Cavalcando Il Fulmine

Dove eravamo rimasti?

Quale sarà la colonna sonora che accompagnerà il nostro prossimo capitolo La Pioggia Di Novembre (64%)

La Pioggia Di Novembre

La Pioggia Di Novembre

22 Novembre – Circa un mese prima-

La pioggia cadeva senza sosta fuori dalla finestra. Nella stanza in penombra Joe Warlock se ne stava seduto sul letto a contemplare il da farsi.

Fece scattare l’accendino e lo avvicinò alla punta della sigaretta che già penzolava dalle sue labbra. Diede un sorso a ciò che rimaneva del whiskey sul comodino e poi sospirò.

Odiava andare al centro, specialmente in un giorno di pioggia così intenso, perchè il traffico sarebbe stato un inferno.

Ma qualcosa nella testa gli diceva che doveva andare. Una voce che lo attirava come una zanzara al sangue. Sentiva che oggi avrebbe trovato il suo tanto agognato trofeo.

E così si fece una doccia bollente, si rase e si mise nel suo smocking migliore.

Salì sulla Mercedes nera e partì, destinazione : il parcheggio del Liuthon Club.

Non sarebbe entrato, di questo ne era certo, non amava quel puttanaio. Eppure spesso si incontrava da quelle parti gente interessante… o come amava definirla lui, gente “speciale”.

E così, mezz’ora dopo si trovò ad osservare, tra il monotono suono del tergicristalli che andava senza sosta da una parte all’altra, il caos di gente che era il centro della capitale.

Una confusione di facce tutte uguali, impermeabili e ombrelli tutti dello stesso colore monotono del cielo e di gambe che deambulavano tutte allo stesso modo.

Se avesse potuto descrivere Londra così come i suoi occhi la vedevano in quel momento, avrebbe potuto dire che poteva essere paragonata ad uno spartito musicale cacofonico e di cattivo gusto.

Poi improvvisamente le vide, tra la noia e i colori cupi, attraversare il parcheggio del Liuthon. Un paio di calze bianche candide che fuoriuscivano da scarpe nuove di zecca.

A molti non avrebbe dato nell’occhio, ma a Warlock si. Sapeva che quello poteva significare una sola cosa, qualcuno di nuovo in quello schifo di città…

Alzò gli occhi e vide che i calzini appartenevano ad una giovane ragazza sulla ventina, coi capelli biondi inzuppati dalla pioggia, che si guardava intorno spaesata.

Si accese una sigaretta e aperto il suo ombrello si diresse con nonchalance verso la giovane.

“Buonasera” esordi Warlock con dolcezza “Non mi sembra la serata migliore per uscire con questo tempo”

“Ma lei chi è?” rispose la ragazza spaventata.

“Mi presento il mio nome e Bob Stilton, come il formaggio” disse scherzoso
“Mentre lei non è sicuramente di queste parti”

“E lei come lo sa?” rispose la ragazza guardandosi allarmata intorno. Ma in quel caos di luci e monotonia, ovviamente, nessuno vi prestava attenzione.

“Dall’accento” rispose.

“Ma cosa vuole?” disse la ragazza seccata.

“Niente, solo venire in suo soccorso” disse lui passandole l’ombrello “È quello che, da gentiluomo inglese, mi hanno insegnato a fare” disse per poi fare finta di allontanarsi “Allora le dico buona serata signorina e…”

“Aspetti” lo fermò lei “In realtà mi sono persa… sono nuova di qua e non so da che parte andare” piagnucolò.

“Se non sono scortese e posse chiederle da che parte è diretta magari potrei darle qualche indicazione” rispose lui fingendosi preoccupato.

“È il mio primo giorno di lavoro qua al Liuthon, devo tornare al mio Flat a Sunderland Street. Mi hanno lasciato le indicazioni su dove prendere il bus, ma con questa pioggia e tutta questa gente … mi sono persa” disse la ragazza.

“Mmm… Sunderland Street, un bel pò distante da qua… questo è un dilemma” disse lui pensieroso. Poi un sorriso gli illuminò il viso “Potrei accompagnarvici io, abito da quelle parti” concluse.

Lo sguardo di lei si fece ancora più scettico.

“Io in teoria non dovrei… non la conosco nemmeno” disse lei ritornando verso il Liuthon.

“E ha assolutamente ragione, signorina” rispose lui voltandosi.

La ragazza non seppe cosa rispondere e poi, forse per la stanchezza, forse per lo sconforto, cedette

“Va bene signor Warlock… mi fido di lei” disse e i due si diressero verso l’auto.

Una volta seduti in macchina lui prese il pacchetto di sigarette e se ne mise una subito fra le labbra e poi ne offrì una alla ragazza che accettò.

“Comunque il mio nome è Nadine , sono francese” disse la ragazza senza pensarci due volte.

“Il suo accento l’ aveva già tradita” rise lui mettendo in moto. Subito dalla radio i Guns’n’Roses cominciarono ad intonare November Rain. La ragazza si irrigidì.

“C’è qualcosa che non va?” Chiese Warlock.

“Niente, e solo che questa canzone mi fa tornare in mente qualcuno…” disse lei e sorrise.

Warlock ingranò la marcia e la macchina si avviò sotto quel cielo cupo e senza stelle.

Prima di tornare a White e le sue indagini vogliamo scoprire il destino di Nadine? Con che "vibe" lo leggeremo?

  • Ronzio D'Amore (15%)
    15
  • Vieni Così Come Sei (8%)
    8
  • Profuma Di Uno Spirito Giovane (77%)
    77
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

167 Commenti

  • Ho recuperato un po’ alla volta tutti gli episodi, come al solito😂 Come sempre capitoli ben scritti, la storia lascia sempre col fiato sospeso e un senso di attesa per il capitolo successivo. Peccato che la piattaforma non permetta di scrivere storie un po’ più complesse😁
    Aspetto il prossimo capitolo, alla prossima!

  • Ciao BlackCat0. Questo episodio è davvero intrigante e carico di emozioni. La trama si infittisce con ogni passaggio, lasciandomi con un forte senso di suspense. La combinazione di momenti intensi e l’intrigante scelta musicale con il ritornello di “Fear Of The Dark” aggiunge un tocco particolare.
    Scelgo “Sotto Pressione”. La situazione potrebbe essere molto intensa e carica di emozioni, e questa opzione sembra adatta per esprimere la tensione e la complessità dei sentimenti tra i due personaggi in un momento così delicato.

  • Ciao, Black Cat.

    Under pressure.
    Non ho molto da aggiungere ai commenti di chi mi ha preceduto, in particolare sottoscrivo l’analisi di Fenderman.
    Fermo restando che si tratta di una buona lettura, questo episodio è a un livello meno alto degli altri dal punto di vista della trama. La cosa più interessante per lo sviluppo è all’inizio e alla fine.
    Resta invece alto il livello di scrittura, piaciuto molto e si vede che stai maturando lo stile.

    Grazie e alla prossima.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi