Il virtuale è reale

Dove eravamo rimasti?

Come proseguirà la storia? Una lieta novità (75%)

C’è un novità...

Ultimamente apro il mio account sempre più di rado. Mi annoiano gli utenti che fanno sempre le stesse domande, le stesse battute di approccio… Non so se sia un periodo fiacco, o forse sono io che sto iniziando a guardare quel mondo con occhi diversi: insomma il giocattolo non mi diverte più come un tempo. Restano gli amici di vecchia data con cui continuo a chattare, ma con meno entusiasmo di prima. Anche Angel sembra abbia sempre meno tempo da dedicarmi, tra la moglie, i figli, il lavoro, e quella folle novità di voler riprendere gli studi universitari interrotti anni fa. Preparare un tesi di laurea con un figlio piccolo in casa: un delirio puro! Quelle poche volte che riusciamo a ritagliarci due minuti per un saluto lui si lamenta di essere esausto, e questo è il peggior deterrente per il sesso, seppur virtuale.

E poi, c’è una novità. E… non so, magari pure questo c’entra qualcosa…

La mia novità si chiama Roberto. Ha le mani grandi, e il culo più tondo e scolpito che abbia mai visto in un uomo. E mi fa ridere tanto. Mi ha invitato a cena, e quando mi ha vista nel mio abito scollato color granata, con le labbra in tinta e i capelli sciolti sulle spalle, è andato in apnea, come in quei film romantici in cui lui vede lei e parte una musica sdolcinata.

Fa il fotografo, e vorrebbe farmi un ritratto. In verità qualche scatto al volo me lo ha già rubato, alla fine della cena: entrambi eravamo piacevolmente brilli e lui mi ha guardata e ha esclamato “quanto sei bella”… e io mi sono sentita davvero bellissima. E quando mi ha baciato il mio corpo ha reagito, zittendo tutte le voci nella mia testa. E lui ha continuato a baciarmi, ovunque, impadronendosi di ogni centimetro della mia pelle, della mia carne, marchiandola al suo passaggio. Conquistata, espugnata, ho reso le armi e mi sono data a lui, finché, esausta, non ho preso sonno fra le sue braccia.

E ora?

Ora sono qui, sdraiata nel letto con il suo corpo caldo che dorme poggiato alla mia schiena e il suo braccio che mi cinge la spalla, con gli occhi sbarrati verso la lama di luce che filtra dalla persiana mentre un brivido mi assale. Il suo respiro calmo vicino al mio orecchio fa da contraltare alla mia improvvisa apnea. E ora? Che faccio? Sgattaiolo via da questo letto a costo di staccarmi il braccio a morsi come una ragazza del Coyote Ugly? No, non ha molto senso dato che questo è il mio letto, e questa è casa mia!

Le vibrazioni del mio panico devono averlo svegliato, dato che si assesta, mi stringe un po’ più a sé e inspirandomi sul collo bofonchia un «buongiorno stella…»

«…»

«Ehi. Sento le rotelle che girano. Che c’è?»

«…Noi… siamo amici, vero?»

«Certo, stella!» ride sonoramente.

«Oh, dai… seriamente… questa cosa… » faccio un cerchio con le dita a indicare noi due «non cambia nulla»

«Tranquilla, stella… siamo amici… amici a cui ogni tanto piace scopare… ok?» mi stringe a sé ridendo.

Lentamente inizia a baciarmi la nuca, il collo, la schiena mentre le sue mani vagano delicate sulla mia pelle. Soffia piano sul mio orecchio proprio mentre il suo dito disegna complicati arabeschi sul mio seno, e il capezzolo reagisce inturgidendosi.

«Voglio mappare ogni centimetro del tuo corpo» sussurra «scoprire ogni tuo punto sensibile… per farti impazzire».

Quella sensazione di ferma tranquillità che il suo corpo caldo e solido mi trasmette, le sue parole sussurrate all’orecchio e le sue mani delicate e sicure sulla mia pelle mi riportano a quella stessa sensazione che mi ha fatto capitolare la scorsa notte: come se il mio corpo avesse già deciso per me, si muove contro il suo per cercare il contatto, il respiro accelera e la mente si offusca.

«Adoro sentire quanto velocemente ti bagni…» sussurra mentre la sua mano si fa strada fra le mie cosce. E come fosse la cosa più naturale del mondo scivola in me senza attrito alcuno.

Fare l’amore con lui sembra così giusto e così sbagliato allo stesso tempo…

La verità è che per una frazione di secondo alle sue carezze si sono sovrapposte altre carezze, alle sue labbra altre labbra. E vecchie parole, sepolte nella mente, sono riaffiorate, suonando come una maledizione: Vorrei marchiartelo così a fuoco quel piacere, che se anche poi fra mille anni sarà un altro a fartelo provare, la tua mente e il tuo corpo non potranno non pensare a me. Vorrei legarti a me per sempre con qualcosa che ci condurrà sempre qui, in questa piscina deserta.

«Perché ho l’impressione di conoscere l’1% di te?»

«Perché non hai ancora guardato dentro l’abisso»

«A volte sei inquietante…»

«Lo so»

Che succederà ora?

  • Un ritorno inaspettato (0%)
    0
  • Una confessione (67%)
    67
  • Un flashback (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

35 Commenti

  • Ciao Freyja 🙂
    Piano piano sto recuperando tutto 🙂
    Bel capitolo, esposto bene attraverso il linguaggio delle chat che è vicino un po’ a tutti noi 🙂
    I temi che tocchi sono scottanti, come i dom e i feticismi o addirittura l’ argomento ancora più vasto della bisessualità in un modo pulito e senza materiale troppo spinto 🙂
    Per adesso ci stai dando piccole bricciole perciò voto per la lieta novità che mi incuriosisce assai 🙂
    Vediamo cosa ci tiri fuori 🙂
    A presto 🙂

    • Ciao Achillu! In effetti sto seminando come briciole di pane tanti indizi sul passato di Freyja e sulla sua personalità… a volte così sottili che mi pare passino inosservati! Ma nulla è casuale e molte cose torneranno in maniera più esplicita 😊 spero di riuscire!

      Grazie a te per la lettura e il commento!

  • Ciao FLD,
    Hai ben accennato a un tema enorme, a volte abusato, e lo hai fatto nella giusta misura, lontana da semplificazioni e stereotipi così diffusi sui social.
    Un lavoro che nella sua brevità comunica, e lo fa in maniera diretta e apprezzabile.
    Ora direi di introdurre una novità
    Ciaooo alla prossima 🙋‍♂️

  • Ciao Freyja, eccomi qui a ricambiare la visita.
    Come detto da altri il primo capitolo è stato molto diretto ma ci sta, stavi iniziando a prendere le misure con la piattaforma. Infatti nei successivi capitoli sei riuscita ad inserire quello di cui volevi parlare in modo molto più godibile.

    È molto interessante la tua narrazione di quello che c’è oltre lo schermo e dei pensieri che la protagonista ha mentre parla con i suoi amici virtuali.

    Molto interessante. Io opterei per una novità, scegli te di che genere.

  • Ciao, Freyja.

    Potrei riassumere le mie impressioni con una frase dal secondo episodio: “Quello che mi incuriosisce invece, come una sorta di studio antropologico, è capire perché una certa cosa mi viene detta in un dato momento”. Questa è la frase che mi ha fatto diciamo innamorare del personaggio Freyja. Da quel momento sono lì che riesco quasi a immedesimarmi.
    A questo punto però basta con il virtuale. Sono curioso di vedere Freyja nel quotidiano. Ma mi sa che sono in minoranza 🤷‍♂️ Mi adeguerò alla scelta degli altri lettori e lettrici.

    Grazie e alla prossima.

  • Ciao Freija 😉
    Bel capitolo 🙂 ci hai dato un po di back story della protagonista anche se un po’ abbozzata per ora 🙂
    Lo so che ci sarebbero un milione di cose da dire ma io voto per Angel e il rapporto con Freija 🙂
    Da decano del sito ti consiglio di concentrarti su pochi personaggi e delinearli bene in quanto lo spazio è limitato e la storia potrebbe uscire confusionaria 🙂
    A presto 🙂

  • Terzo capitolo e vedo con gioia che stai trovando la voce giustah! ❤️ Perfetto, continua così. E continua a rimestare nei ricordi inserendo qualche esperienza. Avrai sicuramente un aneddoto divertente e/o imbarazzante da raccontarci 🙋🏼‍♀️

  • Ciao Freija 🙂
    Bellissimo capitolo 🙂 una storia molto contemporanea che da ciò che ho capito io vuole rappresentare un po’ un qualcosa che è ormai parte della nostra vita di oggi giorno e cioè le chat online 🙂
    Piano piano stai costruendo la storia e la stai ripulendo del volgare 🙂
    Adesso delineaci meglio la protagonista 🙂
    A presto 🙂

  • Ciao, cara ❤️
    Come avevo intuito la tua scrittura ha una vena ironica, che in questo capitolo hai deciso di fare venire allo scoperto. Bene, questo mi fa piacere, e ho apprezzato il cambio di rotta. Il capitolo è scorrevole e (cosa sorprendente) non è affatto paragonabile al primo.
    Ti direi di continuare così, e mi auguro che tu riesca a prendere bene le misure della tua narrazione in modo da offrire al lettore una storia di Eros e d’Ironia.
    Voto per i dettagli sulla protagonista 🙋🏼‍♀️❤️

  • Ciao Freija 🙂
    Ricambio la lettura 🙂
    Parto con il dire che non sono un fan del genere ma che potrebbe essere interessante il tuo approccio alla storia in quanto narri di un qualcosa che è davvero molto contemporaneo 🙂
    Fossi in te per il prossimo capitolo sfrutterei più la potenzialità del genere 🙂 erotico non è sinonimo di po… grafico 🙂
    Cerca di lavorare sullo stesso contesto ma di ripulirlo un po’ e non sficiare sul volgare 🙂 per quello ci sono i siti appositi come appunto PH 😉
    Ti voglio dare fiducia e ti seguo 🙂 voto per il coetaneo 🙂 vediamo cosa ci tiri fuori ( non fraintendere però XD)
    A presto 🙂

  • Eccomi qua a ricambiare la visita 🙋🏼‍♀️
    Ti dirò, cara Freyja, sono restia a leggere i racconti pubblicati nella categoria eros perché di erotico non hanno nulla. Le scene da te descritte hanno poco di erotico e molto di por.. grafico (metto i puntini che sennò non mi pubblica il commento) ed è un peccato perché la narrazione in prima persona ti riesce bene e ho trovato anche una sfumatura ironica! Ti propongo la sfida di ricalibrare il tutto, scrivendo, e facendoci leggere, un secondo capitolo ché sia diverso dalle decine di racconti erotici che trovi qui, ma che di erotico (come già ti dicevo) non hanno nulla.
    Questa chiaramente è solo la mia opinione da vecchia ciabatta XD

    • Ciao Martha grazie per la lettura! In realtà il mondo del por no di questo incipit è una scusa bella e buona per parlare di tutt’altro… una piccola scommessa con me stessa insomma 🙂 spero di riuscire a coinvolgere e farmi apprezzare. Aspetto quindi con gran curiosità di sapere la tua opinione sul prossimo episodio! Grazie ancora, a presto!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi