La cacciatrice di sogni

Dove eravamo rimasti?

Chi cercherà di ottenere l’Artefatto adesso? Salome, silenziosa e innamorata. (50%)

L’anonima

Da una lettera di Salome M. a “Mima” M.

Essere brutte non dovrebbe essere un problema. In teoria, non conta niente. In pratica, conta un sacco. Come puoi essere felice, se sei brutta? È filosoficamente impossibile.

Ora. Io non sono rivoltante. Ma neanche bella. Gatto dice che ho dei begli occhi. Prisca dice che chi non mi apprezza non mi merita. Facile per lei, che sotto le vesti da secchiona ha le super tette e un bel viso, un po’ da dipinto. E soprattutto le super tette, che secondo me contano di più. 

Io sono Salome. Nella Bibbia sono la mamma di un paio di discepoli. Salomè con l’accento è la ragazzina sexy che fa decapitare un profeta perché sculetta bene davanti al patrigno. Salome senza accento invece, boh, è questa tizia tra le tante. Senza contare la similitudine con l’insaccato. Un nome sfigato.

Non sono un cesso, ma abbastanza in basso nella scala della gnoccanza. Non raggiungo la sufficienza temo. Ho i capelli neri e gli occhi verdi, e un neo sulla guancia. Sono pallida. Fisico forte. Mente affilata. Ma il complesso manca di grazia e leggerezza. Insomma, non sono attraente, e neanche carina. 

Ero iscritta al tecnico della mia città (meccatronica) anche se alle medie avevano detto che avrei potuto fare uno scientifico se mi fossi impegnata. Poi sono venuti questi tizi a verificare le nostre competenze. E dopo il test mi prendono da parte e in pratica mi offrono un posto a Hogwarts. Niente gufi né Hagrid, ma il succo è stato: “Hai punteggi molto alti in Intuito e Sagacia, e davvero sorprendenti in Portali. Una testa come la tua serve all’Accademia.” E io allora ho detto: “e che fate all’accademia?” E loro: “Tante cose, ma in sintesi ammazziamo i demoni usando i talenti preternaturali dei nostri allievi, che alleniamo allo scopo”. E io ho pensato: finalmente si cambia aria, finalmente qualcosa di bello per Salome.

Poi salta fuori che anche se puoi aprire Portali su altri mondi come la porta della cucina di casa tua… se ti innamori e lui non ti guarda neanche, non esiste luogo al mondo che possa contenere il tuo dolore.

Ma ora non voglio scrivere di Davide.

Il Gatto oggi è andato di nuovo a ballare al Campo Bruciato. Pensa che non lo sappiamo, io e Prisca, che è quello che fa quando sparisce nelle ore buche. Come pensa che non sappiamo che gli piacciono i ragazzi. Ma è cresciuto in campagna, famiglia tradizionalista a suo modo.

Comunque, quando è tornato non si teneva, doveva dirci questa cosa pazzesca. E un po’ ci sono rimasta, pensavo fosse uno dei suoi gossip da lavandaia. Invece ha visto Mani Blu usare un Artefatto! Cioè, l’Artefatto non l’ha visto, quelli non li puoi vedere se non sono tuoi. Ha detto che è diventata alta e potente, come se le avessero puntato addosso un faro in una stanza buia. Lui non ci ha capito niente, il Gatto è così, tanto sensibile e gran fisico ma certe sottigliezze non le coglie. Prisca poteva arrivarci ma era troppo impegnata a offendersi perché lui le aveva nascosto la cosa della danza. Cioè la tizia era di spalle e manco si muoveva e a lui pareva la luna piena a mezzanotte, capisci?! Io invece ho visto il pattern: statura elevata, luce, carisma immotivato.

Sono i segni del Potere. Significa che hai accesso alla sostanza sottilissima e invisibile che ci lega al mondo demoniaco, significa che stai facendo un incantesimo di massimo livello. In pratica significa che puoi imporre la tua volontà a uomini, animali e chissà cos’altro. In teoria anche ai demoni!

Tutti i grandi Cacciatori e Guerrieri che sono stati descritti nell’atto di liberare il mondo dal male avevano quell’aspetto: grandi, luminosi come astri.

Sai che ti dico? Ho 15 anni, un buon momento per decidere cosa fare nella vita.

Credo che mi procurerò l’Artefatto di Mani Blu.

Qui sono tutti impegnati a contarsi le spillette sulle divise e le conquiste amorose. Come direbbe mio padre, io li supero a destra. Con le giuste conoscenze teoriche e un Artefatto che mi apra le porte al Potere potrei fare una strage di demoni, anzi, sterminare un intero girone infernale! 

Sai, non mi calcolano, perché sto zitta e non rivelo le mie carte.

Non sto sempre al centro come Davide.

Non arrivo prima dappertutto come la Bose.

Non sono strana come Miriade.

Non sono amica di tutti come il Gatto.

Io sono Salome, l’anonima Salome.

Io sono Salome e passerò alla storia.

Come sceglie di procedere Salome?

  • Coinvolge la Bose, perché ha bisogno di alleati forti (60%)
    60
  • Coinvolge Davide facendo leva sulla sua ambizione (0%)
    0
  • Coinvolge gli amici, il Gatto e Prisca, nella caccia all’Artefatto (40%)
    40
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

105 Commenti

  • Ciao SaintJack 🙂
    Scusa il ritardo ma non mi arrivano bene le notifiche ultimamente e non mi ero accorto che avevi pubblicato il finale 🙂 beh almeno di questa parte 🙂
    E allora cominciamo questa caccia 🙂
    Interessante che Miriade pensi solo ora che panda sia un illusione, che sia anche questo un effetto del contatto con l artefatto? Beh lo scopriremo presto credo 😉
    Per il momento complimenti e mi aspetto grandi cose da te 🙂
    A presto 🙂

  • Ho mancato un capitolo, accidenti!

    Devo dire che sono impressionato: riesci a dare uno scorcio di vita anche durante l’azione. E Panda è tornato! Anche se Miriade non ci crede ancora.
    Cosa succederà nella seconda parte? Non vedo l’ora di scoprirlo 🙂

    Ciao 🙂

  • Ciao Saint.
    Come credo tutti ci aspettavamo hai messo tanta carne al fuoco per concludere in 10 capitoli. Ma devo dire che comunque sei riuscita a “chiudere” in una maniera molto interessante (mi ha ricordato la fine di Auto Hunting che finisce proprio con la battuta “che la caccia abbia inizio”).

    La storia è stata ben scritta e ben gestita secondo me, hai descritto bene situazioni e personaggi e, in qualche modo, ci hai fatto empatizzare con loro.

    Ancora tante sono le domande, quindi credo che tutti noi lettori presi dalla storia aspetteremo una seconda parte se e quando vorrai scriverla.

    Spero di leggerti presto! 🙋‍♂️

  • Ciao SaintJack.

    Purtroppo mi sono perso gli ultimi capitoli, ma sono molto ben scritti e dettagliati, così come i personaggi che hai via via inserito.

    Dalla mole di personaggi e vicende credo questa sia solo la prima parte di un racconto ancora più ampio e articolato.

    Davide cede la biglia alla Bose e vediamo cosa ci racconterai nel finale.

    A presto!

  • Ciao SaintJack 🙂
    Spero che non mi mandino in moderazione stavolta 🙂
    Hai capito Davide che fortuna sfacciata non si è nemmeno dovuto impegnare 🙂
    Chissà che scopriremo anche cosa è successo a Panda 🐼 🙂
    Detto ciò voto per consegnare la biglia alla Bose, magari assistiamo alla nascita di un antagonista con i fiocchi 😉
    Vediamo dove ci porti 🙂
    Ci vediamo al finale 🙂

  • Ciao, SaintJack.

    Non ho fatto in tempo a votare per Prisca, accidenti!
    Ti segnalo un refuso nel nono episodio: “accompagnava le sue chiamata”.
    Tutto molto piacevole da leggere, però tanti personaggi da seguire. Adesso nell’ultimo episodio devi gestire il Gatto, la Bose, Davide, Panda e spero anche Miriade, tutto in cinquemila battute. Ho come l’impressione che ci sarà una parte seconda?

    Grazie e alla prossima.

    • Ciao Artemis!
      Grazie per aver letto 🩵
      Sono contenta che trapeli la loro passione! Volevo replicare l’intensità e il dramma tipici dell’adolescenza. Ma in chiave narrata, quindi un po’ esagerata e legata al contesto fantastico.
      In effetti penso che Daso sia molto combattuto se cedere o meno l’Artefatto 🙂

  • Ciao SaintJack 🙂
    E niente che dire ogni volta che leggo questa storia mi riporti indietro a quando leggevo Harry Potter all’inizio degli ormai lontani anni 2000 🙂
    Comunque io il gatto ce lo vedo bastardo e perciò si terrà la notizia per se e investigherà da solo per entrare in possesso dell’artefatto che in precedenza aveva visto al campo bruciato 🙂
    Vediamo cosa vincerà 🙂
    A presto 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi