Cercasi Ammazzamostri

Prologo

Cercasi AMMAZZAMOSTRI

per raccolta di sambuco 

la prossima luna piena.

Pagamento 200 nk

50% in anticipo, 50% a lavoro ultimato.

Per info chiedere di Meli

“È tuo questo?”

Meli sobbalzò. Qualcuno aveva sbattuto un foglio di pergamena sul tavolo della locanda su cui stava finendo il suo pranzo. Riconobbe il volantino con cui aveva tappezzato tutta Berg. Non apprezzò il fatto che ci fosse un lungo coltello infilato dentro.

Meli lanciò un’occhiataccia allo sconosciuto che torreggiava su di lei.

“È mio” confermò. “Sono io Meli. E tu sei…?”.

“Logan” tagliò corto l’uomo. “Sono qui per il lavoro”.

“Lo avevo intuito” sibilò lei, sfilando il coltellaccio dal tavolo e riprendendosi il volantino. “Cosa ti fa pensare di essere adatto?”.

L’uomo la guardò pieno di sdegno. “Sono adatto”.

Meli lo squadrò. L’uomo aveva il trucco degli elfi oscuri: una banda orizzontale di nerofumo che gli attraversava il viso all’altezza degli occhi, mettendone in risalto il colore. Ma non aveva orecchie a punta sotto i capelli neri e ondulati, tagliati corti sulla nuca alla foggia degli uomini del luogo. Un mezz’elfo? Un bastardo?

“La luna piena è tra tre giorni. Se ti troverò adatto per allora, ti pagherò la prima parte del salario. A lavoro ultimato, tra quattro giorni, avrai la seconda parte. Inutile dire che, se muoio quella notte, non avrai il saldo”.

“Tra tre giorni? Ho bisogno dei soldi ora” ringhiò.

Meli era abituata a tollerare la maleducazione e i modi rozzi degli ammazzamostri di quella regione. E sapeva anche cosa voleva dire avere fame.

“Il pranzo è offerto” disse Meli, facendo un gesto benevolente alla sedia di fronte a sé. Vide il lampo avido negli occhi dell’uomo, che cedette e scostò la sedia per caderci seduto di malagrazia.

Meli ordinò il piatto del giorno “per il suo accompagnatore” e lo guardò divorare il pane e la zuppa di capriolo. Aspettò che si fosse pulito la bocca con l’orlo della tovaglia – non la manica; un vero gentleman – prima di riprendere il colloquio.

“Fantasmi, vampiri, licantropi?” iniziò, scarabocchiando sul taccuino rosso che aveva aperto sul tavolo.

“Non sono un problema”.

“Incantesimi di protezione?”.

“Ho studiato da incantatore”.

“Hai studiato, ma hai anche imparato qualcosa?”.

L’uomo grugnì il suo fastidio a quella supposizione. Meli lo ignorò.

“Incantesimi di guarigione?”.

“Ho studiato da incantatore” ripeté l’uomo, fissandola con una faccia che diceva prova-a-contraddirmi-se-hai-il-coraggio.

Meli non si lasciò intimorire. “Non è una risposta. Cosa sai fare?”.

“So guarire ferite di secondo livello, ho seguito il corso B di pozioni rinvigorenti, so eseguire una fasciatura e un’amputazione”.

“Ferite magiche?”.

“Livello base”.

“Devono averti buttato fuori presto dalla tua scuola” lo provocò Meli, per nulla turbata.

Gli occhi dell’uomo si fecero due linee sottili e arrabbiate.

“Non ti scaldare, non sei il primo che passa di qui oggi con quel volantino in mano. Devo valutare bene le mie opzioni. Non è un’incombenza facile quella che chiedo di fare”.

L’uomo sostenne il suo sguardo. “Io sono il migliore”.

Meli lo studiò con attenzione. “Cosa te lo fa dire? Ho già un” Meli sfogliò alcune pagine del taccuino che aveva tra le mani “ranger di Jauklon, un elfo di Lin e una driade in fila prima di te” elencò.

“Io sono il migliore” ripeté l’uomo.

Meli alzò le spalle e scrisse “spavaldo” sul suo taccuino. Poi lo richiuse e regalò all’uomo il suo sorriso più insolente. “Grazie mille. Domani ti informerò sulla mia decisione”.

L’uomo la guardò, una furia sopita negli occhi. Sembrò voler ribattere, ma alla fine colse il messaggio: si alzò e se ne andò. 

“Ah, per il pranzo? Prego, non c’è di che” mormorò Meli a nessuno in particolare, già persa in altri pensieri. 

Come si assicura Meli di scegliere l'Ammazzamostri migliore?

  • Si fida del suo istinto. (14%)
    14
  • Assegna una missione ai quattro candidati. (29%)
    29
  • Organizza una prova sul campo al dungeon più vicino. (57%)
    57
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

131 Commenti

  • Bellissimo capitolo, probabilmente il mio preferito finora! 😊
    Super apprezzata la presenza della succube, davvero interessante! Che dire, è arrivato il momento di procedere diretti verso la sfida finale! 🙂

  • Buonasera EmmaJTurner 🙂
    Woah che bel fantasy! Molto preciso e facile da seguire, ottimo lavoro 😉
    Non ho letto altre tue opere ma se fosse una collana d’avventure dello stesso mondo, o addirittura dello stesso personaggio ne ricaveresti un buon lavoro, grande!
    L’unico suggerimento da farti (che non nasce da una mancanza dell’opera) è di introdurre nella tua ambientazione l’idea di una religione, o un concetto di vita dopo la morte. (Si, è un suggerimento un po’ complesso). Ma nasce proprio dal fatto che qui ci sono dei propri Ammazzamostri. Ma quei mostri sono goblin e strigi, non cubi gelatinosi. Ok, forse le strigi non so quanta intelligenza hanno… L’idea di fare un po’ di “farming” mi piace tantissimo, si assapora in effetti quelle quest secondarie dei videogiochi e gestisci il tutto in modo molto piacevole. Ma quel che io voglio intendere è: ma poi a quei corpi cosa gli succede? Restano lì a marcire e diffondere malattie o richiamare branchi di mangia carogne? La comunità dei goblin non avrà da ridire che i loro simili non vengono sepolti/bruciati/ecc. per accedere all’aldilà? Sembra una cavolata, ma secondo me preoccuparsi anche di questo renderebbe la storia più che perfetta. Ma senza uscire dal personaggio: forse a Meli stanno così antipatiche ste bestie brutte e cattive che nella sua morale ed etica è giusto lasciarle ai corvi, o forse da quelle parti è proibito avere pietà per simili creature, o forse c’è una selezione di Chierici Spazzini specializzati per questi incarichi…… Ok, mi sono dilungata eccessivamente ma perché qui c’è un buon terreno fertile, continua a coltivarlo 🙂

    • Ciao Artemis! Ma sai che questa è una cosa a cui non avevo mai pensato? Grazie per avermelo fatto notare, è un elemento su cui sicuramente va fatto qualche ragionamento. La mia ispirazione sono chiaramente i giochi open world in cui i mostri sono solo mostri, alla The Witcher o Skyrim per intenderci, e di loro non si interessa nessuno. Ma il buon vecchio Tolkien invece aveva dato spazio alla morale e all’empatia degli orchi, quindi è interessante rifletterci. Vediamo cosa riesco a tirare fuori 😀

  • Ciao Emma.
    Il capitolo mi è piaciuto, si fa leggere molto volentieri e scorre che è una meraviglia.

    Logan è un ammazzamostri, quindi sa quello che fa e Meli ha le spalle coperte.

    Amando gli horror e scrivendone uno anche qui, non posso non votare per qualcosa di orribile che accade. Ormai la famosa terza notte si sta avvicinando. Vedremo da chi Meli deve essere realmente protetta.

    A presto! 🙋‍♂️

  • Ciao Emma 🙂
    Diciamo che come si suol dire certe volte nella vita si compiono dei rischi calcolati e molte volte bisogna rischare e sperare che il fato non ci sia avverso 🙂 ecco Logan e i gattini fanno parte della seconda 🙂
    Ora ci sarebbe tantissimo di cui parlare e il tempo stringe 🙂
    Stai forse pensando ad un seguito della storia ? 🙂 sarebbe molto interessante 🙂
    Io per ora voto qualcosa di orribile 🙂 sono amante del macabro e attendo grandi cose da te 🙂
    A presto 🙂

  • Ciao, Emma J.

    Non ho fatto in tempo a leggere la tua risposta che è arrivato anche il nuovo episodio.
    Aspetta che mi segno “omodiegetico”… io l’ho sempre chiamato “in terza persona focalizzata”; appena ho l’occasione glielo sparo in faccia a una persona che conosco, ti racconterò l’espressione che fa.
    Sì, mi sono accorto che il racconto è omodiegetico. Ti dico anche che i racconti in terza focalizzata mi piacciono un casino da leggere. Probabilmente c’è anche una mia sensibilità all’argomento, ho provato diverse volte (senza tanto successo in verità) a scrivere racconti con protagoniste delle prostitute cercando, esagerando anche, di non essere giudicante.
    Bene, niente altro da aggiungere, a dir la verità. Le strigi ailurofobiche sono meravigliose, mi ricordano una mia amica che scrive horror pesanti e che avrebbe reagito esattamente nello stesso modo.
    A me non interessa sapere molto su Logan (perché è co-protagonista e quindi penso sia scontato che scopriremo altre cose nei prossimi episodi) ma qualche curiosità su Meimei me la vorrei proprio togliere.

    Grazie e alla prossima.

    • Ciao Achillu!
      “Omodiegetico” mi è rimasto impresso dalla mia prof delle media che non smetteva mai di ripeterlo, “in terza persona focalizzata” non l’avevo mai sentito! Io mi segno invece “ailurofobiche” che è adorabile quanto i gattini. Grazie per il commento e vediamo cosa accadrà nel prossimo capitolo!

  • Ciao Emma! 🙂
    Altro bel capitolo! Che dire, la povera Meli non ha mai un attimo di pace!
    Ora sarei proprio curiosa di sapere qualcosa di più su Logan, in modo da farmelo piacere un pochino di più! Al momento non ha acquisito molti punti!

    P.S: Anche io, come la protagonista, sarei stata curiosa di sapere il motivo per cui le strigi non sopportano i gattini. Strumento di difesa adorabile! 😉

  • Ciao, Emma J.

    Ho letto cinque episodi di fila e adesso ho votato per l’animale da cortile.
    Ho una sola nota per me importante. Le parole che il narratore usa per descrivere Dag sono molto giudicanti, mi ha colpito “tunica indecente” in particolare; in questi casi io come lettore preferirei leggere i giudizi in bocca ai personaggi piuttosto che esposti dal narratore, a meno che non sia chiaro che il narratore sta esponendo un pensiero o un atteggiamento di un altro personaggio. Tutto qui, ci ho messo di più a spiegare il concetto che a percepire la cosa.
    Per il resto segnalo che il racconto è molto vivace e lo trovo divertente. Meli e Logan sono due personaggi che si fanno apprezzare. Non ho idea di quanto valga un navok ma sembra valere molto. Attendo di leggere il seguito.

    Grazie e alla prossima.

    • Ciao Achillu!
      Grazie per il commento, apprezzo molto. Mi ha colpito che trovassi il narratore (Meli) giudicante, in quanto ero convinta di star descrivendo il personaggio dagli occhi di un’amica che la ammira e la trova sexy, ma senza ignorare che Dag sia volutamente sconcia e provocante ().
      Il narratore è sempre e solo omodiegetico (Meli) e tutti i giudizi scritti, detti e pensati, sono i suoi 🙂 Rivedrò il testo in questione, magari cambiando “indecente” con “succinta”. Grazie!

  • Salgo sul carro dei lettori mattutini e mi siedo vicino alla Martha. Credo che quando uno ha voglia di scrivere (e soprattutto quando scrive come te) DEVE pubblicare quando vuole. Anche due volte al giorno, ahahahah!
    I tuoi capitoli (per me, e credo pure, conoscendola bene, per Martha) sono una piccola gioia in un mare di maiunagioia!
    Quindi voto animale da cortile e attendo il prossimo.

  • Ma i gattini! È chiaro che il cesto contiene degli adorabili gattini ❤️
    Emma, che dire, la tua storia è davvero divertente, avvincente e affascinante. E inoltre è scritta molto bene, e stai dando un bel ritmo alla pubblicazione: quest’ultima, secondo me, è davvero importante. Infatti non sono d’accordo col Gattone Nero qua sotto XD XD io vorrei leggere almeno due tre capitoli a settimana XD XD e sono sicura che in molti la pensano come me. E chi non lo pensa sta mentendoh, ché la tua storia è irresistibile ❤️🙋🏼‍♀️

  • Ciao Emma 🙂
    Bella battaglia, queste strigi me le immagino come delle arpie 🙂 il tutto sta diventando interessante, finalmente vediamo Logan all’opera 🙂
    Se mi consenti da veterano del sito vorrei solo darti un consiglio, non correre troppo , stai pubblicando davvero rapidamente e che fretta c è 🙂 dai il tempo ai lettori di leggerti e commentarti 🙂 molti lettori lavorano e sono più lenti a recuperare le storie e recuperandole alla fine si perde ciò che è fondamentale in questo sito e cioè la possibilità di votare e decidere come proseguirà la storia 🙂
    Lo dico per te in quanto la storia merita più lettori 😉
    Detto ciò 🙂 voto i gattini 🙂
    A presto 🙂

  • Ciao Emma.
    Finalmente riesco a scrivere e leggere quotidianamente i nuovi racconti.

    Mi è piaciuto questo nuovo capitolo. Molto interessante la scena d’azione tra Logan e le Strigi e la paura di Meli.

    Sia Logan che Meli conoscono bene le Strigi e, essendo in gran numero e amando molto il sangue, sicuramente un mucchio di poveri gattini per distrarle ci sta tutto mentre loro due cercano un piano B.

    Spero di rileggerti presto! 🙋‍♂️

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi