Una Gioco molto Reale: Tornare a casa

Accidenti a quei due!

Ricordi…

La battaglia contro Ircen e Mark si è conclusa a tuo favore, ma purtroppo i dadi non ti sono stati favorevoli e ti sei ritrovato circondato da Worg della Notte; Woff è giunto in tuo soccorso e sei riuscito a fuggire, grazie anche a Mia ad a Feya, la coniglietta umanoide che ti aveva già salvato all’inzio. E poi? Cos’è successo poi?

***

Ricordi…

Tu, Adele, Massimo e Roberto stavate giocando ad un gioco; il vostro compito, riportare Lars, un uomo lupo, a casa. Reginald, la vostra guida ed arbitro al gioco, vi guidava nell’immaginario che si stava creando. Ma Lars non era solo un personaggio: Runa Lobo voleva davvero tornare a casa. Ma qualcosa è andato storto ed ora siete tutti intrappolati nei vostri personaggi! Come fare per tornare a casa? Ma sopratutto, Massimo e Roberto, vogliono davvero tornare a casa?

***

Ti riprendi che ti senti intorpidito. Mia sta dormendo sul tuo petto. Feya, accanto a te, sta finendo di mettere via alcune cose. Il cambio del tuo respiro sveglia la gatta e fa girare le orecchie alla coniglietta.

«Ben svegliato» ti dicono entrambe.

«Cos’è successo?» chiedi.

«Ircen è riuscito a pietrificare il tuo braccio – ti risponde Feya – ma abbiamo fermato la maledizione prima che si espandesse al resto»

Ti osservi: la spalla è libera e quindi puoi parzialmente muoverlo, ma tutto il resto è un ammasso di pietra. Storci la bocca: questo è un grosso problema per la Spada di Adamantio.

«Ma perché Ircen e Mark ci hanno tradito?» chiede Mia.

«Stanno seguendo gli ordini del loro io terrestre – rispondi – non so per quale motivo, ma sono convinti che uccidendo il mio io terrestre, il tuo io terrestre si innamorerà di loro»

Non riesci a comprendere la faccia di Mia.

«C’è qualcosa che non so?» chiedi.

«Reign ci aveva promesso di riavvolgere il tempo se avessimo seguito le sue istruzioni – ti risponde dopo un attimo – Ci ho creduto pure io. Io, non il mio io terrestre. Per fortuna a me ha fatto rinsavire e ho mandato Woff in tuo soccorso»

«Solo che i dadi sono sempre dalla parte di Reign» commenta Feya.

«Ma a me è capitata una probabilità su 100» ricordi.

«E questo significa che abbiamo qualche possibilità di farcela – sorride Feya – ma il problema rimane: attualmente siamo al sicuro a casa mia, ma appena fuori di qui, i Worg della Notte ci daranno la caccia»

«La magia di Mia oppure Woff non potrebbero darci una mano?» chiedi.

«I dadi hanno decretato la caccia – risponde Feya – appena usciamo di qui, inizierà»

Sospiri.

«D’accordo – dici cercando di alzarti; con un braccio solo è difficile – quanto tempo possiamo stare qui, al sicuro?»

«Un giorno – risponde Feya – forse due ma non garantisco»

«Un giorno ce lo faremo bastare – dichiari – Prima cosa: si può fare qualcosa per il mio braccio?»

«Non che io sappia» risponde Feya.

«Nemmeno io, ma Adele, il mio io terrestre, sa che esiste una fonte, proprio qui nella Foresta dei Sussurri, in grado di guarire da qualsiasi cosa, maledizione compresa»

«È una leggenda» dichiara Feya.

«Ma Adele è convinta che ci sia – risponde Mia – Purtroppo il cambiamento fatto da Reign ha invalidato il luogo dove si trovava»

«Seconda cosa – chiedi – Come funziona la “caccia”?»

«Molto semplice – risponde Feya – esci di qui ed i Worg ti fiuteranno subito, si metteranno sulle tue tracce e cercheranno di prenderti»

«Solo i Worg? I mostri che mi hanno assalito la prima volta?»

«Solo i Worg! Certo, se fuggendo ci avviciniamo a loro…»

«E chi ha detto di fuggire?» ghigni.

«Non puoi combattere con quel braccio e l’ululato dei Worg ti farà tremare le gambe»

«Non ho detto di affrontarli a mani nude. Ultima cosa: a quanto ho compreso, Mia, tu puoi usare la magia anche se sei in forma di gatta»

«Solo in braccio a Feya e non so il perché» risponde.

«Perché la nostra brava Feya è in grado di dare fiducia a chiunque»

La coniglietta arrossisce lievemente mentre sorride.

«Allora Mia, saresti in grado di ricreare le nostre figure, come hai fatto prima?» chiedi.

«Non credo cadrebbero due volte nello stesso trucco» risponde lei.

«No, immagino di no – rifletti – Hanno istituito la “caccia” perché loro non possono affrontarmi. Perché questo? Qualcuno di voi sa cosa hanno decretato i dadi questa volta?»

«Nulla» rispondono entrambi.

Cammini avanti indietro. Hai un’idea di come muoverti ma c’è qualcosa che ti sfugge. Reign ti vuole morto e non sai ancora il perché, Mark ed Ircen, stanno seguendo gli ordini del loro io terrestre e pensi che siano i più grossi idioti del mondo eppure i dadi hanno deciso che nessuno di loro debba affrontarti ora. Quindi hanno optato per la “caccia”. Ma perché? Non potevano mandare i mostri come l’altra volta? E perché questo luogo è sicuro?

«È casa mia – dice Feya come se ti avesse letto nel pensiero – Ho fatto in modo che i Worg non possano sentire il tuo odore. Ma non durerà per sempre»

Sorridi verso Feya: il tuo odore, forse questa può essere una soluzione. La domanda è: come è meglio muoversi? Cosa fare per primo?

Già, cosa vuoi fare?

  • La priorità è evitare la "caccia": se Feya è in grado di nascondere gli odori, forse con l'aiuto di Mia si può estendere la cosa! (40%)
    40
  • La priorità è capire perché loro non possono o vogliono affrontarti: Woff e Mia potrebbero darti una mano! (10%)
    10
  • La priorità e riacquistare il braccio: cerchiamo la fonte ed al diavolo la "caccia"! (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

153 Commenti

  • Ciao, Red.
    Mi è piaciuta questa storia, si nota una tua passione per questo mondo, il mondo dei giochi di ruolo.
    Ci hai condotti in un mondo magico, dove tutto può esistere e succedere e poi ci hai mostrato, con naturalezza, che è solo un gioco e che presto si ricomincerà. La strizzatina d’occhio da parte della storia mi fa pensare che un giorno i nostri amici torneranno, anche il finale lascia aperto uno spiraglio.
    Intanto, ti auguro una Buona Pasqua e aspetto il nuovo racconto.

    Alla prossima!
    p.s. «Massimiliano e Daniele, faranno tardi: dicono di iniziare senza di noi» forse era “loro”?

  • Ciao Red 🙂
    Mille complimenti per la storia 🙂 la chiusura nel mondo reale ha provocato una nostalgia che non dovrebbe 🙂 ma lo ha fatto 🙂
    Sei riuscito a crearmi curiosita’ su due punti 🙂 uno e’ il nuovo gioco che hanno inziato i nostri protagonisti (anche se gia’ hai detto che per il momento non ci sara’ un seguito) e la nuova storia che portreai a breve 🙂 percio’ ripeto i miei complimenti 🙂
    A prestissimo 🙂

  • ciao Red, buona Pasqua anche a te.
    Un finale che è un ritorno a casa.
    Devo complimentarmi con te perché, forse già lo sai, con questa storia il tuo stile, e la scrittura sono notevolmente evoluti. I tuoi fantastici gattini imparano e affascinano smpre e la fantasia che ti muove è pregevole.
    Ti aspetto in fantascienza, a presto?!

  • Ciao a tutti! Spero che la storia vi sia piaciuta da leggere come a me da scrivere ^_^ In verità non ho un vero seguito in testa, ma mi lascio aperta una possibilità perché non si sa mai 🙂

    Prossima settimana vado di fantascienza: ripesco un progetto che ho lasciato da tempo. Non seriverà aver letto le storie precedenti perché, pur essendo ambientata nello stesso mondo, personaggi e situazioni sono completamente diverse. Eventuali richiami saranno spiegati 🙂

    Intanto ne approfitto per farvi gli auguri di Buona Pasqua ^_^

    Ciao 🙂

  • Ciao, il duello mi è piaciuto moltissimo con tutti i cambi di situazione, e tra le altre cose è stato anche incruento!!! Sarei solo curiosa di sapere che fine farà in “gattone”!!!
    Ho votato per in fondo è stato solo un gioco, dai, alla fin fine sarebbe giusto anche così!!! Alla prossima e ultima puntata.

    • Sarà che io trovo poco convincente quando la gente si massacra di colpi e rimane in piedi senza problemi, preferisco quando il combattimento è un continuo scambio di colpi, contro colpi ed al massimo qualche ferita di striscio, lasciando il colpo letale solo per la conclusione. Per il “gattone” vedremo se mi basteranno i caratteri per dire qualcosa 🙂

      Ciao 🙂

  • Capitolo 9)

    Ciao Red!

    Siamo a un passo dal finale. Ti segnalo questo passaggio: “Glieli punti alla gola.” considerato che il protagonista recupera l’arma dell’avversario, suona parecchio strana come frase. Inoltre, proprio a livello di logistica, vedo la scena un po’ difficile.
    Per il resto, io dico di analizzare i due personaggi, forse all’esterno della storia. Capire un po’ loro per capire tutto. 🙂
    Vediamo però che vince!

    Aspetto il finale! 😉

  • Ciao, Red.
    La partita a dadi mi ha sorpreso ed è piaciuta molto anche a me, non me l’aspettavo, credevo si trattasse di altro. Bravo, bella mossa.
    Ora mi piacerebbe sapere chi sono Massimiliano e Daniele, ma la curiosità di farmi rivelare qualcosa di inaspettato è troppo forte. Mi affido alla tua idea, altrimenti che sorpresa sarebbe?
    Ti segnalo questo refusino: “un attimo dopo hai mano un gatto!”

    Alla prossima!

  • Ciao Red 🙂
    Concordo al pieno con Fenderman la battaglia con i dadi mi e’ piacciuta un sacco 🙂 un misto tra Yu Ghi Ho e la battaglia contro luxord su Kingdom Hearts 2 , spero conosci entrambe le citazioni 🙂
    ed e’ stata una boss battle molto particolare e ben curata complimenti 🙂
    per quanto riguarda il testo ci sono dei refusi di poco conto ma ti invito a riguardare il testo per pulirlo un po’ per il file origiinale 🙂
    delle tre opzioni mi piacevano tutte e tre 🙂 la terza “chi sono Massimiliano e Daniele?” potrebbe sembrare un po’ retorica ma a me ha fatto pensare al protagonista che perde la memoria o che ritrona in un mondo completamente diverso da quello dove e ‘ partito 🙂 lo so sono cattivo ma io leggo storie macabre ricorda 😀
    Siccome non ti si addice molto ho optato per alla fine era solo un gioco 🙂 e ripasso a te la palla 🙂
    Ancora sentiti complimenti e a presto Red 🙂

  • Beh in effetti quella cosa dei dadi è l’arma è un’idea carina, una specie di roulette russa…
    Ce la siamo cavata bene a quanto pare.
    Voto che in fondo è tutto un gioco e aspetto il finale ( e non escludo sorprese…)
    Ciaooo?‍♂️

  • Mi sono mancati i caratteri per mettere un paio di spiegazioni, quindi le ho accennate e lasciate alla vostra immaginazione. Se poi avete dubbi, potete sempre chiedere. Il perché i dadi abbiano tradito Reign, lo si scoprirà nel mondo reale (quindi nel prossimo capitolo).
    I dadi arma sono un’idea presa da un’altro racconto qui su the Incipit. Non so se l’autore bazzichi ancora da queste parti.

    Ciao 🙂

  • Ciao, bello scontro, e non chiamiamola fortuna, ma astuzia e bravura!!! Ah, ho trovato due refusetti (rimangersela/rimangiarsela e sguisciando/sgusciando) che mi hanno divertito, a volte involontariamente i risultati sono molto carini!!!
    Ho votato per i dadi, in una sola puntata è l’aiuto più indicato!!! Alla prossima.

  • Ciao, Red.
    Scusa i tempi, ma il sito mi dà diversi problemi ultimamente.
    Rinnovo i complimenti per la dinamicità delle scene. Sai che “sguisciare” sono andata a cercarmelo perché non lo conoscevo come termine, ho capito cosa potesse voler dire, ma non mi era mai capitato di incontrarlo, ho letto che si tratta di una variante toscana di “sgusciare”, sei toscano?
    Comunque, visto che il nostro eroe è fortunato coi dadi, io voto i dadi e speriamo che lo aiutino a tornare a casa. Mi piacerebbe, nel finale, incontrare i contendenti nel mondo reale, un po’ come in Jumanji.

    Alla prossima!

    • Sguisciare lo dice sempre la mamma e mi è rimasto 🙂 trovo che sia una di quelle forme dialettali (come scotulare) di cui si comprenda il senso meglio della variante italiana 🙂
      Mi son romano ma ho genitori calabresi ed emiliani 🙂

      Battere Reign nel suo campo è difficile ma entusiasmante. Ma mia idea è di far vedere cos’è successo ai vari io terrestri proprio nel decimo capitolo 🙂

      Ciao 🙂

  • Ciao Red 🙂
    Ben gli sta a Mark 🙂 una bella boss battle epica e diciamo che la fortuna e’ stata dalla nostra parte stavolta 🙂
    Come al solito il capitolo dila 🙂 ho notato qualche refuso qua e’ la che potresti revisionare per il file finale 🙂 il piu’ che salta agli occhi e’ “«Te lo già detto” li ti sei magnato il verbo 🙂 ma niente che tolga al capitolo 🙂 che come al solito tiene alto il livello della storia 🙂
    Ero tentato a scegliere i dadi ma alla fine ho optato per il faccia a faccia 🙂 e cosi’ che deve finire il gioco 🙂
    La storia giunge qausi al termine 🙂 vediamo cosa ci tiri fuori nel capitolo pre finale 🙂
    a presto 🙂

  • Sarai tu ad affrontare Mark, basta fare il burattino!
    Ciao, Red.
    Qui le cose si fanno interessanti, Finalmente libero dall’incantesimo il protagonista può combattere i suoi amici/nemici e, magari, tornare alla realtà (o a casa, come dici nel titolo). Aspetto il duello, so che lo descriverai benissimo.

    Alla prossima!

  • Capitolo 7)

    Ciao Red!

    Ho notato qualche imprecisione in più in questo capitolo. Niente che possa rendere difficile la lettura, ma almeno per il file privato è doverosa una revisione. 🙂
    Dico che c’è bisogno di un confronto, spada contro magia. Vediamo come riesce a sbrigarsela.
    Continua così. Alla prossima!

  • Ciao Red 🙂
    Non so perche’ ma leggendo questo capitolo mi ronzava una musica epica da battaglia finale 😀 ormai si sente nell’aria 🙂
    Complimenti alle tre ragazze stanno dimostrando un potere e una capacita’ di lavorare in squadra davvero pazzesca 🙂
    E poi l’ho trovato tenerone questo capitolo tra i vari abbracci 🙂 e vero si dice che gli abbracci sono la curfa per le ferite dell’anima 🙂
    Il capitolo fila bene ed e’ scritto ad opera d’arte . L’unico passaggio che evidenzierei perche’ non mi e’ risultato molto chiaro e’ “ti spinge letteralmente nella braccia Lupinia.” non capisco se spinge noi tra le braccia di Lupinia e quindi sarebbe corretto “ti spinge letteralmente tra le braccia di Lupinia” o se spinge Lupinia tra le nostre braccia e allora sarebbe stato meglio “Ti spinge letteralmente Lupinia tra le braccia” 🙂 ma magari sono io che sono vecchio e mezzo rinco 😀
    Comunque voto perche’ sia Lars a decidere 🙂 voglio l’effetto a sorpresa 🙂 come la variabile impazzita ha sorpreso Mark adesso tocca a noi essere sorpresi 🙂
    Complimenti ancora 🙂
    a presto 🙂

    • Quello è stato un cambio di frase e nonostante le riletture mi è sfuggito il “nella” al posto del “tra”; la frase giusta era: ti spinge letteralmente tra le braccia di Lupinia.

      Il capitolo è tenerone anche perché volevo dare un’idea di magia completamente diversa da quella che verrà usata da Mark, fatta di ordini e risultati lampanti. Quella di Lupinia, Feya e (in parte) Mia è invece più posata, tranquilla, in grado di far miracoli senza che nessuno se ne accorga, se non per i suoi effetti. E poi avevo voglia di abbraccioni 😛

      Vediamo se riuscirò a sorprendervi 🙂

      Ciao 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi