Una Gioco molto Reale: Tornare a casa

Dove eravamo rimasti?

Come dici che andrà? Insomma! I miei piani fanno acqua da tutte le parti! (45%)

Alla ricerca della Fonte

Più conosci Woff più ti sembra assurdo: un modo di incedere alto, una parlata possente, un modo di atteggiarsi da “dio in terra” e pretende assoluto rispetto… cioè, vuole coccole e carezze!

«Ma dai! – esclami parlandone con Feya – mi aspetterei una cosa simile da un bambino od un cane, non da un essere che quando ti parla ti strappa cuore e cervello! Cosa devo aspettarmi come pegno? Che giochi con lui?»

Sei certo che Feya stia ridendo dentro di sé anche se non vuole darlo a vedere: le sue orecchie si muovono troppo.

«Sono in pochi a capire Woff – ti risponde – io sono tra questi. Mia dice che anche il suo Draguomo è in grado di capirlo. Ma non è questo l’importante. L’importante è che tu faccia quanto ti chieda. Se hai dubbi chiedi a me. In cambio lui farà tutto quello che gli chiedi. Ora, a noi: ho preparato un bel po’ d’oggetti con cui dovrai dormire. Domani Woff li porterà in giro. Ah, sì: domani tocca a te spazzolarlo»

«Ma…» la tua protesta cade nel vuoto.

***

Due ore dopo che Woff se ne andato, tu e Feya, con in braccio Mia, uscite dalla casa. La gatta punta su di te una zampa e pensi che stia facendo l’incantesimo richiesto. Non senti niente.

«Va bene così» risponde lei alla tua implicita domanda.

Vi avventurate nella Foresta dei Sussurri, là dove Adele, l’io terrestre di Mia, sapeva dove si trovava la fonte. Il piano sembra funzionare, in quanto non senti nessun ululato Worg. Quando raggiungete il luogo, al posto della fonte, c’è un grosso albero.

«Bene Feya – dichiari – ora è il tuo turno: dobbiamo trovare tracce per capire che fine ha fatto la fonte e dove si è spostata»

«Fammi controllare. Reggi micia»

Ti appioppa Mia in braccio e si abbassa al livello del suolo.

Controlla l’intorno dell’albero, le sue radici, la sua corteccia. Sospira.

«Hai mai sentito parlare dei Varchi Arborei?» ti chiede.

«No»

«Sono passaggi che si trovano all’interno di alcuni alberi qui nella Foresta dei Sussurri. Sono poche le creature che sono in grado di usarli e noi non facciamo parte di esse. Ma la fonte è ora all’interno di Varco Arboreo»

«Ne sei certa?»

«Come il fatto che stai tenendo Mia in braccio»

«E cosa possiamo fare?»

«Noi niente. Mia potrebbe aprire un Varco, se sa come si fa. In alternativa potremmo provare ad affidarci a Woff ma non so…»

In quel momento un ululato quasi spacca i timpani ai presenti.

«Dimmi che è Woff!» esclami.

«Se vuoi te lo dico, ma è una bugia» risponde Feya guardandosi intorno.

«Non sono in grado di affrontarli con questo braccio»

«Non saresti in grado di affrontarli in ogni caso: è la Caccia e tu sei la preda. Sali sull’albero!»

«Come?»

«Sali e basta!»

Lasci andare Mia e provi ad arrampicarti ma con un braccio solo è difficile. Mia è molto più veloce di te. Arrivata nei rami alti punta una zampa verso di te e ti senti trascinato su. A parte una capocciata su un ramo più alto, arrivi indenne.

«Ahio! Feya?»

«Zitto!» dice lei.

Un attimo dopo la radura si riempie di Worg della Notte. Annussano e puntano verso l’albero.

«Il tuo piano ha funzionato proprio bene» commenta Feya.

Non rispondi. Osservi.

«Sono in grado di salire?» chiedi.

«Potrebbero abbattere l’albero. Se non lo fanno è perché stanno aspettando il capo branco»

«Fammi indovinare: è dieci volte più grosso di loro»

«Venti»

«Quello non ha bisogno di abbattare l’albero: ci mangia direttamente dal terreno. C’è una via di uscita?»

«No»

«Quindi? Aspettiamo che ci mangino?»

«Aspettiamo Woff: Mia ha già chiamato aiuto»

Vorresti chiedere quando ma lasci perdere.

Se ti aspettavi di vederlo arrivare, ti devi ricredere: la sua voce mentale è per te una sega perforante!

«Andate in cima all’albero: farò in modo che Mia possa aprire il varco, da lì arrangiatevi; ci vediamo dentro se e quando sarà il momento!»

Quando la sua voce si zittisce e tu puoi di nuovo pensare, ti rendi conto che Feya ti sta tenendo per evitare che cadessi. Vedi i Worg tutti a bocca aperta, in attesa della tua caduta.

«In cima all’albero!» ordina Feya.

Vi arrampicate mentre sentite il terreno tremare. Infine arriva; è il Worg più grosso che tu possa aver visto: un elefante è piccolo al suo confronto! Ti chiedi quale razza di magia possa avere creato un simile mastodonte. Non sai perché, ti viene in mente Mark. Ora vorresti dargli un pugno sul naso!

«Che devo fare?» interrompe i tuoi pensieri Mia.

«Aprire il varco» dici.

«Come?!» risponde lei

«Fatti guidare da Woff!» ordina Feya

Il capo branco raggiunge l’albero ed infila il muso iniziando a spezzare rami su rami nel tentativo di raggiungervi. Avete solo pochi secondi prima di affrontare fauci in grado di dilaniare una nave!

«Sbrigati!» strilli mentre usi il tuo braccio di pietra per dare un pugno sul naso al Worg

Quello guaisce ed arretra. Non sarà stato Mark, ma ti viene da ghignare. L’entusiasmo muore sul nascere quando il Worg, furioso, sfonda tutto ed apre le sue fauci su di te!

***

«Dove sono?» esclami appena riesci a capire di essere vivo

«Nel Varco Arboreo – risponde Feya – La buona notizia è che siamo, per ora, salvi dai Worg; la cattiva è che la Lama Oscura è stata qui»

Come preferisci procedere?

  • Non procediamo: se la Lama Oscura è stata qui, è meglio prepararsi ad affrontarla! (38%)
    38
  • Procediamo con cautela: bisogna stare attenti a trappole ed agguati! (50%)
    50
  • Raggiungiamo la fonte, prendiamo a pugni Ircen e finiamola una volta per tutte! (13%)
    13
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

153 Commenti

  • Ciao, mi piace quando nei finali i personaggi “immaginari” prendono le sembianze di quelli reali, è come se la storia non avesse una vera e propria fine!!! E da come l’hai messa tu, credo che la storia non avrà mai una vera e propria fine!!!
    Complimenti e per la prossima storia sto perdendo le prime puntate per mancanza tragica di tempo, sperò però di poter recuperare al più presto. Intanto buon proseguimento di settimana

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi