Vittime innocenti

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo episodio un aiuto verrà dato Proprio da Baldi (63%)

Test del DNA

È difficile riuscire a spiegare a parole la sensazione di forte sconforto che mi invase non appena visionai i frame della videocamera di sorveglianza che scagionavano totalmente Baldi.

Certo, fin da subito mi ero resa conto che ci fosse qualcosa di strano, ma non riuscivo a togliermi della mente che stesse trascorrendo troppo tempo, e ogni giorno la probabilità di scovare nuovi indizi andava sempre più deteriorandosi.

-Non lo troveremo, vero?- chiesi ad Omar, o forse più a me stessa, mentre continuavo ad osservare le immagini di Baldi intento a rifornire di benzina la sua automobile, ma poi notai che la sua espressione fosse molto diversa dalla mia, come se fosse a conoscenza qualcosa ancora a me ignota

-Dai un’occhiata a queste- disse infatti passandomi delle analisi effettuate da Gioia pochi giorni prima del decesso, e allora capii perchè lui continuasse ad essere speranzoso: per la prima volta sentivamo di aver trovato qualcosa di concreto.

Tornai in sala interrogatori con i fogli ancora in mano, decisa ad affrontare Baldi per cercare il collegamento esistente tra tutti i tasselli in nostro possesso

-Se ti importava qualcosa di Gioia, questo è il momento migliore per dimostrarlo- esordii appena entrai senza vagheggiare troppo.

Baldi ed Edoardo si scambiarono una rapida occhiata, entrambi sorpresi dal repentino cambio di registro: ero passata da un linguaggio formale all’adozione di uno più informale e colloquiale, nonostante fossi già stata ripresa da Edoardo per aver fatto ciò a casa dei genitori di Gioia.

Stavo sbagliando ad appassionarmi così tanto?

Probabilmente sì, ma nessuno mi avrebbe impedito di andare fino in fondo, per me e per Gioia.

Intanto Boldi serrò le labbra quasi fino a farle sparire del tutto, segno evidente che avesse qualcosa da dire pur non riuscendo a farlo; credetti che fargli conoscere l’esito delle analisi potesse fungere da stimolo, ma compresi subito che anche lui fosse all’oscuro di tutto.

-Sarò sincera: in mano non abbiamo nulla se non quelli esami- gli confidai indicandoli ed accomodandomi sulla sedia libera al fianco di Edoardo -E sarebbe fantastico sapere che motivo avesse per richiederle-.

Passai in silenzio le fotocopie dei risultati a Edoardo, e poco dopo Baldi decise di parlare

-Cinque giorni fa ho incrociato Gioia seduta su una panchina poco fuori l’università: ci eravamo già allontanati, ma l’ho vista giù di tono e mi sono avvicinato chiedendole cosa le fosse successo. All’inizio tentennò, ma poi, forse perché ero l’unica persona con la quale poter parlare dal momento che la sua miglior amica si trovava oltre oceano, mi confidò di aver dovuto effettuare delle analisi per verificare che la gravidanza stesse procedendo bene, ma dei risultati erano emersero delle incongruenze tra il suo gruppo sanguigno e quello dei suoi genitori-

Portò le mani intorno la testa prima di continuare, e notai che stesse goffamente cercando di trattenere le lacrime le gli arrossavano gli occhi

-Spero che Gioia non abbia avuto il tempo di scoprirlo- affermò poi, ed effettivamente aveva ragione: avevamo trovato la mail con i risultati degli esami tra quelle ancora da leggere, probabilmente perché Gioia non sarebbe riuscita a reggere anche quel peso o, forse, perché effettivamente non aveva avuto il tempo materiale per farlo.

Comunque sia andata, non aveva mai scoperto che la compatibilità tra il suo DNA e quello dei signori Longhi fosse vicina allo zero percento.

Ripresi in mano i fogli e feci per uscire, ma Boldi mi fermò poco prima

-Solo una cosa non mi convinse: Gioia non sarebbe mai uscita con quei indosso quei pantaloni-.

Quelle parole continuarono a rimbombarmi in testa anche quando eravamo tutti intenti ad aggiornare la lavagna contenente le informazioni in nostro possesso

-Siamo sicuri che conoscesse così bene Gioia da essere informato sui suoi gusti in fatto di moda?- domandò Omar agganciando le fotocopie delle analisi con delle puntine e traccia di intorno ad esse un cerchio 

-Qui non si parla di gusto, ma di praticità- lo corressi -Gioia era incinta di quasi tre mesi, e a questo punto gli indumenti troppo aderenti iniziano ad infastidirti, sopratutto se ti trovi fuori casa-

-Come lo sai?- chiese quindi perplesso, e percependo a dosso lo sguardo di Edoardo tagliai corto: con la sua decisione aveva perso ogni diritto di conoscere i dettagli di quel capitolo della mia vita, e non gli avrei concesso una seconda opportunità per rimediare ai suoi errori.

Tornando al caso, ci rendemmo conto di un’ulteriore stranezza: perché Gioia aveva con se una copia della sua ecografia?

All’inizio pensammo che dovesse incontrare il padre del bambino, ma Baldi aveva raccontato un’altra verità.

-Credo sia il momento di tornare a casa- esordii, e fui subito circondata da facce attonite

-Non dormiamo da giorni, e così non possiamo essere lucidi-

Rifiutai un passaggio da parte di Anna e mi incamminai verso casa, sperando che qualche lampadina potesse accendersi.

Nel prossimo capitolo torneremo a casa di Gioia. Chi troveremo lì?

  • Un’amica di Gioia (40%)
    40
  • Un collega, nonché intimo amico, del padre di Gioia (60%)
    60
  • Ancora Boldi (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

76 Commenti

  • Ciao Ross 🙂
    Il finale mi e’ piaciuto molto 🙂 lo so era difficile inserire tutta la storia di Gioia in un unico capitolo ma mi hai fatto venire i brividi … complimenti 🙂
    Purtroppo a volte le persone a noi piu’ vicine sono quelle di cui meno ci possiamo fidare … e cosi’ Gioia l’ha scoperto a suo malcapito …
    Ti rinvito a dare una rapida rilettura al capitolo giusto per correggere qualche imprecisione e refusino qua e la ma per il resto davvero una bellissima storia 🙂
    Davvero complimenti e attendo la tua prossima storia 🙂
    A presto 🙂

    • Ciao!
      Ho provato a condensare il più possibile il punto di vista di Gioia all’interno di un unico capitolo ma, come hai scritto, è stata quasi un’impresa😅
      Sono contenta che la storia sia piaciuta, anche se personalmente avrei voluto fare qualcosa in più proprio nel finale, ma mi rifarò sicuramente con la prossima storia.
      A presto!

  • Ciao Rossella.
    Avevo salvato la tua storia dopo il tuo commento al mio racconto. Mi è dispiaciuto tantissimo non poter essere parte attiva di questa storia, ma mi rifarò di certo con la prossima.
    Tornando alla tua storia devo dire che mi è piaciuta parecchio, nonostante il genere non rientri particolarmente nei miei gusti.
    Mi piace come hai descritto Kendra, cinica ma allo stesso tempo “sentimentale” tanto da affezionarsi a Gioia e al suo caso visto le similitudini con la sua storia.
    L’unico elemento che mi è piaciuto un po’ meno è il capitolo finale che, nonostante fosse ben scritto e mi ha fatto immaginare e sentire quello che ha provato Gioia, mi ha dato l’impressione di una chiusura troppo rapida e di un ritmo troppo veloce rispetto agli altri capitoli. Ma sono gusti personali.
    C’è qualche errorino qua e là, ma capita a tutti.
    Come ti ho già detto mi piace la tua scrittura e per questo, quando e se scriverai ancora, mi troverai certamente tra i tuoi lettori.
    A presto!!

    • Ciao!
      Grazie per essere passato e aver avuto la pazienza di recuperare tutti i capitoli precedenti.
      Ho cercato di tracciare il più dettagliatamente possibile Kendra; anche perché, come credo si sia capito 😅, è una dei personaggi riguardo i quali mi è più piaciuto scrivere.
      Per quanto riguarda il capriolo finale: anche a me sembra nettamente in contrasto con lo stile dei capitoli ad esso precedenti, ma qui il cambia anche il punto di vista e credevo fosse una cosa “carina” (anche se comunque a me questo finale ha un po’ lasciato con l’amaro in bocca purtroppo) dar un taglio diverso dal solito.
      Ti ringrazio ancora per essere passato!
      A presto!

    • Ciao!
      Ti dirò la verità: questo ultimo capitolo mi ha lasciato l’amaro in bocca, perché non lo ritengo esattamente all’altezza dell’intera storia.
      Nella versione estesa era parecchio diverso (e forse anche più “apprezzabile”, almeno per me), ma qui ho dovuto cancellare davvero tantissimo caratteri, quindi ho cercato di lasciare la parti più importati e salienti e sacrificarne altre.
      Pazienza, ci riproveremo.
      Per quanto riguarda Kendra: anche a me piacerebbe moltissimo rivederla in azione in una seconda storia, se ne avrò la possibilità lo farò sicuramente.
      A presto e grazie per aver seguito questo storia!

    • Per la serie: ricompensiamola per gli sforzi 😂
      Scherzi a parte, grazie per aver avuto la pazienza di continuare a seguire questa storia nonostante la mia ripetuta e prolungata assenza, spero di non farmi attendere troppo con il finale.
      Spero che il decimo capitolo possa essere all’altezza degli altri nove, vorrei tanto chiudere la storia nel miglior modo possibile.
      A presto!

  • Ciao Ross 🙂
    finalmente scopriamo chi e’ il colpevole sebbene poterlo accusare dell’omicidio solo per il fatto che la sua macchina si trovasse in quel posto proprio quel giorno non sara’ facile. Kendra dovra’ costringerlo a parlare 🙂 peccato che sei gia’ al finale , spero che deciderai veramente di fare una versione estesa della storia 🙂 c’e’ veramente un mondo infinito davanti a te 😀 comunque rimanen do che Kendra e’ convinta di aver incastrato l’assassino vorrei lasciare la parola a Gioia 🙂 lei sara’ quella che veramente ci puo’ raccontare il perche’ di tutto cio’ 🙂
    Aspetto il finale 🙂
    A presto 🙂

    • Ciao!
      Effettivamente questa storia è la versione più corta di un’altra alla quale stavo lavorando ma che, per motivi di tempo e studio, non sono riuscita a portare a termine, e sapere che stia piacendo anche su questo sito è veramente bellissimo.
      Anche io avrei votato per lasciare la parola a Gioia, ma aspetterò che ci siano più voti prima di andare avanti.
      È un po’ triste sapere di essere già arrivata alla fine, ma magari Kendra potrebbe riapparire in un’altra storia ☺️
      Grazie ancora per continuare a seguirmi e a presto!

  • Ciao Ross 🙂
    La storia prosegue molto spedita e Kendra ci sta facendo vedere un convolgimento emotivo molto interessante 🙂
    Nel senso che ci stai dando un quadro emotivo della protagonista molto dettagliato all’interno della storia che ci fa avvicinare molto a lei 🙂
    Per quanto riguarda Gioia la situazione si complica, ma il fatto che sia probabilmente ammazzata da qualcuno a lei molto “vicino” ci mette nella condizione di sospettare pure dei genitori 🙂
    Io voto per il fatto che abbia litigato con qualcuno 🙂 il che mi incuriosisce un sacco 🙂
    Giusto qualche appunto per il tuo file personale
    “l’istante in cui io venne investita.”. Intendevi venni
    “aver posizionata una mano sul ventre” intendevi posizionato
    E altre piccole sviste che comunque non tolgono la qualità al capitolo 🙂
    Complimenti e a presto 🙂

    • Ciao!
      Scusa per il ritardo nella risposta, ma questa sessione estiva mi sta letteralmente massacrando.
      Mi fa davvero molto piacere sapere che questa storia stia piacendo a voi come ha fatto con me; volevo da tempo dar vita a qualcosa di diverso dal mio solito, e l’ispirazione è giunta proprio al momento giusto, nonostante io stessa inizialmente pensassi che non fosse poi un granchè.
      Per quanto riguarda Gioia: sai che proprio occhi un mio amico al quale ho fatto leggere gli ultimi capitoli ha esordito con: “Ma vuoi vedere che uno deve avere anche paura dei propri genitori?”😂😂
      Grazie ancora per continuare a seguirmi e a presto!

  • L’aveva vista litigare con qualcuno.
    Povera Gioia e povera Kendra, non so dove andremo a parare, e lei dovrà impegnarsi parecchio.
    In quanto a Rossella ancora si lascia dietro qualche refusino, piccole sbavature e frasi facili che gli piace complicare (esempio: …per provarle di non star mentendo. / per provarle che non mentiva). Stai migliorando, vai così!🙋🌻 ciaooo

  • Il prossimo è il penultimo capitolo: punto sul fatto che l’ha vista litigare con qualcuno!

    Ciao! Ho la casella email che non funziona ma sono riuscito comunque ad accorgermi del capitolo pubblicato 🙂
    Molto interessante lo sviluppo della vicenda e trovo sempre simpatica la protagonista. Solo che… è troppo coinvolta: rischia di essere sospesa per errori di valutazione! Ma forse l’intervento di Vittorio darà quella svolta che aspettavamo: facciamo che nella giornata di merda ci sia qualcosa di positivo 🙂
    Sono d’accordo che Gioia non meritava quella fine…

    Ciao 🙂

    • Ciao Red!
      Siamo quasi giunti alla fine, ed ammetto che mi mancherà parecchio Kendra… ma chissà, potrei inviarmi qualcosa per farla tornare 😅
      Scherzi a parte: ti ringrazio per continuare a seguire la storia nonostante i mille impedimenti abbiano deciso di posizionarsi esattamente tra essa ed me.
      Per quanto riguarda Kendra: credo che, se l’avessi vista in azione in una qualche serie tv l’avrei “criticata” proprio perché è troppo coinvolta emotivamente, ma qui non riesco a non spezzare una lancia in sua favore, forse perché sono troppo coinvolta anche io😂
      Spero di poter dare a questa storia il giusto finale.
      A presto!

  • Ciao Rossella 🙂
    Ok cercavamo di capire chi fosse il padre del bambino nel grembo di Gioia e invece abbiamo scoperto che forse i genitori di Gioia non sono i suoi veri genitori 🙂 per il ciclo non e’ tutto come sembra 🙂 vorrei solo capire come qauesto possa interessare al Baldi , ma questo sono sicuro ce lo rivelerai a breve 🙂
    Ho notato in questo capitolo svariati refusi, forse eri un po’ di fretta a pubblicarlo? 🙂 te ne sottolineo qualcuno giusto per il tuo file privato
    Innanzitutto Baldi e’ diventato Boldi (parente di Massimo ? XD) in piu’ porti e persino nella domanda di chiusura capitolo. Essendo uno dei personaggi “diciamo” chiave ti fa un po’ storcere il naso leggerlo con diversi cognomi durante il corso del capitolo.
    “Gioia non sarebbe mai uscita con quei indosso quei pantaloni-” c’e’ un quei di troppo
    “ma dei risultati erano emersero delle incongruenze ” forse intendevi ” ma DAI risultati erano emersE delle incongruenze”
    “domandò Omar agganciando le fotocopie delle analisi con delle puntine e traccia di intorno ad esse un cerchio ” qua usi prima il verbo “domando’ ” al passato e poi “traccia” al presente fa un po’ storcere il naso forse volevi mettere un altro gerundio dopo “agganciando” magari “tracciando”
    spero di esserti stato utile 😉
    A presto 🙂

    • Ciao!
      Lo ammetto, non ho riletto attentamente il capitolo primo di pubblicarlo, ed anche io ho storto un po’ -un po’ tanto😅- il naso quando ho notato i vari errori che avrei sicuramente potuto evitare.
      E nulla, anche questa volta sarà per la prossima.
      Purtroppo la notte e la stanchezza post-studio non hanno aiutato.
      Per quanto riguarda la nuova scoperta: avevo bisogno di qualcosa di non scontato e che creasse quell’effetto “wow”, e il fatto che Gioia non fosse biologicamente figlia dei Longhi mi sembrava poterci riuscire (almeno lo spero).
      Grazie anche per continuare a seguire questa storia.
      A presto!

  • Voto anche io per Baldi… anche se non mi ispira per niente fiducia 🤣
    Un piccolo appunto sui congiuntivi imperfetti… nella maggioranza dei casi in cui l’hai usato sarebbe stato meglio l’indicativo. Qualche piccolo refuso qua e là ma nulla di rilevante, la lettura scorre bene.
    Alla prossima!

    • Posso dire la verità? Neanche a me il suo personaggio ispira fiducia e, anzi, credevo fosse lo stesso per la maggioranza 😂
      I congiuntivi mi fanno sempre cadere, perché la frase nella mia testa è corretta e suona bene, quindi non mi viene spontaneo non correggerla e andare avanti -dovrò migliorare sotto questo punto di vista-, invece per i refusi mi sono arresa da tempo: più leggo il capitolo, meno ne trovo (per poi ritrovarmeli solo dopo averlo pubblicato, per me è diventato un dato di fatto).
      Ti ringrazio per essere passata e per i suggerimenti, spero che la storia possa continuare a piacerti!
      A presto

    • Ciao e grazie!
      Ad essere sincera anche a me questo genere sta molto intrigando, anche perché sono uscita dalla mia zona di comfort e non credevo potessi dilettarmi in questo modo.
      Su Kendra, poi, c’è poco da dire: è assolutamente il personaggio del quale più mi è piaciuto scrivere
      Spero solo di non risultare troppo scontata -o comunque di non esserlo già risultata- nel narrare la storia, in questo caso chiedo venia.
      Grazie ancora e ci vediamo al prossimo capitolo!

  • Ciao Rossella 🙂
    Davvero un bel ritorno con un bellissimo capitolo 🙂
    Diciamo un altro buco nell’acqua per i nostri poliziotti , ma in fin dei conti le indagini reali sono proprio cosi’ 🙂
    Sono arrivato a capitolo gia’ analizzato percio’ non posso fare altro che concordare con Fenderman 🙂
    Io ho personalmente votato Baldi e vediamo cosa ci combini 🙂
    A presto 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi