tornando alla realtà – Certo che non è una questione personale, per voi! Seguite solo gli ordini del giocatore. Esattamente come me. Ma è personale, eccome! Una grossisma scemenza, per non dire di peggio. Ma vi rendete conto di quanto…»

L’artiglio di Ircen scatta verso di te. Non hai possibilità di evitarlo. Nello stesso istante qualcosa colpisce Mark che urla e la morsa che ti immobilizzava si dissolve. Con un rapido movimento eviti l’artiglio che ti graffia solamente; afferri il braccio di Ircen e lo torci sbattendolo a terra. Mark ha graffi su tutta la schiena mentre una gatta sta scappando in mezzo agli alberi. A quanto pare Adele/Mia ha trovato un po’ di coraggio.

Ma in quel momento i dadi rotolano ancora…

L’ambiente cambia di nuovo intorno a te e ti ritrovi circondato da Worg della Notte, la tua arma è finita chissà dove: questa volta i dadi di Reign ti hanno messo nei guai. Ma non tutto è perduto: tra i vari occhi rossi dei Worg ne scorgi due azzurri.

“Woff?” pensi.

I Worg ti assalgono; eviti i primi attacchi ma è impossibile evitarli tutti; tuttavia il Worg dagli occhi azzurri si volta e tu comprendi. Salti sulla sua groppa e scappate via, inseguiti. Non hai con te alcuna arma: devi solo sperare che questo Worg sia quello che pensi.

***

Dopo un lungo inseguimento, spuntate in una radura dove la gatta Mia ti sta aspettando in braccio a Feya! La gatta punta una zampa ed i Worg continuano la loro corsa oltrepassandoti! Ti accorgi che stanno inseguendo una tua immagine.

«Grazie» dici.

«Dovere» ti risponde Feya.

«Vedo che hai trovato il tuo coraggio» dici rivolto a Mia.

Lei scuote la testa. Ti viene da ridere.

«Dove sono gli altri?»

Questa volta è Feya a scuotere la testa. Ti mordi un labbro: ti tocca ricominciare tutto da capo. Beh, almeno hai i tuoi ricordi.

«Cos’è quello?» chiede Feya osservando il tuo graffio.

«Me lo ha fatto Ircen» rispondi.

«Una Lama Oscura? Dovremmo trattarla prima che…» ed in quel momento perdi i sensi.

Categorie

Lascia un commento

106 Commenti

  • Capitolo 10)

    Ciao Red!

    I miei complimenti, sia per aver chiuso la storia che per averlo fatto in un modo che trovo parecchio efficace. Credo la scena di combattimento – un po’ anime, se mi consenti il riferimento – l’ho trovata intrigante, e credo sia forse la scena meglio descritta all’interno di un tuo racconto letto qui su The Incipit, sia per ritmo, battute e livello di cura.
    Il capitolo ha qualche piccola pecca, risolvibile con un’ultima lettura più rilassata. C’è qualche ripetizione, ti sei perso una “i” in “devi” e due passaggi nella zona dei ricordi. Nulla di terribile, ma ti segnalo per eventuali correzioni su file privato. 😉

    Se posso darti un consiglio, nessun riassunto per la prossima storia. Scrivi in descrizione che si tratta di un proseguo, oltre alla descrizione opportuna. Inizia esattamente come hai iniziato lo scorso, e quindi come si conclude questo. Il personaggio ha solo maggior consapevolezza, ma trattalo a tutti gli effetti come una nuova storia. L’effetto delle spiegazioni fungerà da voce narrante per approfondire lo status in cui il personaggio rivive certi passaggi. Ha iniziato una nuova partita in fin dei conti! 😉
    Spero di esserti tornato utile!
    Aspetto il seguito!

    A presto!

  • La chiusa finale è perfetta per una seconda parte! Ho appena letto il tuo ultimo commento e sono felice di sapere che continuerai con questa storia molto avvincente. Mi piacciono i giochi nei giochi, e nel proseguo sarò nel gioco dall’inizio ??‍♀️ bravo bravo!

  • E con questo si conclude la prima parte. Ho inserito la gelosia come elemento per evitare di complicare troppo il discorso; non so se vi soddisferà. Come ho detto nel testo, Adele è solo vostra amica: non c’è alcun rapporto eteresessuale (per i lettori) o omosessuale (per le lettrici). Ed il resto lo scopriremo nel corso degli altri dieci capitoli. Ora devo pensare a come scrivere il primo capitolo (è sempre la mia croce: quanto devo riassumere? Quanto devo invece andare avanti? Boh!)

    Ciao 🙂

  • Come dicevo poco fa a Raniero Siverna, stamattina dovevo rinnovare la Postepay e se non fosse stato per i vostri racconti mi sarei suicidata ahahah! È stato bello leggerti, voto per l’ io terrestre perché sono curiosissima di vedere cosa ci regalerai. Bravo bravo.

  • Capitolo 9)

    Ciao red!

    Siamo ormai a un passo dalla fine. Chi mi ha preceduto ha già segnalato alcune cose da correggere, e non mi sento di aver altro da aggiungere.
    Mi piace l’idea del tradimento dall’esterno, quindi punto su quell’opzione.
    Sono curioso di scoprire come chiuderai questa prima parte dei fatti!

    Aspetto il prossimo.
    Ciao!

  • Voto l’io terrestre traditore, il che non sarebbe poi così strano, gli uomini, intesi come razza umana, sono propenso alla menzogna e al tradimento.
    Ciao, Red.
    Dunque siamo agli sgoccioli, il professore non ha avuto altra presentazione mi pare. Sbuca fuori a fare disastri, ma sarà davvero lui?
    Ti segnalo, nella frase: “ sguainando una lama che non sapevi CHE POSSEDEVA, trancia i rami come FOSSE fatti di cartone!” qualche errorino (che sicuramente nasce dalla riscrittura del capitolo).
    Detto tutto, attendo il finale.

    Alla prossima!

    • Qualche errorone non errorino 😛
      Grazie delle segnalazioni: purtroppo per quanto uno rilegge, le cose sfuggono sempre.
      In realtà di Reign abbiamo parlato diverse volte; è del professore che non abbiamo mai parlato: d’altronde solo tu, Massimo, Roberto ed Adele potevano riconoscerlo, visto che sono personaggi e hanno un “io terrestre” in grado di riconoscerlo. Ma naturalmente le sorprese sono sempre dietro l’angolo 😉

      Vediamo dove ci porta il finale 🙂

      Ciao 🙂

  • Ciao, siamo ormai alle ultime battute di questa storia… che avrà un seguito? Intanto siamo alle porte di una battaglia epica di cui non si sa come andrà a finire!!! In ogni caso, però, vincitori o vinti in una battaglia si perde sempre qualcosa!!!
    Ho votato per l’io terrestre, di solito è quello più complicato!!! Alla prossima.

  • Ciao, Red.
    Voto per un cambiamento totale; forse, dato che siamo quasi alla fine può essere utile alla storia.
    Il gioco si fa intenso, i ricordi affiorano e raccontano quel che sta dietro il gioco. Sto leggendo Un Cuore Nero Inchiostro di Galbraith, anche lì si parla di un gioco e, in alcuni punti, me lo hai ricordato (è un complimento ?, Galbraith, che poi è J.K. Rowling, è uno degli autori che preferisco).
    Ti faccio notare due cose che a me sono sembrate un po’ stonate nel testo: “hanno bisogno di persone con cui stare accanto” forse c’è un “con” di troppo.
    “una figura ancora avvolta nell’ombra ma che sai che conosci” mi risulta un po’ intricata come frase, e se fosse: ” una figura ancora avvolta nell’ombra, che sai di conoscere”?
    Detto tutto. Non ho altro da aggiungere. Ci siamo quasi, e stai andando bene.

    Alla prossima!

  • Capitolo 8)

    Ciao Red!

    Stravolgiamo un po’ le cose! Vediamo dove ci porta questo finale: ho l’impressione che sarà necessaria una seconda parte per chiudere la storia, o magari anche solo per ampliarla!
    Aspetto di scoprire qualcosa in più nel prossimo capitolo.
    Non mi pare di aver letto niente fuori posto 😉

    Alla prossima!

  • Ciao, quindi… in qualche modo c’entra l’amore!!! O forse no? Forse c’entra la gelosia e l’invidia… credo che l’unica cosa da fare è aspettare l’evoluzione della storia!!!
    Ho votato per cambiare tutto, così potrai dar vita a un seguito come vorrai tu!!! Alla prossima.

  • Ciao, ancora una volta, caro Red, ti ho mandato le opzioni in parità; giuro che non lo faccio apposta.
    Direi che la situazione, piano piano, si dipana: qualcosa si scorge e il gioco pare aver preso possesso della vita reale, il che non va molto distante da quello che accade a qualcuno, specie se davvero patito di videogiochi (come si chiamavano ai miei tempi). Tra le righe, leggo un messaggio a tal proposito, ma forse sbaglio e sono io a vederlo.
    Io voto per un altro ricordo, vediamo che succede.

    Alla prossima!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi