A Classic Love Story

Buon compleanno Pitch!

Pavetta sorseggiò il suo caffè instantaneo ormai tiepido, offerto precedentemente dal suo compagno di sventure d’ufficio Omar.

Digitò insistentemente, mordendosi le labbra carnose, mentre osservava di tanto in tanto l’orario. Di lì a poco sarebbe finito il turno, il che voleva dire una cosa sola; NovelV!

NovelV è una piattaforma digitale dove ogni utente può scrivere le proprie storie, ed era anche la sua via di fuga dal mondo reale. Quando furono le sette di sera in punto, Pavetta spense il PC, salutando tutti e dirigendosi a passo svelto verso la sua Fiesta rossa. Mise in moto, dirigendosi verso casa.

Quando arrivò si spogliò del Tailleur e indosso la sua amata felpa color caffè che la copriva a malapena fina a metà coscia. Si collegò su NovelV, e continuò a scrivere. Un quarto d’ora dopo, puntuale come la morte, Dory la sua amica di novelle la chiamò.

«Buonasera Pitch!» esclamò la donna.

Pavetta sorrise al suono della sua voce squillante.

Pitch era il nome d’arte di Pavetta su NovelV.

«Buonasera Dory, com’è andata a lavoro?» la ragazza chiese premurosa.

«Oh lasciamo perdere… Piuttosto, qualcuno oggi è un’anno più vicina alla morte!»

Dory è sempre stata diretta su certe cose, è una scrittrice del macabro, e lo si può notare dai termini che usa.

«Grazie Dory! Non l’avrei messa proprio così ma si, sto invecchiando!»

Pavetta esclamò, contenta che almeno una persona si era ricordata del suo compleanno.

«Oh Beata te pitch che ne fai ventinove, quest’anno io ne faccio trentaquattro, voglio morire!»

Esclamò drammatica l’amica.

«Dory l’età è solo un numero, basta la saggezza, e ricorda, se hai il viso di una ventenne, allora hai vent’anni! Lascia la carta di identità a casa però!»

Scherzò Pavetta.

«Messaggio ricevuto Pitch!»

La serata si concluse un paio d’ore dopo, tra battute e risate.

Pavetta si diresse verso la cucina, tirando fuori dal frigo una tortina panna e fragole che aveva comprato in sconto in una pasticceria la sera prima.

Prese dal cassetto degli utensili da cucina una piccola candelina viola che le era stata regalata ad una serata a tema Wicca e la posizionò sulla torta, accendendola.

«É ora di esprimere un desiderio Pitch…»Esclamò la ragazza tra sé e sé dopo di ché chiuse gli occhi, immaginando che al tavolo con lei ci fossero anche i personaggi delle sue storie.

Inarcò le labbra rosee in un sorriso.

Strinse gli gli occhi e nel suo animo gridò:

“Non voglio essere più sola!”

E poi tutti d’un fiato spense la candelina viola, che rilasciò un fumo bianco.

Pavetta accompagnò la fetta di torta ad un calice di vino rosso.

Non aveva mai retto l’achool e per questo motivo si era sempre trovata a rifiutare gli inviti a bere dei colleghi, risultando una persona poco interessante.

La ragazza si stese nel suo caldo e morbido letto, abbandonandosi alle sue fantasie.

*

*

*

Un trillo acuto le traforò i timpani. La ragazza si alzò di scatto, ancora stordita dalla sera precedente.

Grazie a Dio era sabato.

Si trascinò fino al bagno, e osservò il suo aspetto allo specchio.

Il caschetto rosso rubino era scompigliato e gli occhi verdi erano leggermente rossi, ma aveva un’aspetto più riposato della giornata precedente.

Si lavò denti e viso e poi si diresse verso la cucina.

Mise la moca sul fuoco e apri il mobile per prendere la sua tazza preferita situata nel ripiano più alto.

Che strano, non ricordava di averla messa lì.

Si tirò su in punta di piedi per prendere la tazza, ma non ci arrivò.

Sbuffò sforzandosi di più e allungò di nuovo la mano, ma una più grande la superò, afferrando la sua tazza.

Pavetta si pietrificò sul posto.

Un’altra mano le si posizionò sul fianco, vagando fino al suo ventre e un respiro le si infranse sul collo.

«Volevi questa, principessa?»

Una voce grave le sussurrò all’orecchio sinistro.

Pavetta terrorizzata avvampò allo stesso tempo. Lentamente si voltò verso la figura che torreggiava su di lei.

Un Uomo alto dalla pelle olivastra e lunghi capelli neri la osservava con un ghigno beffardo.

La ragazza sussultò.

«Rey…» farfugliò lei, con occhi sgranati.

Rey era un principe, che all’ età di ventotto anni aveva bevuto il sangue di un vampiro, salvandolo dalla sua malattia. Nonché personaggio della prima storia di Pavetta.

Quale sarà la reazione di Pavetta?

  • Pavetta gli accarezza il viso, rendendosi conto che forse il suo desiderio si è avverato. (50%)
    50
  • Pavetta lo ignora e torna a letto, convinta che stia ancora sognando. (50%)
    50
  • Pavetta caccia in malo modo l'uomo di casa, convinta che sia uno scherzo di cattivo gusto. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

13 Commenti

  • La tua storia comunque a essere interessante, e porta con sé una buona dose di originalità: cosa sempre gradita!
    Ciao cara ❤️ voterò per Ray che si versa il caffè e rimango in attesa del prossimo. Tu, oltre a scriverlo, ascolta i consigli che ti ha lasciato Fenderman e fatti vedere in giro: sono sicura che troverai delle bellissime storie 🙋🏼‍♀️❤️

  • Benvenuta,
    Ottimo spunto che promette grandi sviluppi, brava.
    Siccome però i consigli scomodi sono quelli più utili ti vorrei dire di stare molto attenta a modi e tempi verbali. Qui c’è una certa confusione. (Pavetta lo osservò (…) È esattamente (…) non poteva fare a meno (…) ma lei non è di qui. Eccetera.
    Sono piccole distrazioni evitabili con una lettura attenta ad alta voce.
    Ci sono poi alcune espressioni (le punte dei canini- non fu né calda né fredda…) non proprio in “sintonia” con la storia.
    Comunque migliorerai presto, vedrai come the incipit aiuta a farlo, e scriverai con molta più soddisfazione.
    Al prossimo. Voto Rey e il caffè
    🙋‍♂️🌻

  • Ciao Velvetchains, è la prima volta che ti leggo, quindi benvenuta sulla piattaforma.
    La storia è interessante; la scrittrice solitaria che dopo un desiderio si ritrova insieme all’uomo di cui ha sempre scritto.
    Come detto da BlackCat0 ti consiglio di cercare le storie che più ti piacciono e di commentarle, per avere lettori e quindi feedback che ti aiuteranno nella stesura della storia. Ti consiglio inoltre di non pubblicare troppo frequentemente, in modo da dare il tempo agli utenti di trovarti e leggerti perché in fondo il bello della piattaforma è quella di dare opportunità ai lettori di far proseguire la storia.
    I capitoli sono ben scritti, c’è qualche piccolo errorino qua e là dovuto alla battitura, ma il testo rimane molto scorrevole e godibile.
    Per ora, voto per Rey che va a servirsi il caffè. Al suo posto a quella domanda così personale ci sarei rimandato abbastanza male.
    Alla prossima.

  • Ciao Velvetchains 🙂
    Siccome è la prima volta che ti leggo su The Incipit ci tengo a darti il benvenuto 🙂
    Il capitolo fila e il fatto che siamo in un racconto rosa e l’ amore che Pitch ha messo nella creazione dei suoi personaggi prenda incredibilmente vita ci sta al pieno e perciò voglio seguirti 🙂
    Il capitolo di per se presenta alcuni errori di battitura che puoi facilmente ricorreggere nel file originale con una revisione del capitolo 🙂
    In alcuni punti potresti esprimere un concetto con meno parole, te lo dico in quanto il sito ci fornisce un numero di caratteri limitato e cercare di fare economia di essi è fondamentale 🙂 esempio
    “e osservò il suo aspetto allo specchio.” Potevi semplicemente dire ” si osservò allo specchio” che veda il suo aspetto è scontato e avresti risparmiato caratteri 🙂
    Un ultimo consiglio che posso darti è di farti un giro e leggere anche le storie di altri autori del sito, in fondo è un sito interattivo e commentare con utili commenti che possano aiutare anche gli altri autori a crescere, in fondo, come avrai capito, siamo un po’ tutti principianti su questo sito 🙂
    Ma bando alle ciance, io ti seguo e voto per pavetta gli accarezza il viso e capisce che il suo desiderio si è avverato 🙂
    Vediamo cosa ci tiri fuori 🙂
    A presto 🙂

  • Benvenuta su TheIncipit, la simpatica piattaforma dove simpatiche persone giocano tra loro scrivendo e leggendo le storie che partoriscono 🙋🏼‍♀️
    Un avvio molto fresco, cara, che si legge volentieri e ti invoglia alla lettura: molto bene ❤️
    Voto per la carezza e attendo il secondo capitolo!

    Buona scrittura ❤️🙋🏼‍♀️

    P.s.
    Subito prima della tua storia ho letto quella del Gattone e mi sono venuti i brividi quando Ray la chiama principessa XD XD Oddeo XD XD

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi