Corn dog a colazione

Dove eravamo rimasti?

Dopo questo bagno di folla, la Buona Domestica avrà bisogno di... Una Torta alla panna (50%)

Quel che la marea porta via

   La torta alla panna che Ramen si ritrovò davanti grondava di dolci calorie che né la mente, né il corpo sarebbero riuscite presto a dimenticare. E quella delizia era stata servita a tutti e tre, per quanto quella di Yu Dao aveva già raggiunto il suo stomaco.
   La veranda di nonna Titty aveva accolto il variopinto gruppo con delle fioche luci di lanterne e il canto dei grilli. Ancora ricoperti d’ocra e odoranti di spezie, Urhu, Yu Dao e Ramen mangiavano in silenzio mentre il pomeriggio lentamente s’imbruniva. Nonna Titty aveva tutt’altro che l’aspetto di una dolce vecchietta, ma questo non le aveva impedito di possedere dolci modi da vecchietta nel prendersi cura di suo nipote e i suoi amici.
   In effetti erano Urhu e Yu Dao che si saziavano di quel portentoso dolce. Ramen, ancora stravolto da ciò che era successo, lo osservava con aria turbata. A volte, quando era sicuro che nessuno lo stesse osservando, lanciava un’occhiata a Yu Dao, ed ogni maledetta volta il naga se ne accorgeva cogliendolo in flagrante.
– Non mangi?
   Gli chiese Urhu preoccupato.
– Non ho fame…
   Rispose l’umano, ed era vero. In quel momento avrebbe desiderato solo riprovare quel vago tepore che aveva percepito con quello strano abbraccio. E ciò lo sconcertava dato che aveva sempre considerato quegli scambi fisici una vera perdita di tempo.
   Con quel pensiero in testa l’umano seguì l’orco e il naga che, una volta salutata nonna Titty, presero il cammino verso casa. E Ramen si stupì quando, aspettandosi di vedere la porta del loro appartamento, si ritrovò sulle sponde di un lago. Il quartiere e le sue luci silenziose alle sue spalle e sopra di loro un cielo colmo di stelle.
   Non ebbe il tempo di chiedersi che cosa ci facessero lì, quand’ecco che vide Urhu iniziare a spogliarsi. Allora si voltò spaventato verso Yu Dao e perse un battito nel vederlo già privo di ogni veste. L’oscurità lo avvolgeva e solo il chiarore delle luci lontane si poggiavano lungo quel fluido corpo ricoperto di scaglie. E ancora una volta tentò di avere spiegazioni e le ottenne prima del dovuto con un tuffo nelle acque scure del lago.
   Sia l’orco che il naga riemersero esprimendo un intenso piacere nel percepire la calura estiva sciogliersi di dosso. E con essa si scioglieva sia l’ocra che le spezie ancora impresse sulla pelle.
   Una sferzata d’acqua colpì l’umano che era rimasto categoricamente sulla terra ferma, vestito e ancora impregnato di colori e odori.
– Non vieni?
   Chiese Urhu stupito.
Voi umani non vi lavate?
   Chiese Yu Dao con sarcasmo. Certo che si lavavano! Ma a casa, sotto una doccia e rigidamente da soli. Pensò Ramen rimanendo tuttavia in silenzio.
Hai forse paura?
   Lo provocò il naga e quelle parole infervorarono l’orgoglio di Ramen.
– Paura?
   Chiese l’umano e senza rendersene conto si liberò sia del grembiule, che del vestito gessato (ormai non più gessato), e si tuffò nelle fredde acque del lago. Fu inavvertitamente piacevole. E riaffiorare da esse fu come rinascere e sentirsi più vivo che mai.
   Nell’osservarlo Urhu si scambiò un’occhiata con Yu Dao, perché non c’era oscurità che avrebbe potuto celare quel improvviso sorriso sul volto dell’umano. E un umano che sorrideva non incuteva più alcun timore. Ansi, un umano sorridente diventava una creatura straordinariamente seducente.

   Restarono nell’acqua a lungo, senza accorgersi che lentamente sia il completo gessato che il grembiule, lentamente venivano portati via dall’alta marea. Ed insieme alla marea, se ne andarono via dalla mente di Ramen per mai più tornare.

Dopo questo battesimo, cosa scriverà Ramen sulla sua bucalettere?

  • "Sbaglia ancora, sbaglia meglio" (100%)
    100
  • "Non ricordo il titolo, ma voglio quel libro dalla copertina rossa" (0%)
    0
  • "Niente pubblicità, solo lettere d'amore" (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

83 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi